Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione dal BIFFF 36 | White Chamber di Paul Raschid

4/10 su 23 voti. Titolo originale: White Chamber, uscita: 05-04-2018. Regista: Paul Raschid.

Recensione dal BIFFF 36 | White Chamber di Paul Raschid

10/04/2018 recensione film di Sabrina Crivelli

Il regista britannico ricorre a un'asettica ambientazione claustrofobica per dar vita a una più ampia riflessione sulla degenerazione delle democrazia e dei più basilari valori della civiltà

Interessante riflessione sulla degenerazione delle democrazie occidentali fino ad apocalittici scenari, White Chamber di Paul Raschid (Servants’ Quarters) esplora con vivido orrore l’abbandono di ogni più basilare valore o empatia, riflettendo sulle più terrificanti possibili derive morali della civiltà. Tuttavia, il film non si serve di epiche scene di battaglie, ma edifica un raffinato e cinico studio psicologico sviluppato con pochi mezzi e attori, ma risultando proprio per l’assenza di qualsiasi possibile distrazione visiva o narrativa forse ancora più angosciante.

Distopia ancorata agli eventi presenti, in particolare alla Brexit e alle sue derive nel prossimo futuro, il film ipotizza che un gruppo rivoluzionario inizi una cruenta guerra civile, con molteplici incolpevoli vittime. Il governo centrale, cercando di mettere fine ai cruenti scontri, commissiona allora una misteriosa sperimentazione clinica dentro un laboratorio segreto, in cui si trova la White Chamber del titolo, un’asettica stanza bianca circondata da pareti di plexiglass al cui interno delle cavie umane servono per testare un arma chimica letale. A capo della ricerca c’è un’algida dottoressa, che con estrema crudeltà procede a testare sulla sventurata cavia umana, un potentissimo derivato della metanfetamina, chiamato Argo, che servirà come stimolante per le truppe britanniche, con minimi effetti collaterali. La volontà di mettere fine ad un sanguinoso conflitto o la ricerca medica, tuttavia, sono solo una copertura che nasconde motivazioni ben più personali, prime tra tutte la vendetta.

Minimalista nei set come nel cast (tra cui spicca Shauna Macdonald), White Chamber si apre con una premessa ex abrupto, per poi andare a ritroso a svelare la natura dei protagonisti e dell’inquietante stanza stessa del titolo. La digressione è sviluppata in capitoli, ciascuno relativo ad un giorno in cui è scandito il tempo e in cui scopriamo lentamente la reale natura e i trascorsi dei personaggi, o almeno di quelli principali, nonché le vere motivazioni delle loro azioni. Seguiamo la parabola di ognuno di loro: l’alternanza di estremo sadismo e crolli emotivi della dottoressa a capo del gruppo medico, le distaccate reazioni di un vecchio dottore, ormai disincantato, il più costante e miope sostegno da parte di una delle sue assistenti, infine il costante vacillare della nuova arrivata, Ruth, un’impiegata amministrativa del National Security Concil da poco unitasi all’equipe. Tale spettro umano fa da contraltare all’evoluzione dell’esperimento vero e proprio, quello che vede un soggetto, a cui è somministrato di un potente eccitante, sottoposto poi all’alternanza di caldo e freddo, di scosse elettriche e così via, per vederne la reazione e la resistenza. Infine, viene introdotta una seconda cavia, che subisce stimoli ancora più estremi, fino a una pioggia d’acido che la sfigura! Eppure le violenze sono solo la superficie, solo uno strumento …

Alcune immagini sono certo agghiaccianti, è indubbio, ma ancor di più lo sono le implicazioni teoriche suggerite nel film. Cinica analisi della natura umana sviluppata in un ambiente claustrofobico, White Chamber si pone infatti un inquietante quesito: quanto delle terrificanti barbarie possono essere scusabili per un apparente ‘bene comune’? Allo stesso modo si interroga su quanto atroce possa essere la tortura a cui sottoponiamo un nostro simile, quanto efferato possa essere un nostro gesto, prima di diventare automaticamente dei veri e propri mostri. Lo chiede ad alta voce a una collega la protagonista, mentre avanza nelle varie fasi della sperimentazione e osserva glaciale la terrificante degenerazione fisica e mentale causata della sostanza che ha creato. Se lo domanda, mentre si guarda allo specchio in preda alla strisciante senso di colpa, ma nulla le impedisce di continuare. Al contrario, la donna, una volta una persona ‘comune’, ha smarrito ormai tutta la sua umanità a causa del dolore e delle perdite dei propri cari.

Privo d’ogni ipocrisia, però, o di facili risposte, White Chamber non si dilunga in una qualche banale tirata contro il potere inneggiando ai rivoluzionari, né delinea questi ultimi  come folli terroristi. Entrambe le parti sono altrettanto colpevoli di orribili atrocità, e l’aspetto peggiore è che viene suggerito che sia divenuto ormai la normalità e scusato. Come professa ad un certo punto uno dei personaggi: “La violenza è l’unico linguaggio che la gente parla ora, non abbiamo altra scelta che impararlo anche noi“. Domanda questa che Paul Raschid non si limita a inserire in una delle sequenze filmiche, ma che attraverso questa fin troppo verisimile distopia pone all’uomo contemporanea, fin troppo portato a scusare  peggiori efferatezze.

Di seguito trovate il trailer ufficiale:

Shauna Macdonald
Oded Fehr
Amrita Acharia
Sharon Maughan
Nicholas Farrell
Candis Nergaard
Marcus Griffiths
Adrianna Edwards
Sumit Chakravarti
Lisa Reynolds
candyman film 2020
Horror & Thriller

Trailer per Candyman: non pronunciate il suo nome 5 volte o ve ne pentirete

di Redazione Il Cineocchio

A oltre 20 anni dal terzo film della saga, il produttore Jordan Peele riporta sulle scene il boogeyman con l'uncino, nel sequel spirituale con Yahya Abdul-Mateen II

Leggi
cursed films serie shudder 2020
Horror & Thriller

Trailer per Cursed Films, serie che esplora le voci dietro a 5 classici maledetti

di Redazione Il Cineocchio

Il documentario di Shudder vaglierà, attraverso testimonianze dirette, le dicerie relative alle lavorazioni di L'Esorcista, Omen, Poltergeist, il film di Ai Confini della Realtà e Il Corvo

Leggi
Jodie Foster il silenzio degli innocenti 1991
Horror & Thriller

Clarice: protagonista e trama per la serie sequel sull’agente di Il Silenzio degli Innocenti

di Redazione Il Cineocchio

A quasi 30 anni dal film di Jonathan Demme, Alex Kurtzman e Jenny Lumet portano in TV la storia della recluta dell'FBI uscita dalla penna di Thomas Harris

Leggi
the hunt film emma roberts
Horror & Thriller

Trailer italiano (e data di uscita) per The Hunt, il survival horror ritirato dal mercato in autunno

di Redazione Il Cineocchio

Quando tutto ormai sembrava perduto, Blumhouse ha deciso di distribuire il controverso film diretto da Craig Zobel con Betty Gilpin, Emma Roberts e Hilary Swank

Leggi
jason blum notte del giudizio
Horror & Thriller

Jason Blum: “Penso che la bolla del cinema horror stia per esplodere”

di Redazione Il Cineocchio

Il fondatore della Blumhouse ha parlato del futuro prossimo del genere, partendo dall'eccessivo numero di film che escono ora nelle sale

Leggi
Marianne e Leonard. Parole d'amore

Marianne e Leonard. Parole d'amore

03-03-2020

They Shall Not Grow Old - Per sempre giovani

They Shall Not Grow Old - Per sempre giovani

02-03-2020

La partita

La partita

27-02-2020

Lupin III: The First

Lupin III: The First

27-02-2020

Volevo nascondermi

Volevo nascondermi

27-02-2020

Non si scherza col fuoco

Non si scherza col fuoco

27-02-2020

Dopo il matrimonio

Dopo il matrimonio

27-02-2020

La Gomera - L'isola dei fischi

La Gomera - L'isola dei fischi

27-02-2020

Doppio sospetto

Doppio sospetto

27-02-2020

The Grudge

The Grudge

27-02-2020

RECENSIONE

Arctic - Un'avventura glaciale

Arctic - Un'avventura glaciale

27-02-2020

Si vive una volta sola

Si vive una volta sola

26-02-2020

Permette? Alberto Sordi

Permette? Alberto Sordi

24-02-2020

Lourdes

Lourdes

24-02-2020

Lontano lontano

Lontano lontano

20-02-2020

La mia banda suona il pop

La mia banda suona il pop

20-02-2020

Criminali come noi

Criminali come noi

20-02-2020

L'hotel degli amori smarriti

L'hotel degli amori smarriti

20-02-2020

Cattive acque

Cattive acque

20-02-2020

Cats

Cats

20-02-2020

Il richiamo della foresta

Il richiamo della foresta

20-02-2020

Era mio figlio

Era mio figlio

20-02-2020

Bad Boys for Life

Bad Boys for Life

20-02-2020

RECENSIONE

Lunar City

Lunar City

17-02-2020

Fabrizio De André & PFM - Il concerto ritrovato

Fabrizio De André & PFM - Il concerto ritrovato

17-02-2020