Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » [recensione] Your Name di Makoto Shinkai

8/10 su 4202 voti. Titolo originale: 君の名は。, uscita: 26-08-2016. Regista: Makoto Shinkai.

[recensione] Your Name di Makoto Shinkai

31/12/2016 recensione di Alessandro Gamma

Il regista giapponese si addentra nuovamente nelle tematiche che gli sono più care, realizzando la più grandiosa delle sue opere d'animazione

Makoto Shinkai, astro nascente dell’animazione giapponese i cui cui film strazianti e iper-saturi sposano la delicata bellezza di Hayao Miyazaki con la malinconia quotidiana di Yasujiro Ozu, ha sempre gravitato intorno a storie che parlano della distanza tra le persone.

La sua spettacolare opera d’esordio di 22 minuti, un progetto fatto in casa dal titolo Voices of a Distant Star, illustrava lucidamente la preoccupazione del regista per tale distanza e come l’immediatezza della comunicazione moderna ha avuto l’effetto perverso di rendere chiarissimo il nostro isolamento gli uni dagli altri. A tutti gli effetti un anime più convincente (e molto più compatto) precursore di Interstellar, il corto del 2002 metteva in scena una cotta delle scuole superiori dilatata per tutto l’arco di una guerra intergalattica – il ragazzo rimane sulla Terra mentre la ragazza va a combattere gli alieni nello spazio più profondo, ma i loro sentimenti reciproci vengono ben presto stravolti dalla crudeltà della relatività del tempo.

your-name-shinkai-posterQuesto cortometraggio non ha soltanto lanciato la carriera di Shinkai, ma ha anche anticipato le ossessioni che lo avrebbero definito. Che fossero adolescenti infatuati che si muovono ai lati opposti del Giappone (5 cm per second) o una ragazza che si imbarca in un viaggio nella terra dei morti (Viaggio verso Agartha), ciascuno della mezza dozzina di film che Shinkai ha realizzato nei successivi 14 anni si è concentrato su giovani consumati dal dolore della separazione. Ragazzi come Mitsuha, la studentessa di una piccola città al centro di Your Name (君の名は。), che non ha ancora dormito con nessuno ma già vede il mondo come una sorta di sogno condiviso.

La portata del lavoro di Shinkai può essere aumentata un po’ da quando ha fatto Voices of a Distant Star con un Power Mac G4 in casa sua – in aggiunta al buzz da Oscar che ha seguito il premio ricevuto come miglior film d’animazione dell’anno ai Critics Association Awards di Los Angeles, e Your Name è sulla buona strada per diventare il più grande incasso animato di tutti i tempi -, ma è ancora alla ricerca di un modo per riempire i vuoti tra i suoi personaggi.

Ad oggi, questa è la pellicola più vasta di Shinkai (meno epica di alcune altre, ma più espansa), e se pochissimi animatori al mondo sono in grado di realizzare qualcosa di così intelligente o emotivamente vivido, una tela più grande raramente rende più facile trovare ciò che si sta cercando. Basato sull’omonimo romanzo scritto dal regista stesso e riformulando le solite fissazioni attraverso la lente della storia del Giappone, Your Name è un’esperienza inclassificabile, che inizia come un riff ormonale alla Quel pazzo Venerdì, mutando in una versione apocalittica di Il Ritratto di Jennie e riuscendo in qualche modo a sovrapporci allo stesso tempo una storia di scambio di genere del 12° secolo al trauma ancora ben vivo di terremoto e tsunami del Tōhoku del 2011. Se solo non fosse così complesso come sembra …

your-name-shinkai-filmStanca della sua vita nella città lacustre di Itomori, Mitsuha vorrebbe invece poter essere un bel ragazzo di Tokyo (che il film non metta in discussione questo aspetto è uno dei motivi del suo fascino). Taki è un ragazzo, e vive a Tokyo, ma è difficile valutare l’avvenenza di un adolescente animato che sembra definito più dalla sua goffaggine che da qualsiasi altra cosa. Un giorno, a seguito di un evento celeste (il passaggio di una cometa), i due estranei scambiano temporaneamente i loro corpi – ne segue naturalmente un auto-esame piuttosto imbarazzante.

Dato che questo fenomeno continua ad accadere regolarmente e i due lontani liceali presto capiscono cosa sta succedendo, cominciano a lasciarsi messaggi l’uno per l’altra (scrivendoli sulle braccia) e immischiandosi nelle rispettive vite amorose. E’ solo una questione di tempo prima che Taki e Mitsuha pensino a incontrarsi, ma sembrano sempre perdersi, come per un errore di percezione della profondità. Sciocchino ma foderato di tristezza, il filato insolitamente frivolo di Shinkai è intrecciato come i fili di kumihimo al santuario scintoista di Itomori fino a quando, senza preavviso, Taki viene ripiombato di nuovo nel suo corpo, lasciandolo a chiedersi cosa sia successo a quella ragazza che lo conosceva così bene dentro e fuori.

Your Name è dipendente da una serie di rivelazioni sismiche, ma che non piegano così tanto la trama quanto invece la depressurizzano. Improvvisamente, tutta la malinconia che Shinkai aveva tenuto ai margini si precipita verso il centro, come acqua che irrompe attraverso un oblò in frantumi. Dopo un primo tempo elegantemente strutturato che intreccia disparate voci fuori campo e utilizza moltissimi intelligenti espedienti visivi per illustrare i modi in cui vite disparate possono risuonare le une attraverso le altre, la letteralità degli ultimi 60 minuti dell’opera si rivela troppo costrittiva per le idee di Shinkai (e non aiuta che si incagli nel meno interessante dei suoi protagonisti adolescenti).

your-name-makoto-shinkai-animeNon che i vostri occhi ne verranno toccati in qualche modo però. Se le marcate animazioni dei protagonisti sembrano una concessione rispetto ai disegni più freddi dei precedenti lavori di Shinkai, qui si rimane a bocca aperta per un singolo fotogramma a caso più che in tutto Frozen. E Your Name diventa solamente più splendente mano a mano che si fa più grandioso, quando ogni viaggio solitario in treno e i tramonti pervinca luccicano del bagliore agrodolce del rimpianto. Come tutte le pellicole di Shinkai, la ricchezza della luce inonda tutto ciò che tocca con una tonalità di nostalgia così suggestiva che la trama mette solo un freno alle cose (e c’è n’è molta di trama qui). Guardare questi colori sanguinare tra le vite divergenti di Taki e Mitsuha è tutto ciò che vi serve per apprezzare la bellezza di essere insieme in questo mondo, e la tragedia di come questa stessa bellezza sembri sempre scivolare via tra le dita. Anche Shinkai ha lottato trattenerla, ma è sempre almeno un po’ sorprendente vederlo provarci.

Di seguito il trailer italiano di Your Name, che arriverà nei nostri cinema il 23, 24 e 25 gennaio 2017:

Mone Kamishiraishi
Nobunaga Shimazaki
Etsuko Ichihara
Tani Kanon
Aoi Yuki
Kaito Ishikawa
Ryou Narita
Ryunosuke Kamiki
Kazuhiko Inoue
Masami Nagasawa
Masaki Terasoma
Sayaka Ohara
Kana Hanazawa
28 settimane dopo film 2007
Sci-Fi & Fantasy

Danny Boyle su 28 Mesi Dopo: “Io e Alex Garland abbiamo una grande idea per ripartire”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo un lungo silenzio, il regista riaccende le speranze dei fan della saga horror ferma dal 2007, rilanciando la concreta possibilità di un nuovo sequel

Leggi
Zelda Williams in Dark Web (2019) serie amazon
Sci-Fi & Fantasy

Teaser per Dark/Web, serie fanta-horror antologica di Amazon con Nicholas Brendon

di Redazione Il Cineocchio

Tra i protagonisti dello show originale troveremo anche Julie Benz e Gabriel Luna

Leggi
stranger things 3
Sci-Fi & Fantasy

Trailer finale per Stranger Things 3: l’Apocalisse oscura l’estate di Hawkins nel 1985

di Redazione Il Cineocchio

I giovani protagonisti della serie fanta-horror di Netflix dovranno affrontare una nuova e pericolosissima minaccia, un mix tra Venom e le creature di Resident Evil con manie di grandezza

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Teaser trailer (leak) per Monster Hunter: Diablos e Rathalos vs. Tony Jaa e Milla Jovovich

di Redazione Il Cineocchio

Emerge in rete il filmato rubato allo Shanghai International Film Festival del film live action diretto da Paul W.S. Anderson

Leggi
Jodorowsky's Dune (2013) giger film
Sci-Fi & Fantasy

Tra le pieghe del tempo | Alejandro Jodorowsky nel 1975 su Dune: “Ho licenziato Salvador Dalì; vi spiego il motivo”

di Redazione Il Cineocchio

Durante la fase di pre-produzione, il regista cileno rivelava a sorpresa di aver rinunciato alla presenza del noto pittore spagnolo nel cast del suo adattamento, spinto da gravi ragioni molto precise

Leggi
ALEJANDRO JODOROWSKY
Sci-Fi & Fantasy

Riscopriamo Anno 4000 museo Terra, il film perduto di Alejandro Jodorowsky

di Redazione Il Cineocchio

Proviamo a far luce sul misterioso progetto, presentato in pompa magna a Milano nell'aprile del 1978 dal regista cileno in persona, le cui riprese - apparentemente imminenti - mai partirono

Leggi
KIPO AND THE AGE OF WONDERBEASTS serie netflix
Sci-Fi & Fantasy

Kipo And The Age of Wonderbeasts: trailer per la serie animata fanta-apocalittica della DreamWorks (per Netflix)

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice Karen Fukuhara ha prestato la voce alla protagonista, una ragazza a spasso per un pianeta in cui ogni animale 'puccioso' è in realtà una seria minaccia alla sua vita

Leggi
shanghai fortress film
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Shanghai Fortress: la Cina brucia sotto l’attacco degli alieni

di Redazione Il Cineocchio

Shu Qi e Lu Han sono i protagonisti dell'adattamento dell'omonimo romanzo sci-fi diretto dal regista Teng Huatao

Leggi
ghostbusters 1984 scena eliminata birra
Sci-Fi & Fantasy

Ghostbusters 1984: guardate le 4 scene alternative e cancellate mai mostrate in pubblico

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Jason Reitman ha fatto un grande regalo agli appassionati accorsi per la Ghostbusters Fan Fest, mostrando alcuni ciak inediti che coinvolgono Bill Murray, Sigourney Weaver, Dan Aykroyd, Harold Ramis, Rick Moranis e Annie Potts

Leggi
Siân Phillips in Dune (1984) film
Sci-Fi & Fantasy

Dune: The Sisterhood, si fa la serie sulle Bene Gesserit. Denis Villeneuve per il pilot

di Redazione Il Cineocchio

Il regista canadese sovraintenderà, assieme allo sceneggiatore Jon Spaihts, lo spin-off per il piccolo schermo ispirato al romanzo di Frank Herbert

Leggi
i am mother film netflix Clara Rugaard
Sci-Fi & Fantasy

I Am Mother: interpretazione del finale e di ciò che accade nel film con Hilary Swank

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di far luce su alcuni punti salienti del thriller di fantascienza distribuito da Netflix diretto da Grant Sputore e scritto da Michael Lloyd Green

Leggi
I Am Mother (2019) film netflix
Sci-Fi & Fantasy

I Am Mother | La recensione del film con Hilary Swank, dove maternità e I.A. si incontrano

di William Maga

Il regista Grant Sputore debutta - distribuito da Netflix - con un'intelligente analisi del comportamento umano che è anche un thriller squisitamente inquietante

Leggi
Colin Farrell in Minority Report (2002)
Sci-Fi & Fantasy

Colin Farrell su Minority Report: “Dovetti ripetere una scena 56 volte, fui un disastro”

di Redazione Il Cineocchio

L'attore ha ricordato il terribile giorno in cui mise a dura prova la pazienza del regista Steven Spielberg a causa di una sua richiesta non accolta dalla produzione del film

Leggi
mirai hosoda blu-ray
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Blu-ray | Mirai di Mamoru Hosoda

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizione italiana del film giapponese che ha concorso ai premi Oscar 2019 per la Miglior opera d'animazione

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Black Mirror stagione 5 | La recensione dei tre nuovi episodi della serie Netflix

di William Maga

È lo 'specchio nero' di Charlie Brooker a essersi fatto più luminoso oppure è il mondo reale che è diventato più cupo?

Leggi
Ma

Ma

27-06-2019

La mia vita con John F. Donovan

La mia vita con John F. Donovan

27-06-2019

Toy Story 4

Toy Story 4

26-06-2019

RECENSIONE

Lucania - Terra Sangue e Magia

Lucania - Terra Sangue e Magia

20-06-2019

Sir - Cenerentola a Mumbai

Sir - Cenerentola a Mumbai

20-06-2019

La prima vacanza non si scorda mai

La prima vacanza non si scorda mai

20-06-2019

Anna

Anna

20-06-2019

Arrivederci professore

Arrivederci professore

20-06-2019

Rapina a Stoccolma

Rapina a Stoccolma

20-06-2019

RECENSIONE

The Elevator

The Elevator

20-06-2019

La bambola assassina

La bambola assassina

19-06-2019

RECENSIONE

Christo - Walking on water

Christo - Walking on water

16-06-2019