Home » Cinema » Horror & Thriller » Dal Tramonto all’Alba: Robert Kurtzman mostra i suoi concept originari per i mostri del film

Titolo originale: From Dusk Till Dawn , uscita: 19-01-1996. Budget: $19,000,000. Regista: Robert Rodriguez.

Dal Tramonto all’Alba: Robert Kurtzman mostra i suoi concept originari per i mostri del film

22/05/2018 news di Redazione Il Cineocchio

L'artista ed esperto di effetti speciali ha messo all'asta i primi disegni realizzati per gli studi di alcune creature del film del 1996 di Quentin Tarantino e Robert Rodriguez

Poche sono le collaborazioni artistiche tanto strette quanto quella verificatasi per Dal Tramonto all’Alba (From Dusk Till Dawn), il film del 1996 frutto degli sforzi congiunti di Quentin Tarantino e Robert Rodriguez. Tarantino ne ha scritto la sceneggiatura, mentre Rodriguez si è occupato della regia, e il risultato visto sullo schermo non è niente di meno che un vero e proprio ibrido del loro lavoro individuale. Quello che però forse in pochi ricordano, è che Dal Tramonto all’Alba è iniziato con un uomo: Robert Kurtzman.

Il mago del trucco non solo si è occupato dell’aspetto dei vampiri, ma ha anche concepito il concept alla base della pellicola e ha assunto Quentin Tarantino per scrivere la sceneggiatura. Sul fronte degli effetti speciali, Kurtzman e il resto del suo team della KNB si assicurarono invece di non avere un minuto libero, progettando ogni tipo di creature vampiresche e di pensare a sequenze sopra le righe.

Ora, dopo quelli per Wishmaster e per il mai realizzato Junk, la Hanlin’s Hollywood Memorabilia metterà all’asta anche diversi cimeli della collezione personale dell’artista legate alla produzione di Dal Tramonto all’Alba, tra i quali alcune concept art che raffigurano creature succhiasangue che non sono poi mai finite nel film, almeno non come originariamente progettate.

Robert Kurtzman ha spiegato:

La più grande [creatura] rimasta fuori dalla pellicola era uno schizzo a matita che feci di una creatura sotterranea simile a un topo / pipistrello che era presente nelle bozze originali della storia e della sceneggiatura. In seguito, quel design venne usato come la creatura in cui si trasforma Tom Savini. 

Tra gli oggetti in asta c’è pure uno stampo del teschio di Quentin Tarantino, che venne creato per la scena in cui il suo personaggio vien colpito al cuore; solo 3 repliche del cranio sono state realizzate dalla KNB, una per ogni membro della società, con il cranio originale che si pensava fosse andato distrutto. Ha ricordato Robert Kurtzman:

Dopo che [Quentin] venne scelto per il trucco, scolpimmo il teschio per ridimensionarlo e accentuare il suo grande mento.

Qui sotto trovate alcune immagini:

Fonte: BD

Altre notizie su From Dusk Till Dawn:

The toll main
Horror & Thriller

The Toll | La recensione del film horror di Michael Nader (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Jordan Hayes e Max Topplin sono i protagonisti di un'opera che gioca con gli stereotipi del genere, divertendosi a spiazzare con le aspettative del pubblico

Leggi
Post Mortem-3
Horror & Thriller

Post Mortem | La recensione del film horror di Péter Bergendy (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Un'ambientazione ungherese primo novecentesca molto suggestiva viene sprecata da una regia che opta per effetti speciali bizzarri e da una sceneggiatura troppo vaga

Leggi
lockdown all'italiana film ezio greggio 2020
Azione & Avventura

Lockdown all’italiana | La recensione del film (poco comico) di Enrico Vanzina

di Giovanni Mottola

Il regista, qui all'esordio dietro alla mdp, rivendica giustamente il diritto alla commedia, ma non ne assolve al dovere, realizzando un'opera che non fa ridere mai

Leggi
the haunting of bly manor serie 2020 fantasma
Horror & Thriller

The Haunting of Bly Manor: un video svela tutti i fantasmi nascosti negli episodi

di Redazione Il Cineocchio

Anche per la seconda stagione dello show di Netflix, Mike Flanagan ha celato in bella vista molti spettri

Leggi
the banishing film 2020 horror
Horror & Thriller

The Banishing | La recensione del film horror di Christopher Smith (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista inglese si cimenta con la ghost story con diligenza, ma seguendo un po' troppo strade già battute

Leggi