Home » Cinema » Horror & Thriller » Trailer per Blood Vessel: una nave nazista brulica di cadaveri e vampiri millenari

Titolo originale: Blood Vessel , uscita: 11-10-2019. Regista: Justin Dix.

Trailer per Blood Vessel: una nave nazista brulica di cadaveri e vampiri millenari

24/09/2019 news di Redazione Il Cineocchio

Justin Dix torna in regia per scaraventare il protagonista Nathan Phillips in un incubo nelle acque dell'oceano Atlantico nel 1945

blood vessel film 2020

Sono arrivati da poco online il poster e il primo trailer di Blood Vessel, nuovo horror australiano scritto e diretto da Justin Dix (Crawlspace) che vede protagonisti Nathan Phillips (Snakes on a plane), Alyssa Sutherland, Christopher Kirby e John Lloyd Fillingham.

Blood Vessel (2019) film posterIl film è ambientato da qualche parte nel Nord dell’Atlantico, alla fine del 1945. Una zattera di salvataggio alla deriva in mare, e dentro, i sopravvissuti di una nave ospedale silurata: senza cibo, acqua o riparo, tutto sembra perduto – fino a quando un dragamine tedesco abbandonato si avvicina minacciosamente a loro, offrendogli un’ultima possibilità di sopravvivenza.

Questa la trama ufficiale:

Mentre esplorano la nave, diventa fin troppo chiaro che un destino diabolico è toccato all’equipaggio nazista. Il mistero si approfondisce ulteriormente quando il gruppo incontra una ragazzina rumena, che li conduce in un ripostiglio chiuso nelle viscere dell’imbarcazione. All’interno, un marinaio tedesco fuori di sé e un tesoro immenso, tra cui gli antichi sarcofagi di due vampiri morti da tempo …

Improvvisamente, il nostro eterogeneo gruppo di eroi si ritrova ad affrontare una minaccia completamente nuova, costretti ad agire contro una resa dei conti soprannaturale più antica e mortale persino della guerra dalla quale pensavano di essere scappati.

In attesa di capire se prima o poi arriverà anche dalle nostre parti (in Australia uscirà nei cinema nel 2020), di seguito trovate il trailer internazionale di Blood Vessel, che mostra valori produttivi interessanti per essere un’opera indipendente, mescolando elementi tipici di classici come Wolfenstein e il recente Overlord (la recensione):

Fonte: Vimeo