Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione Sitges 51 | Overlord di Julius Avery

6/10 su 235 voti. Titolo originale: Overlord, uscita: 25-10-2018. Budget: $38,000,000. Regista: Julius Avery.

Recensione Sitges 51 | Overlord di Julius Avery

23/10/2018 di William Maga

Jovan Adepo e Pilou Asbæk sono tra i protagonisti di un'opera che ibrida con successo horror e film di guerra, mescolando genuinamente splatter ed emozioni. Produce J.J. Abrams.

Fin dalle prime immagini diffuse online a inizio anno, grande è stata la curiosità intorno a Overlord dell’australiano Julius Avery (Son of a Gun), misterioso progetto “forse horror, forse sci-fi, forse entrambe le cose” prodotto da J.J. Abrams con la sua Bad Robot, ambientato nei giorni del D-Day, quando un battaglione di paracadutisti americani scende nella Francia occupata dai nazisti, in una missione cruciale per il successo degli Alleati. Un comandante tedesco però ostacola il loro cammino, cercando di nascondere un oscuro segreto che coinvolge empi esperimenti sulla popolazione di un villaggio e sui nemici catturati.

Presentato in anteprima europea all’ultimo Festival di Sitges, il film mescola abilmente le atmosfere drammatiche tipiche dei film di guerra (senza la minima attenzione storica, è bene chiarirlo subito) in cui un manipolo di soldati si ritrova suo malgrado coinvolto in una missione di ‘fondamentale importanza’ per il successo finale – e quasi sicuramente suicida – e il monster movie con tocchi splatter. In ogni caso, come confermato dal regista stesso non molto tempo fa, non ci troviamo in alcun modo di fronte a una pellicola avente luogo nell’universo condiviso di Cloverfield, pur incrociando senza grossi sforzi generi apparentemente lontanissimi, proprio come succedeva in Cloverfield e in 10 Cloverfield Lane (The Cloverfield Paradox rimaneva invece nella sci-fi pura), combinando azione e avventura con body horror e forse anche qualche strana lacrima.

Overlord prende il via in maniera sorprendente, probabilmente con la sequenza più interessante e riuscita dell’intero lungometraggio, girata a bordo di un grosso C-47 che trasporta in notturna le truppe statunitensi verso le coste francesi alla vigilia del giorno più importante della seconda guerra mondiale. L’unico compito di questi uomini è raggiungere e distruggere una torre radio che si trova sulla cima di una chiesa, in modo che l’aviazione alleata possa supportare adeguatamente gli sbarchi del D-Day via mare. Attraverso un fulminante scambio di battute veniamo introdotti al cast di personaggi principali: c’è Boyce (Jovan Adepo), ovvero la voce della coscienza, l’amichevole protagonista che potrebbe essere un po’ troppo ingenuo per questo viaggio all’Inferno dietro le linee nemiche; Ford (Wyatt Russell), un esperto di esplosivi il cui aspetto gelido suggerisce che ha vissuto in prima persona i veri orrori della guerra; Tibbet (John Magaro), un tipo un po’ sbruffone e un po’ sapientone; e Chase (Iain De Caestecker), un fotografo più preoccupato per l’attrezzatura che per il proprio benessere.

La sceneggiatura scritta a quattro mani da Billy Ray e Mark L. Smith delinea questi giovani in modo tanto efficace quanto economicamente alla vecchia maniera (leggi ‘vagamente stereotipato’, ma è il genere a richiederlo in un certo senso); le loro personalità, le loro speranze e sogni e – più distintamente – le loro paure, sono ben tratteggiate, così che quando la situazione inizia, come prevedibile, a precipitare, lo spettatore riesca a preoccuparsi piuttosto sinceramente della loro sopravvivenza. E i problemi cominciano a colpire duro e inaspettatamente, quando l’aereo su cui viaggiano finisce in mezzo a una pioggia di missili sparati dalla contraerea nazista assieme ai velivoli gemelli, coi soldati costretti a paracadutarsi verso il loro obiettivo prefissato alla cieca e in fretta e furia mentre il caos regna nei cieli tutt’intorno. Quello che segue inizia come un’avventura di guerra piuttosto semplice e standard, quasi inaspettata viste le premesse, con gli americani che si sforzano di ritrovarsi una volta al suolo mentre evitano di essere scoperti dai nemici e che fanno presto amicizia con una ragazza del posto che sa il fatto suo, Chloe (Mathilde Ollivier), i cui genitori sono stati uccisi dai tedeschi, e che quindi non vede l’ora di vendicarsi. Tutti insieme decidono di pensare al piano migliore per abbattere la torre radio, ma la situazione cambia quando, al di sotto della chiesa edificata sotto l’obiettivo, Boyce fa una terrificante scoperta: i nazisti rapiscono gli abitanti del villaggio e “danno loro uno scopo” usandoli come cavie umani per esperimenti sulla mente e sui corpi, nel tentativo di creare la super-razza bramata da Adolf Hitler. Questo significa non solo che il loro nemico non è più umano, ma dovranno distruggere anche i laboratori segreti, così che questa empietà abbia fine.

E se non riveleremo esattamente quello che succede in questa struttura sotterranea, sappiate che è sufficiente a far guadagnare il primo bollino R-rated della sua storia alla Bad Robot, con il reparto trucco di Overlord – che spesso sceglie di privilegiare saggiamente le protesi rispetto alla CGI – capace di realizzare cose incredibili con la carne lacerata, la pelle strappata e le ferite aperte e rancide. Una menzione speciale va anche a Pilou Asbæk (Ghost in the Shell), che interpreta il vero villain / mostro del film celato dietro le sembianze dell’ufficiale delle SS Wafner, un personaggio tanto mellifluo quanto genuinamente malvagio, che per poco non ruba del tutto la scena ai buoni. Gli insoliti mash-up di genere come Overlord sono comunque più comuni di quanto si potrebbe pensare. Senza andare a scomodare il probabilmente sconosciuto ai più – ma pregevolissimo – Trench 11 di Leo Scherman del 2017 (ambientato però durante la prima guerra mondiale), l’archetipica battaglia tra il Bene e il Male (soprannaturale, sotto forma di zombi o altro) che prevedibilmente anche questa volta si dipanerà sullo schermo ricorda, seppure su scala molto più ampia e con maggiori mezzi a disposizione, i più noti tra il sottobosco dei fan del cinema horror Dead Snow di Tommy Wirkola e Frankenstein’s Army di Richard Raaphorst. Sul fronte dei videogiochi invece, se da anni stavate aspettando qualcosa che potesse anche solo vagamente avvicinarsi a una versione cinematografica della serie di Wolfenstein, non cercate oltre, in quanto Overlord possiede molti punti in comune con quelle storie. Per quasi tre quarti – e contro ogni previsione e indicazione di marketing – il film di Julius Avery, tuttavia, più che al cinema del terrore strizza l’occhio sopratutto a lungometraggi come il sottovalutato Fury di David Ayer e l’ucronico Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino (del quale però non riprende l’ironia).

Ciò che riesce a distinguere Overlord e a renderlo qualcosa di più che il semplice intrattenimento da sabato sera – che poi è forse la sorpresa più grande -, è da una parte la direzione sorprendentemente sicura del regista, solo al secondo film, e dall’altra la costruzione – sebbene non proprio originale – dei personaggi, che comincia nei primi minuti e procede ininterrotta fino ai titoli di coda. Avere a cuore le loro sorti o dispiacersi quando qualcuno di loro muore non è affatto così scontato, e il modo dinamico in cui Julius Avery tira le fila sta a indicare come il suo lungometraggio sia in effetti in grado di gestire anche i necessari – e auspicati a un certo punto – violenti cambiamenti di tono, con il film che concede allo spettatore una girandola di emozioni che spaziano dalla commozione, ai brividi, alla genuina paura. A volte addirittura all’interno della stessa sequenza.

In definitiva, Overlord è un divertente B-movie a cui è stato concesso un budget da pellicola di serie A (che peraltro è tutto lì sullo schermo in bella vista), un’aggiunta meravigliosamente bizzarra al canone dei film della seconda guerra mondiale, che inizia con un set spettacolare, cui seguono poi dinamiche personali soddisfacenti e orrore viscerale e agghiacciante capace di riempire occhi e stomaco di chi si è approcciato alla visione cercandone proprio il lato più crudo e sopra le righe. Qualcuno potrà pure non trovarlo particolarmente innovativo, ma non si può dire che non sia stato realizzato con energia e impegno.

Di seguito il trailer italiano e quello internazionale (per meglio apprezzare le voci originali) di Overlord, nei nostri cinema dall’8 novembre:

Pilou Asbæk
Jacob Anderson
Wyatt Russell
Bokeem Woodbine
John Magaro
Iain De Caestecker
Jovan Adepo
Michael Epp
Marc Rissmann
Dominic Applewhite
Éva Magyar
Andy Wareham
Mathilde Ollivier
Gianny Taufer
Joseph Quinn
Erich Redman
Meg Foster
tim burton set
Horror & Thriller

R.L. Stine su Piccoli Brividi: “Avevo l’accordo con Tim Burton per il primo film”

di Redazione Il Cineocchio

Lo scrittore americano ha raccontato di quando a metà degli anni '90 incontrò il regista per progettare l'adattamento cinematografico della nota saga di libri horror per ragazzi

Leggi
Horror & Thriller

Nel trailer di The Final Wish, un Jinn avvera desideri a caro prezzo

di Redazione Il Cineocchio

Nell'horror diretto da Timothy Woodard Jr. ci sono Tony Todd, Lin Shaye e Spencer Locke

Leggi
cold skin la casa 2 detective dee re celesti blu-ray
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Cold Skin + La Casa 2 + Detective Dee e i quattro re celesti

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni italiane della favola dark di Xavier Gens, del classico di Sam Raimi restaurato e della terza fanta-indagine dell'investigatore più famoso di Cina diretta da Tsui Hark

Leggi
St. Agatha film bousman
Horror & Thriller

Nel trailer di St. Agatha, un convento è luogo di peccato e tremende pratiche

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Darren Lynn Bousman torna sulle scene con un horror che intende reinventare il sottogenere nunsploitation

Leggi
One Must Fall film Antonio Pantoja
Horror & Thriller

Nel trailer di One Must Fall, un macellaio maniaco tortura le sue prede

di Redazione Il Cineocchio

Allo slasher che segna il debutto del regista e sceneggiatore Antonio Pantoja ha partecipato anche Lloyd Kaufman della Troma

Leggi
the void il vuoto film poster
Horror & Thriller

Steven Kostanski su The Void: “Molte idee per un sequel, ma dipende dai produttori”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista ha parlato del possibile secondo capitolo - richiesto a gran voce dai fan - del suo horror del 2016, tra speranze e incertezze

Leggi
voorhees Cody Faulk fan film
Horror & Thriller

Full trailer per Voorhees, ambizioso fan film di Venerdì 13

di Redazione Il Cineocchio

Finalmente pronto dopo due anni il progetto diretto da Cody Faulk, che ha promesso il capitolo più dark e violento della saga slasher

Leggi
peter jackson set splattes 1992
Horror & Thriller

Peter Jackson: “Pronto a disgustare il pubblico in modi nuovi, come agli inizi”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista neozelandese ha ammesso che non sarebbe contrario a scioccare ancora gli spettatori, come già fatto ai tempi con Fuori di testa e Splatters

Leggi
Horror & Thriller

Teaser, trama e cast per 47 Meters Down: Uncaged, tra gli squali bianchi in Brasile

di Redazione Il Cineocchio

Dopo l'inaspettato successo del primo film, Johannes Roberts torna in regia per un sequel che intende scavare ancora più a fondo nelle paure ancestrali dei suoi protagonisti

Leggi
glass shyamalan film
Horror & Thriller

Nel terzo trailer di Glass, i cattivi fanno squadra per fuggire dalla prigionia

di Redazione Il Cineocchio

Toccherà a Bruce Willis fermare Samuel L. Jackson e 'la Bestia' James McAvoy nel terzo film della trilogia fanta-horror di M. Night Shyamalan che reinventa il genere dei supereroi

Leggi
Dreadout Tower Of Hell film
Horror & Thriller

Il trailer di Dreadout: Tower of Hell ci trasporta in un mondo di demoni e mostri

di Redazione Il Cineocchio

L'indonesiano Kimo Stamboel torna alla regia con l'adattamento per il cinema di un noto videogioco horror locale

Leggi
Horror & Thriller

Trama ufficiale, poster, data di uscita e cast per Us, horror di Jordan Peele

di Redazione Il Cineocchio

Dopo l'incredibile e inaspettato successo di Scappa - Get Out, il regista, sceneggiatore e produttore è pronto a tornare sulle scene con un nuovo film del terrore impegnato socialmente

Leggi
casa delle bambole ghostland
Horror & Thriller

La casa delle bambole – Ghostland: interpretazione del film di Pascal Laugier

di Redazione Il Cineocchio

Proviamo a fare chiarezza nell'horror scabroso e allucinato diretto dal regista francese, che getta le sue protagoniste in un incubo perverso dove realtà e immaginazione scarsamente scindibili

Leggi
ed gein arresto
Horror & Thriller

Dossier | Ed Gein: quando il cinema attinge dalla cronaca nera più raccapricciante

di Sabrina Crivelli

Ripercorriamo le vicende del 'macellaio di Plainfield', che con le sue raccapriccianti usanze ha ispirato film come Psyco, Il silenzio degli innocenti e Non aprite quella porta

Leggi
Horror & Thriller

Nel trailer di BrightBurn, l’angelo del male si schianta sulla Terra (produce James Gunn)

di Redazione Il Cineocchio

Svelato il misterioso progetto annunciato nei mesi scorsi che fonde supereroi e horror alla maniera atipica del regista di Guardiani della Galassia; dirige David Yarovesky, guida il cast Elizabeth Banks

Leggi
ഒടിയന്‍

ഒടിയന്‍

T. originale: ഒടിയന്‍

Data di uscita: 14-12-2018

Voto medio: 8 su 2 voti
Il testimone invisibile

Il testimone invisibile

T. originale: Il testimone invisibile

Data di uscita: 13-12-2018

Voto medio: 9 su 1 voti
Capri-Revolution

Capri-Revolution

T. originale: Capri-Revolution

Data di uscita: 13-12-2018

Voto medio: 7 su 3 voti
Lontano da qui

Lontano da qui

T. originale: The Kindergarten Teacher

Data di uscita: 13-12-2018

Voto medio: 6 su 42 voti
Un piccolo favore

Un piccolo favore

T. originale: A Simple Favor

Data di uscita: 13-12-2018

Voto medio: 6 su 458 voti
Macchine mortali

Macchine mortali

T. originale: Mortal Engines

Data di uscita: 13-12-2018

Voto medio: 6 su 85 voti

RECENSIONE

La donna elettrica

La donna elettrica

T. originale: Kona fer í stríð

Data di uscita: 13-12-2018

Voto medio: 7 su 33 voti
Dinosaurs

Dinosaurs

T. originale: Dinosaurs

Data di uscita: 10-12-2018

Voto medio: 0 su 0 voti
Calcutta - Tutti in Piedi

Calcutta - Tutti in Piedi

T. originale: Calcutta - Tutti in piedi

Data di uscita: 10-12-2018

Voto medio: 0 su 0 voti
Natale a 5 stelle

Natale a 5 stelle

T. originale: Natale a cinque stelle

Data di uscita: 07-12-2018

Voto medio: 4 su 27 voti
Santiago, Italia

Santiago, Italia

T. originale: Santiago, Italia

Data di uscita: 06-12-2018

Voto medio: 7 su 2 voti
La prima pietra

La prima pietra

T. originale: La prima pietra

Data di uscita: 06-12-2018

Voto medio: 6 su 1 voti
Sulle sue spalle

Sulle sue spalle

T. originale: On Her Shoulders

Data di uscita: 06-12-2018

Voto medio: 0 su 1 voti
La casa delle bambole - Ghostland

La casa delle bambole - Ghostland

T. originale: Ghostland

Data di uscita: 06-12-2018

Voto medio: 7 su 415 voti

RECENSIONE

Non ci resta che vincere

Non ci resta che vincere

T. originale: Campeones

Data di uscita: 06-12-2018

Voto medio: 7 su 140 voti
Colette

Colette

T. originale: Colette

Data di uscita: 06-12-2018

Voto medio: 7 su 39 voti
Alpha - Un'amicizia forte come la vita

Alpha - Un'amicizia forte come la vita

T. originale: Alpha

Data di uscita: 06-12-2018

Voto medio: 5 su 704 voti
Il castello di vetro

Il castello di vetro

T. originale: The Glass Castle

Data di uscita: 06-12-2018

Voto medio: 7 su 271 voti