Home » TV » Horror & Thriller » Mike Flanagan: “In ogni episodio di Hill House ho nascosto fantasmi in bella vista, ma c’è un motivo”

8/10 su 433 voti. Titolo originale: The Haunting, uscita: 12-10-2018. Stagioni: 2.

Mike Flanagan: “In ogni episodio di Hill House ho nascosto fantasmi in bella vista, ma c’è un motivo”

17/10/2018 recensione serie tv di Redazione Il Cineocchio

Il regista dell'adattamento per il piccolo schermo del celebre romanzo horror di Shirley Jackson ha rivelato di aver imbottito la serie originale di Netflix di Easter Egg, anche dei suoi precedenti film, spiegandone la ragione

Hill House (The Haunting of Hill House) è una rivisitazione in chiave moderna del celebre romanzo di Shirley Jackson, re-immaginato ora come una serie di 10 episodi da Netflix (la nostra recensione). Per chi non l’avesse ancora cominciata – e per chi dopo le seguenti affermazioni fosse disposto a ripercorrerla con più attenzione -, Mike Flanagan in persona ha deciso di incoraggia gli spettatori a cercare i non pochi fantasmi che ha trovato il tempo di nascondere tra le ombra del set.

In una recente intervista, il regista ha infatti rivelato:

Gli interni sono stati progettati in modo da poterci nascondere dei fantasmi. Era una delle grandi cose che abbiamo pensato. Se tornate indietro e guardate di nuovo la serie, in ogni episodio ci sono probabilmente da qualche parte tra gli 8 e i 10 fantasmi, che sono stati appena celati in bella vista e che non richiamano l’attenzione, ma sono lì. Sono elettrizzato dal sapere che dopo che lo show è stato messo a catalogo il pubblico ha iniziato a individuarli. Penso che sia davvero divertente. Noi ci siamo divertiti tantissimo a nasconderli per tutto il set ogni volta che giravamo. È piuttosto fico.

Il produttore supervisor e storico sceneggiatore di Mike Flanagan, Jeff Howard, ha aggiunto che alcuni degli spettri provengono non soltanto dai precedenti adattamenti di  La casa degli invasati, ma persino dagli altri film del regista:

Alcuni di loro sono anche vecchi amici di progetti passati. Ci sono un paio di piccoli cammei divertenti con persone di quelle pellicole. Se siete fan dei suoi film, vi farete una bella risatina nel vederli apparire. Sono sicuro che avrete scovato un cammeo dal film originale Gli invasati di Robert Wise. Ci sono anche un mucchio di Easter Egg riconducibile al Flanagan Cinematic Universe

Non si tratta comunque di inside jokes fini a sé stessi. Mike Flanagan ha preso le cose molto  sul serio e ogni fantasma ha una ragione per essere presente in Hill House:

La storia della casa è qualcosa che abbiamo potuto controllare interamente, rivelando o non rivelando a nostra discrezione. Così ho avuto la possibilità di creare qualunque fantasma volessi, basandomi spesso sulle paure degli sceneggiatori della serie. La mia co-showrunner Meredith Averill ha la fobia delle persone molto alte. Le persone sui trampoli la spaventano. È una delle paure più specifiche e bizzarre che abbia mai sentito. Pensavamo tutti che fosse così divertente che abbiamo deciso di fare in modo che il Tall Man finisse davvero per ‘giocare’ con Meredith. 

Anche se non viene spiegato nel corso degli episodi, Jeff Howard e soci sanno bene perché ogni fantasma è lì:

Abbiamo creato molti spettri per Hill House. Abbiamo anche pensato a chi fossero, da dove siano venuti, quale fosse la loro storia d’origine e quale siano i loro obiettivi in questo momento. Mentre li vedete spuntare un po’ ovunque, non si tratta assolutamente di apparizioni casuali. Sono gli abitanti di Hill House degli anni passati che la casa ha deciso di tenere per sé

Per aiutarvi, vi riveliamo dove si trova uno dei fantasmi nell’episodio 5, quando Nell (Victoria Pedretti) vede la donna con il collo piegato e va nella stanza dei suoi genitori:

Nel primo piano medio di Carla Gugino, sul lato sinistro del fotogramma, Bruce Greenwood è seduto dietro di lei ed è sufficientemente fuori fuoco da sembrare che sia solo una parte della tappezzeria.

In sostanza, questa scena (cliccate il fotogramma qui sopra per ingrandire l’immagine) è una grande reunion da Il Gioco di Gerald (la nostra recensione), in quanto non solo Bruce Greenwood e Carla Gugino sono stati protagonisti del film dello scorso anno, ma anche Henry Thomas – che in Hill House interpreta il giovane Hugh Crain – ha recitato insieme a loro!

Di seguito il video di Hill House, nel catalogo di Netflix dal 12 ottobre, che rivela tutti i 43 fantasmi disseminati lungo i 10 episodi della serie:

Fonte: BD

Horror & Thriller

Teaser trailer per Creatures: a Natale il fanta-horror si fa coi mostri ‘old school’

di Redazione Il Cineocchio

A curare gli effetti pratici del film di Tony Jopia abbiamo i tecnici già dietro alla serie Dark Crystal: la resistenza

Leggi
Copia di temple horror 2017
Horror & Thriller

Temple | La recensione del film (quasi) j-horror di Michael Barrett

di Sabrina Crivelli

L'opera d'esordio del direttore della fotografia di 'Ted' attinge a piene mani dai cliché della tradizione del J-horror, ma smarrisce tutto il suo orrore lungo la via

Leggi
Wolves at the door 2
Horror & Thriller

10050 Cielo Drive (Wolves at the Door) | Recensione del film horror di John R. Leonetti

di Sabrina Crivelli

Il regista di Annabelle firma un'inquietante resa dei terrificanti omicidi dalla setta di Charles Manson scegliendo di avvolgere i carnefici e le loro azioni nella totale oscurità

Leggi
perry mason serie 2020 hbo
Horror & Thriller

Trailer per Perry Mason, serie HBO con Matthew Rhys avvocato negli anni ’30

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche John Lithgow e Tatiana Maslany tra i protagonisti del nuovo show ambientato prodotto da Robert Downey Jr. ispirato al personaggio creato da Erle Stanley Gardner

Leggi
curon serie netflix 2020
Horror & Thriller

Full trailer per Curon: il Lago di Resia cela misteri insondabili nella serie Netflix

di Redazione Il Cineocchio

C'è Valeria Bilello tra i protagonisti dello show originale che ruota attorno alle leggende e al folklore che circondano il campanile sommerso del paese del Trentino-Alto Adige

Leggi