Home » TV » Azione & Avventura » Transformers: War For Cybertron Trilogy – L’assedio | Recensione della serie Netflix

7/10 su 37 voti. Titolo originale: Transformers: War for Cybertron , uscita: 30-07-2020. Stagioni: 1.

Transformers: War For Cybertron Trilogy – L’assedio | Recensione della serie Netflix

31/07/2020 recensione serie tv di William Maga

Il primo capitolo di una nuova trilogia ci porta alle origini della saga di Autobot e Decepticon, esplorano il duro conflitto sul loro pianeta natale in un modo tanto maturo quanto imperfetto

Transformers War for Cybertron (2020) serie netflix

Quando si tratta di saghe transmediali longeve, quella dei Transformers è sempre stata tra le più pronte a trasformarsi (giustamente …) e rilanciarsi come qualcosa di nuovo, dall’originale cartone anni ’80 – la G1 (Generation 1) – ai recenti film hollywoodiani in live action dalle alterne fortune di critica e pubblico, passando per le numerose serie animate nel mezzo. Non importa il medium o la ricorrenza, i robottoni della Hasbro sono sempre stati storicamente propensi a passarsi una nuova mano di vernice sulla carrozzeria che ne svecchiasse l’immagine, e anche in questo tribolato 2020 la situazione non è cambiata, visto che Netflix ha deciso si portarci alle origini della saga con la miniserie d’animazione in 6 episodi (da 24 minuti) Transformers: War For Cybertron Trilogy – L’assedio (Siege), che è anche il primo segmento di una trilogia.

Transformers War For Cybertron Trilogy l'assedio serie netflix posterPer prepararci adeguatamente a quanto vedremo, la serie si apre sulla millenaria guerra civile in corso tra i Decepticon guidati da Megatron (doppiato in originale da Jason Marnocha) e gli Autobot di Optimus Prime / Commander (Jake Foushee). Il pianeta Cybertron, un tempo ecumenopoli di luci scintillanti, è adesso devastato e ridotto a un cumulo di macerie fumanti a causa del devastante conflitto. Gli Autobot, tuttavia, sono in grande difficoltà e stanno lottando per sopravvivere. Hanno bisogno di energon per fuggire sulla loro Arca, ma Megatron sta progettando qualcosa di ben peggiore che potrebbe arrivare distruggerli nel luogo dove si trovano, senza che nessuno abbia possibilità si scamparla.

Innanzitutto, Transformers: War For Cybertron Trilogy – L’assedio è interessante – almeno per chi ha molta familiarità col franchise – perché si prende del tempo per esplorare, peraltro in modo insolito e piuttosto adulto, qualcosa su cui per lo più in passato si è sorvolato. Quasi sempre, infatti, le storie sono partite dall’arrivo dei Transformers sulla Terra (un po’ come succede per Superman), lasciando ciò che si stavano lasciando alle spalle a fare da da nota in calce. Lo Lo showrunner è FJ DeSanto ha anche preso quello che spesso è un semplice conflitto senza grossi fronzoli donandogli una certa profondità, rileggendo peraltro Megatron e Optimus Prime alla stregua di Magneto e del Professor Xavier, dove sono i loro metodi, non i loro obiettivi, a distinguerli (almeno all’inizio).

È anche uno spettacolo che tocca diversi concetti politici: ordine vs. caos, libertà vs. forza, onore vs. vittoria (a ogni costo). Questo aspetto concorre a donare inedita profondità alla trama di Transformers: War For Cybertron Trilogy – L’assedio, ma, forse, non tanto quanto avrebbe potuto. È bene – specie se si fa parte di un pubblico over 15 … – veder affrontati in un prodotto solitamente per adolescenti (o para adolescenti) temi come la lotta di classe e la rivoluzione, con entrambi i personaggi principali che si trovano addirittura dalla stessa parte ad un certo punto nel passato, con Optimus Prime che, peraltro, non viene esattamente tratteggiato come l’eroe senza macchia che conosciamo (e pure molti altri). Tuttavia, se da un lato la serie cerca lodevolmente di sollevare queste problematiche e rendere i toni più cupi e maturi del normale (pure troppo forse), lo fa solo in un modo superficiale, colpa forse della necessità di ‘comprimere’ ogni cosa in sei episodi brevi.

In Transformers: War For Cybertron Trilogy – L’assedio richiama poi il character design della Prima Generazione, una mossa piuttosto ‘furba’ dettata quasi sicuramente dall’accoglienza calorosa riservata allo stile rétro del recente film Bumblebee (la recensione), che è stata comunque probabilmente la scelta giusta. E se i disegni sono un ritorno al passato, lo stile delle animazioni ricorda quello di molte altre produzioni della Rooster Teeth Productions (Red vs. Blue, RWBY). L’attenzione al dettaglio è lodevole, con graffi e ammaccature che ci ricordano costantemente le ferite di un conflitto in atto da tempo. Questa atmosfera angosciosa aiuta a ‘vendere’ meglio le immagini.

Transformers War for Cybertron (2020)Tuttavia, qualche problema inizia a sorgere se si comincia a prestare maggior attenzione alla sincronizzazione del labiale dei Transformers o alle ‘scorciatoie’ tecniche usate ad esempio in quasi tutte le sequenze di trasformazione, che avvengono in lontananza o coperte dal fumo e cose del genere.

Anche l’arco narrativo di Transformers: War For Cybertron Trilogy – L’assedio in se non risulta alla fine del tutto appagante viste le premesse. Sappiamo bene quanto sia complicato rendere appetitoso – e coerente – qualcosa che è essenzialmente un prequel di una storia che moltissime persone già conoscono (vedi Rogue One). Questo perché conosciamo già l’esito delle azioni, e questo riduce inevitabilmente di molto qualsiasi possibile tensione a cui gli sceneggiatori possono aver pensato. Non c’è mai stata alcuna possibilità che l’Arca non sopravvivesse al suo viaggio, quindi decidere di concentrarsi su questo aspetto ‘saliente’ non è affatto una scelta vincente. Anche l’introduzione di alcuni personaggi femminili, che si rivelano poi inutili e/o fastidiosi – vedi Elita-1 (Linsay Rousseau) – è tanto doverosa quanto un po’ forzata visto il risultato.

In definitiva, Transformers: War For Cybertron Trilogy – L’assedio è consigliabile soprattutto ai seguaci più insaziabili e di vecchia data della saga, ovvero gli unici che potrebbero apprezzarne davvero (ed eventualmente disprezzarne) le ‘innovazioni’. Va comunque detto che mancano ancora due macro capitoli / stagioni, solo allora probabilmente potremo tirare davvero le somme sull’ambizioso progetto.

Di seguito il trailer italiano di Transformers: War For Cybertron Trilogy – L’assedio, nel catalogo di Netflix dal 30 luglio:

lido venezia 77 casino 2020
Azione & Avventura

Il diario da Venezia 77 | Episodio 4: Lido … per non piangere (pro e contro della Mostra 2020)

di Giovanni Mottola

Tiriamo le somme di questa edizione insolita. Recensioni lampo per i film Nomadland, Nowhere Special e Notturno

Leggi
venezia 77 lido
Azione & Avventura

Il diario da Venezia 77 | Episodio 3: il Duca, il Conte e il ‘Re dei ladri’

di Giovanni Mottola

Oggi parliamo di Arte, ricordando Philippe Daverio e raccontando delle bravate di Vittorio Sgarbi e del furfante gentiluomo Vincenzo Pipino. Recensioni flash per il film The Duke e il documentario Paolo Conte, Via con me

Leggi
pat morita karate kid 1984
venezia 77
Azione & Avventura

Il diario da Venezia 77 | Episodio 2: Barbera nella bufera, Favino parafulmine

di Giovanni Mottola

Il Direttore della Mostra del Cinema nell'occhio del ciclone. Recensioni lampo per i film Cari compagni!, Padrenostro, Quo vadis, Aida? e Assandira

Leggi
venezia 77 sala grande
Azione & Avventura

Il diario da Venezia 77 | Episodio 1: tra Lacci e il contagio, il festival del disagio

di Giovanni Mottola

Pochissimo convinti dai manifesti programmatici di gruppo e dal film di Daniele Lucchetti con Rohrwacher / Lo Cascio / Morante / Orlando

Leggi