Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » 16 cose da sapere su Tenet di Christopher Nolan

Titolo originale: Tenet , uscita: 22-08-2020. Budget: $205,000,000. Regista: Christopher Nolan.

16 cose da sapere su Tenet di Christopher Nolan

24/08/2020 cose da sapere di Redazione Il Cineocchio

Aneddoti e curiosità sulla lavorazione del fanta-action con John David Washington e Robert Pattinson

John David Washington e Robert Pattinson in Tenet (2020)

A tre anni da Dunkirk, John David Washington è il protagonista di Tenet (la nostra recensione) film fanta-action scritto, diretto e prodotto da Christopher Nolan che vede tra i protagonisti anche Robert Pattinson, Elizabeth Debicki, Dimple Kapadia, Aaron Taylor-Johnson, Clémence Poésy, Michael Caine e Kenneth Branagh.

Questa la misteriosa trama ufficiale:

Armato solo di una parola – Tenet – e in lotta per la sopravvivenza di tutto il mondo, il Protagonista è coinvolto in una missione attraverso il crepuscolare mondo dello spionaggio internazionale, che si svolgerà al di là del tempo reale. Non un viaggio nel tempo.

Tenet.jpgPer scoprire curiosità e retroscena sulla lavorazione del film, vi invitiamo a leggere quindi le 16  cose da sapere di Tenet:

1) Christopher Nolan e il direttore della fotografia Hoyte van Hoytema hanno girato la maggior parte dell’azione di Tenet con telecamere IMAX, utilizzandole più di quanto avevano fatto in qualsiasi precedente produzione e, a detta di van Hoytema, più di chiunque altro. “Abbiamo girato circa 1,6 milioni di piedi di pellicola IMAX, battendo decisamente il nostro record. Non posso dirlo con certezza, ma sarei sorpreso se ci fosse un altro film che ha girato più di noi”.

2) Le telecamere IMAX hanno uno svantaggio principale: sono notevolmente più rumorose delle telecamere tradizionali. Ma con l’utilizzo di quelli che vengono chiamati blimp di ultima generazione – silenziatori per la riduzione del suono – Hoyte van Hoytema ha potuto effettuare molteplici riprese. Tuttavia, ha ammesso: “In alcuni momenti di dialoghi intimi non si poteva utilizzare la telecamera IMAX, quindi siamo tornati alla fotocamera da 65 mm“.

3) Le riprese di Tenet hanno portato i realizzatori, il cast e la troupe in Estonia, Italia, India, Danimarca, Norvegia, Regno Unito e Stati Uniti, perché, secondo Christopher Nolan, la natura globale delle riprese si addice alla storia. Ha detto: “La componente internazionale di Tenet è molto importante perché riguarda una minaccia per il mondo intero – così come per la sopravvivenza globale – e le poste in gioco sono parti integranti del dramma. Perciò quella sensazione globale è cruciale per il ritmo del film, la costruzione della portata e la scala”.

4) Il regista ha rivelato: “Uno dei momenti più importanti nel concepire Tenet è stato l’anteprima mondiale del film BlacKkKlansman al Festival di Cannes. Non sono solo rimasto sbalordito dal film, ma anche colpito dal carisma naturale di John David Washington, ed ho capito che sarebbe potuto essere il mio protagonista.

5) La produttrice Emma Thomas rivela che la parte di Kat è stata effettivamente concepita per Elizabeth Debicki: “Il ruolo era originariamente scritto per un’attrice più grande di età, ma quando l’ho vista in Widows – Eredità criminale sono rimasta completamente sbalordita dalla sua interpretazione. Ho detto a Christopher di vederlo appositamente per lei, e ha accettato. Perciò la parte di Kat è stata riscritta pensando proprio a Elizabeth, ed è stata meravigliosa”.

6) Una delle sequenze più impegnative è stata un’elaborata rapina che si svolge sulla Laagna Tee, un’autostrada trafficata nel centro di Tallinn, con macchine che si muovono sia in senso di marcia che in retromarcia. Il primo passo è stato non solo ottenere il permesso di utilizzare un lungo tratto di autostrada, ma anche metterlo in sicurezza per diverse settimane di riprese. Il produttore esecutivo Thomas Hayslip ha spiegato: “Stavamo chiudendo 8 chilometri di un’autostrada a sei corsie nel mezzo di una delle aree più densamente popolate dell’Estonia”.

Dimple Kapadia e John David Washington set Tenet (2020)7) Sebbene le scene cruciali sullo yacht in Tenet siano ambientate nelle acque al largo del Vietnam, i realizzatori sapevano che non era possibile navigare sul Planet Nine nel sud-est asiatico. Così, la Costiera Amalfitana ha replicato il Vietnam. “Ci sono alcune scogliere ed aree limitrofe che sono prive di architettura italiana”, ha affermato lo scenografo Nathan Crowley, “quindi è stato facile farla sembrare terra vietnamita. Abbiamo costruito un piccolo molo sulla spiaggia e abbiamo ridisegnato alcuni pescherecci italiani per farli sembrare vietnamiti. Benvenuti in Vietnam”, dice sorridendo.

8) Le riprese in Costiera Amalfitana sono avvenute anche nel comune di Ravello, incluso un ristorante dove il Protagonista ha il suo primo incontro con Sator.

9) Nathan Crowley e il suo team hanno apportato alcune modifiche allo yacht: è stato costruito un ponte su uno già esistente per innalzarlo più in alto, e sono state aggiunte delle decorazioni per rappresentare il personaggio di Sator.

10) Sarebbe stato impossibile per qualsiasi altra nave tenere il passo con il catamarano foiling F50 che andava a tutta velocità, quindi Christopher Nolan e Hoyte van Hoytema hanno impiegato un elicottero per tracciare le riprese, e usato una barca con una telecamera IMAX per catturare l’F50. Per i primi piani e i dialoghi, hanno costruito un “buck”, una replica dello scafo di un F50, che poteva essere legato a una barca più grande. Gli attori hanno lavorato nel buck mentre Nolan, van Hoytema e la troupe si trovavano sulla barca attaccata.

11) Seppur ambientato ad Oslo, il drammatico incidente aereo è stato girato all’aeroporto di Victorville, in California, situato all’estremità sud-occidentale del deserto del Mojave. Nonostante la propensione di Christopher Nolan a realizzare anche le sequenze d’azione più esplosive in camera, inizialmente per questa scena aveva optato per miniature ed effetti visivi, comprensibilmente presumendo che sarebbe stato proibitivo su diversi fronti far schiantare un vero e proprio aereo. Sorprendentemente, Emma Thomas ha svelato: “Abbiamo fatti i conti e scoperto che era più conveniente acquistare un aereo in disuso che costruire una miniatura e un set a grandezza naturale per gli interni”. Nolan, Crowley e Hayslip si sono recati all’aeroporto di Victorville, dove sono immagazzinati i vecchi aerei passeggeri per il recupero dei pezzi. L’aereo scelto da Nolan era un jumbo jet 747 … ma, ironia della sorte, prima di farlo schiantare, hanno dovuto metterlo a posto.

tenet film 202012) Oltre ai diversi protagonisti di tenet, la sequenza di Eagle Mountain ha coinvolto l’intera squadra di stuntman e centinaia di comparse. Date le esigenze dell’azione, così come la location, George Cottle aveva un prerequisito per le comparse. “Cercavamo degli ex militari perché dovevano indossare la tenuta militare con pistole e tutto l’equipaggiamento per 10 ore al giorno, nel caldo afoso del deserto; cosa non sopportabile a tutti”.

13) La sequenza più labirintica di Tenet si svolge in una città abbandonata della Russia e le riprese hanno coinvolto tre location distinte. Gli esterni sono stati girati in una miniera di ferro in disuso nella città fantasma del deserto di Eagle Mountain, vicino a Indio. Nathan Crowley afferma: “Volevamo edifici in rovina in un paesaggio arido di tipo siberiano, senza alberi o fogliame. Eagle Mountain aveva un nucleo di strutture esistenti che ci siamo resi conto di poter trasformare in vecchi condomini. Abbiamo aggiunto anche edifici, mantenendo l’atmosfera brutalista che è stata l’ispirazione architettonica del film sin da Linnahall”. Oltre a costruire un certo numero di edifici a grandezza naturale, il team di Crowley ha creato quelle che chiama “bigature” – modelli su larga scala – e ha incorporato la prospettiva forzata per far sembrare il set già immenso, ancora più vasto.

14) La colonna sonora di Tenet è stata composta da Ludwig Göransson, il quale ha spiegato: “La conclusione della colonna sonora durante la pandemia è stata un’esperienza molto diversa. Siamo stati fortunati ad aver potuto utilizzare le registrazioni di una prima sessione orchestrale a Los Angeles, ma non abbiamo potuto portare a termine le nostre previsioni di altre due settimane di grandi sessioni musicali. Quando il mondo è cambiato, Christopher Nolan ed io abbiamo deciso di completarle registrando tutti i musicisti separatamente nelle loro case, un processo che sembrava più facile di quanto non fosse”.

15) Il titolo di lavorazione era Merry Go Round.

16) Il budget di Tenet si attesta intorno ai 205 milioni di dollari.

Di seguito il trailer finale italiano di Tenet, nei cinema dal 26 agosto:

LEGGI LA RECENSIONE

Altre notizie su Tenet:

Sci-Fi & Fantasy

Trailer italiano per Monster Hunter: Milla Jovovich senza paura contro Rathalos e Diablos

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Ron Perlman e Tony Jaa nell'adattamento live action diretto da Paul W.S. Anderson della nota saga di videogames fanta-horror

Leggi
Warcraft
Sci-Fi & Fantasy

45 cose da sapere sul film Warcraft – L’Inizio di Duncan Jones

di Redazione Il Cineocchio

Il regista porta sul grande schermo uno dei videogiochi fantasy più amati e di successo di sempre. Siete pronti per incontrare umani e orchi in un emozionante viaggio su Azeroth?

Leggi
freaks out mainetti film 2020
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Freaks Out: nel 1943 coi reietti dai poteri speciali di Gabriele Mainetti

di Redazione Il Cineocchio

Il regista di Lo chiamavano Jeeg Robot ritrova Claudio Santamaria in un fanta-action in costume ambientato durante l'occupazione nazista di Roma

Leggi
pg psycho goreman film 2020
Sci-Fi & Fantasy

PG: Psycho Goreman | La recensione del film di Steven Kostanski (Sitges 53)

di Marco Tedesco

Il regista di The Void - Il Vuoto dirige un allucinante omaggio al cinema fanta-horror di serie B degli anni '80 e '90, dando libero sfogo al nonsense

Leggi
minor premise film 2020
Sci-Fi & Fantasy

Minor Premise | La recensione del film di Eric Schultz (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista debutta con un sci-fi thriller riflessivo e inedito, che rilegge il genere in chiave intimistica

Leggi