Home » Cinema » Horror & Thriller » 35 cose da sapere su L’armata delle Tenebre di Sam Raimi

Titolo originale: Army of Darkness, uscita: 09-10-1992. Budget: $11,000,000. Regista: Sam Raimi.

35 cose da sapere su L’armata delle Tenebre di Sam Raimi

23/02/2018 news di Sabrina Crivelli

Celebriamo i 25 anni del film con Bruce Campbell esplorando tutte le curiosità e i retroscena della sua lavorazione

Terzo capitolo della saga horror de La Casa (Evil Dead) diretta da Sam Raimi e sceneggiata dal regista insieme al fratello Ivan, L’armata delle Tenebre (Army of Darkness, 1992) è diventato un vero e proprio cult negli anni. Iconico è anzitutto il suo protagonista, Bruce Campbell (la nostra intervista esclusiva), nei panni, ancora una volta, dell’antieroe Ash Williams, che viene proiettato indietro nel tempo, nel XIII secolo, dopo aver aperto un portale nel tentativo di bloccare le forze del Male – in cerca del libro dei morti, il potente Necronomicon – e ritrovandosi suo malgrado prigioniero in una guerra tra signorotti medioevali. Nel film troviamo anche Embeth Davidtz nei panni di Sheila, Marcus Gilbert quale Lord Arthur, Richard Grove che incarna Enrico il Rosso, Bridget Fonda come Linda e il mitico Bill Moseley nei panni del capitano dei Deadite.

Questa la trama ufficiale:

Ash è un impiegato di un grande magazzino, che a causa della scoperta del Libro dei Morti si trova catapultato in un altro tempo e luogo, lontano dalla sua realtà. Qui farà la conoscenza di un lord che è costretto a combattere oscure forze del male, che solo il recupero del libro dei morti e l’enunciazione di una frase occulta potrà ricacciare nell’antro infernale. Ma la pronuncia di Ash non è delle più corrette e scatenerà involontariamente l’esercito dei morti, al quale dovrà opporsi con l’aiuto dei lord in guerra tra loro e momentaneamente alleati.

In vista del 25 anniversario dell’horror ormai divenuto un vero e proprio classico (uscito nei cinema italiani il 27 febbraio 1993), scoprite di seguito tutte le curiosità e i retroscena sul film nelle 33 cose da sapere su L’armata delle Tenebre:

1) Tutti e tre i film della serie di Evil Dead possono essere montati insieme senza soluzione di continuità (cosa fatta davvero dai fan …), sebbene con tale operazione vengano perse alcune sequenze introduttive presenti nei sequel.

2) Bruce Campbell ha raccontato che per far sembrare in L’armata delle Tenebre che la sua motosega fosse sempre in funzione, veniva pompato del fumo di tabacco attraverso un tubo che era fatto passare sotto la gamba destra del pantalone, nella camicia e infine dentro la motosega stessa.

3) E’ possibile scorgere un numero di Fangoria nel bagagliaio della macchina di Ash. Così Sam Raimi ha voluto mostrare la propria gratitudine verso la storica rivista e per il suo apprezzamento verso La Casa quando venne presentato nel 1981.

4) Sempre nel medesimo baule è possibile vedere anche una copia di Dark Horse Presents Fifth Anniversary Special, pubblicato originariamente nell’aprile del 1991. La raccolta di fumetti includeva tra gli altri la prima puntata di Sin City di Frank Miller!

5) Bruce Campbell era scontento per il ritardo dell’uscita e per le modifiche apportate a L’armata delle Tenebre volute dallo studio. Ha anche dichiarato di aver sprecato un anno della sua vita ad attendere che il film venisse distribuito nei cinema.

6) Originariamente, ci sarebbe dovuta essere una sola creatura mostruosa nel pozzo. Sam Raimi fu persuaso ad aggiungerne una seconda, soprannominata “The Pit Bitch” dai suoi creatori, dopo che un giorno lo spaventarono con essa.

7) Nella sceneggiatura originale, Ash nel finale perdeva un occhio.

8) Sam Raimi originariamente voleva chiamare il film The Medieval Dead, ma la Universal rifiutò. Il titolo inglese Army of Darkness venne ideato da Irvin Shapiro, il produttore non accreditato di La Casa e produttore esecutivo di La casa 2 (1987), che morì due anni prima che il film fosse ultimato. Raimi avrebbe voluto intitolarlo quindi Evil Dead 3: Army of Darkness, ma la major era convinta che questo capitolo dovesse rimanere a sé stante rispetto al resto della saga, quindi uscì semplicemente con il nome che conosciamo. Il titolo per il Regno Unito fu invece Army of Darkness: The Medieval Dead.

9) La sequenza in cui l’automobile Oldsmobile Delta 88 del ’73 cadeva dal cielo venne girata due volte. Durante il primo tentativo, la gru da 25 tonnellate che sollevava l’auto si bloccò a causa di problemi meccanici e si rovesciò oltre il bordo di una scogliera nel punto in cui si stavano svolgendo le riprese. Fortunatamente, l’operatore della gru saltò fuori dalla cabina prima che la gru piombasse nel vuoto. Alcuni giorni dopo, venne portata sul set una gru molto più grossa, da 80 tonnellate, per rimuovere quella danneggiata e riprendere la caduta dell’auto. Nel montaggio finale, vennero utilizzati elementi della scena girata la seconda volta e filmati tratti dal finale di La Casa 2.

10) Per Embeth Davidtz (Il tocco del male), realizzare le scene di combattimento notturne indossando pesanti protesi è stato così difficile che pensò addirittura di lasciare la recitazione. In una successiva intervista, l’attrice riconobbe inoltre le vicissitudini sul set, ma aggiunse che nel corso degli anni le valsero molti commenti positivi da parte dei fan.

11) Durante le riprese del duello con le spade nel castello di lord Arthur, una spilla decorativa sul mantello di Bruce Campbell lo graffiò sul viso. Fu immediatamente prelevato dalla location presso il ranch Polsa Rosa così che la ferita potesse essere vista da un chirurgo plastico per valutare l’entità del danno. Durante l’esame, il dottore dovette però cercare di esaminare lo squarcio tra la miriade di cicatrici e tagli creati ad arte con il make-up che il personaggio di Ash aveva accumulato nel corso della storia. Comunque sia, Campbell venne curato alla perfezione e fu presto riportati sul set.

12) S-Mart è il nome di una catena di negozi di alimentari messicana.

13) E’ stato il primo ed ultimo film di un grosso studio in cui Bruce Campbell abbia recitato come protagonista.

14) Durante la battaglia finale tra l’esercito dei morti e gli uomini di Ash, uno dei Deadite emette un grido di guerra quasi identico a quello di Xena: Principessa guerriera (Xena: Warrior Princess, 1995 – 2001), serie TV in cui Ted Raimi e Bruce Campbell fecero diverse comparsate e che venne prodotta da Sam Raimi stesso.

15) La ex pornostar Traci Lords (Cry Baby) fece un provino per il ruolo di Sheila. In seguito avrebbe interpretato la moglie di Autolico, personaggio incarnato da Campbell in Xena.

16) La sceneggiatura originale era lunga solo 43 pagine.

17) L’intera sequenza in cui l’Ash demoniaco cresce sulla spalla dell’Ash ‘buono’ cominciando da un occhio è un omaggio al B-movie horror giapponese/ americano The Manster del 1959 di George P. Breakston e Kenneth G. Crane.

18) L’uscita di L’armata delle tenebre venne posticipata di un anno a causa di una faida tra la Universal Pictures e il produttore Dino De Laurentiis sui diritti del personaggio di Hannibal Lecter di Il silenzio degli innocenti. La distribuzione del film ricominciò quando la disputa venne risolta.

19) Secondo quanto detto da Sam Raimi nel libro The Evil Dead Companion di Bill Warren, Charles Napier (Rambo 2 ‑ La vendetta) fu scelto per il ruolo del capo di Ash nel grande magazzino S-Mart, ma la sua parte venne tagliata dal montaggio finale. Allo stesso modo, Bridget Fonda (Nome in codice: Nina) avrebbe dovuto avere più minutaggio sullo schermo nei panni di Linda di quello che vediamo.

20) Sulle locandine della pellicola, i crediti per la colonna sonora sono attribuiti a Joseph LoDuca, ma il nome è scritto in maniera errata, ossia “Joe DoLuca”.

21) Curiosità: Bruce Campbell è apparso nella trilogia di Spider-Man diretta da Sam Raimi, mentre Embeth Davidtz ha incarnato la madre di Peter Parker in The Amazing Spider-Man di Marc Webb (2012).

22) Marcus Gilbert accusò una intossicazione alimentare durante le riprese di una delle scene di combattimento più importanti.

23) Il film è noto per avere 4 diverse versioni: la versione cinematografica per l’uscita americana, quella per l’Europa, la Director’s cut e quella destinata alla TV americana. Ognuna includeva differenti scene tagliate o estese oppure altre rimontate in un ordine diverso, a seconda del mercato e del pubblico specifico. Quella con un maggior numero di scene restaurate è la versione televisiva USA da 90 minuti. Tutte le diverse versioni sono state infine messe insieme in un cofanetto distribuito in America e in Germania.

24) Quando L’armata delle Tenebre venne doppiato in francese, l’Ash ‘cattivo’ canta Un chanter saint de garcon che significa ‘Un giovane santo che canta’ (nella versione originale la canzone è Little Goody two shoes, nota in Francia come Petit cadeau deux chaussures).

25) La formula Klaatu Barada Nikto furono un omaggio a Ultimatum alla Terra (The Day the Earth Stood Still) di Robert Wise. Le parole erano nella pellicola del 1951 pronunciate per sbloccare il robot Gort.

26) Ted Raimi ha fatto più di un cameo, comparendo nei panni di almeno quattro personaggi: il guerriero codardo che non vuole morire (accreditato), l’uomo che grida “puoi contare sul mio acciaio”, lo spadaccino con una benda sull’occhio e l’impiegato dell’S-Mart.

27) Anche William Lustig, regista cult tra gli altri di Maniac (1980) fa una comparsa (accreditato come “Fake Shemp”, ovvero una persona che appare in un film al posto di qualcun altro), interpretando un cliente del grande magazzino.

28) Oltre a Lustig, tra coloro che sono accreditati come “Fake Shemp” ci sono anche Don e Charlie Campbell, rispettivamente fratello e padre di Bruce (ambedue nel ruolo di cavalieri, anche se Don incarna anche un contadino in un’altra sequenza), Sol Abrams (un altro cavaliere), Josh Becker (un contadino vicino al pozzo) e numerose comparse radunate per il finale dell’S-Mart che venne girato di nuovo, incluso Bernard Rose (Candyman – Terrore dietro lo specchio).

29) La Oldsmobile malconcia in cui Ash compie il viaggio nel tempo apparteneva in verità a Sam Raimi ed è presente nella maggior parte dei suoi primi film, ogni volta più ammaccata che nel precedente. Gli oggetti nel suo bagagliaio non sono legati ad alcun product placement, ma sono ciò che realmente il regista aveva messo effettivamente al suo interno.

30) Il finale originale di L’armata delle tenebre in cui Ash ‘tenta di tornare al suo tempo, ma finisce in un’Inghilterra post-apocalittica, venne giudicato troppo deprimente dal pubblico delle proiezioni test. La Universal commissionò quindi un nuovo finale, che implicava una sparatoria nello S-Mart in cui Ash pronuciava la celebre frase “Dammi un po’ di zucchero, baby!. Questa versione venne mostrata nelle sale cinematografiche, mentre un’altra più lunga, la Director’s Cut, che includeva il primo finale uscì simultaneamente (e si può trovare nel DVD italiano). Tuttavia, la recente serie TV Ash vs Evil Dead (2015) continua la storia della versione cinematografica, che è quindi considerata quella ufficiale.

31) Il finale alternativo avrebbe potuto rappresentare un indizio sulla trama di un quarto potenziale film, in cui Ash avrebbe dovuto combattere i Deadite nell’Inghilterra post-apocalittica.

32) Quando Ash pronuncia male la formula mentre prende il Necronomicon, non è la prima volta in cui cerca di ricordare qualcosa che qualcuno gli ha detto. Infatti, una cosa simile si verifica anche durante la scena della cena in La Casa, quando il protagonista prova a citare qualcosa che Scotty gli aveva detto in precedenza.

33) Il budget fu quasi triplo rispetto a quello di La Casa 2, ovvero 11 milioni di dollari.

34) Linda compare in tutti i capitoli della saga, ma ogni volta è interpretata da un’attrice diversa.

35) La March of the dead venne realizzata dal compositore Danny Elfman.

Il trailer italiano di L’Armata delle Tenebre:

Bruce Campbell
Embeth Davidtz
Marcus Gilbert
Ian Abercrombie
Richard Grove
Timothy Patrick Quill
Michael Earl Reid
Bridget Fonda
Patricia Tallman
Ted Raimi
Horror & Thriller

Dead Trigger | Recensione del film di zombi con Dolph Lundgren

di Francesco Chello

Il biondo attore svedese è lo svogliato protagonista dell'adattamento poverissimo e mediocre dell'omonimo fortunato videogioco survival horror

Leggi
Horror & Thriller

Insidious: L’ultima chiave | La recensione del film horror di Adam Robitel

di Sabrina Crivelli

Lin Shaye è - ancora una volta - la protagonista di questo quarto capitolo prequel, che punta su cliché ampiamente abusati e su una trama piuttosto raffazzonata

Leggi
io sono leggenda matheson libro
Horror & Thriller

Riflessione | Richard Matheson e Io Sono Leggenda: la fascinazione dell’umanità per la pandemia

di Redazione Il Cineocchio

Sessantacinque anni fa, nel 1954, veniva dato alle stampe il romanzo fanta-horror che avrebbe dato vita a svariati lungometraggi, confermando nel tempo la sua assoluta attualità. Ma l'atavica paura là descritta è ricorrente nel corso della Storia

Leggi
train to busan film
Horror & Thriller

Peninsula: concept art e trama per il sequel di Train to Busan

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il clamoroso successo nel 2016, il regista sudcoreano Yeon Sang-ho promette un film più disperato e feroce

Leggi
the outsider serie 2020 hbo Ben Mendelsohn
Horror & Thriller

Full trailer per The Outsider, serie HBO che adatta ‘benissimo’ il romanzo (secondo Stephen King)

di Redazione Il Cineocchio

Ben Mendelsohn e Jason Bateman guidano il cast dell'adattamento TV del recentissimo romanzo poliziesco / soprannaturale del prolifico scrittore del Maine

Leggi
Horror & Thriller

Dark Skies – Oscure Presenze | La recensione del film di Scott Stewart

di Francesco Chello

Josh Hamilton e Keri Russell sono i protagonisti di un prodotto dal budget contenuto ma ben orchestrato e teso, che mescola sapientemente angosce terrene e classico schema da fanta-horror

Leggi
Damballa Bond The Chucky Effect
Horror & Thriller

La Bambola Assassina: The Last Christmas Story e Damballa Bond sono i corti approvati da Don Mancini

di Redazione Il Cineocchio

C'è il regista messicano Rod Schneider dietro alla duplice lettera d'amore per la saga slasher nata nel 1988

Leggi
locke and key fumetto
Horror & Thriller

Locke and Key: poster, cast e data di uscita per la serie Netflix tratta dal fumetto di Joe Hill

di Redazione Il Cineocchio

C'è Carlton Cuse alla guida dell'adattamento in live action con protagonisti Darby Stanchfield e Jackson Robert Scott

Leggi
messiah serie netflix 2020
Horror & Thriller

Trailer per Messiah (serie Netflix): Michelle Monaghan alle prese con il nuovo Salvatore dell’umanità

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice dovrà capire se Mehdi Dehbi è davvero il figlio di Dio o un impostore nello show originale diretto da James McTeigue e Kate Woods

Leggi
blu profondo film 1999
Horror & Thriller

Recensione story | Blu Profondo di Renny Harlin

di William Maga

Nel 1999 arrivava nei cinema il film con Samuel L. Jackson e Thomas Jane, uno shark movie teso e cattivo sottovalutato ai tempi, ma capace di guadagnarsi un poso d'onore nel genere

Leggi
Horror & Thriller

Swamp Thing (stagione 1) | La recensione della serie DC Universe con Crystal Reed

di William Maga

Lo show originale con Virginia Madsen e Will Patton è un prodotto anomalo ed esaltante, capace di mescolare abilmente body horror e atmosfere da romanzo Southern Gothic, e parimenti avvilente, data la prematura cancellazione e un finale aperto

Leggi
gli uccelli film set 1963
Horror & Thriller

Dossier | Tippi Hedren e l’esperienza da incubo in Gli Uccelli di Alfred Hitchcock

di Redazione Il Cineocchio

Nel 1999, la protagonista ricordava la complessa lavorazione del thriller e il rapporto non proprio facile col regista sul set

Leggi
polaroid + midsommar + welcome home + isabelle bluray ita
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Midsommar (versione estesa) + Polaroid + Welcome Home + Isabelle – L’ultima evocazione

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni italiane del folk horror di Ari Aster, dell'horror di Lars Klevberg, del thriller erotico con Aaron Paul ed Emily Ratajkowski e del film demoniaco con Adam Brody

Leggi
Daniel Craig and Ana de Armas in Knives Out (2019)
Horror & Thriller

Cena con Delitto – Knives Out | Recensione del film di Rian Johnson con Daniel Craig

di William Maga

Il regista reinventa il classico whodunnit, innestando in un impianto ben noto umorismo, colpi di scena e un inaspettato commento sulla situazione sociopolitica americana contemporanea

Leggi
Horror & Thriller

Cane mangia cane | Recensione del film di Paul Schrader con Nicolas Cage

di Alessandro Gamma

Cercando di ignorare le convenzioni abusate del genere thriller/noir, il regista finisce per dimenticare tutto quello che avrebbe potuto rendere la pellicola efficace. Mal sfruttati Nicolas Cage e Willem Dafoe

Leggi
Il primo Natale

Il primo Natale

12-12-2019

Black Christmas

Black Christmas

12-12-2019

Nancy

Nancy

12-12-2019

Che fine ha fatto Bernadette?

Che fine ha fatto Bernadette?

12-12-2019

ചോല

ചോല

06-12-2019

Lontano lontano

Lontano lontano

05-12-2019

L'immortale

L'immortale

05-12-2019

Qualcosa di meraviglioso

Qualcosa di meraviglioso

05-12-2019

I passi leggeri

I passi leggeri

05-12-2019

Cena con delitto - Knives Out

Cena con delitto - Knives Out

05-12-2019

RECENSIONE

Il paradiso probabilmente

Il paradiso probabilmente

05-12-2019

L'Inganno perfetto

L'Inganno perfetto

05-12-2019

Western Stars

Western Stars

02-12-2019

I figli del mare

I figli del mare

02-12-2019

RECENSIONE

Shooting the Mafia

Shooting the Mafia

01-12-2019

Nati 2 volte

Nati 2 volte

28-11-2019

A Tor Bella Monaca non piove mai

A Tor Bella Monaca non piove mai

28-11-2019

Il peccato - Il furore di Michelangelo

Il peccato - Il furore di Michelangelo

28-11-2019

Un giorno di pioggia a New York

Un giorno di pioggia a New York

28-11-2019