Home » Cinema » Horror & Thriller » Achoura | La recensione dell’horror di Talal Selhami sul Bougatate (NIFFF 2019)

6,5/10 su 10 voti. Titolo originale: Achoura, uscita: 10-12-2018. Regista: Talal Selhami.

Achoura | La recensione dell’horror di Talal Selhami sul Bougatate (NIFFF 2019)

12/07/2019 recensione di Sabrina Crivelli

Il regista franco-marocchino torna sulle scene con una favola dark sulla perdita dell'innocenza un po' debitrice di IT, che ha il pregio di introdurre al pubblico occidentale un boogeyman del folkore arabo che mangia i bambini

Achoura film 2019 nifff

Importante celebrazione religiosa annuale nel mondo islamico, specie nei paesi del Nordafrica, ad esempio in Marocco, durante la festa di Ashura i bambini si schizzano d’acqua a vicenda e si riuniscono attorno a un falò, danzando e indossando sovente maschere. È un momento di gioia, eppure anche in tale frangente il male a volte emerge dalla tenebra. Proprio con questa ricorrenza si apre l’horror di Talal Salhami (Mirages), Achoura per l’appunto, che ci proietta inizialmente in un passato non ben definito nelle campagne marocchine. La piccola Bashira, insieme a un amichetto, in un tentativo di fuga, finisce nella ‘Casa dei Francesi’, fosca magione coloniale ormai abbandonata da tempo che cela un oscuro ospite, in famelica attesa di un innocente.

ACHOURA film Talal Selhami posterStacco. Sono passati anni e siamo ai giorni nostri. Ali (Younes Bouab), un detective, sta indagando sulle misteriose sparizioni di bambini che nel tempo si sono susseguite. Sono ormai cold case, ma lui ne è ossessionato, e tale fissazione sembra averlo allontanato dalla moglie Nadia (Sofia Manousha) e dal figlio Yossuf. C’è d’altra parte un’antica ferita ancora aperta, che gli impedisce di andare avanti e che risale alla sua infanzia, quando il fratello Samir (Omar Loft) scomparve nel nulla in oscure circostanze. E con l’avvicinarsi dell’Achoura, il passato sembra riaffiorare, insieme ai suoi spettri. Così Ali, Nadia e Stèphan (Ivàn Gonzàles) si ritrovano dopo ben 25 anni dal traumatico evento ancora una volta insieme per combattere la maligna entità in cui s’imbatterono allora.

Guardando Achoura in una proiezione notturna del NIFFF 2019 (peraltro con Talal Salhami in sala) la reazione del pubblico e le sensazioni sono state alterne. Da un lato, apprezzabile e fascinoso è il tentativo di portare sullo schermo una creatura maligna desunta dalla tradizione e dal folklore arabo, un boogeyman – il Bougatate – che divora i bambini e si nutre della loro innocenza. Si tratta di una favola nera sulla perdita dell’innocenza dall’ambientazione affascinante, soprattutto quando va indietro a esplorare la fanciullezza di Ali, Nadia, Samir e Stéphan. I campi di grano, l’enorme edificio fatiscente in cui i bambini si avventurano nottetempo, uno strano e inquietante individuo che si ripresenta in più fasi della loro esistenza – e che non è affatto ciò che può sembrare -, le suggestioni sono molte. Interessante è la rielaborazione in chiave autoctona di alcune convenzioni di genere, come l’Uomo Nero, la casa maledetta e così via da parte di un regista francese che guarda al mercato occidentale e a un patrimonio culturale di cui conosce bene le coordinate.

Tuttavia, soprattutto per i cultori dell’horror, non può non saltare subito all’occhio il grosso debito con IT, capolavoro letterario di Stephen King di cui sono ripresi numerosi elementi della storia come la caratterizzazione del mostro infantifago. I punti in comune sono davvero moltissimi. Anzitutto, la narrazione è sviluppata tra presente e passato; un gruppo di ragazzini affronta un’entità sovrumana che poi, quando sono adulti, ritorna a cercarli. In Achoura, rispetto a IT, il legame tra i protagonisti e il predatore sovrumano non è chiarissimo, ma il risultato finale è comunque su per giù il medesimo.

achoura film 2019E non è tutto: il fratellino di uno dei giovani eroi scompare, le dinamiche sono un po’ differenti, ma il trauma emotivo che ne discende è similmente essenziale nell’economia del racconto. Abbiamo anche una sorta di triangolo amoroso prepuberale. In ultimo, più importante di tutti, il Djin che mangia i bambini, dà la caccia a coloro che l’hanno sfidato e abita in una vecchia casa fatiscente da epoche remote è incredibilmente simile a Pennywise, almeno nell’idea (ma anche al Freddy Krueger di Nightmare, tanto che c’è pure la filastrocca …). Certo, a parte una sua rappresentazione clownesca che passa repentina nei fotogrammi, le sembianze del mostro sono del tutto diverse da quelle del pagliaccio pluri-centenario, così come pure manca qui quasi completamente il sangue.

Eppure, lo stesso creature design non è esattamente inedito, ha qualcosa di già visto. Per coloro che hanno una qualche dimestichezza con la mitologia e i demoni giapponesi, la somiglianza con un Senza Volto, il Noppera-bō che ad esempio vediamo in La città incantata di Hayao Miyazaki, è immediata. Il capo bianco, che pare quasi una maschera, gli occhi corvini e il corpo immateriale nero che fluttua nell’aria non possono non ricordarcelo. Oppure al Lord Voldemort della saga di Harry Potter. La derivatività quasi ingenua di Achoura si accompagna poi a una fotografia altalenante e a movimenti di macchina in molti casi piuttosto piatti, ai limiti della produzione televisiva (o dei film low budget giapponesi ispirati a qualche manga fantastico). Si tratta di un limite che affligge parecchio la creazione di una realtà che vuole essere sospesa tra concreto e fantastico, che avrebbe potuto imbastire scenari e atmosfere decisamente più suggestivi se solo fosse stata supportata da uno stile visivo adeguatamente cinematografico e grandioso (pensiamo a cosa ha saputo fare con materiale non dissimile Guillermo del Toro).

In definitiva, vantando una realizzazione degli effetti speciali e del Bougatate decisamente soddisfacenti, Achoura – sebbene presenti aspetti sicuramente derivativi – rimane una visione consigliata a chi va alla ricerca di produzioni horror ‘alternative’ che parlino di un folklore solitamente poco esplorato (un po’ come per il The Golem israeliano da poco arrivato su Netflix).

In attesa di capire quando verrà distribuito, di seguito trovate il teaser trailer internazionale (con sottotitoli) di Achoura:

Sofia Manousha
Younes Bouab
Omar Lotfi
Iván González
Moussa Maaskri
Mohamed Choubi
Clémence Verniau
Fabien Jegoudez
Gad Lahlou
Youssef Hajdi
Isabelle Grill in Midsommar (2019) film ari aster
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: guida all’interpretazione del film di Ari Aster

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di dare una spiegazione razionale e ragionata a ciò che accade, prima e sul finale, nel folk horror con Florence Pugh

Leggi
Florence Pugh in Midsommar (2019) film
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: Ari Aster chiarisce alcuni punti poco chiari

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore del folk horror con Florence Pugh ha personalmente precisato alcuni passaggi che potrebbero aver generato disorientamento negli spettatori

Leggi
Midsommar (2019) ari aster film
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati | La recensione del sabba di Ari Aster

di Raffaele Picchio

Al secondo film, il regista di Hereditary prosegue nel suo cammino rituale giocando a carte scoperte e alzando ulteriormente le ambizioni, uscendone comunque a testa alta con un'opera respingente ma affascinante, grottesca e complessa che non accetta mezze posizioni

Leggi
night hunter film
Horror & Thriller

Trailer per Night Hunter: Henry Cavill e Alexandra Daddario sulle tracce di un serial killer con personalità multipla

di Redazione Il Cineocchio

L'inglese David Raymond esordisce in regia con un thriller che vede protagonisti anche Ben Kingsley e Nathan Fillion

Leggi
casa vera the conjuring Harrisville, Rhode Island
Horror & Thriller

The Conjuring: la casa infestata indagata dai Warren sarà presto visitabile

di Redazione Il Cineocchio

I nuovi proprietari della fattoria stregata resa celebre dall'horror di James Wan stanno provvedendo ai restauri e contano di aprirla al pubblico entro fine anno, confermando che succedono ancora fatti inspiegabili al suo interno

Leggi
let her out night watchmen blu-ray ita
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Let Her Out + The Night Watchmen

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni del body horror diretto da Cody Calahan e della dark comedy coi clown vampiri di Mitchell Altieri

Leggi
scuola di mostri hd 1987
Horror & Thriller

Fred Dekker su Scuola di Mostri: “La serie TV vanificata da IT e Stranger Things”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista ha rivelato la sua idea per un adattamento televisivo del suo classico del 1987, spiegando come il film di Andrés Muschietti e la hit di Netflix gli abbiano messo i bastoni tra le ruote

Leggi
3 from hell film rob zombie
Horror & Thriller

Il full trailer di 3 from Hell di Rob Zombie svela come si sono salvati Baby, Otis e Spaulding

di Redazione Il Cineocchio

A 13 anni da La Casa del Diavolo, i redivivi Sid Haig, Bill Moseley e Sheri Moon tornano sulle scene in un capitolo conclusivo della trilogia imprevedibile e vietatissimo ai minori

Leggi
George Ratliff Welcome Home 11
Horror & Thriller

Welcome Home | La recensione del thriller a tinte erotiche con Riccardo Scamarcio e Emily Ratajkowski

di William Maga

Il regista George Ratliff torna in regia dopo 7 anni per un film - riuscito a metà - che strizza l'occhio ai classici del genere, inscenando un triangolo morboso in cui c'è anche Aaron Paul

Leggi
5 è il numero perfetto film igort servillo
Horror & Thriller

Trailer per 5 è il numero perfetto: Toni Servillo è un gangster nella Napoli degli anni ’70

di Redazione Il Cineocchio

Igort adatta per il grande schermo il suo fumetto del 2002, strizzando l'occhio al cinema di Hong Kong di Johnnie To e a John Woo

Leggi
The Hunt film 2019
Horror & Thriller

Teaser per The Hunt: Emma Roberts e Hilary Swank braccate per sport da milionari spietati

di Redazione Il Cineocchio

C'è Damon Lindelof alla sceneggiatura del film diretto da Craig Zobel e prodotto dalla Blumhouse

Leggi
l'uomo invisibile film universal
Horror & Thriller

L’uomo Invisibile: trovato il protagonista del reboot; c’è la data di uscita

di Redazione Il Cineocchio

Arriva dalla serie horror Hill House l'attore che affiancherà Elisabeth Moss e Storm Reid nel film diretto da Leigh Whannell prodotto da Blumhouse e Universal

Leggi
Something Else film 2019
Horror & Thriller

Something Else | La recensione della monster dramedy con Brea Grant (NIFFF 2019)

di Sabrina Crivelli

Jeremy Gardner - attore e regista insieme a Christian Stella - è al centro di un horror bizzarro, che gioca con le aspettative dello spettatore e sulla sanità mentale del protagonista

Leggi
drag-me-to-hell-raimi
Horror & Thriller

Sam Raimi su Drag Me To Hell: “Vi spiego perché non c’è stato un sequel”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista dell'horror del 2009 ha parlato del banale motivo per cui non ha mai pensato di proseguire la storia che ha visto coinvolta Alison Lohman

Leggi
blair witch woods wingard
Horror & Thriller

Eduardo Sanchez su The Blair Witch Project: “Ho idee per dei film su Rustin Parr ed Elly Kedward”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista dell'horror del 1999 ha rivelato come vorrebbe continuare la saga, adottando un approccio decisamente alternativo e poco tradizionale

Leggi
Vita segreta di Maria Capasso

Vita segreta di Maria Capasso

18-07-2019

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

18-07-2019

Birba - Micio Combinaguai

Birba - Micio Combinaguai

18-07-2019

Skate Kitchen

Skate Kitchen

18-07-2019

Serenity - L'Isola dell'Inganno

Serenity - L'Isola dell'Inganno

18-07-2019

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

18-07-2019

Raccolto amaro

Raccolto amaro

18-07-2019

Welcome Home

Welcome Home

11-07-2019

RECENSIONE

Il mostro di St. Pauli

Il mostro di St. Pauli

11-07-2019

Domino

Domino

11-07-2019

RECENSIONE

Powidoki - Il ritratto negato

Powidoki - Il ritratto negato

11-07-2019

G.A.I.A.

G.A.I.A.

10-07-2019

Spider-Man - Far From Home

Spider-Man - Far From Home

10-07-2019

RECENSIONE