Home » Cinema » Azione & Avventura » Alex Kurtzman su La Mummia: “Non è il film che volevo fare; doloroso ma rivelatorio”

Titolo originale: The Mummy , uscita: 06-06-2017. Budget: $125,000,000. Regista: Alex Kurtzman.

Alex Kurtzman su La Mummia: “Non è il film che volevo fare; doloroso ma rivelatorio”

09/01/2019 news di Redazione Il Cineocchio

Dopo oltre un anno, il regista del film con Tom Cruise, che avrebbe dovuto lanciare il Dark Universe, ha spiegato cosa è andato storto e cosa si augura di vedere in futuro

Sofia Boutella in LA Mummia (2017)

Nonostante gli sforzi di Tom Cruise, La Mummia (The Mummy) ha sofferto di recensioni non proprio positive (la nostra) e soprattutto di incassi piuttosto deprimenti al botteghino domestico (80 milioni di dollari negli USA, ma oltre 400 milioni complessivamente, a fronte di un budget di 125 milioni). Una performance in ogni caso difficile da digerire per la Universal, specialmente per un titolo che avrebbe dovuto essere il luccicante trampolino di lancio per un nuovo universo interconnesso di film di mostri.

Così, dopo un pausa di riflessione e incertezza, nel novembre del 2017 i supervisori Alex Kurtzman e Chris Morgan hanno deciso di abbandonare definitivamente l’ambizioso progetto Dark Universe.

Nel corso di una recente intervista per il lancio della stagione 2 della serie Star Trek: Discovery, Alex Kurtzman – anche regista del film – ha confermato non solo di non essere più coinvolto in alcun modo nei piani dello studio hollywoodiano, ma si è spinto a sottolineare di non essere affatto contento di ciò che La Mummia è diventato:

La Mummia non è stato ciò che volevo che fosse. Non sono più coinvolto [nel Dark Universe] e non ho idea di cosa stia succedendo a proposito. Ora riguardo indietro a quel film [e] ciò che mi era sembrato doloroso al momento è stato per me un’incredibile benedizione. Ho imparato che devo seguire il mio istinto, e quando non posso farlo pienamente, non credo di poter avere successo. Quei film sono belli perché i mostri sono personaggi tormentati e ci riconosciamo in loro. Spero che quelli siano i film che realizzeranno; voglio vedere proprio quelli.

Nel tentativo tanto inutile quanto poco lungimirante di imitare l’Universo Cinematografico Marvel, la Universal si è di fatto giocata il futuro di alcuni dei personaggi più iconici della storia del cinema (il nostro dossier). La Mummia ha difatti cercato di trasformare il mostro del titolo in una tipica storia delle origini di un supereroe piuttosto che addentrarsi negli aspetti più tragici del personaggio.

Le prime dichiarazione di due anni fa circa il successivo La Moglie di Frankenstein (Bride of Frankenstein) avevano lasciato intendere un saggio cambio di direzione in proposito, con la scelta di Bill Condon alla regia e Angelina Jolie nel ruolo principale, ma la delusione per il risultato di La Mummia ha convinto poi i dirigenti dello studio ad accantonare il film probabilmente per sempre.

Di seguito il trailer italianodi La Mummia:

Fonte: THR

LEGGI LA RECENSIONE

Altre notizie su The Mummy:

The Old Man Movie film animazione 2020
Azione & Avventura

The Old Man Movie | Recensione del film animato di Lehemaa e Mägi (Sitges 53)

di Marco Tedesco

I due registi realizzano un'opera in stop motion per adulti scorrettissima e irriverente, che applica al meglio gli insegnamenti di Trey Parker e Matt Stone

Leggi
La Belva film 2020 gifuni
Azione & Avventura

Trailer per La Belva: Fabrizio Gifuni è un pericoloso nemico pubblico

di Redazione Il Cineocchio

Nell'action drama diretto da Ludovico Di Martino ci sono anche Andrei Nova e Matteo Berardinelli

Leggi
lockdown all'italiana film ezio greggio 2020
Azione & Avventura

Lockdown all’italiana | La recensione del film (poco comico) di Enrico Vanzina

di Giovanni Mottola

Il regista, qui all'esordio dietro alla mdp, rivendica giustamente il diritto alla commedia, ma non ne assolve al dovere, realizzando un'opera che non fa ridere mai

Leggi
alan moore
Azione & Avventura

Alan Moore: “Cinecomic grotteschi e pericolosi; Adam West il miglior Batman”

di Redazione Il Cineocchio

Lo scrittore e sceneggiatore inglese torna a criticare l'industria hollywoodiana e il concetto di supereroi pensati per un pubblico di maggiorenni; poi dice la sua sul Joker di Todd Phillips

Leggi