Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione | The Clovehitch Killer di Duncan Skiles

6/10 su 125 voti. Titolo originale: The Clovehitch Killer, uscita: 16-11-2018. Regista: Duncan Skiles.

Recensione | The Clovehitch Killer di Duncan Skiles

20/11/2018 di Sabrina Crivelli

La banalità del Male ha il volto di Dylan McDermott, padre di famiglia all'apparenza irreprensibile che cela una natura oscura e inaccettabile

The Clovehitch Killer film

Lento come una lama che affonda nelle carni, The Clovehitch Killer diretto da Duncan Skiles (The Last of the Great Romantics) e scritto da Christopher Ford è un thriller che avanza verso una certezza dolorosa, inaccettabile, ma che in fondo è conclamata sin dai primi minuti. Non è sullo stupore, su un meccanismo narrativo sorprendente o inaspettato che si fonda la profonda angoscia trasmessa allo spettatore, ma sulla sensazione, sempre più pressante, che il peggior incubo possibile si concretizzi in un’agghiacciante verità: un membro impeccabile della comunità e tranquillo padre di famiglia è invero un sadico serial killer.

The Clovehitch Killer (2018) - 2Siamo in un piccolo paese disperso nelle campagne del Kentucky, in cui da anni un omicida seriale rapisce, sevizia e uccide donne scelte all’apparenza a caso; l’unico denominatore comune dei crimini è il modo in cui le poverine vengono legate con delle corde. La storia si apre con un comune e timorato adolescente, Tyler (Charlie Plummer), che prende di nascosto il furgoncino del padre, nel mezzo della notte, per passare a prendere una ragazza che gli piace. I due stanno parlando, quando lei intravede un rivista di bondage con immagini piuttosto spinte. Sconvolta (siamo in una cittadina religiosa e bigotta) lo accusa di essere un pervertito e gli intima di riportarla immediatamente a casa.

A poco vale il tentativo di lui di spiegarle che il giornaletto libidinoso non è suo e, anzi, non l’ha mai visto prima. Presto la voce circola e lui viene tacciato di depravazione tra i suoi amici. Intanto però rimane un’incognita: di chi sarà davvero la pubblicazione oscena che ha scaturito tanto clamore? La ovvia risposta è che ad avere gusti così spinti sia quello che all’apparenza è il perfetto genitore e marito, Don (un irriconoscibile Dylan McDermott), che dietro la parvenza di uomo dalla indiscutibile moralità e guida per i boyscout locali, cela velleità erotiche – si potrebbe dire – ‘fantasiose’. Fatto inquietante, l’interesse per i ‘nodi’ lo accomuna al killer che terrorizza la zona. Una volta appreso il segreto paterno, l’immagine che Tyler ha di Don inizia a incrinarsi e, come ossessionato da un indefinito sospetto, comincia a ravanare in quelli che potrebbero essere i suoi nascondigli segreti. Come se le sue più oscure paure prendessero forma, pian piano prende forma un evidenza che lui stesso non osava nemmeno sfiorare con la mente.

The Clovehitch Killer (2018)Come detto, essenziale non è la rivelazione, il colpo di scena. Sin dal trailer (in chiusura) è abbastanza immediato quale sarà l’epilogo di The Clovehitch Killer. Quello che invece veramente interessa è il percorso, il modo con cui a tale meta predefinita si arriva in ultimo. E’ anzitutto la difficile evoluzione psicologica di Tyler, incarnato da Charlie Plummer (King Jack) in maniera decisamente soddisfacente, senza mai eccedere in manifestazioni emotive esagerate, ma sempre titubante, sottotono, come a vacillare davanti a una graduale scoperta che lo travolge e terrorizza. D’altra parte, il silenzio, lo spaesamento e la paura, sono le naturali reazioni naturali, quando una persona vicina, amata e rispettata, si dimostra un crudele assassino deviato. Ne nasce un ritratto affascinante di un giovane che, incerto, ma coraggioso, combatte non solo le granitiche convinzioni della collettività in cui vive e di cui fa parte, ma riesce anche a trovare la forza di affrontare una figura genitoriale essenziale; e la giustizia vince sull’ipocrisia. Al suo fianco, personaggio ancillare, ma altrettanto sfumato, Kassi (Madisen Beaty), ragazza emarginata e sopra le righe la cui madre è scomparsa nel nulla, lo accompagna nell’indagine.

Altro polo del meccanismo narrativo di The Clovehitch Killer, Don costituisce se possibile un protagonista ancor più complesso nella sua duplice e ambigua natura. L’essenza si rivela piano, man mano che i sospetti acquistano sempre maggiore consistenza e il suo modo di agire, di parlare, perfino la mimica facciale diventano sempre più sinistri. E’ una dialettica padre-figlio quella in cui si muove, e non solo. In principio, assistiamo a una rappresentazione pubblica e domestica mendace, una maschera, quella del bonario puritano, che l’uomo calza a pennello, ma da cui traspaiono di tanto in tanto impercettibili note stridenti. Poi, quando il suo bluff è quanto meno messo in discussione, la sua indole rapace, aggressiva, emerge: prima nella rimessa, un gesto violento e inconsulto sembra quasi una minaccia a Tyler; successivamente, in una scampagnata con fucili, l’intimidazione è ancor più palese.

The Clovehitch Killer (2018) - 3E non finisce qui. The Clovehitch Killer è sospeso in un complesso equilibro tra apparenza e sostanza, tra mantenere il proprio felice ruolo di cittadino e individuo integerrimo e un’irrefrenabile pulsione. La caccia alla prossima vittima, come alcune sequenze in cui lui stesso si traveste e fotografa legato, confermano l’esistenza di un bisogno primario, che non può reprimere in alcun modo. Anche nel suo caso, la difficile e controversa parte è resa da Dylan McDermott (American Horror Story) senza incorrere in esagerazioni espressioniste o in un involontario grottesco. Al contrario, il tono con cui la sua personalità è descritta è freddo, controllato, ne dà un riflesso quasi banale, ma nella banalità si nasconde il Male, ed è ancora più terrificante.

Come reagireste se scopriste un giorno che il vostro adorato e affabile papà è uno spietato omicida seriale? Questa è in conclusione l’epicentro del discorso, sconvolgente e conturbante, portato avanti da The Clovehitch Killer, senza necessità di sequenze particolarmente scioccanti o visioni ravvicinate dei crimini (di questo si sente forse un po’ la mancanza). A completare il tutto, l’epilogo è un inno alla cinica e – socialmente – necessaria dissimulazione del vero.

Di seguito trovate il trailer ufficiale del film:

Charlie Plummer
Dylan McDermott
Samantha Mathis
Madisen Beaty
Brenna Sherman
Lance Chantiles-Wertz
Madisen Beaty
Mark A. Nash
Jonathan K. Riggs
Emma Jones
Katarina Perez
Janet Scott
Stan Simonov
Michael Urriquia
Gabe Litwin
Mike Cortese
Allie Moisan
Brian Ott
Horror & Thriller

Todd McFarlane: “Brutte notizie per il film di Spawn e la serie di Sam and Twitch”

di Redazione Il Cineocchio

Il creatore dei personaggi ha aggiornato i fan sullo stato dei due progetti che dovrebbero portarne al cinema e in TV le rispettive avventure

Leggi
Horror & Thriller

André Øvredal: “Adatto per il cinema La Lunga Marcia di Stephen King; ho paura di fallire”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista norvegese (Autopsy) comincerà presto le riprese dell'ennesima trasposizione di un'opera del Re del brivido, che all'epoca l'aveva pubblicata col nome di Richard Bachman

Leggi
We Have Always Lived in the Castle film Alexandra Daddario e Taissa Farmiga
Horror & Thriller

We Have Always Lived in the Castle | La recensione del film con Alexandra Daddario e Taissa Farmiga

di Sabrina Crivelli

C'è anche Sebastian Stan nell'adattamento cinematografico del romanzo di Shirley Jackson, un dramma claustrofobico in cui il vero orrore risiede nel passato e nella psiche

Leggi
Horror & Thriller

The Nightingale: trailer per il rape & revenge in costume di Jennifer Kent

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il passaggio al Festival di Venezia, il secondo film della regista australiana è finalmente pronto ad arrivare nelle sale

Leggi
Randall Archer e Erin Way in The Collection (2012)
Horror & Thriller

The Collected: poster per il terzo film della saga slasher del ‘Collezionista’

di Redazione Il Cineocchio

Dopo 7 anni di silenzio, il protagonista Josh Stewart conferma l'arrivo dell'atteso sequel, scritto e diretto ancora una volta da Marcus Dunstan

Leggi
jinn serie netflix
Horror & Thriller

Jinn: full trailer per la serie Netflix ispirata al folklore arabo

di Redazione Il Cineocchio

C'è il giovane regista libanese Mir-Jean Bou Chaaya dietro alla prima produzione originale mediorientale

Leggi
Horror & Thriller

C’era una volta a Hollywood: full trailer metacinematografico e data di uscita in Italia

di Redazione Il Cineocchio

Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie sono tra i protagonisti del crime thriller di Quentin Tarantino, che ricostruisce gli ultimi momenti dell'età dell'oro della Los Angeles di fine anni '60, con l'ombra di Charles Manson sullo sfondo

Leggi
Horror & Thriller

Nel trailer di True Fiction, un esperimento usa il terrore come fonte per un romanzo horror

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Braden Croft torna sulle scene con un horror thriller che capovolge le dinamiche di Misery non deve morire

Leggi
Horror & Thriller

Recensione story | Cannibal Love – Mangiata Viva di Claire Denis

di Sabrina Crivelli

Ripercorriamo lo scioccante film del 2001 della regista francese con protagonista Vincent Gallo, in cui sesso e cannibalismo si compenetrano indissolubilmente

Leggi
Vincent Price il grande inquisitore
Horror & Thriller

John Hillcoat: “Dirigo il remake di Il Grande Inquisitore, Nicolas W. Refn produce”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo quattro anni di silenzio, riparte di slancio il progetto che porterà al cinema un nuovo adattamento del controverso romanzo di Ronald Bassett già trasposto da Michael Reeves nel 1968

Leggi
brightburn l'angelo del male film
Horror & Thriller

13 cose da sapere su L’Angelo del Male – Brightburn di David Yarovesky

di Redazione Il Cineocchio

Curiosità e aneddoti sulla lavorazione dell'horror coi supereroi prodotto da James Gunn e interpretato da Elizabeth Banks

Leggi
L'Angelo del Male - Brightburn film
Horror & Thriller

L’Angelo del Male – Brightburn | La recensione del mash-up tra horror e cinecomic

di Sabrina Crivelli

Ci sono David Yarovesky alla regia e James Gunn in produzione dietro al film che mescola splatter e superpoteri pescando a piene mani da Il presagio e da Superman, ma il risultato soddisfa meno di quanto si vorrebbe

Leggi
climax Gaspar Noé film
Horror & Thriller

Poster e trailer italiani per Climax, thriller ‘in acido’ di Gaspar Noé

di Redazione Il Cineocchio

A un anno dalla presentazione in anteprima al Festival di Cannes, l'ultima fatica del controverso regista franco-argentino con Sofia Boutella arriva finalmente nei nostri cinema

Leggi
Désirée Giorgetti Sky Sharks (2)
Horror & Thriller

Intervista esclusiva | Désirée Giorgetti ci parla di Sky Sharks

di Alessandro Gamma

L'attrice italiana ci racconta la sua esperienza sul set del folle fanta-horror diretto da Mark Fehs, in cui ci sono anche Tony Todd, Cary-Hiroyuki Tagawa e Robert LaSardo

Leggi
nancy drew serie the cw Kennedy McMann
Horror & Thriller

Trailer per Nancy Drew, serie che rilancia in TV le indagini soprannaturali della giovane detective

di Redazione Il Cineocchio

Ha il volto dell'esordiente Kennedy McMann la protagonista delle nuove storie del personaggio creato dalla scrittrice Mildred Augustine Wirt Benson

Leggi
Rocketman

Rocketman

29-05-2019

Una vita violenta

Una vita violenta

25-05-2019

L'angelo del male - Brightburn

L'angelo del male - Brightburn

23-05-2019

RECENSIONE

Takara - La notte che ho nuotato

Takara - La notte che ho nuotato

23-05-2019

Polaroid

Polaroid

23-05-2019

RECENSIONE

Aladdin

Aladdin

22-05-2019

RECENSIONE

Alive in France

Alive in France

19-05-2019

Dolor y gloria

Dolor y gloria

17-05-2019

Mò vi mento - Lira di Achille

Mò vi mento - Lira di Achille

16-05-2019

Bangla

Bangla

16-05-2019

Unfriended: Dark Web

Unfriended: Dark Web

16-05-2019

RECENSIONE

Quando eravamo fratelli

Quando eravamo fratelli

16-05-2019

John Wick 3 – Parabellum

John Wick 3 – Parabellum

16-05-2019

RECENSIONE

Attenti a quelle due

Attenti a quelle due

16-05-2019