Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione | Tragedy Girls di Tyler MacIntyre

5/10 su 154 voti. Titolo originale: Tragedy Girls, uscita: 20-10-2017. Regista: Tyler MacIntyre.

Recensione | Tragedy Girls di Tyler MacIntyre

25/01/2018 recensione film di Sabrina Crivelli

Brianna Hildebrand e Alexandra Shipp sono le due serial killer fissate con i social media in un teen slasher intriso di sangue e cinico sarcasmo

Teen slasher dalla pungente ironia, Tragedy Girls di Tyler MacIntyre (Patchwork) affronta con scanzonato distacco alcune delle convenzioni del sottogenere, ribaltandone però totalmente il punto di vista, da vittima a carnefice e declinandolo alla surreale caricatura della moderna società.

Perché la ragazza carina nei film slasher dovrebbe essere sempre la vittima? Continuamente basato sulle aspettative che i codici di genere creano nello spettatore, il la pellicola mette in scena due civettuole protagoniste, Sadie (Brianna Hildebrand) e McKayla (Alexandra Shipp), inseparabili migliori amiche sin dall’infanzia, che all’apparenza incarnano la prototipica egocentrica e vanesia liceale americana, un po’ alla Mean Girls, ma la cui normale e innocua cattiveria adolescenziale è portata all’ennesima potenza … All’omicidio per divertimento. Le due, che abitano in una noiosa cittadina dove non succede nulla, sono infatti non solo reporter amatoriali di cronaca nera (hanno un account social che si chiama per l’appunto Tragedy Girls), ma per diletto hanno deciso di generare loro stesse i fatti che riportano, una serie di truculenti crimini che portino scompiglio nel piccolo centro abitato e molti più follower sui loro canali! Non solo, per meglio conseguire il loro obiettivo e impratichirsi nell’arte delle uccisioni seriali, hanno deciso di rapire un serial killer locale (Kevin Durand, scelta assai felice dacchè mascherato e dotato di coltello ricorda molto il Michael Myers di Venerdì 13), che possa svelare loro tutti i segreti del mestiere.

Tragedy Girls lavora quindi su un doppio binario: anzitutto si approccia con grande ironia agli stereotipi dello slasher per poi sovvertirli; è indicativa la scena d’apertura, in cui vediamo Sadie che si bacia in macchina con un ragazzo, quando sentono un rumore dall’esterno, lui esce a controllare e, ovviamente, il poverino finisce male, mentre lei … Si tratta certo di una situazione tipo vista un milione di volte, ma MacIntyre ci gioca con una malizia all’altezza dello Scream di Wes Craven e ne ribalta tutti i presupposti con ancora più distaccata ironia. Non c’è più il mistero, abbiamo la certezza di chi siano le artefici delle morti, ma proprio per questo è possibile esplorare nuove sfumature, tragicamente ilarizzanti, della psiche umana. Seconda e ancor più esaltante anima del film è allora quell’irriverente e smaliziata satira sociale, che non si prende mai troppo sul serio (lungi anzi dal peccare di eccessivo intellettualismo), ma che delinea un grottesco ritratto di due fastidiose adolescenti alla Yoga Hosers – Guerriere per Sbaglio di Kevin Smith, la cui mania di apparire trascende però nel criminale. Si tratta della caricatura paradossale del killer riadattato ai nostri tempi, e dotato perciò della giusta stupidità e della giusta smania per i propri tanto agognati 15 minuti di celebrità. In una lucida quanto caustica analisi, degna del dissacrante Roger Corman di Anno 2000 – La corsa della morte, emerge tutta la demenziale ipocrisia che vige in nella società americana all’insegna dell’apparire, la cui apoteosi è raggiunta dal selfie di Sadie e McKayla con espressione amichevole, ma volitiva, scattata per Instagram durante una marcia commemorativa per la morte di una loro compagna di liceo, Syl (Savannah Jayde), che loro stesse hanno decapitato. Non solo, per “prevenire altri decessi” McKayla suggerisce addirittuara un ashtag che meglio indicizzi il triste evento, a monito, sui social media; insomma un sagace e cinicissimo affresco del processo mediatico, della spettacolarizzazione della tragedia, in una riflessione altrettanto problematica affine a quella del più serioso Lo sciacallo – Nightcrawler di Dan Gilroy.

Il graffiante approccio critico all’horror come all’antropologico non implica però che siano eliminati alcuni degli ingredienti più gustosi del sottogenere. In particolare, non si lesina assolutamente sul gore che contraddistingue i titoli più riusciti della tipologia. Così abbiamo molteplici uccisioni assai truci a suon di coltellate, tagli netti della gola da una parte all’altra, decapitazioni nette della calotta cranica con inusuali strumenti e perfino una testa lasciata a “rotare” sulla scena del crimine. Insomma, per gli amanti dello spargimento di sangue non mancano certo sequenze accattivanti. A ciò si somma però anche quivi una vena farsesca: infatti le due aspiranti serial killer, Sadie e McKayla, seppur compensino la limitata stazza e la poca esperienza con un ineccepibile impegno, hanno ancora molta pratica da fare e molti dei premeditati crimini si rivelano in concreto operazioni caotiche e dilettantesche, che, se ci fosse una qualche propensione alla verisimiglianza, anticiperebbero una non troppo lontana incarcerazione per dovizia di prove. Tuttavia non è questo il centro del discorso, anzi, il rocambolesco dà ancor più colore alla caricaturale resa delle psicologie delle due protagoniste, completamente incapaci di discernere il bene dal male, come vere e proprie sociopatiche instupidite dalla contemporanea spettacolarizzazione di ogni aspetto dell’esistenza.

Divertente e in qualche modo geniale, Tragedy Girl riesce allora perfettamente a rappresentare lo psicopatico sanguinario nell’era dei social media, che ovviamente ha cambiato pelle e non è più  soggetto disagiato e reiteratamente vessato alla Meyers, o geniale professore con turpi appetiti alla Hannibal Lecter, ma la teeneger annoiata con la ferrea volontà di essere popolare … D’altra parte ogni epoca ha i serial killer che si merita!

Di seguito trovare il trailer originale:

Brianna Hildebrand
Alexandra Shipp
Jack Quaid
Craig Robinson
Timothy V. Murphy
Nicky Whelan
Kevin Durand
Josh Hutcherson
Rosalind Chao
Elise Neal
Patiffonka video ormbrello horror
Horror & Thriller

Cortometraggio | Un ombrello diventa un mostro tentacolare pronto a uccidere

di Redazione Il Cineocchio

Quando un oggetto di uso comune assume connotazione fanta-horror imprevedibili

Leggi
Ella Balinska in Run Sweetheart Run (2020)
Horror & Thriller

Run Sweetheart Run: immagini e trama per l’horror sociale con Pilou Asbæk

di Redazione Il Cineocchio

La regista Shane Feste si è ispirata a un terribile fatto capitatole veramente per il suo nuovo film, in cui c'è anche Ella Balinska

Leggi
underwater film 2020 kristen
Horror & Thriller

Underwater | La recensione del film di William Eubank con Kristen Stewart

di William Maga

Kristen Stewart e Vincent Cassel sono i protagonisti di un fanta-horror PG-13 semplice e derivativo, che pesca a piene mani da Aliens e The Abyss, regalando qualche brivido marino

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Sleepless Beauty: la privazione del sonno genera mostri nell’horror russo

di Redazione Il Cineocchio

Polina Davydova è la sventurata protagonista del film diretto da Pavel Khvaleev che guarda a Saw e Martyrs

Leggi
Horror & Thriller

American Assassin | La recensione del film di Michael Cuesta con Michael Keaton

di Teresa Scarale

Un film d’azione superfluo, utile solo all’onanismo mentale armaiolo americano. Spiace che il magnetismo indiscutibile di Michael Keaton vi sia stato sprecato.

Leggi
memorie di un assassino film Kang-ho Song
Horror & Thriller

Memorie di un Assassino: poster e data di uscita per il thriller di Bong Joon-ho del 2003

di Redazione Il Cineocchio

Dopo oltre 15 anni, il celebrato film con Kang-ho Song arriva finalmente nelle sale italiane, sull'onda del successo di Parasite

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Ouija Shark: il terribile fantasma di uno squalo killer viene evocato per errore

di Redazione Il Cineocchio

Quando si pensava che il sottogenere fosse stato ormai ampiamente esplorato, ci pensa il regista Scott Patrick a un nuovo improbabile crossover

Leggi
BEAU cortometraggio ari aster
Horror & Thriller

Dossier | Ari Aster e i 6 angoscianti cortometraggi ‘di formazione’ che hanno plasmato la sua regia

di Sabrina Crivelli

Andiamo alle origini della poetica registica del 33enne autore di Hereditary e Misdommar, un'esplorazione dei lati più oscuri dell'animo umano, dove risiede il vero orrore

Leggi
Horror & Thriller

Richard Stanley: “Giro L’Orrore di Dunwich e ci metto il Necronomicon e la Miskatonic University”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista presto di nuovo dietro alla mdp per il secondo film riconducibile all'universo cinematografico condiviso di H.P. Lovecraft

Leggi
caleb film roberto d'antona 2020
Horror & Thriller

Teaser trailer per Caleb: Roberto D’Antona beve il sangue degli innocenti

di Redazione Il Cineocchio

A qualche mese da The Last Heroes, il regista e attore pugliese è già pronto a tornare sulle scene con un horror che guarda al mito dei vampiri

Leggi
May the Devil Take You 2 film 2020
Horror & Thriller

Trailer per May the Devil Take You 2, horror di Timo Tjahjanto che guarda a La Casa

di Redazione Il Cineocchio

La giovane Chelsea Islan è ancora la sventurata protagonista nel sequel del film indonesiano del 2018

Leggi
underwater film 2020
Horror & Thriller

10 cose da sapere su Underwater di William Eubank

di Redazione Il Cineocchio

Una manciata di curiosità e aneddoti sulla lavorazione del fanta-horror con Kristen Stewart e Vincent Cassel ambientato sul pericoloso fondale oceanico

Leggi
noi jordan peele film 2019 Tethered
Horror & Thriller

Jordan Peele sui Tethered di Noi: “Vi dico chi sono e cosa gli è successo dopo la fine del film”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore è tornato sul suo horror del 2019, svelando qualcosa in più sui misteriosi doppelgänger

Leggi
Odio l'estate

Odio l'estate

30-01-2020

Alice e il sindaco

Alice e il sindaco

30-01-2020

I miserabili

I miserabili

30-01-2020

Villetta con ospiti

Villetta con ospiti

30-01-2020

Il diritto di opporsi

Il diritto di opporsi

30-01-2020

Judy

Judy

30-01-2020

Underwater

Underwater

30-01-2020

RECENSIONE

ARTASERSE

ARTASERSE

24-01-2020

In the Trap - Nella trappola

In the Trap - Nella trappola

23-01-2020

Figli

Figli

23-01-2020

Tappo - Cucciolo in un mare di guai

Tappo - Cucciolo in un mare di guai

23-01-2020

1917

1917

23-01-2020

RECENSIONE

Just Charlie - Diventa chi sei

Just Charlie - Diventa chi sei

23-01-2020

Herzog incontra Gorbaciov

Herzog incontra Gorbaciov

19-01-2020

Me contro Te: Il film - La vendetta del Signor S

Me contro Te: Il film - La vendetta del Signor S

17-01-2020

Dolittle

Dolittle

17-01-2020

Jojo Rabbit

Jojo Rabbit

16-01-2020

RECENSIONE

The Lodge

The Lodge

16-01-2020

RECENSIONE

Richard Jewell

Richard Jewell

16-01-2020