Home » Cinema » Horror & Thriller » Riflessione | Come Sonatine di Takeshi Kitano ha anticipato Pulp Fiction

7/10 su 210 voti. Titolo originale: Sonatine, uscita: 10-04-1993. Regista: Takeshi Kitano.

Riflessione | Come Sonatine di Takeshi Kitano ha anticipato Pulp Fiction

08/07/2019 recensione film di William Maga

Vediamo come, nel 1993, il film giapponese contenesse già tutti gli elementi sdoganati l'anno dopo a Hollywood - e al pubblico occidentale - dal cult di Quentin Tarantino

Takeshi Kitano in Sonatine (1993)

Ritratto dello «yakuza» da giovane. Oggi che Takeshi Kitano è considerato tra i cineasti più popolari del Giappone, nonché un vero ‘mito’ per tutti i cinefili occidentali che abbiano incrociato le sue opere, è interessante risalire alle sue origini. Forse non tutti ricordano che – esattamente 20 anni fa – fu la Lucky Red a distribuire nei cinema italiani Sonatine (la nostra recensione), con ben sette anni di ritardo rispetto alla presentazione del film al Festival di Cannes.

sonatine posterSi trattava già del quarto lungometraggio del nostro (fra i precedenti il più leggendario, per quanto visto da pochissimi, era stato Violent Cop del 1989) ed era circolato solamente in qualche rassegna e in uno storico passaggio ipernotturno sul sempre avanguardistico «Fuori orario». Si tratta di un film abbastanza straordinario: più secco e originale, anche se formalmente meno raffinato di Hana-bi – Fiori di fuoco; enormemente più violento e feroce di L’Estate di Kikujiro, tanto per citare i due lavori successivi di Takeshi Kitano usciti regolarmente nelle nostre sale (rispettivamente nel 1997 e 1999).

L’interesse di Sonatine va al di là del suo regista. Vederlo (o rivederlo) a distanza di così tanto tempo rimette in gioco molte convinzioni consolidate sul cinema degli anni ‘90. Occhio infatti alle date: Sonatine è del 1993, l’anno successivo esplode in tutto il mondo il fenomeno Pulp Fiction. È doveroso ricordare che Quentin Tarantino aveva già diretto Le iene nel 1992, ispirandosi al cinema di Hong Kong (a Ringo Lam in particolare) e al primo poliziottesco-splatter italiano, La belva col mitra di Sergio Grieco del 1977. Non si vogliono, qui, stabilire ordini d’arrivo, togliere la ‘maglia rosa’ dalle spalle del filmmaker americano e consegnarla a Takeshi Kitano.

È invece importante ricostruire un percorso culturale: all’inizio degli anni ‘90, il cinema entrava in una fase «barocca» della propria storia, in cui generi e suggestioni cinefile si mescolano, si ibridano in forme nuove, spesso mostruose, talvolta affascinanti. Il cinema di Hong Kong è su questa strada già dalla metà del decennio precedente. Ma il giapponese Takeshi Kitano è il primo che confeziona un simile frullato con una coscienza d’autore totale. Può farlo perché in Giappone è uno showman (in TV e alla radio) conosciuto e onnipotente; e perché ha alle spalle una tradizione cinematografica in cui da un lato c’è l’industria, con Godzilla e tokusatsu vari (il nostro lungo dossier a riguardo), dall’altro gli autori, magari ‘maledetti’ ma orgogliosi e riveriti come vecchi samurai. Il più monumentale di tutti è certamente Akira Kurosawa, scomparso nel 1998.

sonatine film 1993E Takeshi Kitano è a tutti gli effetti un erede di quest’ultimo. Partendo dal maestro de I Sette samurai, si arriva a Sonatine. Proprio come Kurosawa, Kitano parla di una casta: non dei samurai, bensì degli yakuza, i mafiosi giapponesi. Il Murakawa che egli stesso interpreta in Sonatine è uno yakuza disincantato che vorrebbe uscire dal giro. Ma il suo capo Kitajima (Tonbo Zushi) lo spedisce per un’ultima missione (la riappacificazione fra due cosche in guerra) nella remota isola di Okinawa, dove Murakawa capisce ben presto di essere stato incastrato.

L’inizio e la fine del film sono altrettanti bagni di sangue, ma la parte sorprendente di Sonatine è quella centrale: Murakawa e i suoi uomini – i pochi rimasti in vita – si nascondono in un capanno sul mare e, per alcuni giorni, fanno i bagnanti, manco fossero a Rimini in agosto. I loro assurdi giochi sulla spiaggia (fra i quali figura anche la roulette russa: citazione da Il Cacciatore di Michael Cimino del 1978, ma anche dal fenomenale Bullet in the Head di John Woo del 1990) sono una parentesi tenera e inquietante, perché basta guardare la faccia accidentata di Takeshi Kitano per capire che la violenza riesploderà quanto prima. Ed è esattamente la stessa logica – il riposo forzato, quindi doloroso, del guerriero – sulla quale Akira Kurosawa aveva costruito I sette samurai nel 1954.

Eiji Minakata in Sonatine (1993)Naturalmente Akira Kurosawa ne dava una lettura per metà romantica, per metà quasi marxista (il rapporto samurai / agricoltori, guerrieri decaduti / proletari…). Takeshi Kitano, invece, sceglie una chiave postmoderna: gelida, iperrealistica, ironica. La sua messinscena della violenza è cruda, con tanto di schizzi di sangue, ma talmente paradossale da risultare fumettistica: Sam Peckinpah riscritto come un manga.

Ciò che Takeshi Kitano condivide con Quentin Tarantino è allora l’abilità nel trascinare scene assurde, fra personaggi dementi, facendo esplodere la violenza da spunti assolutamente insulsi. In questo anticipa nettamente Pulp Fiction, che è del tutto costruito su questo meccanismo, peraltro già presente, meno a tappeto, in Le Iene (ma sappiamo bene come il regista di Knoxville ami giocare sui dialoghi, mentre il collega di Tokyo sia più laconico, quindi più complesso). Sono quindi loro i registi con i quali la violenza ludica e scherzosa si afferma nel cinema degli anni ’90, e Sonatine dà una diversa prospettiva storica a questa irruzione.

Da questo si può allora far derivare un’altra audace affermazione: nessuno più di loro ha influenzato – e forse ancora lo fa dopo due decenni – i giovani registi in giro per il mondo. Ci siamo diretti, almeno per un certo periodo, verso un cinema «kitarantiniano», e Sonatine è senz’altro stato un punto di partenza. Solo per questo andrebbe rivisto.

Di seguito il trailer internazionale di Sonatine:

Takeshi Kitano
Aya Kokumai
Tetsu Watanabe
Masanobu Katsumura
Susumu Terajima
Tonbo Zushi
Kenichi Yajima
Eiji Minakata
Houka Kinoshita
Yuuki Natsusaka
Kanta Yamazaki
Ren Osugi
Kanji Tsuda
Bob Gunter
Rome Kanda
Kota Mizumori
Gregory Marshall Smith
Christopher Britton
Yoshiyuki Morishita
The Mortuary Collection film Clancy Brown
Horror & Thriller

Teaser per The Mortuary Collection, antologia horror col becchino Clancy Brown

di Redazione Il Cineocchio

Ryan Spindell esordisce dietro alla mdp raccontando 4 storie del terrore introdotte da un maestro di cerimonie raccapricciante

Leggi
fractured film netflix 2019 Sam Worthington
Horror & Thriller

Trailer per Fractured: Sam Worthington al centro di una cospirazione per Netflix

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Lily Rabe e Stephen Tobolowsky nel nuovo film del regista Brad Anderson (Session 9)

Leggi
the grudge toshio film horror
Horror & Thriller

Trama e immagini per The Grudge: la saga riparte dal reboot di Nicolas Pesce

di Redazione Il Cineocchio

A 10 anni dall'ultimo film, la serie horror nata nel 2004 riparte da zero con Lin Shaye, Andrea Riseborough e Demian Bichir

Leggi
tusk film kevin smith 2014
Horror & Thriller

Tusk: Kevin Smith mette online un lunghissimo making of del film

di Redazione Il Cineocchio

"Be', fai da sobrio ciò che faresti da ubriaco. Ti insegnerà a tenere la bocca chiusa"

Leggi
Horror & Thriller

Burning – L’amore brucia | La recensione del film incendiario di Lee Chang-dong

di William Maga

Dopo 8 anni di silenzio, il regista coreano torna sulle scene con un'opera ineffabile e devastante, che riflette sul presente senza speranza dell'umanità

Leggi
Cera-una-volta-a...-Hollywood-2019-leonardo-dicaprio-brad-pitt-film
Horror & Thriller

C’era una volta … a Hollywood | Recensione del film di Quentin Tarantino con Pitt, DiCaprio e Robbie

di William Maga

Le tre star sono i protagoniste di un'ode sognante a un'epoca d'oro finita per sempre, ma anche alla potenza del cinema e agli uomini che lavorano lontano dai riflettori

Leggi
irreversible film 2002 bellucci
Horror & Thriller

Irréversible – Inversion Intégrale | La recensione del film rimontato di Gaspar Noé (Venezia 76)

di Teresa Scarale

Con la versione 'cronologica' del lungometraggio scandalo del 2002, il nichilismo palindromo del regista franco-argentino non viene scalfito, offrendo anzi un viaggio di sola andata dal Paradiso all’Inferno. Perché al mondo non c’è niente di salvifico, tanto meno l’amore.

Leggi
blue my mind film
Horror & Thriller

Blue My Mind | La recensione del coming-of-age dark di Lisa Brühlmann

di William Maga

L'attrice svizzera esordisce dietro alla mdp mescolando non banalmente e con piglio sicuro fantasy e ribellione adolescenziale

Leggi
nell'erba alta film netflix 2019 patrick wilson
Horror & Thriller

Trailer per Nell’Erba Alta: Patrick Wilson disperso in un campo di paranoia e terrore nel film Netflix

di Redazione Il Cineocchio

Vincenzo Natali adatta un altro romanzo horror di Stephen King, qui in collaborazione col figlio Joe Hill

Leggi
halloween the beginning film 2007
Horror & Thriller

Rob Zombie sui suoi Halloween: “Esperienze miserabili sul set per colpa di Harvey Weinstein”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista dei due controversi capitoli della saga horror ha rivelato di non aver lavorato in modo tranquillo per colpa del produttore e del fratello

Leggi
all'ombra della luna film netflix
Horror & Thriller

Trailer per All’Ombra della Luna: Boyd Holbrook poliziotto sull’orlo della pazzia per Jim Mickle

di Redazione Il Cineocchio

C'è anche Michael C. Hall nel thriller psicologico diretto dal regista in esclusiva per Netflix

Leggi
the i-land serie netflix 2019
Horror & Thriller

The I-Land | La recensione della serie fanta-horror Netflix con Kate Bosworth e Natalie Martinez

di William Maga

Lo show evento ideato da Neil LaBute vuole essere intelligente, ma la scrittura ridicola lo sprofonda tra i prodotti più mediocri in catalogo

Leggi
C'era una volta ... a Hollywood tarantino dicaprio pitt set
Horror & Thriller

20 cose da sapere su C’era una volta … a Hollywood di Quentin Tarantino

di Redazione Il Cineocchio

Curiosità e aneddoti sulla lavorazione del nono film del regista di Knoxville, che trasporta Brad Pitt, Leonardo DiCaprio e Margot Robbie nel 1969, alla fine dell'epoca d'ora del cinema

Leggi
Rebecca Romijn in Satanic Panic (2019)
Horror & Thriller

Satanic Panic | La recensione del film horror con Rebecca Romijn

di William Maga

La regista Chelsea Stardust torna sulle scene con un'opera che prova a fondere con fortune alterne satanismo e umorismo, poggiandosi su personaggi di contorno riusciti ed efficaci effetti pratici

Leggi
Virginie Efira in Benedetta (2020) blessed virgin
Horror & Thriller

Poster e trama per Blessed Virgin, dramma erotico in costume di Paul Verhoeven

di Redazione Il Cineocchio

Il nuovo film del controverso regista 81enne si ispira alla vita della suora lesbica Benedetta Carlini, vissuta nel XVII secolo; nel cast anche Charlotte Rampling

Leggi
Of Fathers And Sons - Die Kinder des Kalifats

Of Fathers And Sons - Die Kinder des Kalifats

24-09-2019

Diego Maradona

Diego Maradona

23-09-2019

Доброе сердце

Доброе сердце

21-09-2019

Il colpo del cane

Il colpo del cane

19-09-2019

I migliori anni della nostra vita

I migliori anni della nostra vita

19-09-2019

Selfie di famiglia

Selfie di famiglia

19-09-2019

Burning - L'amore brucia

Burning - L'amore brucia

19-09-2019

RECENSIONE

Eat Local - A cena coi vampiri

Eat Local - A cena coi vampiri

19-09-2019

RECENSIONE

C’era una volta a... Hollywood

C’era una volta a... Hollywood

18-09-2019

RECENSIONE

Chiara Ferragni - Unposted

Chiara Ferragni - Unposted

17-09-2019

May the exquisite scheme be only for her

May the exquisite scheme be only for her

15-09-2019

Tutta un'altra vita

Tutta un'altra vita

12-09-2019

La vita invisibile di Eurídice Gusmão

La vita invisibile di Eurídice Gusmão

12-09-2019

Grandi bugie tra amici

Grandi bugie tra amici

12-09-2019

E poi c'è Katherine

E poi c'è Katherine

12-09-2019

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

12-09-2019

Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre

Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre

12-09-2019