Home » Cinema » Horror & Thriller » Welcome Home | La recensione del thriller a tinte erotiche con Riccardo Scamarcio e Emily Ratajkowski

5/10 su 141 voti. Titolo originale: Welcome Home, uscita: 16-11-2018. Regista: George Ratliff.

Welcome Home | La recensione del thriller a tinte erotiche con Riccardo Scamarcio e Emily Ratajkowski

15/07/2019 recensione film di William Maga

Il regista George Ratliff torna in regia dopo 7 anni per un film - riuscito a metà - che strizza l'occhio ai classici del genere, inscenando un triangolo morboso in cui c'è anche Aaron Paul

George Ratliff Welcome Home 11

Ricordate i thriller a tinte erotiche dei primi anni ’90? Ebbene, Welcome Home – Uno sconosciuto in casa nel 2019 cerca la chiave di accesso a quella stessa cerchia, ma finisce per risultare un thriller Rated R (per “sexual content including graphic images, nudity, language and some violence”) riuscito a metà, ancorché non da cestinare a priori come l’apparenza potrebbe far pensare. Tralasciando il doppiaggio italiano ai minimi storici e lungi dall’essere un film prodotto da un qualche importante studio, quello diretto con un budget stiracchiato dal redivivo George Ratliff (Joshua) afferma con forza il suo status di prodotto ‘indipendente’, con una qualità visiva tipica dei titoli che finiscono solitamente direttamente su Netflix, in TV o nel direct-to-video.

WELCOME HOME film Poster Ratajkowski ScamarcioComunque sia, dopo i titoli di testa, in cui assistiamo alla prenotazione via web di una casa per le vacanze, facciamo la conoscenza della coppia straordinariamente poco allegra – e in crisi – composta da Bryan e Cassie, interpretati rispettivamente da Aaron Paul (Breaking Bad) e Emily Ratajkowski (We are your friends), mentre stanno attraversando la campagna umbra per raggiungere la loro destinazione. Dopo aver oltrepassato un’abitazione dall’aspetto sospetto lungo la via, Bryan e Cassie arrivano nella lussuosa magione affittata per alcuni giorni e provano subito a godersi appieno le gioie offerte dall’Italia, anche se la frustrazione sessuale di Bryan e la sua esitazione lo frenano dall’iniziare qualsiasi rapporto sessuale con la compagna. Nei semi disabitati dintorni, tuttavia, abita anche Federico (Riccardo ScamarcioJohn Wick – Capitolo 2), un intrigante uomo misterioso che fa del suo meglio per aiutare la coppia durante la permanenza in quel luogo ameno, anche se Bryan comincia presto a essere irritato dall’averlo tra i piedi così spesso.

Ricollegandoci a quanto detto in apertura, gli atti sessuali, o l’insicurezza sessuale, sono qui, almeno a volte, tratteggiati in modo inquietante, mentre in classici del sottogenere come Attrazione Fatale di Adrian Lyne e Basic Instinct di Paul Verhoeven erano carichi di tensione e pericolo, mentre in Cinquanta sfumature di nero solamente pacchiani. Il voyeurismo manifestato in Welcome Home è efficace e riesce ad aggiungere una certa patina intellettuale al film di George Ratliff, anche se perde un po’ di forza quando si cominciano a notare gli ovvi parallelismi con Sliver di Phillip Noyce. Curiosamente, fregandosene bellamente dell’andazzo degli ultimi tempi in fatto di politicamente corretto, Welcome Home appoggia pienamente il cosiddetto ‘sguardo maschile’ e, come conseguenza, Emily Ratajkowski viene ritratta più come una modella glamour che un’attrice vera e propria (esattamente come nella realtà). E, altrettanto sorprendentemente, il personaggio di Cassie è lontanissimo dall’essere ‘simpatico’ o moralista (la sceneggiatura dell’esordiente David Levinson non ci offre alcun motivo valido per farcela piacere come persona, al di là dell’aspetto estetico).

George Ratliff Welcome Home 10Dal canto suo, Bryan è fastidioso, ai limiti dell’irritante, anche se man mano che il minutaggio avanza, la situazione migliora vagamente, poiché l’uomo sta chiaramente facendo i conti con un profondo trauma psicologico dal quale non riesce proprio sfuggire ogni qualvolta desidera passare a un livello più intimo con l’avvenente Cassie. Purtroppo, c’è una clamorosa mancanza di approfondimento nel fragile ed emotivamente instabile Bryan; tutto ciò che sembra avere in mente è il sesso, sia quando fallisce (di nuovo) nel fare l’amore con la ragazza, sia quando finisce a masturbarsi su un divano.

Sebbene la nozione di storia d’amore ‘complicata’ sia lontana dal non essere mai stata esplorata, Welcome Home infila comunque più o meno forzatamente nella vicenda alcuni interessanti commenti sulla contemporaneità, come il ricorso frequente ai social media e ai messaggi di testo, oltre alla rivelazione di Cassie che: “Ci siamo conosciuti su Tinder”.

Ammesso invece che non sia fondamentale per lo scopo ultimo, la scoperta di chi sia l’uomo che sta spiando la coppietta attraverso videocamere sparse per tutta la casa quando l’unica altra persona apparsa per più di un minuto sullo schermo è il sinistramente fascinoso Riccardo Scamarcio, non può che giungere come una finta sorpresa, così come la consapevolezza che la gelosia che porta alla paranoia di Bryan è assolutamente giustificata. Certo, a volte la certezza dell’ineluttabilità di come si svolgeranno le cose può essere un plus, ma Welcome Home sfrutta questa rivelazione prematura del villain solo per rendere il disturbato e patetico Federico facilmente detestabile. Oltretutto, non ci viene fornita alcuna gradita backstory su di lui.

Il film si dipana lungo linee abbastanza prevedibili e George Ratliff fa ben poco col discreto materiale attoriale a disposizione, girando un’opera la cui enfasi sulla narrazione è fuorviante. Welcome Home è infatti molto interessato a comportamenti e situazioni già visti mille altre volte e non lo è abbastanza per aspetti non così abusati, come i microscopici dettagli dell’infelicità che aleggia tra Cassie e Bryan, per non parlare delle implicazioni morali del colpo di scena finale, tanto inaspettato quanto buttato lì per scioccare.

Gli ultimi 15 minuti di Welcome Home, infatti, si rivelano di gran lunga superiori a tutto ciò che è venuto prima. Facendo deragliare la trama in direzioni impensabili, lo script imbocca la via di un dark humor che rimanda a quello che ha reso celebri alcuni thriller diretti da Alfred Hitchcock o Brian De Palma. Una soluzione senza dubbio audace e sfacciata, quasi maligna, che – forse eccessivamente – ritaglia una nuova bizzarra cornice intorno al film che abbiamo appena visto. E proprio sotto questa luce, una volta arrivati i titoli di cosa non si può che rimanere un po’ frastornati e forse risentiti per quello che Welcome Home avrebbe potuto essere.

Di seguito trovate il full trailer italiano e quello internazionale (per meglio apprezzare le voci originali) di Welcome Home – Uno sconosciuto in casa, nei nostri cinema dall’11 luglio:

Emily Ratajkowski
Aaron Paul
Riccardo Scamarcio
Katy Louise Saunders
Alice Bellagamba
Francesco Acquaroli
Riccardo Scamarcio
Nav Ghotra
Daphne Alexander
Federico Riccardo Rossi
the velocipastor film
Horror & Thriller

The VelociPastor | La recensione del film di Brendan Steere col prete-dinosauro

di William Maga

Nato come cortometraggio nel 2011, il regista riesce a imbastire un action-horror low budget che regge alla sua assurda premessa fino alla fine, divertito e divertente

Leggi
l'esorcista friedkin film set 1973
Horror & Thriller

Dossier | L’Esorcista e le reazioni del pubblico italiano alla prima del 1974: malori, risate e incassi record

di Redazione Il Cineocchio

Andiamo a spulciare i quotidiani dell'epoca, per vedere l'impatto del film di William Friedkin sugli spettatori

Leggi
Patiffonka video ormbrello horror
Horror & Thriller

Cortometraggio | Un ombrello diventa un mostro tentacolare pronto a uccidere

di Redazione Il Cineocchio

Quando un oggetto di uso comune assume connotazione fanta-horror imprevedibili

Leggi
Ella Balinska in Run Sweetheart Run (2020)
Horror & Thriller

Run Sweetheart Run: immagini e trama per l’horror sociale con Pilou Asbæk

di Redazione Il Cineocchio

La regista Shane Feste si è ispirata a un terribile fatto capitatole veramente per il suo nuovo film, in cui c'è anche Ella Balinska

Leggi
underwater film 2020 kristen
Horror & Thriller

Underwater | La recensione del film di William Eubank con Kristen Stewart

di William Maga

Kristen Stewart e Vincent Cassel sono i protagonisti di un fanta-horror PG-13 semplice e derivativo, che pesca a piene mani da Aliens e The Abyss, regalando qualche brivido marino

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Sleepless Beauty: la privazione del sonno genera mostri nell’horror russo

di Redazione Il Cineocchio

Polina Davydova è la sventurata protagonista del film diretto da Pavel Khvaleev che guarda a Saw e Martyrs

Leggi
Horror & Thriller

American Assassin | La recensione del film di Michael Cuesta con Michael Keaton

di Teresa Scarale

Un film d’azione superfluo, utile solo all’onanismo mentale armaiolo americano. Spiace che il magnetismo indiscutibile di Michael Keaton vi sia stato sprecato.

Leggi
memorie di un assassino film Kang-ho Song
Horror & Thriller

Memorie di un Assassino: poster e data di uscita per il thriller di Bong Joon-ho del 2003

di Redazione Il Cineocchio

Dopo oltre 15 anni, il celebrato film con Kang-ho Song arriva finalmente nelle sale italiane, sull'onda del successo di Parasite

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Ouija Shark: il terribile fantasma di uno squalo killer viene evocato per errore

di Redazione Il Cineocchio

Quando si pensava che il sottogenere fosse stato ormai ampiamente esplorato, ci pensa il regista Scott Patrick a un nuovo improbabile crossover

Leggi
BEAU cortometraggio ari aster
Horror & Thriller

Dossier | Ari Aster e i 6 angoscianti cortometraggi ‘di formazione’ che hanno plasmato la sua regia

di Sabrina Crivelli

Andiamo alle origini della poetica registica del 33enne autore di Hereditary e Misdommar, un'esplorazione dei lati più oscuri dell'animo umano, dove risiede il vero orrore

Leggi
Horror & Thriller

Richard Stanley: “Giro L’Orrore di Dunwich e ci metto il Necronomicon e la Miskatonic University”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista presto di nuovo dietro alla mdp per il secondo film riconducibile all'universo cinematografico condiviso di H.P. Lovecraft

Leggi
caleb film roberto d'antona 2020
Horror & Thriller

Teaser trailer per Caleb: Roberto D’Antona beve il sangue degli innocenti

di Redazione Il Cineocchio

A qualche mese da The Last Heroes, il regista e attore pugliese è già pronto a tornare sulle scene con un horror che guarda al mito dei vampiri

Leggi
May the Devil Take You 2 film 2020
Horror & Thriller

Trailer per May the Devil Take You 2, horror di Timo Tjahjanto che guarda a La Casa

di Redazione Il Cineocchio

La giovane Chelsea Islan è ancora la sventurata protagonista nel sequel del film indonesiano del 2018

Leggi
Odio l'estate

Odio l'estate

30-01-2020

Alice e il sindaco

Alice e il sindaco

30-01-2020

I miserabili

I miserabili

30-01-2020

Villetta con ospiti

Villetta con ospiti

30-01-2020

Il diritto di opporsi

Il diritto di opporsi

30-01-2020

Judy

Judy

30-01-2020

Underwater

Underwater

30-01-2020

RECENSIONE

ARTASERSE

ARTASERSE

24-01-2020

In the Trap - Nella trappola

In the Trap - Nella trappola

23-01-2020

Figli

Figli

23-01-2020

Tappo - Cucciolo in un mare di guai

Tappo - Cucciolo in un mare di guai

23-01-2020

1917

1917

23-01-2020

RECENSIONE

Just Charlie - Diventa chi sei

Just Charlie - Diventa chi sei

23-01-2020

Herzog incontra Gorbaciov

Herzog incontra Gorbaciov

19-01-2020

Me contro Te: Il film - La vendetta del Signor S

Me contro Te: Il film - La vendetta del Signor S

17-01-2020

Dolittle

Dolittle

17-01-2020

Jojo Rabbit

Jojo Rabbit

16-01-2020

RECENSIONE

The Lodge

The Lodge

16-01-2020

RECENSIONE

Richard Jewell

Richard Jewell

16-01-2020