1 settembre 2016

Margot Kidder critica gli ultimi film di Superman ma vuole tornare nell’universo TV della DC

La prima Lois Lane del grande schermo ha parlato anche di Richard Donner e Christopher Reeve

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
1 settembre 2016
Margot Kidder lois lane

Quando Richard Donner ha portato per la prima volta sul grande schermo Superman nel 1978, nessuno aveva idea di quanto sarebbe diventato iconico il film. La pellicola incassò oltre 300 milioni di dollari nel mondo – più di 1 miliardo di dollari, dopo l’aggiustamento per l’inflazione. Dopo aver ottenuto la fama mainstream nei panni di Lois Lane, Margot Kidder ha goduto di una lunga carriera, e soltanto lo scorso anno si è concessa un anno di pausa. Recentemente, l’attrice è tornata a farsi sentire per criticare il recente ritorno dell’Uomo d’Acciaio al cinema e per dire che sarebbe interessata a fare una comparsata all’interno di uno show televisivo dell’Universo Esteso della DC.

In una recente intervista, discutendo dei recenti film della DC, quando le è stato chiesto perchè la gente torna sempre alla raffigurazione di Superman del 1978 per la sua chimica con il co-protagonista Christopher Reeve, la Kidder ha risposto: “No, tornano indietro nel tempo perché quel film era meglio scritto e diretto. Tornano a loro perché erano molto più fedeli ai fumetti”, proseguendo:

superman 1978Superman risponde alle donne salvandole, salva i figli e sconfigge i cattivi, se volete. In questo senso, è molto più semplice rispetto ai film successivi. Credo che ci fosse una decisione cinica da parte degli studi, che sono ora di proprietà di conglomerati multinazionali come tutto il resto del pianeta … Probabilmente, la mia ipotesi è che questo sia successo quando hanno deciso di andare a colpire i segmenti demografici dei Millennials [nati tra gli anni ’80 e la metà degli anni ’90] con gli ultimi film. Credo che i registi siano stati bravi, così pure gli attori, ma l’approccio di base non c’era proprio.

La Kidder ha anche parlato dei recenti ritratti di Lois Lane al cinema, dicendo “Hanno preso una delle migliori attrici americane sul mercato, Amy Adams, e non le hanno dato niente da fare! Voglio dire, quanto è stupida questa cosa?” Eppure, nonostante questo approccio molto cinico ai moderni adattamenti dei fumetti DC su pellicola, l’attrice, che è apparso in due episodi di Smallville nel 2004, è in lizza per apparire in un altro show televisivo della DC Comics. Come confermato:

Sì, certo. Dipende dallo script o da quello che vogliono che faccia. Ho 67 anni, sono una vecchia signora ora! Così mi guardo indietro con molto più divertimento di quanto ho fatto. Non ho una carriera che devo preoccuparmi di proteggere. La mia vita non ha più nulla a che fare con i film. Vivo in una piccola città del Montana e fondamentalmente mi occupo di attivismo politico. Quindi credo che sarebbe divertente volare sul set e fare un paio di giorni di lavoro.

Potenzialmente potrebbe essere una mossa molto intelligente per CW coinvolgere la Kidder in una delle tante serie del DCEI, che sicuramente i più grandi apprezzerebbero. Ora che pure Supergirl si è spostata in questa rete, potrebbe proprio essere il momento di invitare l’attrice sul set. Dal momento che Supergirl vedrà l’introduzione dell’ex Wonder Woman televisiva Lynda Carter come presidente degli Stati Uniti nella stagione 2, ci sarebbe già un precedente quindi. Tuttavia, con il 40° anniversario di Superman in arrivo nel 2018, è probabile che l’agenda dell’attrice stia per riempirsi nei prossimi due anni …

Articolo
Titolo
Margot Kidder critica gli ultimi film di Superman ma vuole tornare nell'universo TV della DC
Descrizione
La prima Lois Lane del grande schermo ha parlato anche di Richard Donner e Christopher Reeve
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento