Home » Cinema » Horror & Thriller » Burning – L’amore brucia | La recensione del film incendiario di Lee Chang-dong

7/10 su 459 voti. Titolo originale: 버닝, uscita: 17-05-2018. Budget: $7,080,000. Regista: Lee Chang-dong.

Burning – L’amore brucia | La recensione del film incendiario di Lee Chang-dong

20/09/2019 recensione film di William Maga

Dopo 8 anni di silenzio, il regista coreano torna sulle scene con un'opera ineffabile e devastante, che riflette sul presente senza speranza dell'umanità

Burning – L’amore brucia (Beoning) non può lasciare lo spettatore tranquillo all’uscita dal cinema. Se a distanza di giorni si può considerare quello diretto da Lee Chang-dong un film enorme, durante la visione si è molto lontani da questa certezza. Il primo lavoro del regista coreano in otto anni, presentato al Festival di Cannes lo scorso anno, può infatti diventare spesso e ambiguo, fino al disagio. L’opacità sembra voler prevalere sull’empatia, e questo non è un meccanismo comune all’interno del cinema del 65enne di Taegu. Allo stesso tempo, però, c’è qualcosa che brucia silenziosamente in quest’opera sfuggente. Qualcosa che ci spinge a ritornare a tutti quei momenti splendenti di puro enigma rimasti attaccati agli occhi e al corpo come invisibili braci. Passano i giorni e lo smarrimento originale diventa fascino deciso. Un fascino colmo di tristezza, perché si tratta di un film concepito dal pessimismo più assoluto per lo stato in cui si trova l’umanità.

BURNING - L'AMORE BRUCIA film posterLee Jongsu (Ah-in Yoo) incontra Shin Haemi (Jong-seo Jun) nelle frenetiche strade di Seoul. In realtà, i due ragazzi si conoscevano già, perché erano stati vicini di casa, ma lui ora non la riconosce perché lei si è operata al volto, in seguito alle derisioni subite per il suo aspetto (senza sottolinearlo troppo, Burning – L’amore brucia comincia a porre l’accento su una serie di brutture del presente, come il bullismo, il terrorismo e altro ancora). Haemi dice poi al ragazzo che presto farà un viaggio in Africa e che ha bisogno che qualcuno si occupi del suo gatto. Jongsu accetta di farle questo favore. Lui è chiaramente un adolescente introverso, che non sa bene come gestire il rapporto con la ragazza, ma si prende una cotta. Qualcosa ha cominciato a cambiare in lui da quando si frequentano, anche se è difficile leggerlo sul suo volto impenetrabile. Il ragazzo vive da solo in una casa con fattoria vicino al confine con la Corea del Nord. Sua madre l’ha abbandonato e suo padre è in prigione. Non secondario, Jongsu vuole diventare uno scrittore.

Burning – L’amore brucia presenta almeno tre livelli di analisi. Per primo abbiamo la favola stessa, sorretta dal curioso triangolo amoroso formato dalla protagonista, d Jong-su e da un altro misterioso ragazzo che entra in scena più tardi, Ben (Steven Yeun). La storia colloca lo spettatore in uno spazio e in un tempo molto specifici: un notiziario televisivo riporta infatti che il livello della disoccupazione giovanile sta crescendo in Corea del Sud e che Donald Trump sta cercando di rafforzare le sue politiche anti-immigrazione. La violenza è ovunque e tutti possono identificare chiaramente questo paesaggio. Ma la narrazione diventa via via via più rarefatta, e quello che era iniziato come un dramma con tinte sociologiche si sposta verso una sorta di thriller ineffabile affogato nello straniamento. Ci sono aree della storia distorte dalla soggettività del protagonista? Qui abbiamo un altro livello di lettura, quello metafisico. Come nel precedente Poetry, Burning – L’amore brucia pone al centro un personaggio che aspira a trovare un po’ di consolazione nell’arte, forse l’ultima risorsa per filtrare una realtà che lo schiaccia. Come detto, Jongsu sta cercando di scrivere un romanzo. La sua perplessità è quella dello stesso Lee Chang-dong, anch’egli artista, anch’egli sconfitto e angosciato da un mondo che non capisce. In varie interviste, il regista ha detto di voler raccontare la ‘rabbia’.

La rabbia e l’impotenza che le persone, specialmente i giovani, provano oggi. Basato liberamente su una storia breve dello scrittore giapponese Haruki Murakami (Granai incendiati), Burning – L’amore brucia si ispira anche a William Faulkner, aggiungendovi le proprie paure, col risultato di un film atipico popolato da immagini intriganti che van ben oltre il quadro del tipico “ritratto generazionale”. Perché Hae-mi studia la pantomima? Perché Jongsu si ferma sempre a quella finestra che lo attira come una calamita? Perché Ben sbadiglia così tanto? Cosa c’è di sbagliato in lui? Possibile che il Male si annoi? Questa intuizione potrebbe suonare pretenziosa e banale, ma Burning – L’amore brucia metta a disposizione dello spettatore diversi indizi che puntino verso un’analisi allegorica. La fine cesellatura dei personaggi, le situazioni nebulose, le epifanie circospette, tutto ci spinge a decifrare le idee latenti in numerosi simboli disseminati nel film, che non si prestano a una interpretazione univoca.

BURNING - L'AMORE BRUCIA filmEd è questo il bello, quella sensazione di trovarsi di fronte a unì’opera aperta al futuro, un film con una potenza ancora inespressa, in cui segni e giochi testuali hanno appena cominciato a dischiudersi davanti all’occhio della mdp. Se osiamo parlare del Male con la lettera maiuscola come uno dei tanti possibili temi di Burning – L’amore brucia, è perché Lee Chang-dong lo aveva già affrontato in altri lungometraggi. Nel suo impressionante film del 1999, Peppermint Candy, aveva cercato di capire il carattere iper-violento e autodistruttivo del protagonista come prodotto della storia della Corea. Tuttavia, gli atti di perversione narrati in Secret Sunshine (2007) e in Poetry (2010) sembrerebbero ascrivibili a un altro ordine, più minaccioso e bestiale. Sì, esistono soggetti che fanno del male senza sentirsi in colpa, e questi soggetti fanno parte del genere umano. Il Male non sempre trova una spiegazione. Il regista coreano espone, accompagna le vittime, ma non riesce a comprendere. Ecco perché i suoi ultimi film sono così devastanti, e da questo punto di vista Burning – L’amore brucia è il più estremo. Non c’è via d’uscita. Nemmeno una piccola luce.

Ma c’è disperazione. Questo è ciò che brucia, ciò che piange. In mezzo a una moltitudine di titoli imperturbabili rispetto alla situazione dell’umanità, questo film si innalza nella padronanza del ricordarcela e dell’abbracciarla con tutto il suo dolore. In una delle prime scene, la giovane Haemi racconta a Jongsu che i popoli Bushman, nel deserto del Kalahari, interpretano la parola “fame” in due modi. “Piccola fame” è una persona fisicamente affamata, e “molto affamata” è colui che ha fame del significato della vita. Lee Chang-dong intende quel dialogo come un manifesto artistico, una filosofia che si può anche applicare come parametro per differenziare quali sono i film minori e quali invece sono quelli davvero importanti. Il regista potrebbe anche non avere alcuna speranza, ma evidentemente non sceglie né di isolarsi dal mondo né tanto meno di tacere.

Di seguito il trailer italiano di Burning – L’amore brucia, nei nostri cinema dal 19 settembre:

Steven Yeun
Yoo Ah-in
Jun Jong-seo
Choi Seung-ho
Moon Sung-keun
Min Bok-gi
Kim Soo-kyung
Lee Soo-jeong
Ban Hye-ra
Cha Mi-Kyung
Lee Bong-ryeon
Jang Won-hyeong
Jeon Seok-chan
Lee Joong-ok
Ok Ja-Yeon
sono solo fantasmi film 2019
Horror & Thriller

Sono Solo Fantasmi | La recensione del film di – e con – Christian De Sica

di Alessandro Gamma

Carlo Buccirosso e Gianmarco Tognazzi sono i comprimari di un'opera che sotto il becero velo del fu cinepanettone nasconde un inaspettato omaggio alla figura paterna di Vittorio De Sica

Leggi
Horror & Thriller

Motherless Brooklyn – I Segreti di una città | Recensione del film noir di – e con – Edward Norton

di William Maga

La star 50enne porta al cinema l'adattamento del romanzo di Jonathan Lethem, mantenendosi estremamente ligio agli stilemi del genere noir e catalizzando su di se tutta l'attenzione

Leggi
Horror & Thriller

Dove la terra trema | Recensione del film di Wash Westmoreland con Alicia Vikander (su Netflix)

di William Maga

Il regista dirige l'adattamento del romanzo di Susanna Jones, optando per uno 'studio del personaggio' piuttosto che su un thriller ossessivo in senso classico

Leggi
countdown film horror 2019
Horror & Thriller

Countdown | Recensione del film horror di Justin Dec con la App che predice l’ora della morte

di William Maga

Il regista pesca da Final Destination e da The Ring per costruire una malandata opera derivativa PG-13 che spaventa poco e diverte meno

Leggi
VERTIGO - LA DONNA CHE VISSE DUE VOLTE di Alfred Hitchcock
Horror & Thriller

Trailer per La donna che visse due volte: nei cinema l’edizione 4K del classico di Alfred Hitchcock

di Redazione Il Cineocchio

Il film del 1958 con Kim Novak e James Stewart è pronto a stupire nuovamente gli spettatori italiani dopo il restauro per i 60 anni

Leggi
curon serie netflix
Horror & Thriller

Curon: teaser, trama e cast per la serie mistery di Netflix girata sul Lago di Resia

di Redazione Il Cineocchio

L'evocativo campanile sommerso del XIV secolo fa da scenario allo show originale scritto da Ezio Abbate (Suburra - La serie)

Leggi
Horror & Thriller

Red band trailer per A Million Little Pieces: la rehab e irta di allucinazioni per Aaron Taylor-Johnson

di Redazione Il Cineocchio

Nell'adattamento del controverso romanzo di James Frey 'In un milione di piccoli pezzi' ci sono anche Giovanni Ribisi, Juliette Lewis e Charlie Hunnam

Leggi
stefano cardoselli Hellraiser Il Tributo
Horror & Thriller

Esclusivo | Stefano Cardoselli ci parla dei disegni per Hellraiser: Il Tributo, sequel di Schiavi dell’Inferno di Clive Barker

di Alessandro Gamma

L'artista toscano ha realizzato 6 illustrazioni a colori per l'edizione da collezione a tiratura limitata della novella scritta da Mark Alan Miller

Leggi
Horror & Thriller

Dossier | Sarah Connor e Laurie Strode: la riscossa delle eroine che invecchiano ma non mollano

di Sabrina Crivelli

Superati i 60 anni, Linda Hamilton e Jamie Lee Curtis sono ritornate sulle scene per i nuovi capitoli di Terminator e di Halloween, le saghe che hanno lanciato le rispettive carriere, per dimostrare che l'età non è un limite per chi nasce final girl

Leggi
shining versione estesa + annabelle 3 home video
Horror & Thriller

Recensione home video | Shining – Versione Estesa 4K (BD) + Annabelle 3 (DVD)

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni del classico di Stanley Kubrick del 1980 più lungo di 25 minuti e dell'horror sulla bambola malefica diretto da Gary Dauberman

Leggi
l'immortale film marco d'amore 2019
Horror & Thriller

Full trailer per L’immortale – Il Film, spin-off di Gomorra sul redivivo Ciro Di Marzio

di Redazione Il Cineocchio

Questa volta Marco D'Amore ha fatto tutto da solo, scrivendo la sceneggiatura, recitando e firmando la sua prima regia

Leggi
buffy l'urlo
Horror & Thriller

Sarah Michelle Gellar su Buffy: “Vi rivelo i miei 3 episodi favoriti della serie”

di Redazione Il Cineocchio

L'interprete della 'cacciatrice' nell'amato show di Joss Whedon ha ricordato anche i momenti più complicati del lavoro sul set

Leggi
Horror & Thriller

Recensione libro + Intervista | L’occhio del testimone – Il cinema di Lucio Fulci di Michele Romagnoli

di Alessandro Gamma

Un volume che ripercorre i retroscena di oltre 30 anni di cinema italiano popolare raccontati con onestà e disillusione dal 'terrorista di generi' che li ha affrontati e plasmati in modo indelebile coi suoi film

Leggi
stomach castle freak abrakadabra dvd
Horror & Thriller

Recensione DVD | Stomach + Castle Freak + Abrakadabra

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni italiane del viscerale horror di Alex Visani, del film di Stuart Gordon del 1995 e dell'omaggio al giallo anni '70 di Luciano e Nicolás Onetti

Leggi
Depeche Mode: Spirits in the Forest

Depeche Mode: Spirits in the Forest

21-11-2019

Aspromonte - La terra degli ultimi

Aspromonte - La terra degli ultimi

21-11-2019

Countdown

Countdown

21-11-2019

RECENSIONE

Cetto c'è, senzadubbiamente

Cetto c'è, senzadubbiamente

21-11-2019

The Lodge

The Lodge

21-11-2019

RECENSIONE

Light of My Life

Light of My Life

21-11-2019

RECENSIONE

L'ufficiale e la spia

L'ufficiale e la spia

21-11-2019

RECENSIONE

Citizen Rosi

Citizen Rosi

18-11-2019

The Report

The Report

18-11-2019

Come se non ci fosse un domani

Come se non ci fosse un domani

14-11-2019

Sono solo fantasmi

Sono solo fantasmi

14-11-2019

RECENSIONE

Gamberetti per tutti

Gamberetti per tutti

14-11-2019

The Bra - Il reggipetto

The Bra - Il reggipetto

14-11-2019

Ailo - Un'avventura tra i ghiacci

Ailo - Un'avventura tra i ghiacci

14-11-2019

Pupazzi alla riscossa

Pupazzi alla riscossa

14-11-2019

Le Mans '66 - La grande sfida

Le Mans '66 - La grande sfida

14-11-2019

Zombieland - Doppio colpo

Zombieland - Doppio colpo

14-11-2019

RECENSIONE