Home » Cinema » Horror & Thriller » Deep | La recensione del film horror thailandese diretto a dieci mani (su Netflix)

5/10 su 16 voti. Titolo originale: โปรเจกต์ลับ หลับ เป็น ตาย , uscita: 16-07-2021. Regista: Thanabodee Uawithya.

Deep | La recensione del film horror thailandese diretto a dieci mani (su Netflix)

16/07/2021 recensione film di Marco Tedesco

I cinque registi costruiscono un fanta-thriller diligente, senza però riuscire a stupire in alcun modo , colpa anche di alcune scelte di sceneggiatura mal riposte

deep film thai netflix 2021

Jane (Panisara Rikulsurakan, The Promise) è una promettente studentessa di medicina, che spesso evita consapevolmente di dormire poiché, tra l’università, il dover prendersi cura di sua nonna e pure di sua sorella, non può davvero perdere tempo in cose ‘superflue’. Ma quando viene indirizzata verso un esperimento di ricerca che intende raccogliere sostanze chimiche da persone costrette in uno stato di privazione del sonno offrendo alle ‘cavie’ una grossa ricompensa in denaro per farlo, le sembra la soluzione perfetta per tutti i problemi di debiti che affliggono la sua famiglia. C’è però un problema. Se il soggetto si addormenterà per più di un minuto durante l’esperimento, l’impianto che raccoglie la sostanza chimica andrà in cortocircuito, uccidendolo.

Deep, ultimo fanta-horror thailandese a finire dritto nel vasto catalogo di Netflix (Ghost Lab è di maggio), cerca di agganciare la sua narrazione incentrata sulla privazione del sonno ai due grandi pilastri della suspense e sull’appeal che i protagonisti potrebbero esercitare sullo spettatore. Sebbene ci siano lampi di promesse in entrambi gli aspetti di questa storia lunga quasi due ore, alla fine il film diretto a dieci mani da Sita Likitvanichkul, Jetarin Ratanaserikiat, Apirak Samudkitpaisan, Thanabodee Uawithya e Adirek Wattaleela non riesce a mantenere nessuna di esse nella misura in cui sembra arrivare così vicino al loro effettivo raggiungimento. Cosa non funziona allora? Ebbene, per iniziare, concentriamoci sui personaggi.

deep film thai 2021 poster netfflixIl film è costruito principalmente attorno a Jane e ad altri tre studenti che si iscrivono allo studio sulla privazione del sonno chiamato, appunto, Deep. Il programma ha tre diversi livelli che richiedono un tempo crescente di rimanere svegli. Ma con ognuno di essi arriva una ricompensa più grande, con il terzo livello che paga ben un milione di baht (circa 26mila euro). Mentre i quattro studenti gestiscono il primo step senza grandi intoppi, il successivo si fa più movimentato. Mentre lottano per rimanere svegli, i ragazzi si rivolgono a misure sempre più drastiche per riuscirci e, di conseguenza, rimanere vivi. Ed è proprio in questa seconda fase che le personalità iniziano a sfaldarsi.

Quando viene introdotto, ciascun protagonista vanta una personalità abbastanza piacevole, pur con le proprie stranezze e debolezze. C’è il vitaiolo, la influencer che non vuole frequentare la scuola di medicina ma vi è costretta dai genitori, e il ragazzo ‘socialmente imbarazzante’ che gioca ai videogiochi tutto il giorno.

Come ci si aspetterebbe, i crescenti livelli di privazione del sonno iniziano a influenzare il gruppo in numerosi modi. Alcuni si comportano in modo strano, altri diventano più onesti su chi sono veramente e alcuni notano cose intorno a loro che non hanno mai avuto prima. Questi cambiamenti di personalità finiscono per rivelare alcuni grandi aspetti nascosti di alcuni membri del gruppo.

E se queste rivelazioni arrivano al momento giusto, vengono tuttavia accantonate fin troppo rapidamente mentre la trama procede. Anche se è apprezzabile il desiderio della sceneggiatura di Deep di creare ulteriore tensione tra i suoi personaggi, se un punto della trama non ha importanza per più di cinque minuti dopo la sua entrata in gioco, forse al proseguimento gioverebbe di più la sua assenza rispetto all’aver gettato cattiva luce su un dato individuo senza che poi se ne faccia davvero nulla di queste informazioni ‘sconvolgenti’ …

Con la caratterizzazione dei protagonisti che fallisce in gran parte a causa della mancanza di impegno nella scrittura dei punti clou della trama, lo stesso si può dire per la suspense. Sebbene Deep fornisca occasionali momenti di incertezza, il film non riesce mai a consegnare completamente l’ansietà che cerca di costruire. Ciò è in gran parte dovuto alla mancanza di cattiveria nel finale.

deep film thai 2021 netfflixLa maggior parte dei fanta-thriller raggiunge solitamente un punto nel terzo atto in cui tutto si chiarisce, e poi ne deriva il caos. Sebbene la situazione si dipani quando è in effetti opportuno, Deep non consente mai all’anarchia completa di portare in scena quel tipo di panico o di terrore che avrebbero potuto garantire un guizzo alla visione.

Invece, il film si limita ad offrire qualche altro momento inquietante, e poi cala il sipario. Sebbene queste scene funzionino pure di per sé, non sono affatto una ‘ricompensa’ appagante.

E proprio come per gli aspetti sopra discussi, anche visivamente Deep non riesce a dare quella spinta ultima necessaria a fargli fare il salto nel memorabile (o almeno nel non dimenticabile già durante la visione …). Mentre il lavoro della macchina da presa, le luci e le musiche lavorano a braccetto per stabilire il tono iniziale di quello che dovrebbe essere un thriller intrigante, non riescono mai a spingere l’energia del film oltre quei livelli iniziali di generica inquietudine.

Forse, l’aspetto più efficace di Deep è, allora, la recitazione degli attori, piuttosto naturali e credibili, col sinistro dottore inglese che sovraintende alla procedura che è assolutamente raggelante come da copione.

In definitiva, Deep offre uno spunto interessante e costruisce alcuni buoni – ma circoscritti – momenti di tensione, non riuscendo a ripagare questi buoni propositi con una conclusione sottotono e scelte di script assai discutibili.

Di seguito trovate il trailer internazionale di Deep, nel catalogo di Netflix dal 16 luglio: