Home » Cinema » Azione & Avventura » Jason Statham su Shark – Il Primo Squalo: “Non è il film che avevo in mente; troppe modifiche e niente sangue”

Titolo originale: The Meg , uscita: 09-08-2018. Budget: $150,000,000. Regista: Jon Turteltaub.

Jason Statham su Shark – Il Primo Squalo: “Non è il film che avevo in mente; troppe modifiche e niente sangue”

09/08/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Dopo il regista Jon Turteltaub, anche il protagonista ammetta tutta la propria delusione nei confronti della versione del film arrivata nei cinema

Dopo che alcuni giorni fa il regista Jon Turteltaub ha rivelato a sorpresa di aver dovuto eliminare da Shark – Il Primo Squalo (la recensione) praticamente tutte le sequenze che implicavano morti, violenza e sangue (molte girate ma con effetti speciali incompleti) a causa del PG-13 (e dei 150 milioni di dollari di budget) imposto dalla produzione (la sua intervista integrale in cui spiega la spiacevole questione nel dettaglio), ora il protagonista Jason Statham ha rincarato la dose di dispiacere nei fan, ammettendo che la versione dello shark movie girato al fianco di Li Bingbing arrivata nelle sale non è esattamente quella per cui aveva firmato all’inizio:

La sceneggiatura è completamente diversa. C’erano così tanti diversi … a volte pensi soltanto: ‘Com’è potuto succedere? Come si è passati da questa cosa a questa a quest’altra?’ Non riesci a tenere traccia dei passaggi. Suppongo che se hai il potere di mantenere lo script in un certo modo lo fai, ma invece non puoi. Hanno un film da girare. Hanno così tante persone che decidono su quale momento action rimane e quali scene restano alla fine. Come per i personaggi … Alla fine vogliono mettere qualcosa all’inizio. L’intera sequenza all’inizio del film dove eseguo un salvataggio su un sottomarino? Non era nella sceneggiatura che avevo letto. Era tutta roba nuova, buona o cattiva che sia. Giusto per farvi capire. 

Ha quindi continuato:

Sto solo dicendo che Shark – Il Primo Squalo era radicalmente diverso. L’interpretazione di Jon lo rende un divertente film di fine estate. È pieno di umorismo. È leggermente più orientato a chi ha gusti un po’ diversi dai miei … Mi piacciono le cose più rozze e per adulti. Sono molto più vecchio, ma non posso sapere cosa possa dire a un pubblico più giovane. Avrei forse girato un film che non molte persone avrebbero voluto vedere. Non sono un filmmaker. Sono una specie di attore che interpreta un ruolo. Lo faccio, ma ho imparato che non bisogna troppo affezionarsi alla propria idea di come potrebbe uscire un film.

L’attore inglese ha poi concluso:

Ma tu pensi: ‘Dov’è il fo**uto sangue? Insomma, c’è uno squalo!’

Parlando più positivamente del film, Jason Statham ha detto:

Amo il mood che Jon ha donato alla pellicola. Nessuno si aspettava che Shark – Il Primo Squalo sarebbe stato una sorta di avventura divertente o spassosa di qualche tipo. 

Di seguito il trailer italiano del film, nei nostri cinema dal 9 agosto:

Fonte: Collider

LEGGI LA RECENSIONE

Altre notizie su The Meg:

alan moore
Azione & Avventura

Alan Moore: “Cinecomic grotteschi e pericolosi; Adam West il miglior Batman”

di Redazione Il Cineocchio

Lo scrittore e sceneggiatore inglese torna a criticare l'industria hollywoodiana e il concetto di supereroi pensati per un pubblico di maggiorenni; poi dice la sua sul Joker di Todd Phillips

Leggi
Azione & Avventura

Full trailer per Suburra, stagione 3: si prospetta un finale sanguinoso per la serie Netflix

di Redazione Il Cineocchio

La guerra per il potere a Roma raggiunge il suo apice violento per Aureliano, Spadino e Amedeo Cinaglia

Leggi
Hello world - Haro Warudo 3
Azione & Avventura

Hello World | La recensione del film animato di Tomohiko Ito (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista della serie Erased dirige una teen romance standard e derivativa, che pur vanta alcuni buoni guizzi sci-fi

Leggi
Azione & Avventura

Mandibules | La recensione del film di Quentin Dupieux (Sitges 53)

di William Maga

Gregoire Ludig, David Marsais e Adèle Exarchopoulos sono gli stralunati protagonisti di una commedia on the road che vede al centro di tutto una mosca gigante

Leggi