Home » Cinema » Azione & Avventura » Non ci resta che il crimine | La recensione del film con Gassmann, Tognazzi e Giallini

6/10 su 125 voti. Titolo originale: Non ci resta che il crimine, uscita: 10-01-2019. Regista: Massimiliano Bruno.

Non ci resta che il crimine | La recensione del film con Gassmann, Tognazzi e Giallini

09/01/2019 recensione di Giovanni Mottola

Un originale film di genere - e di generi - in cui sei romani di oggi (il regista e i cinque protagonisti) ci raccontano la Capitale violenta di trent'anni fa con lo spirito satirico caro a Quintiliano

Non ci resta che il crimine alessandro gassmann

La scelta di alcuni automobilisti di mettersi in viaggio nelle ore in cui si crede che le strade siano meno battute è stata ribattezzata “partenza intelligente”. Un fenomeno analogo accade da qualche anno nelle sale cinematografiche italiane: dopo l’invasione di commedie nostrane nel periodo natalizio, all’inizio del nuovo anno ne viene presentata un’altra a campo ormai libero. Al cinema la strategia sembra funzionare meglio che sulle strade, dove sono diventati tutti così intelligenti che solo gli stupidi riescono ormai a viaggiare tranquilli. Checco Zalone nel 2016 (Quo vado), Alessandro Siani nel 2017 (Mister Felicità) e Carlo Verdone nel 2018 (Benedetta follia) hanno infatti sbancato il botteghino. Questi “film intelligenti” hanno in comune il fatto di non esserlo. O meglio: di esserlo così tanto da accettare di passare per frivoli.

Non ci resta che il crimine posterIn questo filone s’inserisce perfettamente la proposta del 2019, Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno (Beata Ignoranza). Già dal titolo può sembrare una rimasticatura del film con Massimo Troisi e Roberto Benigni. In effetti un po’ lo è, oltre a ricalcare ampiamente Ritorno al futuro per lo spunto di partenza. Ma proprio come chi assume una piccola dose di veleno scampa agli effetti letali dello stesso, il rischio di scadere nella parodia è scongiurato dalla presa a modello di film che a loro volta già lo erano, perché non si può fare la parodia della parodia. Al resto provvedono la classe e l’esperienza dei tre protagonisti alla pari, Alessandro Gassmann, Gian Marco Tognazzi e Marco Giallini, nelle rispettive parti di Sebastiano, Giuseppe e Moreno, tre cialtroni romani che si mettono in testa di “fare soldi con la pala” come guide turistiche sui luoghi della Banda della Magliana.

Incontrano il vecchio amico Gianfranco (Massimiliano Bruno stesso), che è diventato miliardario con i big data ma è rimasto pedante. Allora lo fuggono, passando dal retro di un bar e trovandosi così catapultati nel 1982. Non riescono a tornare indietro per quella porta e perciò Moreno, che guarda caso aveva in tasca 500.000 lire comprate per pochi euro su internet come souvenir, propone ai due amici: “Ragazzi, conosciamo i risultati dei mondiali: possiamo fare i soldi con le scommesse clandestine”. Sulla strada verso questo geniale obiettivo si frappongono una spogliarellista (Ilenia Pastorelli), ma soprattutto il suo amante, nientemeno che “Renatino” (Edoardo Leo), al secolo Enrico De Pedis, il capo della banda della Magliana. I nostri conoscono le vicende del passato, ma finendo con l’influenzarle non sanno nemmeno loro cosa li aspetta.

Non ci resta che il crimine edoardo leoAnche al pubblico è difficile dire di preciso cosa lo aspetta perché, per quanto Non ci resta che il crimine sia un impasto d’imitazioni, finisce col risultare del tutto originale rispetto alle commedie cui siamo abituati. Di esse contiene la leggerezza e l’ironia, oltre all’inverosimiglianza di una storia che non può essere presa sul serio. In particolare, è il personaggio della Pastorelli a mantenere saldo il film su questo versante: pur essendo la donna del boss e mantenendo una certa ambiguità nell’agire, i suoi toni non virano mai su quelli della doppiezza della Nelly incarnata da Barbara Bouchet in Milano calibro 9, che pure richiama per bellezza, mestiere e amicizie pericolose. Pronta com’è nel mostrarsi oca e nel regalare primi piani di topless e lato B, assomiglia piuttosto alle insegnanti o alle infermiere dei film scollacciati anni Settanta, e in tempi di femminismo dilagante questo le vale un plauso ancora maggiore di quel che già si sarebbe meritato non solo per il corpo, ma anche per il talento.

Non ci resta che il crimine ilenia pastorelliSul versante maschile la prova più difficile toccava a Edoardo Leo, per il fatto di dover interpretare l’unico personaggio realmente esistito. Anche in questo caso, la commedia vuole che il suo Renatino non abbia soltanto la ferocia di quello vero, che pure è riuscito a infondergli (specie nella scena con “Il Sorcio”), ma pure alcune sfumature fantasiose come l’estrema gelosia o una certa bonarietà nel trattare gli ostaggi. Ciò non toglie che il film sia anche un omaggio ai poliziotteschi violenti degli anni Settanta, grazie alla scelta di caratteristi con facce patibolari, alle sparatorie e alle scene d’azione. Da ultimo, è presente quel culto del viaggiare nel tempo che allieta i palati dediti alla fantascienza ma al tempo stesso, poichè il viaggio va a ritroso, anche i nostalgici e gli appassionati di vicende storiche. Un’operazione tentata con minor resa da Paolo Virzì, al cui film questo è curiosamente accomunato per l’ambientazione nell’estate di un campionato del mondo di calcio.

Non ci resta che il crimine è insomma un’opera non solo di genere, ma di generi, al quale si adatta più di ogni altra la definizione di “satira“, in particolare nel suo significato etimologico di varietà e di miscuglio. Il poeta latino Quintiliano affermava con fierezza “Satura quidem tota nostra est”, per rimarcare l’invenzione del genere da parte degli antichi romani. Con Non ci resta che il crimine se ne sono dimostrati degni eredi quelli moderni, il regista e i cinque protagonisti, che sono stati bravi a riempire quest’opera dello spirito della città da cui provengono senza per questo scadere nella volgarità e nel pressapochismo. Sotto questo aspetto, non bisogna sottovalutare il fatto che quasi tutti loro abbiano fatto ingresso nel mondo dello spettacolo dalla porta del teatro. A riprova di quanto studio e quanto mestiere siano necessari per riuscire a realizzare un film frivolo in maniera intelligente. Perché come dice Woody Allen, il vantaggio di essere intelligenti è che si può fingere di essere cretini, mentre il contrario è impossibile.

Di seguito il trailer ufficiale di Non ci resta che il crimine, nei cinema dal 10 gennaio:

Francis Ford Coppola e Dennis Hopper in Apocalypse Now (1979)
Azione & Avventura

Francis Ford Coppola nel 1979: “So chi potrebbe girare il sequel di Apocalypse Now”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista, all'epoca 40enne, offriva una lettura del suo capolavoro, arrivando a parlare anche dell'eventuale ipotetico seguito

Leggi
Gerard Butler in attacco al potere 3 film
Azione & Avventura

Attacco al Potere 3 | La recensione del derivativo action con Gerard Butler e Nick Nolte

di William Maga

Ric Roman Waugh sale in regia per un terzo capitolo incredibilmente sciapo e sciocco, ma non in modo divertente

Leggi
bond 25 no time to die film
Azione & Avventura

Bond 25: trama e titolo ufficiale per il nuovo film di 007

di Redazione Il Cineocchio

Nel nuovo capitolo della longeva saga diretto da Cary Joji Fukunaga ritroveremo Daniel Craig e Ralph Fiennes

Leggi
stallone rambo last blood
Azione & Avventura

Trailer per Rambo – Last Blood: Sylvester Stallone fa strage di narcos in Messico

di Redazione Il Cineocchio

A 72 anni suonati, la star torna per l'ultima volta a interpretare il celebre veterano del Vietnam, questa volta in trasferta oltre confine per abbattere un pericoloso cartello

Leggi
Masters of the Universe Revelation netflix kevin smith poster
I falchi della notte (1981) rutger hauer
Azione & Avventura

I Falchi della Notte e The Hitcher: un Rutger Hauer in versione villain memorabile

di Francesco Chello

Riscopriamo il rude poliziesco del 1981 e il thriller on the road velato di horror del 1986, in cui l'attore olandese ha dato forma a due personaggi in grado di rubare la scena ai 'buoni'

Leggi
mortal kombat
Azione & Avventura

Mortal Kombat: trovati Liu Kang, Mileena, Raiden e Jax del reboot prodotto da James Wan

di Redazione Il Cineocchio

Dopo la data di uscita e l'annuncio di Sub-Zero, si rimpolpa il cast del film R-Rated diretto da Simon McQuoid

Leggi
angel has fallen film butler
Azione & Avventura

Attacco al potere 3: nel trailer finale italiano Gerard Butler sotto accusa deve salvare il Presidente

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Morgan Freeman, Jada Pinkett Smith e Nick Nolte nel terzo film della saga action patriottica iniziata nel 2013

Leggi
venom film 2018 hardy
Azione & Avventura

Andy Serkis su Venom 2: “Ho idee molto chiare su come sarà il sequel”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista ha anche rivelato di aver atteso a lungo di poter lavorare con Tom Hardy, il quale "è molto coinvolto nella scrittura della sceneggiatura" del film

Leggi
Pinocchio Gris Grimly
Azione & Avventura

Guillermo del Toro: “Vi spiego perché il mio Pinocchio sarà diverso dai precedenti”

di Redazione Il Cineocchio

L'adattamento in stop-motion e musical del romanzo per ragazzi di Carlo Collodi sarà, secondo il regista messicano, vicino a Frankenstein per sensibilità

Leggi
Titans stagione 2
Azione & Avventura

Trailer per la stagione 2 di Titans: arrivano Deathstroke e Superboy

di Redazione Il Cineocchio

Nelle prime immagini intravvediamo anche Chelsea T. Zhang nei panni di Rose Wilson e Chella Man come Joseph Wilson, la figlia del letale mercenario

Leggi
Azione & Avventura

1917: teaser trailer italiano per il war movie di Sam Mendes con Colin Firth e Benedict Cumberbatch

di Redazione Il Cineocchio

CI sono anche Mark Strong e Richard Maddenin nella missione contro il tempo per sventare un attacco letale del nemico

Leggi
The Irishman
Azione & Avventura

Teaser per The Irishman: Robert De Niro e Al Pacino esplosivi nel film Netflix di Martin Scorsese

di Redazione Il Cineocchio

Joe Pesci affianca le due star hollywoodiane nel gangster movie diretto da Martin Scorsese, tratto del libro 'I Heard You Paint Houses' di Charles Brandt

Leggi
the boys serie amazon 2019
Azione & Avventura

The Boys: lo showrunner Eric Kripke parla dell’unica scena tagliata da Amazon

di Redazione Il Cineocchio

Nonostante sangue, parolacce e splatter abbondino nello show tratto dal fumetto di Garth Ennis e Darick Robertson, esiste una sequenza giudicata davvero troppo estrema

Leggi
baby driver 2017
Azione & Avventura

Ansel Elgort su Baby Driver 2: “Il sequel si farà”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il regista Edgar Wright, anche il giovane protagonista dell'heist movie del 2017 parla di un secondo capitolo

Leggi
Pop Black Posta

Pop Black Posta

22-08-2019

Il signor Diavolo

Il signor Diavolo

22-08-2019

RECENSIONE

La rivincita delle sfigate

La rivincita delle sfigate

22-08-2019

Charlie Says

Charlie Says

22-08-2019

RECENSIONE

Il re leone

Il re leone

21-08-2019

The Nest (Il nido)

The Nest (Il nido)

15-08-2019

RECENSIONE

Diamantino - Il calciatore più forte del mondo

Diamantino - Il calciatore più forte del mondo

15-08-2019

Crawl - Intrappolati

Crawl - Intrappolati

15-08-2019

RECENSIONE

Kin

Kin

15-08-2019

RECENSIONE