Home » Cinema » Horror & Thriller » Quelli che mi vogliono morto | La recensione del film fiammeggiante di Taylor Sheridan

7/10 su 497 voti. Titolo originale: Those Who Wish Me Dead , uscita: 05-05-2021. Regista: Taylor Sheridan.

Quelli che mi vogliono morto | La recensione del film fiammeggiante di Taylor Sheridan

03/06/2021 recensione film di Marco Tedesco

Angelina Jolie, Nicholas Hoult e Jon Bernthal sono i protagonisti di un adattamento Rated R che strapazza il romanzo di Michael Koryta, spingendo sul pedale del thriller 'vecchia scuola'

Quelli che mi vogliono morto film angelina jolie

Quelli che mi vogliono morto (Those who wish me dead) è quel tipo di thriller senza grandi fronzoli diventato piuttosto popolare negli anni ’90 – il genere di prodotto che, se fosse uscito un paio di decadi fa, avrebbe potuto contare su una star come Mel Gibson nel ruolo principale. È sostanzialmente una storia di sopravvivenza e guarigione ambientata negli aspri territori boschivi del Montana, dove un bambino orfano si ritrova suo malgrado in fuga da un paio di spietati assassini e una donna pompiere veterana che sta affrontando l’orrore di aver risposto alla ‘chiamata sbagliata’ che ha portato alla morte di diversi bambini. Le due storie si intersecano e Quelli che mi vogliono morto diventa un gioco del gatto e del topo che si snoda sullo sfondo di una nuova conflagrazione.

Al timone, il regista Taylor Sheridan sembra più il tizio che ha realizzato il recente Senza Rimorso (la recensione) che quello al lavoro su I Segreti di Wind River (la recensione) e Sicario. La superficialità old school regna. Il ritmo incalza implacabilmente, con poca ‘ciccia’ però a rallentare – e razionalizzare – le situazioni. C’è molta suspense, e persino una sorpresa o due. E Quelli che mi vogliono morto garantisce un background sufficiente per tratteggiare i suoi personaggi. Sebbene il legame tra l’adolescente Connor (Finn Little) e la pompiere paracadutista Hannah (Angelina Jolie) rappresenti il ​​nucleo emotivamente incerto del film, siamo di fronte principalmente a un thriller.

Quelli che mi vogliono morto poster film 2021Lo scenario è impressionante e, anche se è ipotizzabile che le sequenze con le fiamme vive siano state sviluppate principalmente su un computer, catturano la rabbia e l’imprevedibilità di questi inferni incandescenti. I protagonisti affrontano una doppia sfida: eludere ed evitare un incendio che è incontenibile, implacabile e in crescita; e la fuga da due killer che sono molto bravi a fare quello che fanno e sono determinati a eliminare il loro bersaglio. A parte una trama tangente che coinvolge un ufficiale di polizia (Jon Bernthal) e sua moglie incinta, Allison (Medina Senghore), questo è praticamente il racconto del Quelli che mi vogliono morto.

Il film – che è stato classificato Rated R – si apre con Connor e suo padre, Owen (Jake Weber), in fuga dai truci sicari Jack (Aidan Gillen) e Patrick (Nicholas Hoult). L’uomo possiede le prove di una corruzione e qualcuno lo vuole eliminare per questo motivo. Quando gli assassini prezzolati portano a termine il compito con successo, tocca al giovane Connor vendicare suo padre portando le prove del crimine davanti ai media. Il problema è che si ritrova bloccato nel bel mezzo del nulla con Jack e Patrick sulle sue tracce.

Fortunatamente per lui, incontra Hannah, che è a capo di una torre di vedetta alla ricerca di segni di un incendio boschivo. La donna prende il ragazzo sotto la sua ala protettrice, ma non è preparata alla cattiveria dei sicari, che sono disposti a incendiare l’intera area per raggiungere il loro obiettivo e coprire le loro tracce.

A parte i due film di Maleficent, Angelina Jolie non ha fatto molto dalla sua chiacchierata separazione da Brad Pitt, quindi è un po’ sorprendente vederla in una produzione ‘minore’ come questa. Sebbene il ruolo di Hannah le permetta di recitare almeno un pochino – deve far fronte a traumi psicologici passati e ha bisogno di guadagnarsi la fiducia di Connor – Quelli che mi vogliono morto richiede più la sua fisicità che le sue capacità di attrice. Le dà e le prende, e ne esce malconcia e ammaccata. Quando le sue mani vengono lacerate dalle ustioni di una corda, le cosparge di acqua ossigenata e prosegue. Sono in effetti passati almeno dieci anni da quando la star ora 45enne interpretava questo tipo di parte regolarmente.

Sarebbe bello dire che la donna riesca a sviluppare un legame credibile con il suo co-protagonista, il giovane Finn Little ma, sebbene lui sia un interprete capace, Quelli che mi vogliono morto si muove troppo velocemente perché la necessaria chimica possa innescarsi appieno. Alla fine, Taylor Sheridan (che ha operato una profonda revisione del romanzo originale di Michael Koryta del 2014) è meno interessato alla relazione tra il ragazzo e la sua salvatrice che agli elementi thriller e al vasto incendio nella foresta.

Quelli che mi vogliono morto film Aidan Gillen e Nicholas HoultSe, come ormai abbiamo capito, Aidan Gillen è in grado di interpretare un cattivo anche nel sonno (il ruolo di Ditocorto nella serie Il Trono di Spade è stato determinante per la sua carriera), lo stesso non si può dire di Nicholas Hoult, piuttosto fuori giri nei panni del suo complice. Il 53enne irlandese incarna infatti un perfetto sociopatico, mentre l’ex X-Men si presenta più come un aspirante villain. A Jon Bernthal viene invece affidata una parte ingrata in una sottotrama che non va da nessuna parte. Inizialmente, sembra che stia per fare qualcosa di importante, ma la sceneggiatura ne perde le tracce e il modo in cui lo usa alla fine si traduce soltanto in uno o due buchi di trama evidenti.

In definitiva, Quelli che mi vogliono morto è accettabile, ma nulla di più. L’intrigante aspetto degli incendi boschivi è sottoutilizzato (e pure quello del paracadustismo); è in pratica un espediente narrativo introdotto per fornire ad Hannah la bramata ‘redenzione’ ed elevare la posta in gioco al culmine. Fondamentalmente, il film parla di cacciatori e di prede e, se non guardate troppo attentamente, funziona anche bene in questi termini. Non siamo comunque davanti a uno Taylor Sheridan al suo meglio e, sebbene possa dare ad Angelina Jolie una certa visibilità al di fuori del lavoro di doppiaggio e dei saltuari contratti con la Disney, non farà risorgere la sua carriera come star d’azione o attrice ‘impegnata’ (e, non a caso, presto la rivedremo imparruccata e imbustata nello spandex in Eternals della Marvel …).

Di seguito trovate – sulle note di God’s gonna cut you down di Johnny Cash – il trailer doppiato in italiano di Quelli che mi vogliono morto, in esclusiva digitale dal 3 giugno (disponibile per l’acquisto ed il noleggio premium su tutte le principali piattaforme streaming):