Home » Cinema » Azione & Avventura » Quentin Tarantino su Grindhouse: “Vi spiego perché il film andò male al botteghino”

Titolo originale: Grindhouse , uscita: 06-04-2007. Budget: $67,000,000. Regista: Rob Zombie.

Quentin Tarantino su Grindhouse: “Vi spiego perché il film andò male al botteghino”

18/04/2020 news di Redazione Il Cineocchio

Il regista del segmento A prova di Morte riflette sull'esperimento rétro girato nel 2007 assieme a Robert Rodriguez e sull'imprevista accoglienza negativa da parte del pubblico

a prova di morte tarantino set 2007

Già prima di arrivare nei cinema nel lontano 2007, il progetto Grindhouse aveva solleticato la fantasia di uno stuolo di fan, in attesa spasmodica di vedere cosa avevano combinato insieme Quentin Tarantino e Robert Rodriguez nei due rispettivi segmenti – A prova di Morte (Death Proof) e Planet Terror – tra i quali erano stati tra l’altro ‘intercalati’, alla vecchia maniera, dei finti trailer di stampo exploitation diretti da colleghi del calibro di Eli Roth, Rob Zombie ed Edgar Wright.

grindhouse tarantino film poster 2007Nonostante le ottime premesse, questo curioso esperimento si rivelò un completo – e inaspettato – fallimento al box office, incassando complessivamente negli Stati Uniti circa 25 milioni di dollari a fronte di un budget di oltre 65 milioni, un risultato che spinse lo studio a ‘dividerlo’ in due parti e distribuirne i relativi segmenti sul mercato estero come fossero due film distinti, provando a salvare il salvabile (questa mossa ha portato a rastrellare in totale circa 40 milioni di dollari).

Rispondendo alle domande di alcuni fan nel 2019 (per un resoconto pubblicato solo ora), Quentin Tarantino ha recentemente riflettuto sul flop di Grindhouse, offrendo la fredda e dura verità sul concept alla base, ovvero che fin da subito non c’era una base di appassionati tanto vasta da sperare in un risultato molto diverso.

Il regista di A Prova di Morte ha ammesso:

Con Grindhouse, credo che io e Robert Rodriguez avessimo ritenuto che la gente avesse un po’ più di cognizione circa il concetto di double features e di film di exploitation. Invece no, non l’avevano. Per niente. Non avevano idea di che cazzo stessero guardando. Non aveva alcun significato per loro, quello che avevamo fatto, ok?! Fu il tipico caso di quando si è un po’ troppo sicuri [del risultato].

Indipendentemente dagli incassi, l’importanza di Grindhouse – nel bene o nel male – resta sotto gli occhi di tutti, avendo dato il là a tutta una serie di film di genere in salsa rétro, su tutti Machete e Hobo With a Shotgun, veri e propri spi-off diretti.

Ricordiamo che nel variopinto cast di A prova di morte e Planet Terror figuravano Kurt Russell, Rosario Dawson, Bruce Willis, Rose McGowan e Josh Brolin.

Di seguito una scena di Grindhouse, la cui versione ‘intera’ come originariamente pensata (ovvero A prova di Morte + Planet Terror + fake trailer) non è mai stata distribuita sul mercato italiano:

Fonte: Empire

Altre notizie su Grindhouse:

Horror & Thriller

Chi ha paura delle streghe?: cast e trama per il nuovo adattamento firmato Robert Zemeckis

di Redazione Il Cineocchio

A 30 anni dal primo film, il classico fanta-dark per ragazzi scritto da Roald Dahl è pronto a tornare sul grande schermo con una nuova veste

Leggi
blind film 2020 slasher walz
Horror & Thriller

Trailer per Blind: Pretty Boy è il nuovo maniaco mascherato che si aggira per L.A.

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Marcel Walz torna sulle scene con un film che mescola orrore e disabilità

Leggi
the pale door film horror 2020
salò bluray ita 2020
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Salò o le 120 Giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizione in versione integrale e restaurata del film maledetto del 1975

Leggi
walking dead world beyond serie 2020
Horror & Thriller

Trailer e data di uscita per World Beyond, spin-off alle origini di The Walking Dead (su Amazon Prime)

di Redazione Il Cineocchio

C'è Jordan Vogt-Roberts (Kong: Skull Island) alla regia del pilot della nuova serie horror, che getta tra i non morti anche Julia Ormond e Alexa Mansour

Leggi