Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione | What Still Remains di Josh Mendoza

5/10 su 23 voti. Titolo originale: What Still Remains, uscita: 14-08-2018. Regista: Josh Mendoza.

Recensione | What Still Remains di Josh Mendoza

18/08/2018 di Sabrina Crivelli

Lulu Antariksa e Colin O'Donoghue sono i protagonisti dell'ennesimo prodotto indie-survivalista tutto cliché e con gore ai minimi che lascia confusi anche i pochi spunti interessanti

Prodotto piuttosto prevedibile nell’ottica di un sottogenere trito, What Still Remains dell’esordiente Josh Mendoza – che lo ha anche sceneggiato – ripropone l’usuale repertorio proprio del filone post-apocalittico da disastro batteriologico, in cui uno o più personaggi centrali sopravvive alla catastrofe e si trova, per cause varie, ad abbandonare il tranquillo rifugio per errabondare in terre desolate e dense di pericoli. Il tutto ammantato da una buona dose di cliché e frasi fatte, nonché da una protagonista piuttosto fastidiosa e diaun finale con un solenne fermo immagine caricato di tale posticcia solennità da risultare solamente ridicolo.

Certo, quando esplori la fine del mondo, che sia a causa di infetti o appestati, le combinazioni possibili di situazioni tipo sono ormai state tutte esplorate. L’eroe o gli eroi di turno replicano uno schema fisso e poco fantasioso. Lasciata la loro magione, decidono per motivi vari (attacchi, solitudine, nuovi incontri, scarsità di provviste, idealistiche mete vagheggiate da qualche genitore morente …) di intraprendere un pericoloso cammino verso un’indefinita meta, che rappresenta la salvezza. Su per giù a metà strada (o stagione, in caso di una serie come la recente The Rain di Netflix) il protagonista/i protagonisti della vicenda incrociano una comunità sicura, ma prontamente la schifano perché ritenuta eticamente abbietta, essendo loro dotati di una bussola morale assai superiore alla media (e a volte hanno anche ragione). In altri casi, si trovano a scappare perché la loro nuova casa si rivela una pericolosa prigione, o perché viene messa a ferro e fuoco da un qualche invasore. A volte le precedenti opzioni sono addirittura combinate insieme. Comunque sia, alla fine ancor meno sono i reduci, sovente è uno solo, che cercano altrove maggior fortuna in un finale spesso aperto. Nei casi più pessimisti, invece, è un’ecatombe con scarse vie di fuga. In generale, semplificando, non c’è nulla in tale filmografia che i fan più fedeli di The Walking Dead, per fare un nome a caso, non abbiano già visto (al massimo bisogna sostituire i non morti con gli appestati) lungo le sue 8 interminabili stagioni. I pochi pregi possibili rimangono allora una buona dose di gore, effetti pratici e sgozzamenti, e dei dialoghi che non facciano venire il latte alle ginocchia.

Ebbene, What Still Remains, purtroppo, non possiede nessuna delle suddette virtù … L’originalità poi è un lontano miraggio. La trama, con le dovute declinazioni, è perfettamente inseribile nello schema soprastante, con due fastidiose specificazioni, una vaga aurea cattolicheggiante che però viene trattata con estrema superficialità, divenendo così solo una suggestiva caratterizzazione senza alcuna profondità e una protagonista particolarmente irritante. Anna (Lulu Antariksa) è rimasta sola al mondo dopo la morte della madre e la scomparsa del fratello, quando si imbatte in un affascinante viaggiatore, Peter (Colin O’Donoghue), che si dichiara membro di un’idillica comunità che abita sulle montagne e che la invita a unirsi a loro. Recalcitrante, la ragazza decide di abbandonare la propria casa e partire con lui, ma il percorso è disseminato d’insidie, i temibili Berserker popolano i boschi della zona e stermino coloro che incontrano e il nuovo compagno di viaggio potrebbe celare un lato oscuro.

Meglio è, partendo da un canovaccio palesemente derivativo, lasciar perdere un’analisi puntuale dei risvolti e dei colpi di scena di What Still Remains, poiché sono tanto ovvi che perfino un bambino potrebbe prevedere l’evoluzione del film (lasciamo al pubblico la gioia di scoprirne la scontatezza). Eppure, anche rimanendo piuttosto vaghi, impossibile è non notare i molti dettagli della sceneggiatura e delle psicologie dei personaggi abbozzati a caso, che lasciano anche gli spettatori meno attenti decisamente perplessi. Anzitutto Anna vive con il fucile in mano, la vediamo uccidere tranquillamente in caso di necessità (e non pare avere particolari rimorsi), ma quando Peter elimina due aggressori che volevano uccidere lui e tenere lei prigioniera, ne sembra sconvolta e interdetta. Un secondo battesimo poi sembra causa sufficiente per abbandonare un rifugio sicuro abitato da gente che, vista in fondo la situazione, non sembra poi così male. In generale, la ragazza è particolarmente spocchiosa e sgarbata, nonostante sia la nuova arrivata e benché tutti siano gentili con lei, ha costantemente l’atteggiamento della superiore e diffidente. Dalla sua, Peter, predicatore che crede ancora nella bontà dell’umanità e che pare errare rischiando la propria vita per le lande circostanti a salvare i sopravvissuti all’epidemia, ad un certo punto si tramuta completamente e le sue velleità di bravo cristiano svaniscono di colpo col calare delle tenebre (un po’ come con i lupi mannari con la luna piena …). Oscura è invece la filosofia dei Berserker, le loro decisioni e il timing delle “strategie belliche” … Sembrano solo il necessario spauracchio / antagonista che non può mancare in un survival distopico e che, caso vuole, costituisce un escamotage per procedere con il racconto e per ricordarci che il genere umano merita l’estinzione. La frase leitmotiv pare presa poi dai Baci Perugina: “Se non ci rimana la speranza, qual è il punto di [continuare a] vivere?”. E il resto dei dialoghi non è molto meglio. Il tutto è aggravato dalla scarsità di sangue e di violenza, con l’assalto più interessante lasciato completamente fuori campo, e dalla mancanza di veri infetti. Vediamo infatti solo dei mezzi-infetti, per il cui make-up servono poche elementari accortezze (il budget è ovviamente quel che è). In ultimo, l’azione in generale scarseggia a parte pochi momenti, dove è comunque non particolarmente esaltante.

In conclusione, se potrebbe accontentare un neofita in cerca di un intrattenimento non particolarmente denso di suspense e votato a una lata e contorta romance (a senso unico), What Still Remains difficilmente rappresenterà però una lieta entrata per quelli più avvezzi a questo tipo di cinematografia indiesurvivalista che continua a basarsi su presupposti e sviluppi fin troppo convenzionali.

Di seguito trovate il trailer originale:

Colin O'Donoghue
Lulu Antariksa
Dohn Norwood
Mimi Rogers
Jeff Kober
Roshon Fegan
Siena Goines
Chris Ellis
Tobias Jelinek
Michael Sun Lee
Ronnie Clark
Scotty Tovar
Eva-Marie Fredric
Peter O'Brien
Timothy Lee DePriest
Horror & Thriller

Il trailer di Starfish immerge Virginia Gardner nell’orrore cosmico della fine del mondo

di Redazione Il Cineocchio

Il regista A.T. White torna dietro alla mdp dopo 6 anni per un fanta-horror imbevuto di misteri, mostri ed elaborazione del lutto

Leggi
auguri per la tua morte killer maschera
Horror & Thriller

Christopher Landon su Auguri per la tua Morte: “Pensai a una maschera diversa per il killer”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista dello slasher del 2017 ha rivelato l'iniziale 'ballottaggio', spiegando perché poi ha optato per il bebè

Leggi
The Field Guide to Evil film
Horror & Thriller

Trailer per The Field Guide to Evil: 8 storie del folclore dark per 8 registi horror

di Redazione Il Cineocchio

Tra i nomi coinvolti ci sono Veronika Franz e Severin Fiala, Peter Strickland, Agnieszka Smoczynska e Can Evrenol

Leggi
octavia spencer ma film 2019 horror
Horror & Thriller

Nel trailer di Ma, Octavia Spencer organizza feste a base di musica, alcol e omicidi

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Juliette Lewis e Luke Evans nell'horror 'sbucato dal nulla' diretto da Tate Taylor e prodotto dalla Blumhouse

Leggi
glenn close attrazione fatale film
Horror & Thriller

Glenn Close su Attrazione Fatale: “Ho in mente il remake; approccio diverso ad Alex”

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice ha rivelato il suo progetto, che mirerebbe a raccontare in modo completamente differente il ben più problematico e sfaccettato personaggio da lei interpretato nel 1987

Leggi
Horror & Thriller

Nick Antosca sulla serie TV di Chucky: “Storia nuova, ma nel canone della saga de La Bambola Assassina”

di Redazione Il Cineocchio

Lo showrunner ha svelato qualche dettaglio sulla versione televisiva dello storico franchise horror, parlando del tono che verrà adottato e del coinvolgimento di alcuni volti noti

Leggi
allucinazione perversa 1990
Horror & Thriller

Jeff Buhler sul remake di Allucinazione Perversa: “Ho cambiato il colpo di scena”

di Redazione Il Cineocchio

Lo sceneggiatore ha parlato dell'approccio adottato da lui e dal regista David M. Rosenthalal nei confronti del classico del 1990, teso a mantenerne lo spirito originale

Leggi
zombi cina censura
Horror & Thriller

Dossier | Perché la Cina vieta i film con gli zombi (e altri mostri) al cinema

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di capire come mai nel popoloso paese asiatico non possono essere distribuiti nelle sale i titoli coi non morti o con altre creature tipiche del folclore horror occidentale

Leggi
pingu la cosa thingu
Horror & Thriller

Pingu incontra La Cosa per il corto Thingu, quando la claymation si fa horror

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono le mani di Lee Hardcastle dietro l'improbabile mash-up tra le vicende del simpatico pinguino e le atmosfere tese del film di John Carpenter

Leggi
Pet Graveyard film 2019
Horror & Thriller

Nel trailer di Pet Graveyard, la Morte miete vittime aiutata da un gatto ‘ritornato’

di Redazione Il Cineocchio

La regista Rebecca J. Matthews esordisce dietro alla mdp con un mockbuster che prova a sfruttare il clamore mediatico suscitato dal nuovo adattamento di Pet Sematary

Leggi
La Llorona - Le lacrime del male film
Horror & Thriller

Nel full trailer di La Llorona – Le lacrime del male, la ‘donna che piange’ cerca bambini da portar via

di Redazione Il Cineocchio

Il film di debutto del regista Michael Chaves - prodotto da James Wan - intende lanciare una nuova icona horror, con la quale dovrà vedersela Linda Cardellini

Leggi
the hole in the ground film 2019
Horror & Thriller

The Hole in the Ground | La recensione del film di Lee Cronin

di Sabrina Crivelli

Il regista debutta con un horror angosciante ma irrisolto, sospeso tra le atmosfere di Babadook, Goodnight Mommy e The Tommyknockers

Leggi
Gabriele Lavia in Zeder (1983) film
Horror & Thriller

Tra le pieghe del tempo | Pupi Avati nel 1984 su Zeder: “La paura di Dario Argento è standard; non guardate da soli il mio film!”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore raccontava come i suoi film mirassero a colpire in modo diverso gli spettatori rispetto al più 'classico' collega, suggerendo comunque di approcciarsi con cautela alla sua ultima fatica

Leggi
NOS4A2 zachary quinto amc serie
Horror & Thriller

Primo teaser per NOS4A2, serie horror AMC con Zachary Quinto

di Redazione Il Cineocchio

L'attore è un vampiro che si nutre della vitalità dei ragazzini nell'adattamento per la TV del best seller di Joe Hill

Leggi
film horror psicologia
Horror & Thriller

Dossier | Film horror: perché ne siamo attratti? La parola agli esperti

di Redazione Il Cineocchio

Fantasmi, mostri, serial killer, pupazzi assassini e alieni con bellicose intenzioni dovrebbero tenerci lontani dai cinema, eppure non possiamo fare a meno di sederci in sala al buio e morire di paura ogni volta. Da cosa deriva questo 'masochismo' intrinseco di una gran fetta di popolazione?

Leggi
The Front Runner - Il vizio del potere

The Front Runner - Il vizio del potere

T. originale: The Front Runner

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 5 su 42 voti
Parlami di te

Parlami di te

T. originale: Un Homme Pressé

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 7 su 41 voti
Un uomo tranquillo

Un uomo tranquillo

T. originale: Cold Pursuit

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 5 su 41 voti

RECENSIONE

Copia originale

Copia originale

T. originale: Can You Ever Forgive Me?

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 7 su 133 voti
Quello che veramente importa

Quello che veramente importa

T. originale: The Healer

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 6 su 99 voti
The Lego Movie 2: Una nuova avventura

The Lego Movie 2: Una nuova avventura

T. originale: The Lego Movie 2: The Second Part

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 6 su 103 voti
Westwood. Punk, Icona, Attivista

Westwood. Punk, Icona, Attivista

T. originale: Westwood: Punk, Icon, Activist

Data di uscita: 20-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Ex-Otago - Siamo come Genova

Ex-Otago - Siamo come Genova

T. originale: Ex-Otago. Siamo come Genova

Data di uscita: 18-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Mamma + Mamma

Mamma + Mamma

T. originale: Mamma + Mamma

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Un'avventura

Un'avventura

T. originale: Un'avventura

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 1 voti
La paranza dei bambini

La paranza dei bambini

T. originale: La paranza dei bambini

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 10 voti
Rex - Un Cucciolo a Palazzo

Rex - Un Cucciolo a Palazzo

T. originale: The Queen's Corgi

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 8 su 3 voti
Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

T. originale: Touch Me Not

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Un valzer tra gli scaffali

Un valzer tra gli scaffali

T. originale: In den Gängen

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 28 voti
La vita in un attimo

La vita in un attimo

T. originale: Life Itself

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 65 voti
Holmes & Watson

Holmes & Watson

T. originale: Holmes & Watson

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 4 su 55 voti
Alita - Angelo della battaglia

Alita - Angelo della battaglia

T. originale: Alita: Battle Angel

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 427 voti

RECENSIONE

Crucifixion

Crucifixion

T. originale: The Crucifixion

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 5 su 154 voti

RECENSIONE