8 novembre 2015

Bob Odenkirk pronto a fare ‘la cosa giusta’ nel teaser della seconda stagione di Better Call Saul

Il nuovo drama di Vince Gilligan promette di avvicinarsi alle vette raggiunte da Breaking Bad

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
8 novembre 2015
better-call-saul-season-2

Nel secondo atto in veste di co-creatore e produttore di Better Call Saul, Vince Gilligan si ripresenta al pubblico mostrando tutta la sua abilità di ‘confezionatore’ di profondi drammi morali. Breaking Bad resterà sempre una grande serie, ma ormai è terminata, e quelli che sperano di trovare in questa nuovo show qualcosa di simile stanno sbagliando approccio.

A livello di narrazione puramente visiva, ci sono già stati oltretutto episodi della prima stagione di Better Call Saul che si sono avvicinati molto – o addirittura hanno superato – agli strazianti episodi finali di Breaking Bad, e non c’è quindi ragione di credere che nella stagione 2 non ci sarà un utilizzo ancora più inventivo del simbolismo. Dai 30” mostrati nel teaser che vedrete qui sotto non si capisce molto, al di là di alcuni inquietanti richiami a certi twist della prima stagione e in particolare ad alcuni sconvolgenti dialoghi del season finale “Marco”. Detto questo, si percepisce il forte risentimento che è cresciuto in Saul Goodman (ovvero Bob Odenkirk, nel ruolo per il quale è nato) in seguito alla rottura con amici e familiari, in particolare il fratello (Michael McKean).

Sembra ormai però sempre più chiaro il perché Jimmy si sia trasformato in Saul, essenzialmente tirando fuori il meglio di quello che suo fratello e i suoi colleghi più temevano, e che alla fine lo porterà a incrociare la strada con Walter White.

In ogni caso, guardate voi stessi:

 

Articoli correlati

Inserisci un commento