Home » Cinema » Azione & Avventura » Cheech Marin: “Dissi no al ruolo principale nel film Super Mario Bros.”

Titolo originale: Super Mario Bros. , uscita: 28-05-1993. Budget: $48,000,000. Regista: Rocky Morton.

Cheech Marin: “Dissi no al ruolo principale nel film Super Mario Bros.”

11/04/2018 news di Redazione Il Cineocchio

L'attore comico ha rivelato il retroscena - sconosciuto persino al suo partner storico Tommy Chong - soltanto ora, a 25 anni dall'uscita nei cinema dell'adattamento con Bob Hoskins

Cheech Marin ha ammesso candidamente di aver rifiutato l’offerta da parte della Nintendo di incarnare Super Mario al cinema. La società giapponese è stata in grado di diventare la forza dominante nel mercato dei videogiochi casalinghi negli anni ’80 con l’uscita del classico platform ‘Super Mario Bros.’ (1985), che ha aiutato a far vendere milioni di console Nintendo Entertainment System (NES), soprattutto in Nord America.

Il gioco introduceva l’eroe baffuto del titolo e suo fratello Luigi, due idraulici di origine italiana a pixel diventati in breve tempo delle icone della cultura pop, apparendo in successivi giochi a ogni nuova console portata nei negozi dalla Nintendo, inclusa la recente Switch. Il titolo ha anche generato una serie di materiale ‘parellelo’, tra cui fumetti, serie TV animate e persino un film, uscito nei cinema nel 1993 e interpretato da Bob Hoskins e John Leguizamo nei panni di Mario e Luigi, mentre Dennis Hopper vestiva gli assurdi panni del Re Koopa – un personaggio ispirato alla creatura dalle sembianze di tartaruga della serie di videogiochi.

La leggenda della commedia Cheech Marin – cui, insieme al suo storico partner Tommy Chong, va il merito di aver inventato il sottogenere dello “stoner film” (recuperate il nostro lungo speciale) – ha ora però rivelato a sorpresa di essere stato avvicinato da Nintendo negli anni ’80 per interpretare il protagonista in Super Mario Bros. e … aver gentilmente declinato l’offerta, un contratto che gli avrebbe fatto guadagnare anche introiti derivanti dalle entrate relative ai prodotti correlati al marchio. Il che significa che il suo rifiuto gli è costato milioni di dollari ….

In una recente intervista, l’attore, 71 anni, ha dichiarato:

Ho rifiutato alcuni film di videogiochi quando i primi adattamenti stavano iniziando [a uscire nei cinema]. Volevano che io fossi questo personaggio e ho scoperto che il personaggio che mi stavano chiedendo di interpretare era Mario dei Mario Bros. 

La rivelazione è arrivata come una novità persino per il suo amico Tommy Chong, 79 anni, che, nell’intervista congiunta, ha esclamato:

Cosa? Stai scherzando? Porca Puttana! Avresti potuto essere Mario??

Rispondendogli, Cheech ha poi ribadito l’offerta, dicendo:

Era perché aveva questi baffi qui, lo sai? Era vero, mi avrebbero dato una fetta dei diritti d’autore e tutto il resto.

Ancora sconvolto dalla rivelazione, Chong sbalordito ha esclamato:

Oh mio Dio! Non lo sapevo!

La coppia è stata intervistata per il 40° anniversario del loro film cult “Up in Smoke”, diretto da Lou Adler nel 1978. In ogni caso, come sappiamo bene, Super Mario Bros. finì per scontentare un po’ tutti per le differenze evidenti con il videogame alla base, raccogliendo soltanto 20 milioni di dollari sul mercato americano a fronte dei quasi 50 di budget, elemento che mise una pietra sopra alle velleità di una saga cinematografica.

Di seguito il trailer italianodi Super Mario Bros.:

Fonte: Forbes

LEGGI LA RECENSIONE

Altre notizie su Super Mario Bros.:

alan moore
Azione & Avventura

Alan Moore: “Cinecomic grotteschi e pericolosi; Adam West il miglior Batman”

di Redazione Il Cineocchio

Lo scrittore e sceneggiatore inglese torna a criticare l'industria hollywoodiana e il concetto di supereroi pensati per un pubblico di maggiorenni; poi dice la sua sul Joker di Todd Phillips

Leggi
Azione & Avventura

Full trailer per Suburra, stagione 3: si prospetta un finale sanguinoso per la serie Netflix

di Redazione Il Cineocchio

La guerra per il potere a Roma raggiunge il suo apice violento per Aureliano, Spadino e Amedeo Cinaglia

Leggi
Hello world - Haro Warudo 3
Azione & Avventura

Hello World | La recensione del film animato di Tomohiko Ito (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista della serie Erased dirige una teen romance standard e derivativa, che pur vanta alcuni buoni guizzi sci-fi

Leggi
Azione & Avventura

Mandibules | La recensione del film di Quentin Dupieux (Sitges 53)

di William Maga

Gregoire Ludig, David Marsais e Adèle Exarchopoulos sono gli stralunati protagonisti di una commedia on the road che vede al centro di tutto una mosca gigante

Leggi