Home » Cinema » Horror & Thriller » David Gordon Green su Halloween: “La scena della culla e Michael Myers è nata così”

Titolo originale: Halloween , uscita: 18-10-2018. Budget: $10,000,000. Regista: David Gordon Green.

David Gordon Green su Halloween: “La scena della culla e Michael Myers è nata così”

28/10/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Il regista del sequel ha spiegato l'inusuale situazione in cui si è ritrovato il boogeyman mascherato, raccontando come sono andate le cose sul set

Allerta SPOILER. Una delle sequenze più agghiaccianti del nuovo Halloween diretto da David Gordon Green (la nostra recensione) arriva quando Michael Myers, finalmente tornato a Haddonfield, inizia a vagare per le strade di un tranquillo quartiere, uccidendo, ma soprattutto risparmiando, le sue vittime a caso. Tra quelli che vengono risparmiati c’è anche un bimbo, che l’Ombra decide per ragioni ‘ignote’ di non toccare.

In una recente intervista, è stato lo stesso regista a parlare di questa scena, che ha fatto storcere il naso a più di un fan della saga horror in rete:

E ora stiamo guardando un personaggio che io proclamo essere l’essenza del Male e che non ha alcuna motivazione, nessuna emozione, nessun vero stimolo, se non quella di essere un predatore. Eppure gli abbiamo dato questo momento in cui fa la cosa giusta. Quindi non sono esattamente sicuro di come dovermi comportare a riguardo e giustificarlo, anche se ritengo sia affascinante pensare questa cosa di qualcuno che non è altro che un killer a sangue freddo, senza volto e senza motivazioni. Ha preso una decisione che siamo felici abbia preso.

Un spiegazione affascinante. Parte di ciò che ha reso Michael Myers un boogeyman avvincente nel primo film diretto da John Carpenter nel 1978 era la sua totale mancanza di una personalità e di una precisa motivazione per quello che faceva. La decisione di rendere Laurie Strode e Michael fratelli ha poi tolto decisamente questo mistero (lo stesso Carpenter ha recentemente rimpianto questa sua scelta), dandogli una ragione logica per dare la caccia al personaggio di Jamie Lee Curtis. La Blumhouse ha però come sappiamo deciso di fare tabula rasa di tutti i sequel di Halloween (compresi i 2 ‘apocrifi’ di Rob Zombie), permettendo ancora una volta all’Ombra di diventare il braccio armato di coltello del puro caos immotivato, ma non del tutto cieco. Vedere Michael Myers risparmiare una vittima tuttavia, sebbene così innocente e poco minacciosa, è stata senza dubbio una strana esperienza per i fan più accaniti della serie slasher, abituati a vederlo sventrare chiunque gli capitasse a caso (ma è già successo che non si accanisse su bambini in passato).

Oltre a mostrare un nuovo lato ‘umano’ di Michael Myers, David Gordon Green ha anche rivelato che il momento con il bebè è in realtà stato inizialmente il frutto di una mera questione di tempi tecnici:

Stavamo cercando un’interessante pausa di 15 secondi all’interno di una sequenza lunga. Solo 15 secondi, nessuna tensione, nessuna nuova informazione. L’obiettivo era: ‘Come possiamo inserire qualcosa che valga 15 secondi?’ Così lo scenografo e il direttore della fotografia hanno avuto l’idea di mettere una culla nel soggiorno e poi un bimbo. Si è trattato di una soluzione semplicemente eccitante e che risolveva il problema; ha riempito il vuoto.

A volte il cinema è solo una questione di logistica e di cose da fare al volo. David Gordon Green e i produttori sono stati a quanto pare aperti a suggerimenti esterni nel corso delle riprese di Halloween, così quella discussa sequenza è venuta alla luce. E queste scelte sembrano aver dato i loro frutti, visto che il film sta facendo un sacco di soldi al botteghino e un probabile sequel è già praticamente deciso.

Di seguito il secondo trailer italiano e quello internazionale (per meglio apprezzare le voci originali) di Halloween, nei cinema italiani dal 25 ottobre:

Fonte: CB

LEGGI LA RECENSIONE

Altre notizie su Halloween:

The toll main
Horror & Thriller

The Toll | La recensione del film horror di Michael Nader (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Jordan Hayes e Max Topplin sono i protagonisti di un'opera che gioca con gli stereotipi del genere, divertendosi a spiazzare con le aspettative del pubblico

Leggi
Post Mortem-3
Horror & Thriller

Post Mortem | La recensione del film horror di Péter Bergendy (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Un'ambientazione ungherese primo novecentesca molto suggestiva viene sprecata da una regia che opta per effetti speciali bizzarri e da una sceneggiatura troppo vaga

Leggi
lockdown all'italiana film ezio greggio 2020
Azione & Avventura

Lockdown all’italiana | La recensione del film (poco comico) di Enrico Vanzina

di Giovanni Mottola

Il regista, qui all'esordio dietro alla mdp, rivendica giustamente il diritto alla commedia, ma non ne assolve al dovere, realizzando un'opera che non fa ridere mai

Leggi
the haunting of bly manor serie 2020 fantasma
Horror & Thriller

The Haunting of Bly Manor: un video svela tutti i fantasmi nascosti negli episodi

di Redazione Il Cineocchio

Anche per la seconda stagione dello show di Netflix, Mike Flanagan ha celato in bella vista molti spettri

Leggi
the banishing film 2020 horror
Horror & Thriller

The Banishing | La recensione del film horror di Christopher Smith (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista inglese si cimenta con la ghost story con diligenza, ma seguendo un po' troppo strade già battute

Leggi