Home » Cinema » Horror & Thriller » Finché morte non ci separi | La recensione del film con Samara Weaving sposa insanguinata (Sitges 52)

7/10 su 236 voti. Titolo originale: Ready or Not, uscita: 21-08-2019. Regista: Tyler Gillett.

Finché morte non ci separi | La recensione del film con Samara Weaving sposa insanguinata (Sitges 52)

07/10/2019 recensione film di Sabrina Crivelli

Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett dirigono un'irriverente e bizzarra partita a nascondino all'insegna del gore e del dark humor

finché morti non ci separi samara film

Sposarsi significa entrare a far parte della famiglia del proprio consorte, un processo a volte complesso e fastidioso, ma necessario. Questo, almeno, è ciò che afferma davanti a uno specchio Grace (Samara Weaving), mentre vestita da sposa fuma nervosa una sigaretta, in attesa di andare all’altare e affrontare gli sguardi indagatori dei potenti e ricchi appartenenti alla casata dei Le Domas. Alex (Mark O’Brien), il suo futuro marito, è difatti il loro giovane rampollo e, benché da anni ne mantenga ormai le distanze, ha deciso per non deludere nessuno di portare la sua promessa nella sfarzosa magione dei suoi avi per il grande giorno. Così si apre Finché morte non ci separi (Ready or not), horror intriso di una buona dose di dark humor, gore e cinismo diretto a quattro mani da Matt Bettinelli Olpin e Tyler Gillet (già insieme alla direzione di La stirpe del male nel 2014).

In che modo può un matrimonio tramutarsi in un’orgia di sangue? È presto detto. Come spiegato alla novella sposa, i Le Domas – allo stesso modo di molti plurimilionari – sono eccentrici e hanno costumi singolari. Tra questi una tradizioni, in particolare, li contraddistingue da generazioni: dopo il rito nuziale, tutti i membri dell’altolocata dinastia si rinchiudono in una stanza in cui nessun esterno ha accesso, e prendono insieme al nuovo arrivato parte a un gioco in onore di Mr. Le Beil, antico benefattore con cui il trisavolo aveva stretto secoli prima un oscuro patto, determinandone la fortuna proprio nel settore ludico.

film Poster Finché morte non ci separiÈ infatti loro credenza che, in caso si sottraggano al rito, una terribile sventura cada su di loro e sulla loro discendenza e – si sa – i ricchi sono strani e hanno bizzarre credenze. Il gioco in questione è deciso in maniera altrettanto singolare (e un tantino sinistro): colui che ha appena fatto il proprio ingresso nella famiglia inserisce una carta bianca in una strana scatola di legno, aspettando che ne fuoriesca misteriosamente inchiostrata col nome dell’attività di gruppo a cui tutti dovranno partecipare.

Per sfortuna di Grace si tratta dell’apparentemente innocuo nascondino (il titolo fa riferimento alla frase “Pronti o no, vengo a cercarvi!”), e sarà proprio lei l’unica a dover essere trovata. A questo punto vi domanderete cosa ci sia di così insidioso in un intrattenimento tipico dell’infanzia. Al massimo, come la ragazza stessa sembra pensare, è un po’ ridicolo cimentarvisi per degli adulti, ma lungi da lei contraddire i parenti acquisiti! Peccato solo che coloro che si accingono a cercarla in ogni dove della casa siano armati fino ai denti con pezzi presi da un arsenale vintage e siano intenzionati a far di lei un sacrificio umano (sì, il satanismo è un altro vezzo dei Le Domas …)!

Da qui parte un serrato inseguimento che alterna momenti di estrema violenza, battute al vetriolo e una caccia alla sposa senza requie che riempie pressoché l’intero minutaggio di Finché morte non ci separi. La suspense è mantenuta costante, senza mai un momento di noia o di stanca, anzi. Eppure, non è il solo ingrediente a tenere alta l’attenzione del pubblico; non ci troviamo di fronte a un semplice survival. Se del sottogenere, indubbiamente, riprende molti degli elementi prototipici, impossibile è trascurare l’ingrediente fondamentale: il notevole – e un bel po’ macabro – umorismo nero che lo ammanta.

Siamo davanti a una black comedy capace di suscitare il riso almeno quanto tenerci incollati alla poltroncina del cinema. Il tono generale si percepisce subito dal cinico soliloquio della bionda sposina, che premette ampiamente le future peripezie che l’attendono! Si aggiunge poi una fantasiosa galleria di soggetti, uno più folle e dissociato dell’altro. Dallo strampalato e spregiudicato patriarca Tony Le Domas, incarnato da uno spumeggiante Henry Czerny (“Revenge”, Mission: Impossible), alla nevrotica e amorevole matriarca Becky (Andie MacDowell), alla sovraeccitata e decisamente impasticcata (e non solo) Emilie (Melanie Scrofano), fino all’indisponente e inquietante zia Helen (Nicky Guadagni), i due registi ci mettono davanti a una vasta gamma di tipi estremi ed esilaranti, bizzarramente tutti interpretati con grande spirito (l’unico a divertire meno è Adam Brody, ma forse la colpa è del ruolo che è chiamato a ricoprire). E la non tanto fragile e sventurata consorte, incarnata dalla bionda Samara Weaving (abbonata da qualche anno a parti assolutamente fuori di testa e sanguinarie, si vedano La Babysitter, Guns Akimbo e Mayhem), non è da meno, riuscendo a dare spessore a un personaggio che facilmente avrebbe potuto essere monodimensionale.

Finché morte non ci separi film - 1Al cast di Finché morte non ci separi, che dimostra quasi in toto un considerevole brio nelle relative performance, viene offerto d’altronde parecchio ottimo materiale su cui lavorare. La sceneggiatura – scritta a quattro mani da Guy Basick e Ryan Murphy (quest’ultimo è solo un omonimo dell’autore di American Horror Story)- non è parca di trovate geniali e ilarizzanti, che vengono poi messe in scena con notevole ritmo e abilità dai due registi e interpretate con grande slancio e ironia nera dagli attori. Un umorismo cinico e agli antipodi del politically correct (per fortuna ogni tanto ci liberiamo dal giogo di questa forma di censura …) domina pressoché ogni sequenza, stemperando sovente i massimi picchi di ferocia assassina.

Dalla scelta di armi medioevali e ottocentesche (tra antiche pistole, balestre e asce varie), con ovvie e caustiche considerazioni pratiche, a un paio di bambini pestiferi e votati all’omicidio fino al satanismo domestico, passando per l’eliminazione dei domestici per comica e letale goffaggine, il truce e l’ilare si alternano in un mix pirotecnico. In tutto ciò, lo splatter arriva a secchiate, sino a letterali esplosioni di sangue! Allo stesso tempo, il susseguirsi repentino di momenti sempre più assurdi e cruenti immerge lo spettatore in un flusso le cui derive non sono per nulla prevedibili (solo alcuni passaggi del finale appaiono fin troppo stravaganti). E soprattutto, nessuno (nemmeno i più piccoli), è innocente, o esente da una qualche percentuale di sete omicida, meschinità e pazzia.

Insomma, se cercate un onesto slasher che possa intrattenervi per un paio d’ore anche senza dire nulla di esageratamente nuovo nel genere, Matt Bettinelli Olpin e Tyler Gillet hanno il prodotto giusto per voi. Astenersi chiunque cerchi jumpscare radiocomandati o spaventi psicologici ‘colti’.

Di seguito il trailer italiano e più sotto il red band trailer internazionale di Finché morte non ci separi, che sarà nei nostri cinema dal 24 ottobre:

Samara Weaving
Andie MacDowell
Mark O'Brien
Adam Brody
Henry Czerny
Nicky Guadagni
Melanie Scrofano
Kristian Bruun
Elyse Levesque
John Ralston
Liam MacDonald
Daniela Barbosa
Celine Tsai
Hanneke Talbot
Ethan Tavares
Chase Churchill
Etienne Kellici
Nat Faxon
Horror & Thriller

Pelican Blood | La recensione del film di Katrin Gebbe (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

La regista tedesca per il suo secondo lungometraggio sceglie di mescolare confusamente dramma famigliare e horror soprannaturale, per un risultato insoddisfacente

Leggi
Adoration 2019 Fabrice Du Welz
Horror & Thriller

Adoration | La recensione del film di Fabrice du Welz (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

Nel capitolo conclusivo della sua ambiziosa 'Trilogia delle Ardenne', il regista belga privilegia un'oscura e rarefatta introspezione al body horror più immediato del precedente 'Alleluia'

Leggi
Dario Argento e George A. Romero set
Horror & Thriller

Video | Dario Argento ricorda George A. Romero: “Un grande amico; esperienza unica lavorare con lui”

di Redazione Il Cineocchio

A due anni dalla sua scomparsa, il regista romano ha rivolto un sentito pensiero al collega, frequentato per quasi quarant'anni dentro e fuori dai set

Leggi
i see you film helen hunt
Horror & Thriller

Trailer per I See You: Helen Hunt perde il contatto con la realtà

di Redazione Il Cineocchio

Nel thriller psicologico R-Rated diretto da Adam Randall c'è anche Jon Tenney

Leggi
Nikolaj Coster-Waldau in Suicide Tourist - Selvmordsturisten (2019) main.jpg
Horror & Thriller

Suicide Tourist | La recensione del film di Jonas Alexander Arnby con Nikolaj Coster-Waldau (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

Il regista danese torna dietro alla mdp per affrontare il delicato tema del suicidio assistito immergendo il protagonista in un impianto irrisolto, a metà tra l'autoriale e il mistery

Leggi
Dimensione terrore film 1986 tom atkins
Horror & Thriller

Tom Atkins su Dimensione Terrore: “Parlo del sequel con Fred Dekker, abbiamo la trama”

di Redazione Il Cineocchio

Il protagonista del film horror del 1986, a 83 anni compiuti, è più che mai intenzionato a interpretare di nuovo il detective Ray Cameron

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Extracurricular: il doposcuola lo si passa ad uccidere degli sconosciuti

di Redazione Il Cineocchio

Dopo oltre 6 anni, il regista Ray Xue torna sulle scene con un film horror incentrato su un gruppo di adolescenti sadici

Leggi
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | X-Men: Dark Phoenix di Simon Kinberg

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizione italiana del dodicesimo film dedicato alla saga mutante, incentrato sul personaggio di Sophie Turner

Leggi
javier botet set IT 2017 film
Horror & Thriller

Intervista esclusiva | Javier Botet su IT – Capitolo 2: “Vi svelo il mio terzo e quarto ruolo, tagliati dal film”

di Alessandro Gamma

L'attore spagnolo, interprete di due mostri che effettivamente compaiono nel secondo segmento dell'horror di Andy Muschietti, ha anche parlato del suo ennesimo tentativo in carriera di uccidere Jessica Chastain

Leggi
The Lighthouse robert eggers film
Horror & Thriller

The Lighthouse | Recensione del film in bianco e nero da incubo di Robert Eggers

di Sabrina Crivelli

Il regista di The Witch conferma le sue doti autoriali - e anticommerciali - con oscuro e visionario dramma da camera in 35 mm, che porta Robert Pattinson e Willem Dafoe sull'orlo dell'abisso

Leggi
Michael Beck, Tom McKitterick e Brian Tyler i guerrieri della notte film 1979
Horror & Thriller

Recensione Story | I Guerrieri della Notte di Walter Hill

di William Maga

Nel 1979 arrivava nei cinema l'adattamento dell'omonimo romanzo di Sol Yurick, una violenta anabasi in salsa newyorkese diretta con aggressiva maestria

Leggi
sam raimi set film
Horror & Thriller

Sam Raimi: “Dirigo un nuovo film, a metà tra Misery non deve morire e Cast Away”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo sei anni di assenza, il regista di La Casa torna dietro alla mdp su una sceneggiatura degli autori di Freddy vs. Jason

Leggi
scary stories to tell in the dark film 2019
Horror & Thriller

Scary Stories to Tell in the Dark | La recensione del film horror di André Øvredal (produce G. del Toro)

di Sabrina Crivelli

Il regista norvegese porta sul grande schermo i racconti del terrore di Alvin Schwartz, preservandone - forse eccessivamente - la destinazione 'teen'

Leggi
little monsters film 2019 Lupita Nyong'o
Horror & Thriller

Little Monsters | Recensione del film di zombi di Abe Forsythe con Lupita Nyong’o

di William Maga

L'attrice premio Oscar è la deliziosa protagonista, tutta cuore e colpi di pala, di una horror comedy dissacrante e scorretta, che mescola mirabilmente splatter e buoni sentimenti

Leggi
wounds film 2019 babak
Horror & Thriller

Wounds | Recensione del film horror di Babak Anvari con Armie Hammer (su Netflix)

di William Maga

A tre anni da Under The Shadow, il regista iraniano è tornato dietro alla mdp per un'opera irrisolta, che ad interessanti slanci ripugnanti affianca una ostile recitazione catatonica di Dakota Johnson

Leggi
ARTASERSE

ARTASERSE

25-10-2019

Tutto il mio folle amore

Tutto il mio folle amore

24-10-2019

One Piece: Stampede - Il film

One Piece: Stampede - Il film

24-10-2019

Finché morte non ci separi

Finché morte non ci separi

24-10-2019

RECENSIONE

Downton Abbey

Downton Abbey

24-10-2019

Scary Stories to Tell in the Dark

Scary Stories to Tell in the Dark

24-10-2019

RECENSIONE

L'uomo senza gravità

L'uomo senza gravità

21-10-2019

Ermitage - Il Potere dell’arte

Ermitage - Il Potere dell’arte

21-10-2019

Metallica & San Francisco Symphony: S&M2

Metallica & San Francisco Symphony: S&M2

18-10-2019

Se mi vuoi bene

Se mi vuoi bene

17-10-2019

Il mio profilo migliore

Il mio profilo migliore

17-10-2019

Yuli - Danza e libertà

Yuli - Danza e libertà

17-10-2019

Grazie a dio

Grazie a dio

17-10-2019

The Kill Team

The Kill Team

17-10-2019

A proposito di Rose

A proposito di Rose

17-10-2019

Il cardellino

Il cardellino

17-10-2019

The Informer - Tre secondi per sopravvivere

The Informer - Tre secondi per sopravvivere

17-10-2019

Jesus Rolls - Quintana è tornato!

Jesus Rolls - Quintana è tornato!

17-10-2019

Maleficent: Signora del male

Maleficent: Signora del male

17-10-2019

RECENSIONE

Weathering With You - La ragazza del tempo

Weathering With You - La ragazza del tempo

14-10-2019

RECENSIONE