Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » [recensione] La Forma dell’Acqua – The Shape of Water di Guillermo del Toro

7/10 su 7245 voti. Titolo originale: The Shape of Water, uscita: 01-12-2017. Budget: $19,500,000. Regista: Guillermo del Toro.

[recensione] La Forma dell’Acqua – The Shape of Water di Guillermo del Toro

03/09/2017 recensione di Alessandro Gamma

Sally Hawkins è la principessa della nuova favola dark, tanto impeccabile quanto prevedibile, del regista messicano

In una mostra, quella di Venezia 74, dominata da storie di perdenti, diseredati, sconfitti dalla vita e spesso appartenenti a famiglie in crisi di identità e comunicazione, trova sorprendentemente ma coerentemente il suo spazio nel concorso principale anche La Forma dell’Acqua (The shape of Water), fiaba romantica di Guillermo del Toro (Crimson Peak).

The Shape of Water posterElisa (Sally Hawkins) è una ragazza dolce e silenziosa, nel senso che non parla perché è muta, ma anche se non lo fosse probabilmente parlerebbe assai poco. Fa l’addetta alle pulizie in un centro di ricerche di quelli in cui non sai mai cosa succeda, ma sai che qualcosa di grosso succede, e probabilmente è meglio continuare a non sapere cosa. Vive in un piccolo mondo antico dalle fattezze art nouveau, fatto di routine e sicurezza, di gesti ripetuti e abitudini consolidate che creano una malinconica e solitaria comfort zone. Elisa ha due amici, un illustratore anziano e omossessuale (Richard Jenkins), di cui si prende cura perché lui ha perso lo smalto alla vita insieme con i capelli ed il lavoro, e una donna afroamericana di mezza età e sovrappeso (Octavia Spencer), che parla per due e mastica la vita per poi risputarla con il piglio di chi ne ha vista sempre una più di te, una di quelle a cui non ti azzarderesti a dire nulla di poco simpatico.

Elisa vive nel favoloso mondo di Amelie Poulain, solo che anziché Parigi è Baltimora, ma i vecchi cinema sotto casa sono lì, le decorazione ossessive compulsive sono lì, la masturbazione come atto da ottemperare è lì, il malinconico vuoto molto ben infiocchettato è insomma tutto lì, virato d’un verde giusto un po’ più paludoso. Nel favoloso mondo di Elisa però c’è un elemento in più, una variabile insospettabile che scompagina e fa deragliare la sua routine: il mostro della laguna nera (Doug Jones).

Già, proprio la creatura anfibia umanoide delle pellicole di Jack Arnold degli anni ’50. La fascinazione e l’amore di del Toro per il cinema di Arnold è cosa nota, tanto che circa una quindicina di anni fa il buon Guillermo è stato a un palmo dal girare una sua rivisitazione del classico Universal, allorquando la major stava pensando di far rinascere il suo ciclo mostruoso, cosa che come ben sappiamo sta per fare proprio di questi tempi. Non se ne fece nulla, ma evidentemente l’idea deve essergli rimasta nel cassetto per un po’ ed ora è venuto il momento di tirarla fuori. Un’idea che è lontana da quel che ci si potrebbe aspettare, perché sebbene il classico del 1954 già conteneva, come del resto l’antesignano King Kong, i prodromi di una love story interspecie, qui il regista messicano innesta con la forza dell’Amore le radici stesse del suo film, che assume solo parzialmente i contorni di un fantasy d’azione e suspense.

the shape of water del toroIn questo risiede il pregio e al contempo il limite dell’intera opera. Se da un lato infatti, del Toro si dedica a costruire una storia di scoperta emotiva e dramma della perdita capace di dare un senso a vite spente e solitarie in grado di incontrarsi nelle reciproche diversità, dall’altro lo fa affidandosi a uno schema classicissimo che non lascia spazio ad approfondimento e progressione, che si focalizza sulla potenza curativa del sentimento posto come elemento immanente e autogeneratosi dal nulla. Il più classico degli amori utili a riempire vuoti, poco importa di chi e perché ci si innamori.

Classico, prevedibile e senza sussulti è anche lo svilupparsi delle vicende, ma cosa più importante lo è la confezione, la scatola regalo, il modellino ricostruito di un mondo sognato e sognante che seppur ottimamente disegnato, con la solita spasmodica attenzione al dettaglio, non è altri che qualcosa di già visto, come si partecipasse a un sogno collettivo e imposto da cui ormai ci si risveglia senza neanche più il dispiacere. Interessante è però il modo in cui del Toro decide di filmare il suo piccolo favoloso mondo. La sua è una regia fluida, fatta di movimenti di macchina plastici, inquadrature che partono da primi piani per poi spostarsi dolcemente, allargandosi in carrellate dall’andamento curvilineo, un approccio per nulla banale e finanche elegante.

TSofW è un film discreto, buono per le famiglie e le lettrici di romanzi rosa, ottimo per la seconda serata di un canale televisivo generalistico (qualcuno ha detto Rete 4?). Non sbaglia praticamente nulla e non eccelle in niente, è un cinema efficace nel fare quel che vuole, ma sostanzialmente innocuo.

Di seguito il trailer originale di La Forma dell’Acqua / The Shape of Water, che arriverà nei cinema italiani il 14 febbraio 2018:

Michael Shannon
Doug Jones
Michael Stuhlbarg
Octavia Spencer
Richard Jenkins
Lauren Lee Smith
Sally Hawkins
Nick Searcy
Dru Viergever
John Kapelos
Morgan Kelly
Cyndy Day
Madison Ferguson
Jayden Greig
Marvin Kaye
Jim Pagiamtzis
Cameron Laurie
Alexey Pankratov
Shane Clinton Jarvis
Deney Forrest
Evgeny Akimov
Dave Reachill
Matthew Mease
Brandon McKnight
Amanda Smith
Maxine Grossman
David Hewlett
Nigel Bennett
Edward Tracz
Shaila D'Onofrio
Vanessa Oude-Reimerink
Sergey Nikonov
Jonelle Gunderson
Cylde Whitham
Dan Lett
Danny Waugh
Karen Glave
Diego Fuentes
Cody Ray Thompson
Wendy Lyon
Allegra Fulton
Stewart Arnott
Martin Roach
Jodorowsky's Dune (2013) giger film
Sci-Fi & Fantasy

Tra le pieghe del tempo | Alejandro Jodorowsky nel 1975 su Dune: “Ho licenziato Salvador Dalì; vi spiego il motivo”

di Redazione Il Cineocchio

Durante la fase di pre-produzione, il regista cileno rivelava a sorpresa di aver rinunciato alla presenza del noto pittore spagnolo nel cast del suo adattamento, spinto da gravi ragioni molto precise

Leggi
ALEJANDRO JODOROWSKY
Sci-Fi & Fantasy

Riscopriamo Anno 4000 museo Terra, il film perduto di Alejandro Jodorowsky

di Redazione Il Cineocchio

Proviamo a far luce sul misterioso progetto, presentato in pompa magna a Milano nell'aprile del 1978 dal regista cileno in persona, le cui riprese - apparentemente imminenti - mai partirono

Leggi
KIPO AND THE AGE OF WONDERBEASTS serie netflix
Sci-Fi & Fantasy

Kipo And The Age of Wonderbeasts: trailer per la serie animata fanta-apocalittica della DreamWorks (per Netflix)

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice Karen Fukuhara ha prestato la voce alla protagonista, una ragazza a spasso per un pianeta in cui ogni animale 'puccioso' è in realtà una seria minaccia alla sua vita

Leggi
shanghai fortress film
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Shanghai Fortress: la Cina brucia sotto l’attacco degli alieni

di Redazione Il Cineocchio

Shu Qi e Lu Han sono i protagonisti dell'adattamento dell'omonimo romanzo sci-fi diretto dal regista Teng Huatao

Leggi
ghostbusters 1984 scena eliminata birra
Sci-Fi & Fantasy

Ghostbusters 1984: guardate le 4 scene alternative e cancellate mai mostrate in pubblico

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Jason Reitman ha fatto un grande regalo agli appassionati accorsi per la Ghostbusters Fan Fest, mostrando alcuni ciak inediti che coinvolgono Bill Murray, Sigourney Weaver, Dan Aykroyd, Harold Ramis, Rick Moranis e Annie Potts

Leggi
Siân Phillips in Dune (1984) film
Sci-Fi & Fantasy

Dune: The Sisterhood, si fa la serie sulle Bene Gesserit. Denis Villeneuve per il pilot

di Redazione Il Cineocchio

Il regista canadese sovraintenderà, assieme allo sceneggiatore Jon Spaihts, lo spin-off per il piccolo schermo ispirato al romanzo di Frank Herbert

Leggi
i am mother film netflix Clara Rugaard
Sci-Fi & Fantasy

I Am Mother: interpretazione del finale e di ciò che accade nel film con Hilary Swank

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di far luce su alcuni punti salienti del thriller di fantascienza distribuito da Netflix diretto da Grant Sputore e scritto da Michael Lloyd Green

Leggi
I Am Mother (2019) film netflix
Sci-Fi & Fantasy

I Am Mother | La recensione del film con Hilary Swank, dove maternità e I.A. si incontrano

di William Maga

Il regista Grant Sputore debutta - distribuito da Netflix - con un'intelligente analisi del comportamento umano che è anche un thriller squisitamente inquietante

Leggi
Colin Farrell in Minority Report (2002)
Sci-Fi & Fantasy

Colin Farrell su Minority Report: “Dovetti ripetere una scena 56 volte, fui un disastro”

di Redazione Il Cineocchio

L'attore ha ricordato il terribile giorno in cui mise a dura prova la pazienza del regista Steven Spielberg a causa di una sua richiesta non accolta dalla produzione del film

Leggi
mirai hosoda blu-ray
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Blu-ray | Mirai di Mamoru Hosoda

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizione italiana del film giapponese che ha concorso ai premi Oscar 2019 per la Miglior opera d'animazione

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Black Mirror stagione 5 | La recensione dei tre nuovi episodi della serie Netflix

di William Maga

È lo 'specchio nero' di Charlie Brooker a essersi fatto più luminoso oppure è il mondo reale che è diventato più cupo?

Leggi
mothra 2019 hd
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | La storia cinematografica di Mothra: lunga vita alla Regina dei mostri

di Redazione Il Cineocchio

Ripercorriamo i film dedicati a uno tra i kaiju della Toho più amati dal pubblico, portavoce di Madre Natura e spesso nemica di Godzilla

Leggi
brad pitt ad astra film
Sci-Fi & Fantasy

Teaser trailer per Ad Astra: Brad Pitt vola in orbita per salvare la Terra

di Redazione Il Cineocchio

Nuova data di uscita per il film di fantascienza scritto e diretto da James Gray, in cui troveremo anche Liv Tyler e Tommy Lee Jones

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Joe e Anthony Russo: “Lavoriamo alla serie animata di Magic: l’Adunanza per Netflix”

di Redazione Il Cineocchio

I due fratelli registi collaboreranno con lo Studio Octopie per portare in vita il popolarissimo gioco di carte collezionabili fantasy ideato da Richard Garfield nel lontano 1993. C'è già qualche indizio su uno dei personaggi chiave.

Leggi
carnival row serie amazon orlando bloom cara
Sci-Fi & Fantasy

Teaser per Carnival Row, serie fantasy di Amazon con Orlando Bloom e Cara Delevingne

di Redazione Il Cineocchio

Dopo anni di tira e molla e rinvii, lo show ambientato in epoca vittoriana è finalmente pronto a debuttare

Leggi
Ma

Ma

27-06-2019

Lucania - Terra Sangue e Magia

Lucania - Terra Sangue e Magia

20-06-2019

Sir - Cenerentola a Mumbai

Sir - Cenerentola a Mumbai

20-06-2019

La prima vacanza non si scorda mai

La prima vacanza non si scorda mai

20-06-2019

Anna

Anna

20-06-2019

Arrivederci professore

Arrivederci professore

20-06-2019

Rapina a Stoccolma

Rapina a Stoccolma

20-06-2019

RECENSIONE

The Elevator

The Elevator

20-06-2019

La bambola assassina

La bambola assassina

19-06-2019

Christo - Walking on water

Christo - Walking on water

16-06-2019

Shelter: Addio all'Eden

Shelter: Addio all'Eden

14-06-2019

Il grande salto

Il grande salto

13-06-2019

Soledad

Soledad

13-06-2019

I morti non muoiono

I morti non muoiono

13-06-2019

RECENSIONE

Climax

Climax

13-06-2019

RECENSIONE

Blue My Mind - Il segreto dei miei anni

Blue My Mind - Il segreto dei miei anni

13-06-2019

Beautiful Boy

Beautiful Boy

13-06-2019

Dicktatorship - Fallo e basta!

Dicktatorship - Fallo e basta!

10-06-2019