Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Recensione libro + intervista | Storia degli effetti speciali di Giovanni Toro

Recensione libro + intervista | Storia degli effetti speciali di Giovanni Toro

22/02/2019 di Alessandro Gamma

Da Georges Méliès fino alla Industrial Light & Magic, passando per la stop-motion di Ray Harryhausen, un volume che ripercorre oltre 100 anni di trucchi e 'magie' cinematografiche, raccontando l'evoluzione di un settore che continua ad affascinare e stupire

storia degli effetti speciali giovanni toro

Fin dagli albori, gli effetti speciali hanno innegabilmente contribuito a rendere il cinema ‘magico’, spesso in senso letterale, dando la possibilità ai filmmaker di simulare situazioni e avvenimenti altrimenti impossibili da rappresentare sul grande schermo, vuoi perché troppo costosi, oppure pericolosi o semplicemente contrari alle leggi della natura, quando non addirittura completamente inesistenti e frutto della più fervida immaginazione.

Per provare a mettere un po’ d’ordine all’interno di quel grande e variopinto calderone dentro cui ricade ogni tipo di effetto (meccanico, ottico, visivo, digitale, prostetico o dal vivo) è arrivato da poco nelle librerie il volume Storia degli effetti speciali, dai fratelli Lumière ad Avatar, scritto da Giovanni Toro (Nicola Pesce Editore, 12 euro). Attraverso 190 pagine e quattro densi capitoli, l’autore cerca di raccontare, in maniera semplice e fruibile da tutti (ci sono anche disegni e fotografie esplicative), cosa siano gli effetti speciali e quale sia la loro funzione specifica all’interno di un film. Termini come dissolvenza, travelling matte, matte painting e front projection, apparentemente ostici per i ‘non addetti ai lavori’, vengono spiegati e resi ‘innocui’, aiutando a comprenderne la portata storica e l’effettiva utilità.

Partendo dalla ‘mera’ percezione umana e dagli scherzi che possono giocare gli occhi e il cervello nel riconoscere – o no riconoscere – figure ed elementi nascosti (addirittura confondere e fuorviare …), si passa a ripercorrere praticamente anno per anno – e film per film – l’evoluzione delle tecniche impiegate, dai trucchi artigianali del pioniere Georges Méliès fino alla Industrial Light & Magic di George Lucas e la Weta Digital di Peter Jackson, passando per la stop-motion di Ray Harryhausen, fino ad arrivare addirittura a un’infarinatura di semiotica. Non mancano ovviamente i riferimenti al cinema d’animazione e alla sua evoluzione, dall’interazione tra personaggi disegnati e attori in carne e ossa della Disney, alle mirabilie tecniche di Pixar e Dreamworks.

Abbiamo avuto il piacere di parlare di Storia degli effetti speciali direttamente con l’autore, Giovanni Toro, approfondendo i motivi che lo hanno portato a pubblicare questo volume.

viaggio nella luna meliesDa dove nasce la ‘necessità’ di scrivere Storia degli effetti speciali?

Sono cresciuto con un certo tipo di film che dell’effetto speciale ne hanno fatto un vero e proprio cavallo di battaglia! Film come Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, Il gatto venuto dallo spazio, Lo squalo, Star Wars, Superman (te li sto citando in ordine di visione, lo ricordo ancora!) – e poi i vari Ritorno al Futuro, Giochi Stellari, Navigator e così via – non sarebbero riusciti a colpire la mia fantasia se non avessero mostrato sul grande schermo determinate “cose”. Come fai a raccontare Superman se non riesci a far volare il personaggio? Senza parlare poi degli UFO di Incontri ravvicinati del terzo tipo … Avevo 8 anni e l’immaginazione fervida di ogni bambino di quell’età è predisposta a certi stimoli visivi. Forse io lo ero anche di più di qualche altro ed è tutto partito sostanzialmente da lì perché ho iniziato a cercare film di un certo tipo e ti giuro che non c’era pellicola che mi sfuggisse! Grazie alla complicità di mio padre, proiezionista per diletto in un piccolo cinema della Sicilia, ho probabilmente visto i film più immaginifici della fine degli anni 70. Poi per tutti gli anni ’80 ho continuato a vederli e mi sono così costruito un immaginario fatto di alieni, mostri, viaggi nel tempo e chi più ne ha più ne metta!

Chi avevi in mente come potenziale lettore di Storia degli effetti speciali?

Il volume si rivolge ad un pubblico generico per via dell’approccio, almeno per quanto riguarda la prima e la seconda parte del libro. Dubito però che un appassionato di culinaria o di sport possa comprare il libro di questo tipo se non vede film tutte le volte che può. Probabilmente ammicco anche ai cultori dei film di genere anche se, e voglio evidenziarlo, l’effetto speciale è parecchio democratico da questo punto di vista, nel senso che non vive solo all’interno della pellicola di fantascienza/horror/fantasy ma anche in altri genere di film quando, ad esempio, si rende necessario l’aggiunta di una montagna o l’eliminazione di un cartello stradale per le esigenze narrative. Visto poi che il libro ha un sentire diverso che scorre attraverso le sue pagine, può di certo avvicinare il semplice appassionato che vuole soddisfare certe curiosità fino a incontrare le esigenze degli entusiasti più “estremisti” con una parte in cui si analizzano e si presentano delle teorie sulla magia degli effetti speciali.

Richard Dreyfuss and Roy Scheider in Jaws (1975) lo squaloSulla copertina di Storia degli effetti speciali ci si ferma ad Avatar, anche se all’interno si citano anche film successivi (Gravity di Alfonso Cuarón ad esempio); come mai ti sei ‘fermato’ al film del 2009? Non c’è il rischio che chi veda il volume pensi che sia ‘vecchio’?

Con l’editore abbiamo deciso di indicare in copertina la pellicola di Avatar perché in quanto a tecnologie James Cameron ha rivoluzionato proprio con Avatar il processo di lavorazione degli effetti speciali riuscendo ad avere sul set, e in tempo reale (con i dovuti limiti naturalmente), una visione già approssimata degli effetti che avrebbero poi popolato il film. Inquadrando infatti l’attore o l’orizzonte scenografico poteva farsi già un’idea di cosa avrebbero visto gli spettatori, coordinando al meglio inquadrature, flussi di lavoro e quindi l’andamento generale del film. Tra l’altro James Cameron nei prossimi anni dovrebbe ritornare in sala con una serie di film dedicati ad Avatar (sembrerebbe fino al 2025) che dovrebbero garantire al libro un appeal sempre attuale. Comunque, dietro al titolo di un libro ci sono sempre molte ragioni, una tra queste è certamente la strategia commerciale.

Come mai hai scelto proprio la frase “… Lo squalo non si può ammaestrare quindi …” estrapolata dalla prefazione per la quarta di copertina di Storia degli effetti speciali?

La potenza espressiva e l’importanza dell’effetto speciale risiede a mio avviso proprio in quelle poche parole. Se ci si rende conto per un attimo che per girare un film epocale come Lo squalo (non dimentichiamoci che da questa pellicola è nato il Blockbuster) era necessario avere un animale “gestibile” quando per sua natura questi non lo era per niente (stiamo parlando di uno squalo bianco, uno tra i predatori più temibili dell’universo acquatico), si comprende molto bene che l’alternativa all’effetto era quella di non girare il film. Almeno non per come noi lo conosciamo oggi. L’effetto ha fatto quello che allora (e credo anche oggi) non si poteva fare: ammaestrare uno squalo.

avatar sigourneyQuali sono i 3 film più importanti per te a livello di effetti speciali nella storia del cinema e quali i 3 che magari, pur non essendo ‘memorabili’, hanno un posto speciale nei tuoi ricordi?

I film sono dei prodotti di gusto. Spesso non ci si ritrova d’accordo con alcune pellicole perché per alcuni sono dei capolavori assoluti, per altri delle occasioni sprecate o peggio. Anche questa è magia. Per etichetta (e per la storia) mi sento di affermare che i film più importanti dal punto di vista degli effetti speciali sono al momento 2001: Odissea nello spazio”, “Star Wars” e “Avatar”. Il primo per aver trasformato con i suoi effetti il modo di fare cinema di fantascienza, il secondo per tutte le innovazioni che ha introdotto, l’ultimo per le tecnologie di ripresa utilizzate. Ma non rappresentano i film del mio cuore. Ne ho tantissimi e probabilmente il migliore devono ancora girarlo ma se ne devo necessariamente indicare 3 direi sicuramente “Incontri ravvicinati del terzo tipo”, “E.T. l’extraterrestre” e “Navigator”. Il primo lo vidi da piccolo mentre mio padre era nella saletta a proiettarlo e ne fui totalmente travolto; il secondo lo guardai nel cinema di un’altra città e fu la prima volta con mio padre accanto, seduto vicino a me come un semplice spettatore; “Navigator” me lo gustai invece nell’altro cinema della mia città. Mio padre non faceva più il proiezionista e io ero grande abbastanza per potermi muovere da solo e coltivare i miei interessi.

Di seguito il trailer internazionale di Lo Squalo:

CORPORATE MONSTER cortometraggio ruairi robinson
Sci-Fi & Fantasy

Cortometraggio | Corporate Monster aggiorna Essi Vivono ai giorni nostri, ma gli alieni sono lovecraftiani

di Redazione Il Cineocchio

Dopo un lungo silenzio, l'irlandese Ruairi Robinson torna in regia per dimostrare come il film di John Carpenter sia ancora attualissimo

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Il Signore degli Anelli: la serie TV si gira in Nuova Zelanda, J. A. Bayona alla regia

di Redazione Il Cineocchio

A due anni dall'acquisizione dei costosissimi diritti del romanzo fantasy di J. R. R. Tolkien, gli Amazon Studios sono pronti a ritornare nei luoghi dove si svolsero le riprese dei 6 film per il cinema

Leggi
replicas e the heretics blu-ray ita
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Blu-ray | Replicas + The Heretics

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni del film sci-fi con Keanu Reeves e Alice Eve e dell'horror diretto da Chad Archibald

Leggi
undone serie amazon rosa salazar
Sci-Fi & Fantasy

Undone | La recensione della serie animata di Amazon con Rosa Salazar e Bob Odenkirk

di William Maga

Raphael Bob-Waksberg (BoJack Horseman) e Kate Purdy portano sul piccolo schermo un ritratto doloroso e complesso della malattia mentale, avvalendosi di una tecnica d'animazione tanto azzardata quanto efficace

Leggi
Daybreak (2019) serie netflix
Sci-Fi & Fantasy

Teaser per Daybreak: il post Apocalisse è irriverente nella serie Netflix con Matthew Broderick

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Brad Peyton adatta per il piccolo schermo il fumetto indipendente di Brian Ralph, che dà una nuova lettura adolescenziale e divertita delle atmosfere alla Mad Max

Leggi
Blood Machines (2019) film carpenter brut
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Blood Machines, l’immaginifica space opera retrò di Seth Ickerman

di Redazione Il Cineocchio

L'inventivo duo francese espande il concept dell'acclamato videoclip Turbo Killer del 2016, avvalendosi delle musiche a tutto synth del musicista Carpenter Brut

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Il Trono di Spade: c’è lo script del pilot di Fire and Blood, spin-off prequel sui Targaryen

di Redazione Il Cineocchio

Dopo The Long Night, HBO prepara un'altra serie ambientata nel passato, con la benedizione di George R.R. Martin

Leggi
Ridley Scott in Blade Runner (1982)
Sci-Fi & Fantasy

Tra le pieghe del tempo | Ridley Scott nel 1997: “Giro Blade Runner 2, ispirato da Anne Rice”

di Redazione Il Cineocchio

Già 20 anni prima che ci mettesse mano Denis Villeneuve, il regista del seminale film del 1982 rivelava a sorpresa i dettagli del concept del sequel e l'influenza della scrittrice sulla decisione

Leggi
orlando e cara carnival row serie
Sci-Fi & Fantasy

Carnival Row | La recensione della serie fantasy vittoriana con Orlando Bloom e Cara Delevingne

di William Maga

Ci sono gli Amazon Studios dietro alla prima stagione dello show originale che maschera temi sociali attualissimi dietro una patina di magia e steampunk

Leggi
dark crystal la resistenza serie 2019 netflix
Sci-Fi & Fantasy

Dark Crystal: la Resistenza | La recensione della serie prequel che ci riporta a Thra

di William Maga

Dopo quasi 40 anni, il regista Louis Leterrier e Netflix realizzano un prequel al classico del cinema fantasy di Frank Oz e Jim Henson, un rispettoso tributo che è una festa per gli occhi e per lo spirito

Leggi
parodie hard fantascienza film xxx porno
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | Storia delle parodie porno dei classici della fantascienza in 25 film

di Redazione Il Cineocchio

Fin dal lontano 1974, l'industria del cinema per adulti ha 'omaggiato' a modo suo i grossi successi al botteghino e le serie TV più popolari, andando a creare un sottogenere ancora oggi florido

Leggi
bozzetto Victor Togliani GILGAMESH MANIFESTO
Sci-Fi & Fantasy

Intervista | Victor Togliani: “Voglio portare sul grande schermo l’Epopea di Gilgamesh”

di Alessandro Gamma

Abbiamo incontrato nuovamente l'artista, che ci ha parlato del suo ambizioso progetto di lunga data di un film sul primo poema della storia dell'umanità, mostrandoci anche alcuni bozzetti in anteprima assoluta

Leggi
no.7 cherry lane film 2019
Sci-Fi & Fantasy

No.7 Cherry Lane | La recensione del film animato di Yonfan (Venezia 76)

di Teresa Scarale

Vincitore per la miglior sceneggiatura a Venezia 76, il primo lungometraggio disegnato del regista cinese 71enne avanza al ritmo di un bradipo letargico. Ma, accettando di sperimentare in prima persona la relatività del tempo, si verrà rimunerati con anticonformismo, eros, poesia. E con quel tocco di spirito rivoluzionario, così irresistibile in una donna elegante

Leggi
leone d'oro venezia 76
Sci-Fi & Fantasy

Diario da Venezia 76 | Giorno 10: pagellone finale e pronostici dei vincitori

di Giovanni Mottola

Siamo giunti alla fine dell'edizione 2019, quindi non ci resta che tirare le somme

Leggi
dredd + stake land 2
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Blu-ray | Dredd – Il Giudice Dell’Apocalisse + Stake Land 2

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni del fanta-poliziesco di Pete Travis, distribuito dopo 7 anni di oblio, e dell'horror diretto da Dan Berk e Robert Olsen

Leggi
Selfie di famiglia

Selfie di famiglia

19-09-2019

Burning - L'amore brucia

Burning - L'amore brucia

19-09-2019

Eat Local - A cena con i vampiri

Eat Local - A cena con i vampiri

19-09-2019

RECENSIONE

C’era una volta a... Hollywood

C’era una volta a... Hollywood

18-09-2019

RECENSIONE

Chiara Ferragni - Unposted

Chiara Ferragni - Unposted

17-09-2019

May the exquisite scheme be only for her

May the exquisite scheme be only for her

15-09-2019

Tutta un'altra vita

Tutta un'altra vita

12-09-2019

La vita invisibile di Eurídice Gusmão

La vita invisibile di Eurídice Gusmão

12-09-2019

Grandi bugie tra amici

Grandi bugie tra amici

12-09-2019

E poi c'è Katherine

E poi c'è Katherine

12-09-2019

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

12-09-2019

Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre

Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre

12-09-2019

Apollo 11

Apollo 11

09-09-2019