Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Recensione libro + intervista | Storia degli effetti speciali di Giovanni Toro

Recensione libro + intervista | Storia degli effetti speciali di Giovanni Toro

22/02/2019 news di Alessandro Gamma

Da Georges Méliès fino alla Industrial Light & Magic, passando per la stop-motion di Ray Harryhausen, un volume che ripercorre oltre 100 anni di trucchi e 'magie' cinematografiche, raccontando l'evoluzione di un settore che continua ad affascinare e stupire

storia degli effetti speciali giovanni toro

Fin dagli albori, gli effetti speciali hanno innegabilmente contribuito a rendere il cinema ‘magico’, spesso in senso letterale, dando la possibilità ai filmmaker di simulare situazioni e avvenimenti altrimenti impossibili da rappresentare sul grande schermo, vuoi perché troppo costosi, oppure pericolosi o semplicemente contrari alle leggi della natura, quando non addirittura completamente inesistenti e frutto della più fervida immaginazione.

Per provare a mettere un po’ d’ordine all’interno di quel grande e variopinto calderone dentro cui ricade ogni tipo di effetto (meccanico, ottico, visivo, digitale, prostetico o dal vivo) è arrivato da poco nelle librerie il volume Storia degli effetti speciali, dai fratelli Lumière ad Avatar, scritto da Giovanni Toro (Nicola Pesce Editore, 12 euro). Attraverso 190 pagine e quattro densi capitoli, l’autore cerca di raccontare, in maniera semplice e fruibile da tutti (ci sono anche disegni e fotografie esplicative), cosa siano gli effetti speciali e quale sia la loro funzione specifica all’interno di un film. Termini come dissolvenza, travelling matte, matte painting e front projection, apparentemente ostici per i ‘non addetti ai lavori’, vengono spiegati e resi ‘innocui’, aiutando a comprenderne la portata storica e l’effettiva utilità.

Partendo dalla ‘mera’ percezione umana e dagli scherzi che possono giocare gli occhi e il cervello nel riconoscere – o no riconoscere – figure ed elementi nascosti (addirittura confondere e fuorviare …), si passa a ripercorrere praticamente anno per anno – e film per film – l’evoluzione delle tecniche impiegate, dai trucchi artigianali del pioniere Georges Méliès fino alla Industrial Light & Magic di George Lucas e la Weta Digital di Peter Jackson, passando per la stop-motion di Ray Harryhausen, fino ad arrivare addirittura a un’infarinatura di semiotica. Non mancano ovviamente i riferimenti al cinema d’animazione e alla sua evoluzione, dall’interazione tra personaggi disegnati e attori in carne e ossa della Disney, alle mirabilie tecniche di Pixar e Dreamworks.

Abbiamo avuto il piacere di parlare di Storia degli effetti speciali direttamente con l’autore, Giovanni Toro, approfondendo i motivi che lo hanno portato a pubblicare questo volume.

viaggio nella luna meliesDa dove nasce la ‘necessità’ di scrivere Storia degli effetti speciali?

Sono cresciuto con un certo tipo di film che dell’effetto speciale ne hanno fatto un vero e proprio cavallo di battaglia! Film come Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, Il gatto venuto dallo spazio, Lo squalo, Star Wars, Superman (te li sto citando in ordine di visione, lo ricordo ancora!) – e poi i vari Ritorno al Futuro, Giochi Stellari, Navigator e così via – non sarebbero riusciti a colpire la mia fantasia se non avessero mostrato sul grande schermo determinate “cose”. Come fai a raccontare Superman se non riesci a far volare il personaggio? Senza parlare poi degli UFO di Incontri ravvicinati del terzo tipo … Avevo 8 anni e l’immaginazione fervida di ogni bambino di quell’età è predisposta a certi stimoli visivi. Forse io lo ero anche di più di qualche altro ed è tutto partito sostanzialmente da lì perché ho iniziato a cercare film di un certo tipo e ti giuro che non c’era pellicola che mi sfuggisse! Grazie alla complicità di mio padre, proiezionista per diletto in un piccolo cinema della Sicilia, ho probabilmente visto i film più immaginifici della fine degli anni 70. Poi per tutti gli anni ’80 ho continuato a vederli e mi sono così costruito un immaginario fatto di alieni, mostri, viaggi nel tempo e chi più ne ha più ne metta!

Chi avevi in mente come potenziale lettore di Storia degli effetti speciali?

Il volume si rivolge ad un pubblico generico per via dell’approccio, almeno per quanto riguarda la prima e la seconda parte del libro. Dubito però che un appassionato di culinaria o di sport possa comprare il libro di questo tipo se non vede film tutte le volte che può. Probabilmente ammicco anche ai cultori dei film di genere anche se, e voglio evidenziarlo, l’effetto speciale è parecchio democratico da questo punto di vista, nel senso che non vive solo all’interno della pellicola di fantascienza/horror/fantasy ma anche in altri genere di film quando, ad esempio, si rende necessario l’aggiunta di una montagna o l’eliminazione di un cartello stradale per le esigenze narrative. Visto poi che il libro ha un sentire diverso che scorre attraverso le sue pagine, può di certo avvicinare il semplice appassionato che vuole soddisfare certe curiosità fino a incontrare le esigenze degli entusiasti più “estremisti” con una parte in cui si analizzano e si presentano delle teorie sulla magia degli effetti speciali.

Richard Dreyfuss and Roy Scheider in Jaws (1975) lo squaloSulla copertina di Storia degli effetti speciali ci si ferma ad Avatar, anche se all’interno si citano anche film successivi (Gravity di Alfonso Cuarón ad esempio); come mai ti sei ‘fermato’ al film del 2009? Non c’è il rischio che chi veda il volume pensi che sia ‘vecchio’?

Con l’editore abbiamo deciso di indicare in copertina la pellicola di Avatar perché in quanto a tecnologie James Cameron ha rivoluzionato proprio con Avatar il processo di lavorazione degli effetti speciali riuscendo ad avere sul set, e in tempo reale (con i dovuti limiti naturalmente), una visione già approssimata degli effetti che avrebbero poi popolato il film. Inquadrando infatti l’attore o l’orizzonte scenografico poteva farsi già un’idea di cosa avrebbero visto gli spettatori, coordinando al meglio inquadrature, flussi di lavoro e quindi l’andamento generale del film. Tra l’altro James Cameron nei prossimi anni dovrebbe ritornare in sala con una serie di film dedicati ad Avatar (sembrerebbe fino al 2025) che dovrebbero garantire al libro un appeal sempre attuale. Comunque, dietro al titolo di un libro ci sono sempre molte ragioni, una tra queste è certamente la strategia commerciale.

Come mai hai scelto proprio la frase “… Lo squalo non si può ammaestrare quindi …” estrapolata dalla prefazione per la quarta di copertina di Storia degli effetti speciali?

La potenza espressiva e l’importanza dell’effetto speciale risiede a mio avviso proprio in quelle poche parole. Se ci si rende conto per un attimo che per girare un film epocale come Lo squalo (non dimentichiamoci che da questa pellicola è nato il Blockbuster) era necessario avere un animale “gestibile” quando per sua natura questi non lo era per niente (stiamo parlando di uno squalo bianco, uno tra i predatori più temibili dell’universo acquatico), si comprende molto bene che l’alternativa all’effetto era quella di non girare il film. Almeno non per come noi lo conosciamo oggi. L’effetto ha fatto quello che allora (e credo anche oggi) non si poteva fare: ammaestrare uno squalo.

avatar sigourneyQuali sono i 3 film più importanti per te a livello di effetti speciali nella storia del cinema e quali i 3 che magari, pur non essendo ‘memorabili’, hanno un posto speciale nei tuoi ricordi?

I film sono dei prodotti di gusto. Spesso non ci si ritrova d’accordo con alcune pellicole perché per alcuni sono dei capolavori assoluti, per altri delle occasioni sprecate o peggio. Anche questa è magia. Per etichetta (e per la storia) mi sento di affermare che i film più importanti dal punto di vista degli effetti speciali sono al momento 2001: Odissea nello spazio”, “Star Wars” e “Avatar”. Il primo per aver trasformato con i suoi effetti il modo di fare cinema di fantascienza, il secondo per tutte le innovazioni che ha introdotto, l’ultimo per le tecnologie di ripresa utilizzate. Ma non rappresentano i film del mio cuore. Ne ho tantissimi e probabilmente il migliore devono ancora girarlo ma se ne devo necessariamente indicare 3 direi sicuramente “Incontri ravvicinati del terzo tipo”, “E.T. l’extraterrestre” e “Navigator”. Il primo lo vidi da piccolo mentre mio padre era nella saletta a proiettarlo e ne fui totalmente travolto; il secondo lo guardai nel cinema di un’altra città e fu la prima volta con mio padre accanto, seduto vicino a me come un semplice spettatore; “Navigator” me lo gustai invece nell’altro cinema della mia città. Mio padre non faceva più il proiezionista e io ero grande abbastanza per potermi muovere da solo e coltivare i miei interessi.

Di seguito il trailer internazionale di Lo Squalo:

frozen hell libro campbell
Sci-Fi & Fantasy

Frozen Hell: si fa il remake che ‘espande’ La Cosa, dal manoscritto perduto di John W. Campbell

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono Blumhouse e Universal dietro al progetto che intende 'rivisitare' i film classici di Christian Nyby e John Carpenter

Leggi
Ghost in the Shell SAC_2045 serie 2020
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Ghost in the Shell: Sac_2045, serie animata che ripesca la Sezione 9 (per Netflix)

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono Shinji Aramaki e Kenji Kamiyama dietro al nuovo adattamento / spin-off del seminale manga di Masamune Shirow, che arriverà in occasione dei 15 anni del film di Mamoru Oshii

Leggi
fight club brad pitt
Sci-Fi & Fantasy

Brad Pitt: “Rifiutai un ruolo (Neo) nel primo Matrix, ma nessun rimpianto”

di Redazione Il Cineocchio

L'attore 56enne ha spiegato le ragioni per cui non ha alcun rammarico per la decisione che l'ha tenuto fuori dal classico dei fratelli Wachowski del 1999

Leggi
Star Wars Episodio IX Duel of the Fates concept
Sci-Fi & Fantasy

Star Wars Episodio IX: Duel of the Fates, emerse 20 concept art per il film di Colin Trevorrow

di Redazione Il Cineocchio

Uno sguardo intrigante ad alcune delle sequenze cruciali che avremmo visto nella versione poi accantonata in favore di L’Ascesa di Skywalker

Leggi
fear agent fumetto
Sci-Fi & Fantasy

Fear Agent: David F. Sandberg alla regia del pilot della serie sci-fi di Amazon

di Redazione Il Cineocchio

Il regista degli horror Lights Out e Annabelle 2 passa alla fantascienza, con l'adattamento della saga a fumetti di Rick Remender

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Denis Villeneuve su Blade Runner: “Sogno uno spin-off noir, non legato agli altri due film”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista canadese è più che disposto a tornare ad esplorare quell'universo, ma a certe condizioni

Leggi
vivarium film imogen e jesse
altered carbon 2 mackie netflix
Sci-Fi & Fantasy

Altered Carbon (stagione 2): data di uscita e trama per la serie Netflix

di Redazione Il Cineocchio

Sarà Anthony Mackie il protagonista dei nuovi episodi dello show sci-fi ispirato alla trilogia di Takeshi Kovacs scritta da Richard K. Morgan 

Leggi
Star Wars L'ascesa di skywalker 2019
Sci-Fi & Fantasy

Riflessione | L’Ascesa di Skywalker vs. Duel of the Fates (Star Wars Episodio IX)

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo la sceneggiatura scritta da Colin Trevorrow e poi scartata dalla Lucasfilm in favore di quella contestatissima di J. J. Abrams e Chris Terrio

Leggi
richard dormer the watch serie 2020
Sci-Fi & Fantasy

The Watch: prime immagini e cast della serie BBC sul Mondo Disco di Terry Pratchett

di Redazione Il Cineocchio

C'è Richard Dormer tra i protagonisti dell'adattamento per la TV della mastodontica saga fantasy dello scrittore britannico

Leggi
Amazing Stories serie Apple+ 2020
snowpiercer serie tnt 2020
Sci-Fi & Fantasy

Trailer e data di debutto per la serie Snowpiercer: il treno di Jennifer Connelly è in rivolta

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Scott Derrickson ha diretto il primo episodio dello show che, mescolando sci-fi e lotta di classe, adatta per il piccolo schermo il fumetto francese Le Transperceneige

Leggi
Jiang Ziya (2020) legend film cina 2020
Sci-Fi & Fantasy

Trailer per Jiang Ziya: demoni e dei in lotta nel fantasy animato cinese

di Redazione Il Cineocchio

Gli esordienti Cheng Teng e Li Wei portano al cinema la versione disegnata di un popolare romanzo cinese del XVI secolo

Leggi
Mushu mulan film 1998
Sci-Fi & Fantasy

Niki Caro su Mulan: “Vi spiego perché non c’è Mushu e cosa ho tenuto del cartone Disney del 1998”

di Alessandro Gamma

La regista neozelandese ha parlato dei cambiamenti e delle similitudini tra il suo film in live action e l'amato classico animato

Leggi
luna nera serie netflix 2020
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Luna Nera: le streghe escono dall’ombra nella serie italiana di Netflix

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono i giovani Antonia Fotaras e Giorgio Belli nello show fantasy originale diretto a sei mani da Francesca Comencini, Susanna Nicchiarelli e Paola Randi

Leggi
Odio l'estate

Odio l'estate

30-01-2020

Alice e il sindaco

Alice e il sindaco

30-01-2020

I miserabili

I miserabili

30-01-2020

Villetta con ospiti

Villetta con ospiti

30-01-2020

Il diritto di opporsi

Il diritto di opporsi

30-01-2020

Judy

Judy

30-01-2020

Underwater

Underwater

30-01-2020

RECENSIONE

ARTASERSE

ARTASERSE

24-01-2020

In the Trap - Nella trappola

In the Trap - Nella trappola

23-01-2020

Figli

Figli

23-01-2020

Tappo - Cucciolo in un mare di guai

Tappo - Cucciolo in un mare di guai

23-01-2020

1917

1917

23-01-2020

RECENSIONE

Just Charlie - Diventa chi sei

Just Charlie - Diventa chi sei

23-01-2020

Botero - Una ricerca senza fine

Botero - Una ricerca senza fine

21-01-2020

Herzog incontra Gorbaciov

Herzog incontra Gorbaciov

19-01-2020