Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione Sitges 51 | Beast di Michael Pearce

6/10 su 107 voti. Titolo originale: Beast, uscita: 18-04-2018. Regista: Michael Pearce.

Recensione Sitges 51 | Beast di Michael Pearce

25/10/2018 recensione film di Sabrina Crivelli

Jessie Buckley e Johnny Flynn sono i protagonisti di una storia d'amore dark che fornisce un punto di vista inedito, oscuro e lirico sulla figura del serial killer

La psiche umana è un soggetto affascinante, è indubbio, ancor più se si tratta di una mente criminale. Innegabile è che siamo irrefrenabilmente attratti dai malvagi, forse per smania di capirli, forse per curiosità verso il diverso o solo per senso del macabro. Quando, dunque, un film esplora l’universo oscuro di un serial killer, il richiamo è irresistibile per gli amanti dell’horror – e non solo -, ma sovente quanto li aspetta sul grande schermo è scialbo e deludente. Fin troppo di frequente la sua immagine è eccessivamente caricata – addirittura un po’ posticcia – una sorta di maligna maschera come l’interpretazione che ne dava nella sua performance John Cusack in Il cacciatore di donne (The Frozen Ground) di Scott Walker. Difficile è invece rendere le complesse sfumature che connotano il Male, quando assume umani contorni, raro è coglierne l’essenza. Ci sono casi, eccelsi quanto sporadici, come lo stupefacente The House That Jack Built di Lars von Trier (la nostra recensione), in cui la natura di un assassino seriale è catturata dal suo stesso punto di vista in maniera così malata e perfetta da lasciare letteralmente scioccati. Tuttavia, non si tratta dell’unico modo di raccontare la macabra storia di un assassino; altrettanto coinvolgente e conturbante è il punto di vista di chi ama un simile mostro (o meglio colui che tale è creduto dai più), la prospettiva al centro di Beast, notevole debutto alla regia di un lungometraggio di Michael Pearce, di cui è anche lo sceneggiatore.

Il suo teso thriller psicologico, che ricorda alla lontana La rabbia giovane (Badlands) di Terrence Malick, ma con uno sviluppo assai differente, è incentrato sulla prospettiva di Moll (Jessie Buckley), ventisettenne decisamente disturbata che vive ancora con i genitori e che si sente oppressa da una madre soffocante, Hilary (Geraldine James), che la tratta come un’adolescente e da una sorella perfettina e vessatoria (Shannon Tarbet), che cerca costantemente di metterla in ombra. Il giorno del proprio compleanno la protagonista, all’ennesimo spiacevole episodio, decide di abbandonare la festa organizzata dai genitori e di andare da sola a ballare in un locale dove incontra un ragazzo con cui danza fino all’alba. I due vanno quindi in spiaggia e subito lui insiste per passare ad effusioni più intime, lei cerca di respingerlo senza riuscirci, quando uno sconosciuto armato di fucile arriva in suo soccorso e la salva. Si tratta di Pascal Renouf (Johnny Flynn), fascinoso e scarmigliato cacciatore che dichiara di aggirarsi all’alba sulla costa in cerca di conigli. Tra i due c’è subito una strana chimica, un’affinità elettiva. Per lui pare un vero e proprio colpo di fulmine: dopo averla riportata a casa il giorno del loro incontro, torna a trovarla più volte. Lei, però, è titubante.

L’influenza nefasta dei consanguinei, che sembrano più vessarla che sostenerla, si fa ancora una volta sentire. La madre è contraria, all’apparenza perché lo spasimante ha un mestiere troppo umile per la sua mentalità borghese la boicotta, la sorella arriva a farlo cacciare durante un pranzo da golf club dove si trovano, perché indossa dei jeans. Il contesto famigliare soffocante è tangibile nei dialoghi, nelle iterazioni trai i diversi attori, nell’ottima performance anzitutto di Jessie Buckley (Taboo), che perfettamente tratteggia l’animo di una giovane donna insicura e desiderosa di libertà, che però a tratti sembra celare una natura ben più tenebrosa. Ottima è anche Geraldine James (Alice in Wonderland) nei panni della madre impositiva e costantemente preoccupata per la figlia (che ha dei trascorsi violenti) e Shannon Tarbet (Una promessa), che risulta giustamente fastidiosa e petulante; ambedue sono una presenza decisamente soffocante, seppur in maniera diversa e costituiscono un contrappunto essenziale per delineare le dinamiche interiore e le motivazioni della protagonista.

E’ costruito così un contesto claustrofobico, acuito dall’ambientazione sull’isola di Jersey nel Canale della Manica. Naturale è quindi, quando se ne presenta l’occasione, che Moll cerchi di fuggire, sebbene con un uomo appena conosciuto, praticamente un estraneo; allo stesso modo è comprensibile il suo attaccamento per Pascal, spavaldo e sopra le righe, il cui cipiglio tenebroso è perfettamente portato in scena da Johnny Flynn (Lovesick). E’ una singolare forma di dipendenza che si trascina anche quando la situazione degenera e lui viene arrestato perché creduto colpevole di una serie di cruenti ispirati a fatti di cronaca realmente accaduti negli anni ’60 e legati a diverse ragazzine scomparse e poi trovate morte. Si combinano così la suspense, il dubbio che sia stato veramente lui a uccidere che tormenta la protagonista e che immediatamente è trasmesso allo spettatore. L’angoscia è palpabile e ancora una volta, con grande meticolosità, sono raffigurati gli stadi che attraversa lei, dalla convinzione di innocenza al sospetto, dalla disperazione alla negazione. Non è affatto scontata la soluzione del dilemma. Sarà davvero stato lui? Una risposta poco prima del finale ci è concessa, ma come gli eventi in ultimo si chiudono è del tutto inaspettato, sconvolgente.

Di seguito trovate il trailer originale:

Johnny Flynn
Geraldine James
Jessie Buckley
Charley Palmer Rothwell
Hattie Gotobed
Shannon Tarbet
Trystan Gravelle
Emily Taaffe
Tim Woodward
Olwen Fouéré
Richard Laing
Oliver Maltman
Joanna Croll
Barry Aird
Joshua Squire
Djalenga Scott
Maria de Lima
Sam Dale
Claire Ashton
Melissa Gotobed
Tyrone Lopez
Amanda Smith
Sian Fleet-Milne
Alisha Tarran
Lance Hill
Morgan Best
Lisa Jones
Andrew G. Ogleby
Tim Woodward
Horror & Thriller

Deerskin (Le Daim) | La recensione del film di Quentin Dupieux con Jean Dujardin (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

Dopo Rubber e Réalité, il regista e musicista francese continua sulla strada del nonsense totale, dirigendo una horror comedy assurda, esilarante e scabrosa, con un protagonista mattatore assoluto

Leggi
antlers film cooper 2020
Horror & Thriller

Robert Eggers su Nosferatu: “Vi spiego perché guardo a Murnau e non a Stoker per il mio film”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista di The Lighthouse è tornato a parlare del suo prossimo progetto, menzionando anche Willem Dafoe

Leggi
Pelican Blood :PelikanBlut 2019 - 2
Horror & Thriller

Pelican Blood | La recensione del film di Katrin Gebbe (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

La regista tedesca per il suo secondo lungometraggio sceglie di mescolare confusamente dramma famigliare e horror soprannaturale, per un risultato insoddisfacente

Leggi
Adoration 2019 Fabrice Du Welz
Horror & Thriller

Adoration | La recensione del film di Fabrice du Welz (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

Nel capitolo conclusivo della sua ambiziosa 'Trilogia delle Ardenne', il regista belga privilegia un'oscura e rarefatta introspezione al body horror più immediato del precedente 'Alleluia'

Leggi
Dario Argento e George A. Romero set
Horror & Thriller

Video | Dario Argento ricorda George A. Romero: “Un grande amico; esperienza unica lavorare con lui”

di Redazione Il Cineocchio

A due anni dalla sua scomparsa, il regista romano ha rivolto un sentito pensiero al collega, frequentato per quasi quarant'anni dentro e fuori dai set

Leggi
i see you film helen hunt
Horror & Thriller

Trailer per I See You: Helen Hunt perde il contatto con la realtà

di Redazione Il Cineocchio

Nel thriller psicologico R-Rated diretto da Adam Randall c'è anche Jon Tenney

Leggi
Nikolaj Coster-Waldau in Suicide Tourist - Selvmordsturisten (2019) main.jpg
Horror & Thriller

Suicide Tourist | La recensione del film di Jonas Alexander Arnby con Nikolaj Coster-Waldau (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

Il regista danese torna dietro alla mdp per affrontare il delicato tema del suicidio assistito immergendo il protagonista in un impianto irrisolto, a metà tra l'autoriale e il mistery

Leggi
Dimensione terrore film 1986 tom atkins
Horror & Thriller

Tom Atkins su Dimensione Terrore: “Parlo del sequel con Fred Dekker, abbiamo la trama”

di Redazione Il Cineocchio

Il protagonista del film horror del 1986, a 83 anni compiuti, è più che mai intenzionato a interpretare di nuovo il detective Ray Cameron

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Extracurricular: il doposcuola lo si passa ad uccidere degli sconosciuti

di Redazione Il Cineocchio

Dopo oltre 6 anni, il regista Ray Xue torna sulle scene con un film horror incentrato su un gruppo di adolescenti sadici

Leggi
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | X-Men: Dark Phoenix di Simon Kinberg

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizione italiana del dodicesimo film dedicato alla saga mutante, incentrato sul personaggio di Sophie Turner

Leggi
javier botet set IT 2017 film
Horror & Thriller

Intervista esclusiva | Javier Botet su IT – Capitolo 2: “Vi svelo il mio terzo e quarto ruolo, tagliati dal film”

di Alessandro Gamma

L'attore spagnolo, interprete di due mostri che effettivamente compaiono nel secondo segmento dell'horror di Andy Muschietti, ha anche parlato del suo ennesimo tentativo in carriera di uccidere Jessica Chastain

Leggi
The Lighthouse robert eggers film
Horror & Thriller

The Lighthouse | Recensione del film in bianco e nero da incubo di Robert Eggers

di Sabrina Crivelli

Il regista di The Witch conferma le sue doti autoriali - e anticommerciali - con oscuro e visionario dramma da camera in 35 mm, che porta Robert Pattinson e Willem Dafoe sull'orlo dell'abisso

Leggi
Michael Beck, Tom McKitterick e Brian Tyler i guerrieri della notte film 1979
Horror & Thriller

Recensione Story | I Guerrieri della Notte di Walter Hill

di William Maga

Nel 1979 arrivava nei cinema l'adattamento dell'omonimo romanzo di Sol Yurick, una violenta anabasi in salsa newyorkese diretta con aggressiva maestria

Leggi
sam raimi set film
Horror & Thriller

Sam Raimi: “Dirigo un nuovo film, a metà tra Misery non deve morire e Cast Away”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo sei anni di assenza, il regista di La Casa torna dietro alla mdp su una sceneggiatura degli autori di Freddy vs. Jason

Leggi
Pavarotti

Pavarotti

28-10-2019

ARTASERSE

ARTASERSE

25-10-2019

Tutto il mio folle amore

Tutto il mio folle amore

24-10-2019

One Piece: Stampede - Il film

One Piece: Stampede - Il film

24-10-2019

Finché morte non ci separi

Finché morte non ci separi

24-10-2019

RECENSIONE

Downton Abbey

Downton Abbey

24-10-2019

Scary Stories to Tell in the Dark

Scary Stories to Tell in the Dark

24-10-2019

RECENSIONE

L'uomo senza gravità

L'uomo senza gravità

21-10-2019

Ermitage - Il Potere dell’arte

Ermitage - Il Potere dell’arte

21-10-2019

Metallica & San Francisco Symphony: S&M2

Metallica & San Francisco Symphony: S&M2

18-10-2019

Se mi vuoi bene

Se mi vuoi bene

17-10-2019

Il mio profilo migliore

Il mio profilo migliore

17-10-2019

Yuli - Danza e libertà

Yuli - Danza e libertà

17-10-2019

Grazie a dio

Grazie a dio

17-10-2019

The Kill Team

The Kill Team

17-10-2019

A proposito di Rose

A proposito di Rose

17-10-2019

Il cardellino

Il cardellino

17-10-2019

The Informer - Tre secondi per sopravvivere

The Informer - Tre secondi per sopravvivere

17-10-2019

Jesus Rolls - Quintana è tornato!

Jesus Rolls - Quintana è tornato!

17-10-2019

Maleficent: Signora del male

Maleficent: Signora del male

17-10-2019

RECENSIONE

Weathering With You - La ragazza del tempo

Weathering With You - La ragazza del tempo

14-10-2019

RECENSIONE