Home » Cinema » Azione & Avventura » Recensione | The Equalizer 2 – Senza Perdono di Antoine Fuqua 

6/10 su 2119 voti. Titolo originale: The Equalizer 2, uscita: 19-07-2018. Budget: $62,000,000. Regista: Antoine Fuqua.

Recensione | The Equalizer 2 – Senza Perdono di Antoine Fuqua 

24/08/2018 recensione di Sabrina Crivelli

Denzel Washington torna a vestire i panni del vendicatore dal cuore d'oro in un sequel gravato da passaggi ben poco logici e da eccessivi spunti buonisti e confusamente meditativi

Era il 2014 quando Denzel Washington incarnò per la prima al cinema in The Equalizer – Il vendicatore (The Equalizer) Robert McCall, ex agente della CIA in pensione che se la doveva vedere con un gerarca russo e buona parte dei suoi sottoposti per salvare una giovane prostituta dalle sue grinfie. Il thriller, diretto da Antoine Fuqua e sceneggiato da Richard Wenk era sostenuto dalla convincente performance dell’attore, dal ritmo serrato, dalle buone scene d’azione e dalla discreta dose di violenza. Certo non eravamo innanzi a un capolavoro, né ai livelli di un Training Day, che aveva visto nascere il sodalizio tra attore e regista (lo sceneggiatore là era David Ayer) e che era valso al protagonista addirittura l’Oscar, ma si trattava di un prodotto più che apprezzabile. Meno convincente è invece ora il sequel, intitolato The Equalizer 2 – Senza perdono, che vede la squadra riunirsi, coinvolgendo di nuovo anche Melissa Leo (The Fighter) e Bill Pullman (Independence Day) e aggiungendo la new entry Pedro Pascal (Narcos).

Il canovaccio è piuttosto semplice e non certo inventivo: McCall cerca di rifarsi una vita tranquilla dopo la morte della moglie, un lavoro onesto, prova ad aiutare le persone bisognose del suo quartiere. Spesso però si ricorda del suo passato e ricorre a metodi ‘poco ortodossi’ per assistere chi ne ha bisogno e non trova nella legge una mano concreta, rimanendo sempre nell’ombra. L’uomo è costretto tuttavia a esporsi di più quando una sua cara amica viene accoltellata a morte in quella che sembra una casuale rapina per mano di un gruppo di balordi e, poco dopo, anche lui viene preso di mira, convincendolo che sotto c’è qualcosa di più grosso.

Naturalmente, la morte di una persona a lui vicina è solo un mero espediente diegetico per potergli permettere di intraprendere una nuova e pericolosa missione e uccidere in modo spettacolare qualche altro cattivo (anche se purtroppo in quantità minore e in maniera meno pirotecnica rispetto al primo film …). Sfortunatamente, si cerca invece con dubbi risultati di diversificare un po’ la trama riducendo l’azione e inserendo un insolito tocco mistery, inserendo in apertura la cruenta eliminazione di un paio di ‘risorse’ di una non ben identificata agenzia in circostanze poco chiare. Il preambolo parrebbe rimandare quindi a un qualche intrigo che vede coinvolta una superiore intellighentia governativa e pertanto fornire terreno fertile per interessanti svolte e una maggiore complessità nell’intreccio. Purtroppo il subplot complottista rimane confusamente abbozzato ed è risolto con notevole faciloneria, limitandosi a una spiegazione del tipo “è stato uno sfortunato quanto fortuito caso” e intraprendendo percorsi molto più ‘intimi’.

Uno dei difetti principali di The Equalizer 2 è proprio la mancanza di cura nello sviluppo della sceneggiatura. Dopo pochi minuti diventa chiaro che non si tratti di un teso e complesso spy movie, eppure molti passaggi sono ugualmente sin troppo semplicistici, abbozzati e prevedibili anche in un contesto da revenge thriller senza troppi fronzoli. I supposti colpi di scena sono incredibilmente anticipabili e molteplici sono le ‘stravaganze’ (o se preferite, le ‘noncuranti approssimazioni’) di cui è intriso il copione. Ad esempio, in un albergo di lusso di Bruxelles due balordi uccidono uno degli ospiti nella sua stanza e tutto viene liquidato senza pressoché indagare; anzi qualcuno addirittura afferma che sono cose che da quelle parti capitano spesso (chissà come sarà contento l’ente del turismo belga …)!!

Similmente, dopo che un collaboratore sotto copertura e sua moglie vengono trovati senza vita e un ex alto esponente della CIA è trucidato, le inchieste (governo e Interpol) si risolvono sostanzialmente con un’alzata di spalle. E ancora, un comune autista di Uber pesta alcuni clienti poco di buono questi gli danno il massimo dei voti solo perchè lui glielo ha intimato (dovrebbe essere un momento comico, ma arriva assai stonato …). O infine, per salvare il suo giovane pupillo (Ashton Sanders), McCall entra nel covo di una gang di spacciatori armati fino ai denti e picchia più d’uno dei suoi membri, preleva il ragazzo, scende in cortile e si mette a redarguirlo per 10′ sui pericoli della vita di strada, senza che nemmeno uno dei gangster provi a inseguirlo per affogare nel sangue l’affronto subito. Troppi momenti su cui poter sorvolare con leggerezza.

Ancor più destabilizzante è come viene però tratteggiata quella che dovrebbe essere la complessa psicologia del personaggio di Denzel Washington. Incrocio tra un Punisher dalle velleità di Buon Samaritano, un meditabondo Ghost Dog e un implacabile John Wick, imbevuto di echi da eroe della blaxploitation, lo vediamo assistere con garbo i vecchietti, le signore che provano a tenere ordinato il quartiere e i giovani a rischio, palesando una notevole attenzione per i più deboli e le minoranze (specie religiose). Dall’altra, quando un vero dilemma morale gli si pone di fronte e si trova a scontrarsi con alcuni ex compagni d’armi che un tempo considerava amici, non vacilla nemmeno un secondo al pensiero di doverli eliminare, ma non perchè oggettivamente fautori delle più grette azioni, quanto perchè se la sono presa con lui (ricordate il cagnolino di Keanu Reeves?).

Quello di McCall è un sistema morale indecifrabile. Lui stesso dice che meriterebbe di morire “100 volte” per le azioni di cui si è macchiato (e per questo prova a rimediare ogni giorno aiutando il prossimo), ma se deve decidere di sterminare una banda di ex colleghi che non sono ancora andati in pensione come lui e che eseguono ancora un compito “senza fare domande e senza rancore” non esita a giustiziarli pur sapendo che hanno famiglie e bambini da mantenere, solamente perchè lui “non perdona”. L’elemento emotivo ‘meno egoistico’ comunque non manca affatto in The Equalizer 2, anzi, rispetto al predecessore il pedale sui buoni sentimenti più spicci è spinto alla massima potenza, con un finale zuccherino addirittura tripartito di quelli che a Hollywood ultimamente impazzano.  L’aspetto migliore resta Denzel Washington, ancora in gran forma a 63 anni suonati e capace di una gamma espressiva efficace nel tratteggiare le varie situazioni in cui si ritrova. A lui si aggiungono scene di lotta ben costruite già dal prologo su un treno in corsa in Turchia e poi uno dentro l’abitacolo di una macchina lanciata a grande velocità nel traffico e, soprattutto il lunghissimo scontro finale in cui l'(anti)eroe e i suoi avversari si affrontano in una cittadina sul mare evacuata mentre sta per arrivare un uragano che porta con sé raffiche di vento e pioggia sferzante.

In definitiva, se un mix di adrenalina, passaggi poco logici, buonismo e un premio Oscar in palla rappresenta gli ingredienti giusti per la vostra serata, allora questo sequel è il film giusto. In ogni caso Antoine Fuqua ha già anticipato che intende proseguire la serie e che ha piani ben precisi per McCall.

Di seguito intanto il trailer italiano e quello americano (per meglio apprezzare le voci originali) di The Equalizer 2: Senza Perdono, che arriverà nei nostri cinema il 13 settembre:

Denzel Washington
Pedro Pascal
Ashton Sanders
Bill Pullman
Melissa Leo
Jonathan Scarfe
Tamara Hickey
Liam McNeill
Sakina Jaffrey
Caroline Day
Orson Bean
Andrei Arlovski
Abigail Marlowe
Kazy Tauginas
Adam Karst
Garrett Golden
Rhys Olivia Cote
Alican Barlas
Antoine de Lartigue
Colin Allen
Ken Baltin
Lillie Dickens
Alessandra Noelle Rosenfeld
Jim Loutzenhiser
Rory Benjamin Smith
Rex Baning
Ted Arcidi
Lance A. Williams
David Carrasquillo
Rutherford Cius
Wesley Pereira
Nathaniel Chaney
Drew Cooper
Jermaine Holt
Jay Hieron
Phil Tavares
Naheem Garcia
Gloria Papert
Cj Stuart
Donald Cerrone
Tim Doherty
Gabrielle Lorthe
Marley Dauphin
Karen Strong
Elena Capaldi
Miguel Nascimento
Penélope de la Rosa
Maximillian McNamara
Johnny L. Hernandez
Phyllis Kay
Gerry Pucci
Superman Flyby J.J. Abrams 2002 storyboard (2)
Azione & Avventura

Superman: Flyby, emersi gli storyboard del film mai girato scritto da J. J. Abrams

di Redazione Il Cineocchio

L'artista Peter Ramsey ha mostrato alcuni disegni preparatori del progetto del 2002 mai andato in porto, che avrebbe riletto le origini dell'Uomo d'Acciaio in modo radicale

Leggi
bob kane e michael keaton batman 1989
Azione & Avventura

Dossier | Bob Kane: la genesi di Batman e le lodi per il film di Tim Burton del 1989

di Redazione Il Cineocchio

Il 'papà' del Cavaliere Oscuro di Gotham City raccontava in un'intervista di 30 anni fa le sue fonti di ispirazione per il celebre personaggio, tessendo l'elogio dell'adattamento hollywoodiano e predicendone un futuro luminoso

Leggi
bruce lo squalo film
Azione & Avventura

Lo Squalo: Greg Nicotero mostra le foto del restauro di ‘Bruce’

di Redazione Il Cineocchio

L'esperto di effetti speciali è stato incaricato di metter mano all'ultimo modello rimasto del classico di Steven Spielberg del 1975, usato per anni come attrazione agli Universal Studios e ridotto piuttosto male

Leggi
Azione & Avventura

Trailer per Point Blank, violento buddy movie di Netflix con Anthony Mackie e Frank Grillo

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono Joe Lynch alla regia e Joe Carnahan alla produzione nel remake dell'action thriller francese del 2010 di Fred Cavayé

Leggi
jerry calà chicken park film
Azione & Avventura

Dossier | Chicken Park, la parodia ‘maledetta’ di Jerry Calà

di Redazione Il Cineocchio

Il film del 1994 nasceva con ambizioni alte, ma non arrivò mai nei cinema italiani ed è stato in seguito praticamente condannato all'oblio. Riscopriamolo attraverso le parole amare del comico, debuttante alla regia proprio con questo titolo.

Leggi
Toy Story 4 (2019) film
Azione & Avventura

Toy Story 4 | La recensione del quarto film della saga, diretto da Josh Cooley

di William Maga

Il regista firma un nuovo capitolo maturo eppure familiare, un sequel di cui non ci eravamo resi conto di avere bisogno

Leggi
Richard Attenborough in Jurassic Park (1993)
Azione & Avventura

Jurassic Park (1993): uno storyboard rivela la cruda fine di John Hammond scartata

di Redazione Il Cineocchio

I piani originari per il personaggio interpretato da Richard Attenborough nel classico di Steven Spielberg erano ben diversi

Leggi
the boys serie amazon 2019
Azione & Avventura

Full trailer per The Boys: imprecazioni, splatter e dark humor per i ‘supereroi’ della serie Amazon

di Redazione Il Cineocchio

Simon Pegg e Karl Urban tra i protagonisti dello show originale che porta sul piccolo schermo in tutto il suo dissacrante splendore il fumetto di Garth Ennis e Darick Robertson

Leggi
Date Masamune statua
Azione & Avventura

Netflix prepara Age of Samurai: Battle for Japan, docu-serie sul daimyō Date Masamune

di Redazione Il Cineocchio

Presto gli abbonati conosceranno la vera storia del temibile e illuminato 'drago con un occhio solo'

Leggi
Rambo II - La vendetta (1985) film
Azione & Avventura

Recensione Story | Rambo 2 – La vendetta di George Pan Cosmatos

di William Maga

A tre anni dal primo capitolo, Sylvester Stallone veniva catapultato in Vietnam in un film che - con un attacco frontale - illustrava sul grande schermo la teoria della 'coltellata alla schiena' ai soldati americani

Leggi
comicsfest oliver onions movieland 2019
Azione & Avventura

Reportage ComicsFest 2019 | Due giorni tra fumetti, Oliver Onions e Movieland

di Sabrina Crivelli

Il resoconto della nostra visita alla rinnovata manifestazione tenutasi nel castello di Villafranca di Verona, del concerto dello storico duo e dell'avventurosa visita al parco dove le attrazioni si ispirano al mondo del cinema

Leggi
Forest Whitaker in Ghost Dog
Azione & Avventura

Jim Jarmusch: “Lavoro con RZA sulla serie TV di Ghost Dog”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista del film del 1999 ha rivelato il suo coinvolgimento nel progetto, parlando anche della possibilità di occuparsi della regia

Leggi
Russell Crowe e Sven-Ole Thorsen in Il Gladiatore (2000)
Azione & Avventura

Il Gladiatore 2: il film procede con Ridley Scott; dettagli sull’ambientazione

di Redazione Il Cineocchio

I produttori Walter F. Parkes e Laurie MacDonald hanno anche rivelato il nome dello sceneggiatore chiamato a scrivere il seguito del fortunatissimo lungometraggio del 2000 con Russell Crowe

Leggi
Emmett J. Scanlan lobo tv
Azione & Avventura

Lobo: si fa la serie TV dedicata al mercenario DC; sarà lo spin-off di Krypton

di Redazione Il Cineocchio

Mentre il film della Warner Bros. è ancora nel limbo, SyFy annuncia i dettagli del prossimo show, dedicato interamente allo sboccato cacciatore di taglie intergalattico

Leggi
Stellone Escape Plan The Extractors (2019)
Azione & Avventura

Trailer red band per Escape Plan 3: L’ultima sfida, l’evasione è una questione personale per Sylvester Stallone

di Redazione Il Cineocchio

Nel terzo capitolo della saga action, diretto da John Herzfeld, la star imbastirà una nuova evasione impossibile con Dave Bautista, per salvare l'amata Jaimie King

Leggi
Ma

Ma

27-06-2019

La mia vita con John F. Donovan

La mia vita con John F. Donovan

27-06-2019

Toy Story 4

Toy Story 4

26-06-2019

RECENSIONE

Lucania - Terra Sangue e Magia

Lucania - Terra Sangue e Magia

20-06-2019

Sir - Cenerentola a Mumbai

Sir - Cenerentola a Mumbai

20-06-2019

La prima vacanza non si scorda mai

La prima vacanza non si scorda mai

20-06-2019

Anna

Anna

20-06-2019

Arrivederci professore

Arrivederci professore

20-06-2019

Rapina a Stoccolma

Rapina a Stoccolma

20-06-2019

RECENSIONE

The Elevator

The Elevator

20-06-2019

La bambola assassina

La bambola assassina

19-06-2019

RECENSIONE

Christo - Walking on water

Christo - Walking on water

16-06-2019