30 gennaio 2016

Park Chan-Wook alla regia dell’adattamento di Genocidal Organ

Il regista di Oldboy si cimenterà con il fanta-thriller portando sul grande schermo l’acclamato romanzo di fantascienza giapponese scritto da Project Itoh

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
30 gennaio 2016
Park Chan-Wook

Il visionario regista Park Chan-Wook – l’uomo dietro a grandi film come Old Boy, Lady Vendetta e Stoker – sta attualmente lavorando a una pellicola romantica chiamata Agassi, sull’amore che sboccia tra due donne. Se questo potrebbe suonare come un progetto non tipicamente nelle sue corde, il suo prossimo film invece lo sembrerebbe assolutamente.

Park ha infatti firmato per dirigere l’adattamento del romanzo di fantascienza giapponese Genocidal Organ, scritto da Project Itoh. Il libro è stato molto acclamato al momento della pubblicazione in Giappone nel 2007 e tradotto in inglese nel 2012 (in italiano ovviamente no…).

Ecco la sinossi del libro:

genocidal-organLa guerra al terrorismo è scoppiata, letteralmente, il giorno in cui Sarajevo è stata distrutta da un ordigno nucleare fatto in casa. Le democrazie sono state trasformate in Stati di massima sorveglianza, e il mondo in via di sviluppo è annegato sotto un’ondata di genocidi. Un misterioso uomo americano, John Paul, sembra essere il responsabile del crollo del sistema mondiale, e tocca all’agente segreto Clavis Shepherd rintracciare John Paul attraverso ciò che resta della civiltà, e trovare il vero cuore di tenebra, un organo genocida (Genocidal Organ).

Non si tratta del primo tentativo di adattare il libro in un film. La Manglobe stava sviluppando una versione anime di Genocidal Organ scritta e diretta da Shuko Murase, la cui uscita era stata fissata per il 13 novembre 2015. Dopo che la Manglobe è fallita però, il progetto è stato accantonato a tempo indeterminato.

Suona come un buon compagno di Snowpiercer, che Park ha prodotto nel 2013. I dettagli dell’adattamento non sono stati resi noti, ma Sean Daniel e la sua società di produzione, la Sean Daniel Company si occuperà della produzione. Sperando di avere presto maggiori informazioni, c’è ora da chiedersi però cosa ne è stato di Second Born, il progetto a cui il regista coreano era stato associato un paio di anni fa.

Articoli correlati

Inserisci un commento