10 dicembre 2015

Mads Mikkelsen non esclude un ritorno di Hannibal

Il creatore della serie, Bryan Fuller, si è soffermato invece sul futuro di Will Graham

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
10 dicembre 2015
hannibal

Mads Mikkelsen, invece di concentrarsi esclusivamente sul passato di Hannibal, che ha chiuso pochi mesi fa i battenti al termine della terza stagione, ha offerto un barlume di speranza su una possibile quarta stagione nel corso di un’intervista a IGN.

“Suppongo sia una di quelle cose che potrebbero avvenire… potrebbe succedere. Ma penso anche che debba accadere molto presto, perché in tre o quattro anni potrebbe essersi esaurita l’energia; la voglia di fare di tutti gli interessati e da parte del pubblico. Quindi, se succede, deve essere entro l’anno prossimo, credo. Dipende tutto da ciò che le persone coinvolte e Bryan [Fuller] stanno facendo. C’è chi vuole riprendere e così via… Ci sono state un sacco di voci e, finora, non è successo niente. Sai, se riprenderà [lo show], penso che tutti noi, che siamo stati coinvolti, cercheremo con tutte le forze di avere una parte in esso. Se non succederà, penso che saremo tutti molto, molto felici di aver lavorato a tre meravigliose stagioni ad una serie che è stata così radicale e così interessante e che prima di tutto è stato già sconvolgente che sia stata prodotta. Quindi siamo grati di esserci fermati all’apice, prima di stancarci. Qualsiasi cosa avvenga, saremo ugualmente lieti”.

Frattanto il creatore di Hannibal Bryan Fuller ha dichiarato a Bloody Disgusting: “Mi piacerebbe vedere l’Hannibal di ‘Il silenzio degli innocenti’ e vedere Mads Mikkelsen accanto a Clarice Starling e, finché sarò in vita, cercherò di realizzarlo”. Approfondendo poi la questione, ha spiegato che il personaggio di Will Graham non è ancora stato delineato del tutto e che “il capitolo più interessante della vita di Will Graham è ancora da raccontare. Proprio come se lui si trovasse dall’altro lato. Come se tutto quello che abbiamo visto fino ad ora sia avvenuto dall’altra parte di un muro per lui, e il prossimo capitolo della sua storia si svolgerà proprio al di là del muro, perciò mi sembra che ci sia una grande opportunità per esplorare tale dinamica a livello psicologico “.

Non ci resta quindi che aspettare e incrociare le dita.

Articoli correlati

Inserisci un commento