Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Intervista esclusiva | Paolo Eleuteri Serpieri sui film di Druuna, passati e futuri (LCCAF 2019)

Intervista esclusiva | Paolo Eleuteri Serpieri sui film di Druuna, passati e futuri (LCCAF 2019)

31/05/2019 news di Alessandro Gamma

Abbiamo incontrato l'artista 75enne a Cernobbio, scoprendo che negli ultimi 30 anni più volte si è tentato di adattare 'dal vivo' le avventure fanta-erotiche della sua eroina. E ora sappiamo anche i nomi delle attrici contattate per il ruolo.

paolo eleuteri serpieri lccaf 2019

Classe 1944, Paolo Eleuteri Serpieri ha alle spalle una carriera pluridecennale nel mondo del fumetto e dell’illustrazione, avendo collaborato ad alcune delle più importanti riviste di settore in Italia (Lanciostory, Orient Express, Skorpio, L’Eternauta) e in Francia (Pilote, Larousse).

Grande esperto ed appassionato del genere western, è però probabilmente noto per il personaggio di Druuna, atletica bellezza forte e sensuale, che in molti lettori hanno dimostrato di apprezzare. Nata nel 1985 – forse già qualcosa si era intravisto prima – nella storia Morbus Gravis, la donna diventa protagonista di un ciclo di avventure (recentemente ristampate) – destinate a un pubblico rigorosamente adulto – in cui si mescolano senza soluzione di continuità fantascienza, erotismo spinto e punte di splatter.

E proprio di Druuna abbiamo parlato con Paolo Eleuteri Serpieri nell’intervista realizzata al LCCAF 2019 di Villa Erba a Cernobbio, soffermandoci sul perché non sia mai stata portata al cinema o in TV in questi 35 anni.

druuna serpieriQualche studio / produttore l’ha mai approcciata nel tempo per valutare un possibile film incentrato su Druuna?

A dire il vero, ci sono alcune persone che attualmente stanno lavorando su un progetto, ma non ho ancora notizie chiare in merito. Credo comunque si tratti più di una serie che di un lungometraggio.

Sono coinvolti gli americani o sarà qualcosa di europeo?

Ammetto che sono coinvolti gli americani. Il che mi sta benissimo, considerato che possono garantire un budget superiore, ma preferirei personalmente che se occupassero esclusivamente degli europei, perché non voglio assolutamente che la mia Druuna venga in alcun modo toccata o snaturata, come successo ad esempio col film di Dylan Dog di qualche anno fa.

Chi vedrebbe bene nel ruolo di Druuna allora in questo momento?

È una domanda che a cicli di 10 anni vien fuori questa … Ci sono state nel tempo diverse attrici papabili, ma la risposta è molto complicata, specie perché il tempo passa e alcuni nomi che avrebbero potuto esser giusti a un certo momento dopo qualche anno diventano inadeguati … So che verso fine anni ’90 si era pensato a Jennifer Lopez per un progetto che poi naturalmente non è andato in porto … 

Quindi già all’epoca si era pensato a portare Druuna sul grande schermo

Certo. Sempre negli anni ’90, ma questa volta dei francesi, mi proposero anche Monica Bellucci per una trasposizione dal vivo di Druuna, a cui avrebbe dovuto partecipare anche Vincent Cassell, che era suo marito al tempo, per ricoprire la parte del suo fidanzato Schastar. Ma l’idea non è che mi convinse molto. E anche qui alla fine tutto saltò.

Valérie Kaprisky LA FEMME PUBLIQUE (Andrzej Zulawski) 1984Lei però ha confermato che per disegnare Druuna si è ispirato all’attrice Valérie Kaprisky, che negli anni ’80 si era guadagnata una certa notorietà – almeno in patria – per film come La Medusa e All’ultimo respiro

Esattamente, mi ispirai a lei dopo averla vista in La femme publique di Andrzej Żuławski del 1984. Avevo in mente una donna mora che vagava per un mondo apocalittico, e mi colpirono sia le atmosfere di questa Parigi tetra sia una scena in cui Valérie Kaprisky è nuda davanti a uno specchio e la telecamera le gira intorno. Lì capii che lei era la mia Druuna. Già poco dopo la pubblicazione della prima storia di Druuna le chiesero naturalmente se avrebbe avuto piacere a partecipare a un film ispirato al personaggio, ma lei rispose di essere una ‘donna impegnata’ e che non intendeva prender parte a progetti collegati a un fumetto, che avrebbero svilito in qualche modo la sua carriera.

Sta lavorando ancora a un fumetto di Druuna in questo momento?

Si, sono alle prese con un nuovo volume, dal titolo Quel che resta. Un libro un po’ difficile come contenuti, ma che se riesco a finirlo e a farlo come intendo verrà molto bene. Druuna sarà sempre prorompente e non mancheranno avventura e ovviamente delle punte di erotismo, nei limiti della storia, ma dovrò prima di tutto essere soddisfatto io del risultato, senza ingerenze esterne. 

Di seguito il trailer originale di La femme publique: