Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione | Le perle nascoste in Netflix: Verónica di Paco Plaza

6/10 su 824 voti. Titolo originale: Verónica, uscita: 25-08-2017. Regista: Paco Plaza.

Recensione | Le perle nascoste in Netflix: Verónica di Paco Plaza

04/01/2018 di Sabrina Crivelli

La giovane Sandra Escacena è la travagliata protagonista di un horror abilmente sospeso tra possessione demoniaca e delirio psicotico

Conosciuto dal grande pubblico quale regista e sceneggiatore del franchise di [REC], Paco Plaza è tornato dopo ben cinque anni di assenza con la consueta maestria all’horror paranormale con Verónica, tratto da un caso di possessione demoniaca di un’adolescente spagnola realmente avvenuto nel 1991 (il nostro approfondimento), che verrà distribuito in esclusiva da Netflix il mese prossimo (una prassi sempre più comune a quanto pare per i film spagnoli, come già recentemente accaduto per Pelle di Eduardo Casanova e El Bar di Alex de la Iglesia).

Protagonista della fosca storia è, per l’appunto, Verónica (Sandra Escacena), una comune studentessa costretta ad occuparsi dei tre fratelli minori ottemperando alle mansioni della madre single (Ana Torrent), assente per mantenere la famiglia. Sottoposta a un notevole livello di stress, la ragazzina decide di mettersi in contatto con lo spirito del padre defunto e organizza una seduta spiritica per evocarlo durante un eclissi solare nella cantina del suo liceo con due compagne di classe. Tuttavia, a rispondere alla chiamata non è il genitore defunto, ma qualcosa di molto più oscuro, che inizia a seguire e perseguitare la giovane vittima.

Tra psicologico e sovrannaturale, Verónica riesce perfettamente a costruire un profondo senso di disturbo, non edificato, però, come in prodotti più commerciali alla The Conjuring da effetti speciali pirotecnici, tavoli e mobilio vario che deambulano da soli o levitazioni improvvise dello spiritato di turno. Al contrario, si tratta di un lento crescendo che fonde una strisciante e impalpabile minaccia all’angoscia prolungata, e ben antecedente al contatto col Maligno, che porta una giovane mente all’esasperazione. Seppur marcatamente paranormale, la degenerazione nel terrore e nella follia paiono allora il frutto della commistione tra entità luciferine e la ben più concreta vita deteriorante, fatta di rinunce e di responsabilità eccessive per un’adolescente, che invece di divertirsi e uscire con i coetanei, è costretta a crescere un manipolo di bambini.

Percepibile in molte sequenze è quindi la profonda solitudine e amarezza che soverchiano e soffocano Verónica, quando viene messa da parte dall’amica del cuore, Rosa (Ángela Fabián), oppure quando cerca di porre rimedio alla terrificante situazione in cui si trova, senza l’aiuto di nessuno. Così, alcune sequenze stranianti danno all’horror una declinazione schizofrenica, più che pertenére alla sfera dell’occulto, come quella in cui la ragazza cammina sola per la strada, dopo che la compagna le ha rifiutato il suo aiuto, e incrocia se stessa mentre si volta all’unisono con il suo doppio in una sorta di breve loop. D’altra parte il caso stesso di cronaca risalente agli anni ’90 ipotizzava la possibilità di una patologia mentale, scatenata dalla seduta spiritica.

Se tale prospettiva emerge innegabilmente nello svolgersi del film, e Plaza stesso sembra perorare questa teoria (la nostra intervista esclusiva al regista realizzata a Sitges 50), nelle sequenze l’elemento smaccatamente demoniaco è reiterato tanto da lasciare quantomeno sospesi tra le due possibili interpretazioni. Un’altra ombra, che sovente prende le sembianze del padre, perseguita la sfortunata, lascia visibili tracce nerastre, muove oggetti e ne influenza infine le azioni. Certo, molti dei passaggi più marcatamente horror sono riconducibili al claustrofobizzante emisfero onirico, tra sangue, sagome scure che immobilizzano Veronica, e perfino scene di cannibalismo. Tutto però è sapientemente mantenuto in bilico tra demoniaco e mentale, riuscendo così ancora più ansiogeno, come se il Male, con cui è venuta in contatto la protagonista, si fosse insinuato sotto pelle e la portasse lentamente alla pazzia, ma anche, al contempo, fosse la concretizzazione di un malessere prolungato, di un’insofferenza soffocata per anni che del Diavolo ha preso la forma.

Lucifero, così, infetta gli innocenti, lasciando funerei segni sotto ai loro giacigli e conducendoli piano alla dannazione … o forse si tratta solo di allucinazioni? A quei più sommari e immediati eccessi visivi ed effetti speciali, Plaza preferisce una via ben più raffinata e credibile di rappresentare il demoniaco, non rinunciando del tutto alla figurazione del fantastico, ma non eccedendo al contempo nella grossolana messa in scena di trucchi e cliché di genere, filiazioni ormai ritrite di L’Esorcista di William Friedkin. A rendere particolarmente credibile e riuscito l’horror è infine, oltre alla ben ponderata regia e all’ottima sceneggiatura, scritta dal regista stesso insieme a Fernando Navarro, l’interpretazione davvero rimarchevole della Escacena (al sorprendente debutto davanti alla telecamera), a cui si somma la convincente performance dei giovanissimi Bruna González, Claudia Placer e Iván Chavero, che incarnano i fratellini di lei.

Ottimo nella creazione di suspense, nella caratterizzazione dei personaggi e nell’esplorazione di un animo travagliato, in Verónica – nel catalogo di Netlix Italia dal 25 febbraio – Plaza è stato capace di evocare demoniche entità dall’Oltretomba e insieme di concretizzare quei terrificanti fantasmi della psiche che già a cavallo tra XX e XXI secolo Sigmund Freud aveva intuito e descritto.

Di seguito trovate il trailer originale:

Horror & Thriller

André Øvredal: “Adatto per il cinema La Lunga Marcia di Stephen King; ho paura di fallire”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista norvegese (Autopsy) comincerà presto le riprese dell'ennesima trasposizione di un'opera del Re del brivido, che all'epoca l'aveva pubblicata col nome di Richard Bachman

Leggi
We Have Always Lived in the Castle film Alexandra Daddario e Taissa Farmiga
Horror & Thriller

We Have Always Lived in the Castle | La recensione del film con Alexandra Daddario e Taissa Farmiga

di Sabrina Crivelli

C'è anche Sebastian Stan nell'adattamento cinematografico del romanzo di Shirley Jackson, un dramma claustrofobico in cui il vero orrore risiede nel passato e nella psiche

Leggi
Horror & Thriller

The Nightingale: trailer per il rape & revenge in costume di Jennifer Kent

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il passaggio al Festival di Venezia, il secondo film della regista australiana è finalmente pronto ad arrivare nelle sale

Leggi
Randall Archer e Erin Way in The Collection (2012)
Horror & Thriller

The Collected: poster per il terzo film della saga slasher del ‘Collezionista’

di Redazione Il Cineocchio

Dopo 7 anni di silenzio, il protagonista Josh Stewart conferma l'arrivo dell'atteso sequel, scritto e diretto ancora una volta da Marcus Dunstan

Leggi
jinn serie netflix
Horror & Thriller

Jinn: full trailer per la serie Netflix ispirata al folklore arabo

di Redazione Il Cineocchio

C'è il giovane regista libanese Mir-Jean Bou Chaaya dietro alla prima produzione originale mediorientale

Leggi
Horror & Thriller

C’era una volta a Hollywood: full trailer metacinematografico e data di uscita in Italia

di Redazione Il Cineocchio

Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie sono tra i protagonisti del crime thriller di Quentin Tarantino, che ricostruisce gli ultimi momenti dell'età dell'oro della Los Angeles di fine anni '60, con l'ombra di Charles Manson sullo sfondo

Leggi
Horror & Thriller

Nel trailer di True Fiction, un esperimento usa il terrore come fonte per un romanzo horror

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Braden Croft torna sulle scene con un horror thriller che capovolge le dinamiche di Misery non deve morire

Leggi
Horror & Thriller

Recensione story | Cannibal Love – Mangiata Viva di Claire Denis

di Sabrina Crivelli

Ripercorriamo lo scioccante film del 2001 della regista francese con protagonista Vincent Gallo, in cui sesso e cannibalismo si compenetrano indissolubilmente

Leggi
Vincent Price il grande inquisitore
Horror & Thriller

John Hillcoat: “Dirigo il remake di Il Grande Inquisitore, Nicolas W. Refn produce”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo quattro anni di silenzio, riparte di slancio il progetto che porterà al cinema un nuovo adattamento del controverso romanzo di Ronald Bassett già trasposto da Michael Reeves nel 1968

Leggi
brightburn l'angelo del male film
Horror & Thriller

13 cose da sapere su L’Angelo del Male – Brightburn di David Yarovesky

di Redazione Il Cineocchio

Curiosità e aneddoti sulla lavorazione dell'horror coi supereroi prodotto da James Gunn e interpretato da Elizabeth Banks

Leggi
L'Angelo del Male - Brightburn film
Horror & Thriller

L’Angelo del Male – Brightburn | La recensione del mash-up tra horror e cinecomic

di Sabrina Crivelli

Ci sono David Yarovesky alla regia e James Gunn in produzione dietro al film che mescola splatter e superpoteri pescando a piene mani da Il presagio e da Superman, ma il risultato soddisfa meno di quanto si vorrebbe

Leggi
climax Gaspar Noé film
Horror & Thriller

Poster e trailer italiani per Climax, thriller ‘in acido’ di Gaspar Noé

di Redazione Il Cineocchio

A un anno dalla presentazione in anteprima al Festival di Cannes, l'ultima fatica del controverso regista franco-argentino con Sofia Boutella arriva finalmente nei nostri cinema

Leggi
Désirée Giorgetti Sky Sharks (2)
Horror & Thriller

Intervista esclusiva | Désirée Giorgetti ci parla di Sky Sharks

di Alessandro Gamma

L'attrice italiana ci racconta la sua esperienza sul set del folle fanta-horror diretto da Mark Fehs, in cui ci sono anche Tony Todd, Cary-Hiroyuki Tagawa e Robert LaSardo

Leggi
nancy drew serie the cw Kennedy McMann
Horror & Thriller

Trailer per Nancy Drew, serie che rilancia in TV le indagini soprannaturali della giovane detective

di Redazione Il Cineocchio

Ha il volto dell'esordiente Kennedy McMann la protagonista delle nuove storie del personaggio creato dalla scrittrice Mildred Augustine Wirt Benson

Leggi
brightburn film 2019
Horror & Thriller

UPDATE | L’Angelo del Male – Brightburn censurato in Italia: le 2 scene tagliate

di Redazione Il Cineocchio

Nell'horror coi superpoteri prodotto da James Gunn e diretto da David Yarovesky manca circa 1 minuto di momenti splatter

Leggi
Rocketman

Rocketman

29-05-2019

Una vita violenta

Una vita violenta

25-05-2019

L'angelo del male - Brightburn

L'angelo del male - Brightburn

23-05-2019

RECENSIONE

Takara - La notte che ho nuotato

Takara - La notte che ho nuotato

23-05-2019

Polaroid

Polaroid

23-05-2019

RECENSIONE

Aladdin

Aladdin

22-05-2019

RECENSIONE

Alive in France

Alive in France

19-05-2019

Dolor y gloria

Dolor y gloria

17-05-2019

Mò vi mento - Lira di Achille

Mò vi mento - Lira di Achille

16-05-2019

Bangla

Bangla

16-05-2019

Unfriended: Dark Web

Unfriended: Dark Web

16-05-2019

RECENSIONE

Quando eravamo fratelli

Quando eravamo fratelli

16-05-2019

John Wick 3 – Parabellum

John Wick 3 – Parabellum

16-05-2019

RECENSIONE

Attenti a quelle due

Attenti a quelle due

16-05-2019