10 febbraio 2016

Lalo Schifrin parla della partitura per L’Esorcista rifiutata da William Friedkin

Il compositore argentino ha detto la sua sul rapporto difficile con il regista del capolavoro del 1974

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
10 febbraio 2016
Linda Blair e William Friedkin set

I fan di L’Esorcista sicuramente sapranno che il regista William Friedkin aveva originariamente assunto il leggendario compositore Lalo Schifrin per le musiche del film, anche se è solamente da poco che l’intera partitura non utilizzata è stata resa disponibile all’ascolto. Ve la riproponiamo noi allora, insieme alla vicenda che l’accompagna.

La principale fonte di informazioni sulle musiche rifiutate è un’intervista di Schifrin di qualche tempo fa, in cui il compositore e pianista argentino ha rivelato che la sua esperienza di lavoro su L’Esorcista fu tutt’altro che piacevole. Il suo coinvolgimento nel film si sarebbe infatti concluso a causa di problemi personali con William Friedkin.

Friedkin l'esorcista setQuello che è successo è che il regista, William Friedkin, mi ha assunto per scrivere le musiche del trailer; sono stati registrati sei minuti per l’edizione della Warner del trailer. Le persone che hanno visto il trailer hanno inveito contro il film, perché le scene erano molto pesanti e spaventose, quindi la maggior parte di loro è andata in bagno a vomitare. Il trailer era eccezionale, ma il mix di quelle scene spaventose e della mia musica, una partitura molto difficile e plumbea, ha spaventato molto il pubblico.

Così, i dirigenti della Warner Bros hanno chiesto a Friedkin di dirmi che devo scrivere uno score meno drammatico e più morbido. Avrei potuto facilmente e perfettamente realizzare quello che volevano, perché era fin troppo semplice rispetto a quanto avevo già scritto, ma Friedkin non mi riferì quello che gli dissero. Sono sicuro che lo abbia fatto deliberatamente. In passato avevamo avuto un problema, causato da altri motivi, e penso che volesse vendetta. Questa è la mia teoria. 

Secondo quanto riferito, Friedkin era così arrabbiato che prese i nastri contenenti il ​​duro lavoro di Schifrin e li gettò nel parcheggio della Warner Bros., anche se è difficile dire  con certezza se ciò sia realmente accaduto. Secondo Friedkin, gran parte della storia di Schifrin semplicemente non corrisponde alla verità, come ha scritto di recente su Twitter:

Io non ho usato la musica di Schifrin perché ho pensato che fosse inadeguata e diversa da quella che gli avevo chiesto, punto. Le spiegazioni e il resoconto del Sig. Schifrin sono inesatti.

In ogni caso, potete farvi un’idea voi stessi se la scelta sia stata o meno giusta:

Di seguito invece potete vedere il trailer di L’Esorcista che all’epoca fu censurato e ritirato:

Articoli correlati

Inserisci un commento