10 dicembre 2015

Michael Almereyda e Uri Singer di nuovo insieme per il biopic su Nikola Tesla

La pellicola seguirà le vicende dell’inventore di origine serba, tra geniali scoperte e accese rivalità con Thomas Edison

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
10 dicembre 2015
nikola-tesla

Il regista Michael Almereyda (Experimenter) sta lavorando con il produttore Uri Singer su Tesla, biopic sul celebre scienziato Nikola Tesla, geniale ingegnere, uno dei principali innovatori nel campo dell’energia elettrica e uomo dalla personalità eccentrica che ispirò romanzi, fumetti e film.

La pellicola, che segna la terza collaborazione tra il regista e il produttore, segue il recentissimo ‘Experimenter’ (2015), con Peter Sarsgaard e Winona Ryder, e ‘Marjorie Prime’, con Geena Davis, Tim Robbins e Jon Hamm, che è ora in fase di post-produzione.

La sceneggiatura di Tesla, la prima mai scritta da Almereyda, è incentrata sulla biografia dell’inventore, che lo ha molto appassionato. Nato in Serbia nel 1856, Tesla migrò negli Stati Uniti al principio degli anni ottanta del XIX secolo e iniziò la sua carriera affiancando Thomas Edison. Tuttavia, presto la competizione tra i due geniali scienziati ebbe la meglio e diventarono acerrimi rivali quando Tesla lasciò il maestro, dacché riteneva di non essere stato adeguatamente ricompensato per la progettazione di alcune essenziali migliorie ad alcuni motori e generatori poco efficienti della società. Tale competizione sarebbe sfociata nella cosiddetta “guerra delle correnti” tra gli anni ’80 e ’90, in cui Edison sosteneva la corrente continua, mentre Tesla quella alternata, nella trasmissione di elettricità. Quest’ultimo ideò anche molti altri prototipi, che altri successivamente svilupparono, tra cui un dispositivo per le comunicazioni senza fili, uno di controllo in remoto e uno che utilizzava i raggi X. È famosa infine la scoperta di quella che lui definì “un’arma a energia diretta”, anche comunemente detta “raggio della morte“, di cui però non riuscì mai a creare un dispositivo. Morì povero e relativamente ignoto nel 1944, ma lasciò il segno nelle future generazioni di scienziati, incarnando l’archetipo dello “scienziato pazzo”.

Il film si concentrerà dunque su tutti questi aspetti, in particolare sulla vita dell’inventore in America, narrandone le faide con Edison e i rapporti con gli altri grandi del suo tempo, come George Westinghouse e JP Morgan. Descritto come un personaggio sopra le righe, un outsider, Tesla viene tratteggiato come libero da ogni compromesso o influenza, capace di seguire le proprie idee e la propria visione, sovente giudicate strane, a discapito spesso della propria stabilità finanziaria.

I casting sono in corso e la pre-produzione partirà ad aprile.

Inserisci un commento