10 febbraio 2017

Una misteriosa App uccide chi osa scaricarla nel trailer di Bedeviled

I Vang Brothers ci mettono in guardia dalle conseguenze nefaste di un utilizzo sconsiderato delle nuove tecnologie

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
10 febbraio 2017
Bedeviled vang horror

Franck Khalfoun era avanti a tutti con il suo I-Lived del 2013. Sembra infatti che le App potrebbero essere la prossima grande fonte di orrori. A testimoniarlo arrivano oggi la locandina e il trailer di Bedeviled, un altro film horror basato proprio su questo spunto.

Bedeviled vang posterScritta e diretta dai Vang Brothers, la pellicola – che non ha ancora una data di uscita e che vede protagonisti Saxon Sharbino (Poltergeist) sarà la protagonista del film, al fianco di Brandon Soo Hoo (Ender’s Game), Mitchell Edwards, Jordan Essoe (Towheads), Carson Boatman (You Can Play), Victory Van Tuyl (Marvin Marvin) e Alexis G. Zall (Out of Reach) – è un “thriller soprannaturale dedicato alla generazione digitale” che racconta la seguente storia:

Un gruppo di amici decide di scaricare una App simile a Siri, che, in un primo momento, sembra un mezzo innocuo per ottenere indicazioni stradali o suggerimenti riguardo ai ristoranti. Tuttavia, la natura sinistra della App si rivela presto. Essa non solo conosce i più profondi e oscuri timori di ogni persona, ma è in grado di proiettare questi timori nel mondo reale per spaventare i bambini letteralmente a morte. Una ragazza, Alice (Sharbino), sopravvive, ma cosa succederebbe se l’App diventasse virale? 

Di seguito il trailer ufficiale di Bedeviled, che ci avverte su come un giorno non troppo lontano, quello che è oggi è considerato innocuo potrebbe diventare la terrificante realtà. State attenti là fuori nel paese delle App:

Articolo
Titolo
Una misteriosa App uccide chi osa scaricarla nel trailer di Bedeviled
Descrizione
I Vang Brothers ci mettono in guardia dalle conseguenze nefaste di un utilizzo sconsiderato delle nuove tecnologie
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento