Home » Cinema » Azione & Avventura » Theron e Hardy su Mad Max: Fury Road: “Riprese dominate dalla paura; visione di Miller criptica”

Titolo originale: Mad Max: Fury Road , uscita: 13-05-2015. Budget: $150,000,000. Regista: George Miller.

Theron e Hardy su Mad Max: Fury Road: “Riprese dominate dalla paura; visione di Miller criptica”

13/05/2020 news di Redazione Il Cineocchio

I due protagonisti del film del 2015 parlano per la prima volta del loro difficile rapporto sul set e del perché le riprese furono così ostiche

mad max fury road charlize film

Non è un segreto che Mad Max: Fury Road di George Miller del 2015 sia stato incredibilmente duro da girare. Inoltre, non è un mistero neppure che le star del film, Charlize Theron e Tom Hardy, non siano andate esattamente d’accordo durante la realizzazione. In ogni caso, tutto è andato per il meglio alla fine, col film che ha incassato oltre 375 milioni di dollari al box office e si è aggiudicato ben sei premi Oscar.

Ora, in un interessante articolo del NY Times, il regista e i due attori hanno ‘aperto i loro cuori’ e parlato Mad Max: Fury Road con estrema sincerità, in particolare dei difficili momenti – sia psicologicamente che fisicamente – sul set, quando non solo sono rimasero isolati nel deserto della Namibia per mesi e mesi, stipati insieme all’interno delle automobili per gran parte del tempo, ma la visione di George Miller era limpida soltanto a lui. Con il senno di poi è facile vedere il prodotto finito, ma immaginate qualcuno che vi descriva il film prima che esista. Non segue una narrazione convenzionale, ed è guidato in gran parte dall’azione, in quanto è un lungo inseguimento dall’inizio alla fine.

Charlize Theron and Tom Hardy in Mad Max Fury Road (2015)Le scene d’azione sono notoriamente monotoni da girare: si girano pochi secondi per volta, e alla fine il montatore li metti tutti insieme e sembrano elettrizzanti, ma non è esattamente così.

Charlize Theron comincia con le rivelazioni:

L’elemento più importante che ha guidato l’intera produzione di Mad Max: Fury Road è stata la paura. Ero incredibilmente spaventata, perché non avevo mai fatto niente del genere. Penso che la cosa più difficile nel rapporto tra me e George Miller sia stata che lui avesse in testa il film ed io ero così disperata nel cercare comprenderlo.

Riporre tutta la sua fiducia nel regista è stato quindi più facile a dirsi che a farsi, prosegue l’attrice:

Tutte le altre ragazze si sono rivolte a me come a qualcuno che avrebbe risolto i problemi per loro, e questo non è colpa di nessuno – lo dico solo ora perché conosco George e l’ho sperimentato con lui, quindi mi sono fidata completamente di lui per Mad Max: Fury Road. Ma ho anche dato in passato piena fiducia ad altri registi quando non avevo capito bene cosa stessero cercando di fare, e il risultato era poi stato disastroso.

Tom Hardy, dal canto suo, sottolinea che hanno dovuto solamente fidarsi che tutto questo avrebbe avuto senso alla fine:

A causa della quantità di dettagli che dovevamo elaborare e di quanto poco controllo avessimo in ogni nuova situazione, e della rapidità con cui sono state prese le riprese di Mad Max: Fury Road – piccoli frammenti di momenti della storia per far funzionare il montaggio finale – ci siamo spostati velocemente, ed è stato a volte opprimente. Bisognava fidarsi che il quadro generale sarebbe stato coerente.

mad max FURY ROAD millerCharlize Theron conferma infine che, ripensandoci, sia lei che il collega erano in effetti spaventati:

Pensandoci ora, non ho avuto abbastanza empatia per capire davvero come [Tom Hardy] avrebbe dovuto sentirsi a entrare nei panni di Mel Gibson. Questo è spaventoso! E penso che, a causa della mia stessa paura, abbiamo costruito dei muri per proteggerci invece di confessarci dirci l’un l’altro “Questo fa paura a te, e fa anche paura a me. Cerchiamo di essere gentili gli uni con gli altri.” In un modo strano, abbiamo agito come i nostri personaggi: tutto riguardava la sopravvivenza.

Tom Hardy concorda:

Sono d’accordo. Con il senno di poi, ero una cosa più grande di me per molti versi. La pressione su entrambi fu travolgente a volte. Ciò di cui lei aveva bisogno era un partner migliore, forse più esperto. È qualcosa che non può essere simulato. Mi piacerebbe pensare che ora che sono più vecchio e più brutto, potrei essere quella persona.

Di seguito il trailer italiano di Mad Max: Fury Road:

Fonte: NY Times

Altre notizie su Mad Max: Fury Road:

Azione & Avventura

Trailer a sorpresa per Primal: 5 episodi extra in arrivo per la serie animata di Genndy Tartakovsky

di Redazione Il Cineocchio

Annunciato anche il rinnovo dello show per adulti che segue le pericolose avventure del cavernicolo Spear e del fidato dinosauro Fang

Leggi
millennium actress film satoshi kon 2001
Azione & Avventura

Dossier | Millennium Actress di Satoshi Kon: la nostra vita è un film, o il film è la nostra vita?

di Ashok Bulgarini

Nel 2001 il regista giapponese tornava sulle scene con un film animato che ricorreva al metacinema per raccontare la vita e l'amore

Leggi
lupin III the first film 2019
Azione & Avventura

Lupin III: The First | La recensione del film in 3DCG di Takashi Yamazaki

di Marco Tedesco

Il regista giapponese prova a rilanciare sul grande schermo la storica saga del ladro gentiluomo, coinvolgendo anche Jigen, Goemon, Fujiko e Zenigata in una nuova avventura semplice e spensierata

Leggi
conan il distruttore film 1984
Azione & Avventura

Recensione (per me, è no) | Conan il distruttore di Richard Fleischer

di Marco Tedesco

Nel 1984 Arnold Schwarzenegger - affiancato da Grace Jones - tornava a vestire i panni del nerboruto barbaro in un'avventura fiacca e senza la carica ideologica del primo film

Leggi
Azione & Avventura

Trailer italiano e data per Greenland: Gerard Butler cerca scampo da una cometa in rotta verso la Terra

di Redazione Il Cineocchio

C'è Ric Roman Waugh alla regia del disaster thriller che mette in pericolo anche Morena Baccarin e Scott Glenn

Leggi