Horror & Thriller

I 5 momenti cult di Bach Ke Zara, lo strampalato remake indiano di La Casa di Sam Raimi

di

Bollywood non poteva certo lasciarsi sfuggire la possibilità di rifare a modo suo un classico, ma il risultato non è stato quello sperato

Se Bollywood ha certo una florida industria cinematografica indipendente, non è tuttavia immune dall’ascendente dei grandi blockbuster americani. Nella storia della cinematografia indiana non sono infatti pochi i remake di film internazionali più o meno di successo, che spesso arrivano a pochissimo tempo di distanza all’uscita nelle sale.

bach-ke-zaraIn tal senso, uno dei casi più interessanti ed eclatanti che abbiamo scoperto girovagando per la rete è quello rappresentato da Bach Ke Zara, rifacimento diretto da Salim Raza di La casa (Evil Dead, 1981) girato nel 2008, ossia quasi trent’anni dopo l’originale di Sam Raimi, costituendo più un vero e proprio omaggio che una versione locale di un grande cult del cinema horror.

Se nelle intenzioni riteniamo avesse dovuto essere un omaggio in chiave quasi nostalgica, con riferimenti ai protagonisti adolescenti, al Necronomicon come spunto per l’evocazione di una forza maligna e a tanti altri piccoli particolari, il risultato finale si è rivelato in realtà tanto strano quanto eccessivamente patetico e (s)cult.

Siamo dunque andati a estrapolare le sequenze e le citazioni più estrose e divertenti di Bach Ke Zara:

1) Zitto monellaccio! In questa scena, uno degli attori di supporto si infervora con la beffarda entità maligna indu, che però lo deride!

2) La disperazione dell’Ash bollywoodiano: il protagonista di Bach Ke Zara si dispera come il protagonista dell’originale (Bruce Campbell) dopo che ha ucciso la sua ragazza posseduta:

3) Una sberla e passa tutto. Per gestire l’amica indemoniata, uno dei protagonisti provvede a darle un bello schiaffone e a trascinarla fuori casa. Vi dice qualcosa?

4) L’attacco degli alberi indemoniati. Scena indimenticabile in La Casa, in questa peculiare versione i rami spiritati e alcune strane liane percuotono il povero malcapitato come frustate:

5) Ed ora si balla! Nei film di Bollywood i personaggi devono per forza cantare e ballare a un certo punto no? Sbagliato, almeno in parte in questo caso: Salim Raza, invece di creare un intermezzo con gli interpreti presenti sulla scena decide invece di interrompere tutto e inserire semplicemente un video pop!

Un film straordinario vero? Andate a cercare la versione integrale e gustatevelo tutto intero!

Horror & Thriller

Recensione | The Strangers – Prey at Night di Johannes Roberts

di
William Maga

Christina Hendricks è la sventurata protagonista di un sequel derivativo e campato per aria, che getta malamente al vento le atmosfere e i punti di forza del primo film

Leggi
Horror & Thriller

Riflessione | “Introspettivo come Logan, inventivo come Il Cavaliere Oscuro”: perché The Predator di Shane Black non ci convince

di
Sabrina Crivelli

Le parole del regista e del protagonista Boyd Holbrook sul quarto capitolo della saga fanta-horror lasciano perplessi, senza contare che lo stesso Arnold Schwarzenegger ha ripudiato il copione dopo averlo letto

Leggi
Horror & Thriller

Rob Zombie: “Potendo, farei un remake di Il Mostro della Laguna Nera”

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista e rocker ha ammesso il suo sogno nel cassetto, spiegando le semplici ragioni della scelta

Leggi