11 maggio 2017

[video] Dario Argento: “In Italia non esiste una nuova generazione di registi horror”

Il resoconto integrale del panel tenuto al TFW per le celebrazioni del 40° anniversario di Suspiria, in cui il regista ha parlato del film, del suo remake in uscita e della situazione del cinema nostrano

FacebookTwitterPocketInstapaperEmailPrint
11 maggio 2017
Dario Argento Suspiria Texas Frightmare Weekend di Dallas copia 2

L’horror italico dei tempi d’oro è ancora molto amato e seguito da fan in tutto il mondo e innumerevoli sono le celebrazioni dei capolavori troppo spesso da noi dimenticati ma apprezzati all’estero. Tra i molteplici esempi si è tenuta al recente Texas Frightmare Weekend di Dallas una masterclass/reunion per il quarantesimo anniversario di Suspiria, capolavoro del 1977 diretto da Dario Argento. Del film, che a inizio anno è tornato nelle sale per una uscita evento per il restauro in 4K, uscirà presto anche il remake, girato da Luca Guadagnino, in cui però Argento pare proprio non essere stato coinvolto

locandina_suspiriaAl panel hanno preso parte, oltre al regista 76enne, il compositore Claudio Simonetti (Goblin) e gli interpreti Udo Kier, che incarnava il dottor Frank Mandel, Barbara Magnolfi, ovvero Olga e Stefania Casini, che vestiva i panni di Sara.

Argento, durante il dibattito, ha ricordato gli aspetti tecnici di Suspiria, dai movimenti della macchina da presa all’uso di colori “alla Walt Disney” ed “espressionisti” usati per la fotografia, nonché della sua predilezione per “il lavorare con le donne”, approfondendo il personaggio della Magnolfi “sensuale” e vittima”, che scelse “per gli occhi” che gli parvero “dolci come quelli di un manga”.

Arrivato al Q&A col pubblico in sala (dal minuto 38 in poi), è stata toccata la spinosa questione del rifacimento di Guadagnino, di cui Argento ha candidamente ribadito “non ne so nulla, nessuno mi ha mai contattato” e che d’altra parte sarà molto difficile replicare l’originale.  Infine, con rassegnazione, ha asserito: “Non penso che in Italia abbiamo una nuova generazione di registi horror”. Gli ha fatto eco Simonetti: “Lavoro con alcuni nuovi registi, ma nessuno di loro inventa niente, tutti imitano ancora Dario, non so perchè”.

Di seguito il video integrale dell’incontro, senza sottotitoli ma in un inglese piuttosto comprensibile, realizzato dallo YouTuber Dustin Sain:

Articolo
Titolo
Dario Argento: "In Italia non esiste una nuova generazione di registi horror"
Descrizione
Il resoconto integrale del panel tenuto al TFW per le celebrazioni del 40° anniversario di Suspiria, in cui il regista ha parlato del film, del suo remake in uscita e della situazione del cinema nostrano
Autore
Nome del publisher
Il Cineocchio
Logo del publisher

Articoli correlati

Inserisci un commento