The Movie Db/10
The Movie Db/10
24 marzo 2017

50 cose da sapere su Scarlett Johansson

Conoscete davvero tutto della vita pubblica e privata della protagonista di Ghost in The Shell?

24 marzo 2017

Grazie alla Vedova Nera nel MCU in Avengers e Lucy nell’omonino film sci-fi di Luc Besson, Scarlett Johansson si è conquistata il titolo di eroina action, una strada che intende proseguire con il Maggiore Motoko Kusanagi. Personaggio centrale nell’adattamento live action di Ghost in the Shell (la nostra recensione) ispirato liberamente al manga di Masamune Shirow, rappresenta l’ultima aggiunta a un nutrito franchise che consta degli iconici anime diretti da Mamoru Oshii, di una serie animata in più stagioni e di altri volumi a fumetti. Tornando alla versione americana diretta da Rupert Sanders, troveremo la Johansson in veste di cyborg, intenta a combattere terribili avversari, ma soprattutto alle prese con una grave crisi d’identità. Al fianco della star recitano Pilou Asbæk, Takeshi Kitano, Juliette Binoche e Michael Pitt.

In attesa di vedere la fascinosa e combattiva protagonista in azione, verificate se siete davvero preparati e/o approfondite tutte le curiosità sulla star nelle seguenti 50 cose da sapere su Scarlett Johansson:

scarlett-johansson-hunter-johansson1) Ha un fratello gemello di nome Hunter. Sono nati il ​​22 novembre 1984 e lei è, di ben tre minuti, la sorella maggiore.

2) Il padre, Karsten, è un architetto di New York e la madre, Melanie Sloan, il suo manager; ora sono divorziati e sono separati da quando lei aveva 13 anni.

3) Anche la sorella maggiore, Vanessa Johansson, è un’attrice, ma è attiva in film decisamente meno noti, come ad esempio Shark in Venice (Danny Lerner, 2008).

4) E’ per metà di origine polacca, da parte della famiglia materna, che viveva nel Bronx, e per metà danese (il padre è nato in Danimarca).

5) Ha iniziato a coltivare il suo talento sin dalle sua formazione, frequentando la famosa Manhattan Professional Children’s School. Fucina di nomi noti, tra gli altri allievi si ricordano anche Carrie Fisher e Sarah Michelle Gellar.

Genitori cercasi Scarlett Johansonn6) Ha mosso i suoi primi passi nel mondo del cinema fin dall’infanzia: ha debuttato davanti a una macchina da presa all’età di 9 anni in Genitori cercasi (North) di Rob Reiner.

7) Ancor prima è approdata sul piccolo schermo, a 8 anni, quando è apparsa in uno sketch del Late Night With Conan O’Brian nel 1993.

8) Se la sua carriera è stata densa di soddisfazioni, ci sono state anche alcune delusioni, soprattutto all’inizio; le è stata soffiata, quando aveva 13 anni, la parte da protagonista in Genitori in trappola (The Parent Trap, Nancy Meyers 1998) da una celeberrima teen star degli anni ’90: Lindsay Lohan.

9) Non solo; ha fatto richiesta per entrare alla Tisch School of the Arts di New York, ma la sua domanda è stata respinta. Tuttavia, non si è fatta scoraggiare dalle difficoltà, ha studiato e si è data da fare, ottenendo notevoli risultati… Mai perdersi d’animo!

10) E’ comparsa nel sequel di una delle saghe comedy più celebri di quegli anni, Mamma ho perso l’aereo (Home Alone); ha recitato nel terzo e meno noto seguito diretto da Raja Gosnell, Mamma, ho preso il morbillo (Home Alone 3, 1997).

Luomo-che-sussurava-ai-cavalli Scarlett Johansonnjpg11) Subito dopo è comparsa in L’uomo che sussurrava ai cavalli (The Horse Whisperer, 1998) diretto da – e con – Robert Redford.

12) L’anno però di svolta è il 2003, quando viene scelta da Sofia Coppola come protagonista per il suo Lost in Translation – L’amore tradotto, al fianco di Bill Murray; ancor più, lo stesso anno ha ricevuto il plauso della critica e diverse nomination (ai Golden Globe e ai Bafta in primis) per la sua interpretazione in La ragazza con l’orecchino di perla di Peter Webber.

13) I suoi legami con il Giappone hanno radici di molto antecedenti alla sua interpretazione del Maggiore di Ghost in the Shell; quando era adolescente possedeva un pesce combattente giapponese di nome Cassius; purtroppo però l’amica che si prendeva cura della bestiola natante mentre lei era sul set si dimenticò di cambiargli l’acqua e morì. Ottenne poi degna sepoltura agli Chateau Marmont Gardens di L.A.

14) Nonostante fosse già una riconosciuta sex-symbol, il suo infante interiore non è mai venuto meno e ha deciso di festeggiare il suo ventesimo compleanno a Disneyland.

15) Il suo film preferito è Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato (Willy Wonka & the Chocolate Factory) di Mel Stuart del 1971.

16) Ha iniziato a fumare quando aveva 15 anni, ma ora che è una madre fuma solo di rado e mai con sua figlia.

17) E’ mancina.

18) Il suo soprannome è ScarJo e lo detesta! In un’intervista ha dichiarato che lo trova addirittura “terribile”.

19) Celebre anche per la sensualissima voce, la sua carriera di doppiatrice principia nel 2004, quando ha interpretato Mindy, la figlia di Re Nettuno, in SpongeBob il film (The SpongeBob Squarepants Movie). Ha prestato la voce al medesimo personaggio anche nell’omonimo (nel titolo in inglese) videogame.

Lost in Translation Scarlett Johansonn20) Dopo aver incarnato Charlotte, in un romantico flirt con Bill Murray in Lost in Translation, ha giurato che non sarebbe più uscita con nessuno al di sotto dei 30 anni – ai tempi era diciannovenne. A dimostrazione dell’assunto, ha iniziato una relazione con Benicio Del Toro, che aveva 17 anni più di lei.

21) Un po’ come una moderna Narciso, guardando se stessa immortalata in un cartellone pubblicitario, si è distratta talmente tanto da rischiare un incidente in auto.

22) È apparsa nuda accanto a Keira Knightley e Tom Ford sulla copertina del febbraio 2006 di Vanity Fair. Il fatto ha suscitato un notevole scandalo, soprattutto per l’utilizzo piuttosto palese di photoshop. Un fatto divertente è che i deretani della Johansson e della Knightley sono stati poi stampati su 100 biscotti offerti poi come spuntino agli ospiti al party annuale degli Oscar del magazine.

23) La sua più grande paura sono gli scarafaggi.

24) E’ una grande amante del jazz. I suoi musicisti preferiti sono Miles Davis, Billie Holiday, Anita O’Day, Rosemary Clooney, Edith Piaf, Nina Simone, Chet Baker e Duke Ellington.

25) Tra le sue varie fiamme ci sono Jared Leto, Josh Hartnett e Ryan Reynolds, che sposò nel 2008 e da cui divorziò due anni più tardi.

Match Point Scarlett Johansonn26) Forse ciò che più di tutto ha lanciato la star è il fatto che sia stata la musa dell’intellettualoide Woody Allen. Il loro idillio professionale è iniziato nel 20o5 con Match Point, che ha fruttato alla sua interprete anche una nomination ai Golden Globe come miglior attrice. Sono succeduti Scoop (2006) e Vicky Cristina Barcelona (2008).

27) Il suo film d’azione preferito è Heat – La sfida (Heat, 1995) di Michael Mann. Sul podio ci sono anche Quei bravi ragazzi (1990) di Martin Scorsese e Mean Streets – Domenica in chiesa, lunedì all’inferno (1773) sempre del medesimo regista.

28) E’ stata una convinta sostenitrice di Barack Obama. Tuttavia, durante la campagna è accaduto qualcosa di piuttosto imbarazzante. Nel 2008, quando Obama si è candidato alla presidenza, ha detto a Politico [un quotidiano americano] che aveva con lui uno scambio via posta elettronica, affermando anche: “Immagineresti che qualcuno come il Senatore, che è costantemente in viaggio e sempre ‘attivo’ – riesca a rispondere a queste email personali? Ma lo fa”. Tuttavia, poco dopo, l’allora futuro presidente, ha precisato con alcuni giornalisti che l’attrice non era a conoscenza del suo indirizzo, raccontando: “ha inviato una e-mail a Reggie, che l’ha trasmessa a me”, riferendosi al suo assistente personale, Reggie Love. “Ho scritto, dicendo: ‘Grazie Scarlett per aver fatto quello che fai’, e improvvisamente abbiamo iniziato questo rapporto via e-mail”.

29) E’ stata eletta la Sexiest Woman Alive da FHM nel 2006 e Sexiest Celebrity of the Year da Playboy nel 2007.

30) Katy Perry ha dichiarato che una delle sue hit più famose, I Kissed A Girl è stata ispirata proprio dalla nostra sensuale Scarlett. La replica della diva? “E’ lusinghiero, ma le mie labbra sono già occupate”.

What Goes Around, Comes Around Scarlett Johansonn31) Scarlett ha interpretato la fiamma di Justin Timberlake nel video musicale “What Goes Around, Comes Around“, che ha scatenato i rumor su una loro possibile frequentazione.

32) Ha debuttato anche sul palcoscenico in uno spettacolo off-Broadway, Sophistry e aveva solo 8 anni! Anche la sua carriera teatrale ha dato i suoi frutti e grazie al suo ruolo in A view from the Bridge del 2009 si è meritata il Tony Award per la miglior attrice non protagonista in uno spettacolo.

33) Ha anche grandi doti canore: ha cantato Before My Time per Chasing Ice, documentario di Jeff Orlowski del 2012, ed è stata nominata la migliore canzone originale agli Oscar nel 2013.

34) La bellezza alcune volte è anche un limite! Non ha ottenuto la parte di Lisbeth Salander nell’adattamento cinematografico del romanzo best-seller di Stieg Larsson Millennium – Uomini che odiano le donne (The Girl with the Dragon Tattoo, 2011) perché i direttori del casting hanno detto che era “troppo bella”.

35) A partire dal novembre 2012 ha iniziato a frequentare il giornalista francese Romain Dauriac, con cui ha avuto una figlia, Rose Dorothy, e si è sposata con lui nel 2014 – per la seconda volta-. Nel gennaio 2017 ha però annunciato la separazione dal coniuge.

36) E’ anche una cantante con un paio di album all’attivo, Anywhere I Lay My Head Break Up.

37) Si è dichiarata ebrea e celebra sia il Natale che l’Hanukkah durante le vacanze invernali.

38) Nel settembre 2011, il suo telefono cellulare è stato hackerato e ne sono state rubate delle foto in cui appariva nuda, destinate all’allora marito Ryan Reynolds. Il colpevole è stato catturato e condannato a una pena di 10 anni.

39) Ha pubblicamente appoggiato e sostenuto nel 2013 la corsa del Borough President di Manhattan Scott Stringer, presenziando a una serie di raccolte di fondi.

40) Ama moltissimo gli animali. Ha un gatto di nome Trooper e un chihuahua di nome Maggie.

41) E’ legata da una fortissima amicizia a Chris Evans, con il quale è apparsa in diversi film: Perfect Score (The Perfect Score) di Brian Robbins del 2004, Il diario di una tata (The Nanny Diaries) di Shari Springer Berman e Robert Pulcini del 2007, The Avengers di Joss Whedon del 2012, Captain America: The Winter Soldier di Anthony e Joe Russo del 2014, infine Captain America: Civil War, sempre diretto dai medesimi, del 2016. Tuttavia, vista la velocità di espansione del MCU ci aspettiamo di vederli insieme molte altre volte…

Starlett Johansson42) Ha ispirato perfino un personaggio di un cartone animato: si tratta di una prosperosa bionda dei Looney Tunes che, guada caso, si chiama Starlett Johansson

43) Icona di bellezza e attivissima a livello umanitario, è stata anche la ragazza copertina di The Beauty Book for Brain Cancer, edizione illustrata con le foto di diverse celebrità, musicisti e modelli, che ha donato il 100% del ricavato al Sydney Neuro-Oncology Group (SNOG).

44) Sa come suonare il kazoo, e voi?

45) Vi siete mai chiesti come si ottiene una pelle così perfetta? Si lava il viso con l’aceto di sidro di mele per evitare macchie.

46) E’ stata la musa del nostrano Francesco Clemente, che l’ha raffigurata come La regina di spade nel suo mazzo di 78 tarocchi dipinti a mano.

47) E’ stata stata scelta come volto di L’Oreal sin dal gennaio 2006.

48) Se di norma siamo abituati a vederla davanti alla macchina da presa, non vuol dire che non abbia fatto alcuni passi nel mondo della regia: ha diretto infatti un cortometraggio da lei scritto, These Vagabond Shoes, nel 2009, con Kevin Bacon, Sean T. Krishnan, J. Salome Martinez e Saul Williams.

Under the Skin Scarlett Johansonn49) Da tempo accarezza inoltre l’idea di dirigere l’adattamento cinematografico del primo romanzo di Truman Capote, Summer Crossing, che si pensava essere perduto per sempre da quando il suo autore gettò il manoscritto nella spazzatura, ancora nel 1940. Fu tuttavia messo in salvo e dopo più di un sessantennio, nel 2004, messo all’asta. Tornando all’attrice, ha dichiarato sul suo approdo alla produzione che si tratta di una “evoluzione naturale”, avendo “lavorato come attrice per oltre 20 anni” e trovandosi in questa fase della sua carriera spesso a essere “una delle persone più esperte in tutte le produzione” in cui lavora.

50) Non si vergogna, certo giustamente, di mostrarsi senza veli davanti all’obiettivo: in Under the Skin, diretto da Jonathan Glazer nel 2013, è comparsa in un nudo frontale.

Di seguito il trailer ufficiale di Ghost in the Shell, in cui la troviamo fasciata da una tuta termo-ottica:

CAST

Articoli correlati

Inserisci un commento