Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione] Elle di Paul Verhoeven

6/10 su 1020 voti. Titolo originale: Elle, uscita: 25-05-2016. Budget: $9,804,690. Regista: Paul Verhoeven.

[recensione] Elle di Paul Verhoeven

11/11/2016 recensione di Alessandro Gamma

Il controverso regista olandese torna sulle scene con un rape & revenge velato di solo apparente leggerezza, con una Isabelle Huppert mai così ambigua

Elle di Paul Verhoeven inizia con un sorriso: un gattone grigio con gli occhi spalancati guarda fuori campo in direzione delle grida di un uomo e una donna in apparente gioia orgiastica. Subito dopo appare però quello che non si vedeva, che rivela un avvenimento molto più nefasto: una donna di mezza età, Michéle (Isabelle Huppert), sta venendo violentata da un aggressore mascherato sul pavimento del suo appartamento. Una volta che l’uomo si è precipitato fuori dalla porta, Michéle rimane semplicemente lì, a guardare il soffitto, e non è chiaro se sia traumatizzata o intrigata dall’accaduto. Così va il resto del film, una visione tipicamente sovversiva su un familiare dramma familiare da un maestro dello stravolgimento dei generi. Per la sua prima produzione in lingua francese – e suo primo lungometraggio in un decennio – il 77enne regista olandese realizza il lavoro più ‘contenuto’ di sempre, una dark comedy sugli impulsi sessuali e su altre passioni più vicina nella forma a Fiore di Carne del 1973 che a qualsiasi alta cosa abbia fatto dopo.

elle-poster-paul-verhoevenDi fronte alla sfida di mettere in scena una commedia spensierata sullo stupro, la Huppert impregna Michéle di un’ambiguità formidabile. Game designer maniaca del lavoro il cui padre serial killer è in carcere da anni, trascorre le sue giornate ad abbaiare contro i membri del suo staff, impegnandosi in una relazione con Patrick (Christian Berkel), il marito della sua migliore amica (Anne Consigny) e discutendo col giovane figlio (Jonas Bloquet), che si trova bloccato in un matrimonio senza futuro e non riesce a rimettersi in sesto. Il più grande ostacolo per Michele è rappresentato dalla esigente madre (Judith Magre), una diva che trascorre le sue giornate a letto con un uomo molto più giovane e agitandosi per le richieste di appello del marito omicida.

Con tutti questi nevrotici elementi in gioco, Michéle si ritrova al centro di un mondo trabboccante di ego che si scontrano e false digressioni. Adattata dall’omonimo romanzo di Philippe Djian, la sceneggiatura – co-scritta da Verhoeven e David Birke – pone molta enfasi sulla feroce personalità della protagonista workaholic come impatto della terribile home invasion sperimenta in apertura. Invece di dare l’allarme, tiene inizialmente l’incidente per se stessa, suggerendo così l’inquietante possibilità che il terribile momento abbia in qualche modo iniettato nuova energia nella sua vita. Verhoeven svela lentamente l’impatto fisico dello stupro su Michéle, mettendo in primo piano i suoi iniziali tentativi di bloccarlo. Immersa in una vasca da bagno piena di schiuma bianca, si accorge improvvisamente che una chiazza di sangue è emersa in superficie, ma la dirada; di notte, dorme però con un martello. Più tardi, una volta che ha trascorso altro tempo rimbalzando tra le varie ipersuscettibili persone che abitano il suo frenetico mondo, si ritrova a fantasticare sull’evento, che però è andato in modo diverso – e quando l’apparente aggressore comincia a scambiare messaggi con lei al cellulare e a entrare in casa sua quando lei è via, Elle dà alla sua protagonista la possibilità di concepire dopo il rape una forma di revenge. Alla fine otterrà la classica vendetta – ma non nel modo in cui ci si potrebbe aspettare.

elle huppertStuzzicando costantemente i piagnucolosi problemi della classe borghese della società francese, Verhoeven prende a prestito una pagina dal manuale di Michael Haneke, con il direttore della fotografia Stéphane Fontaine che illumina gli interni accentuando i noiosi ambienti dei sontuosi locali dove si svolge la maggior parte dell’azione. Dalla sua stanca relazione con Patrick al dolore che si accumula nei confronti di suo figlio, la vita di Michele è una sequenza di circostanze insoddisfacenti. Il contorto mistero del suo nuovo ammiratore le fornisce allora un’inaspettata occasione di fuga.

Elle non riesce a mantenere sempre un equilibrio intelligente tra la malizia e i confronti drammatici che lo rendono un’opera così accattivante e non convenzionale. Il suo odioso ensamble cresce fiacco e ridondante col passare dei minuti. I conflitti tra i personaggi coinvolti suonano spesso superficiali. Fortunatamente, la svolta feroce della Huppert e l’intento ben focalizzato rimangono al centro dell’accattivante storia, capace di offrire più di un twist affascinante. Dopo novanta minuti, l’identità del violentatore viene rivelata, garantendo a Verhoeven altri 40 minuti per lasciare che Michéle capisca come voglia agire a riguardo. L’atto finale è la risposta intellettuale a Cinquanta Sfumature di Grigio, un’ambiziosa dichiarazione circa la capacità di guarire le ferite psicologiche con il sesso violento.

Per Paul Verhoeven, un ritorno su questo terreno dà la misura di come la sua carriera abbia seguito qualunque fosse la direzione che consentisse il miglior sbocco alla sua feroce curiosità. Che si tratti di un atto antimperialista come in Starship Troopers, della storia d’amore nazista di Black Book oppure della distorta presa di posizione femminista di Elle, il regista raramente ha fallito quando ha deciso di prendere del materiale ‘comune’ e trasformarlo in un sagace trattato sui confini del politically correct. Nel caso di Elle, Verhoeven ha realizzato un racconto provocatorio sull’antidoto definitivo per la paura, che sta tutto nella capacità di trasformarla in qualcos’altro.

Di seguito il trailer ufficiale di Elle, che al momento non ha ancora una data di uscita italiana:

Isabelle Huppert
Anne Consigny
Christian Berkel
Virginie Efira
Laurent Lafitte
Jonas Bloquet
Charles Berling
Lucas Prisor
Judith Magre
Alice Isaaz
Vimala Pons
Raphaël Lenglet
Arthur Mazet
Jina Djemba
Hugo Conzelmann
Anne Loiret
Stéphane Bak
Jean-Noël Martin
David Léotard
Nicolas Beaucaire
Loïc Legendre
Olivia Gotanègre
Zohar Wexler
Eric Savin
Florent Peiffer
Nicolas Ullmann
Raphaël Kahn
Caroline Breton
Laurent Orry
Fleur Geffrier
Marie Berto
Dominique Plaideau
Lahouassa Elise
Oury Milshtein
Jean Douchet
Jean-Yves Freyburger
Vincent Launay-Franceschini
Hugues Martel
halloween michael myers 2018
Horror & Thriller

Un teaser annuncia Halloween Kills e Halloween Ends, sequel back-to-back diretti da David Gordon Green

di Redazione Il Cineocchio

A sorpresa, l'horror del 2018 si trasforma nel primo capitolo di una trilogia, con Jamie Lee Curtis e John Carpenter nuovamente coinvolti

Leggi
the walking dead andrew lincoln
Horror & Thriller

Teaser promo per il primo film di The Walking Dead: Rick Grimes va al cinema

di Redazione Il Cineocchio

I fan scopriranno in sala il destino del personaggio interpretato da Andrew Lincoln dopo l'uscita di scena dalla serie

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Creepshow: la serie antologica riporta in TV l’horror dal gusto retrò

di Redazione Il Cineocchio

A oltre 35 anni dal primo film, Greg Nicotero ha radunato sceneggiatori del calibro di Stephen King e Joe R. Lansdale e attori iconici come Adrianne Barbeau, Tobin Bell e Jeffrey Combs per terrorizzare una nuova generazione di spettatori

Leggi
zombie tidal wave film 2019
Horror & Thriller

Trailer per Zombie Tidal Wave: Ian Ziering affronta uno tsunami di non morti

di Redazione Il Cineocchio

La star ritrova il regista Anthony C. Ferrante per quella che sembra destinata a diventare la saga di SyFy che prenderà il posto di Sharknado

Leggi
Horror & Thriller

Robert Eggers su The Witch: “A causa del film, la Polonia mi considerò persona non gradita”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista ha rivelato che la promozione un po' troppo blasfema del folk horror del 2015 scatenò un grosso malinteso con le autorità locali

Leggi
critters attack film 2019
Horror & Thriller

Critters Attack! | La recensione del quinto film della saga diretto da Bobby Miller

di William Maga

C'è anche il cammeo di Dee Wallace nella lettera d'amore straight-to-video che riporta sullo schermo i terribili extraroditori dopo quasi 30 anni di assenza

Leggi
Serenity - L'isola dell'inganno film 2019
Horror & Thriller

Serenity – L’isola dell’inganno | La recensione del film con Matthew McConaughey e Anne Hathaway

di Giovanni Mottola

Steven Knight gira un thriller 'marinaresco' che fa acqua da tutte le parti: più che di meta-cinema, trattasi di cinema a metà

Leggi
it - capitolo 2 pennywise film
Horror & Thriller

Trailer finale per IT Capitolo Due: i ‘perdenti’ tornano a Derry per il confronto decisivo con Pennywise

di Redazione Il Cineocchio

Toccherà agli adulti James McAvoy, Jessica Chastain e Bill Hader sconfiggere una volta per tutte il clown danzante nella seconda parte dell'horror diretto da Andrés Muschietti

Leggi
Frankie Muniz in The Black String (2018) film
Mindhunter stagione 2 manson
Horror & Thriller

Mindhunter stagione 2: data di uscita e 10 immagini (c’è anche Charles Manson)

di Redazione Il Cineocchio

Nei nuovi episodi della serie Netflix, Jonathan Groff, Holt McCallany e Anna Torv si ritroveranno faccia a faccia con altri famosissimi serial killer

Leggi
Florence Pugh in Midsommar (2019)
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: esaminiamo la simbologia (rune, riti, dipinti) del folk horror di Ari Aster

di Redazione Il Cineocchio

Spiegazione e vademecum dell'iconografia e dell'immaginario celati in bella vista nel film con Florence Pugh

Leggi
adoration film du welz
Horror & Thriller

Poster e trama per Adoration, il nuovo thriller di Fabrice du Welz

di Redazione Il Cineocchio

A 15 anni da Calvaire, il regista belga chiude la sua 'trilogia delle Ardenne'

Leggi
feedback film Pedro C. Alonso
Horror & Thriller

Trailer per Feedback: la vita di Eddie Marsan viene distrutta in diretta radiofonica

di Redazione Il Cineocchio

C'è la mano di Jaume Collet-Serra dietro all'esordio nell'horror del regista spagnolo Pedro C. Alonso, a cui han preso parte anche Paul Anderson e Ivana Baquero

Leggi
Isabelle Grill in Midsommar (2019) film ari aster
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: guida all’interpretazione del film di Ari Aster

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di dare una spiegazione razionale e ragionata a ciò che accade, prima e sul finale, nel folk horror con Florence Pugh

Leggi
Florence Pugh in Midsommar (2019) film
Horror & Thriller

Midsommar – Il Villaggio dei Dannati: Ari Aster chiarisce alcuni punti poco chiari

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore del folk horror con Florence Pugh ha personalmente precisato alcuni passaggi che potrebbero aver generato disorientamento negli spettatori

Leggi
Midsommar - Il villaggio dei dannati

Midsommar - Il villaggio dei dannati

25-07-2019

RECENSIONE

La piccola boss

La piccola boss

25-07-2019

Men in Black: International

Men in Black: International

25-07-2019

RECENSIONE

Passpartù: Operazione Doppiozero

Passpartù: Operazione Doppiozero

18-07-2019

Vita segreta di Maria Capasso

Vita segreta di Maria Capasso

18-07-2019

Il mangiatore di pietre

Il mangiatore di pietre

18-07-2019

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

18-07-2019

Birba - Micio Combinaguai

Birba - Micio Combinaguai

18-07-2019

Skate Kitchen

Skate Kitchen

18-07-2019

Serenity - L'Isola dell'Inganno

Serenity - L'Isola dell'Inganno

18-07-2019

RECENSIONE

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

18-07-2019

Raccolto amaro

Raccolto amaro

18-07-2019

Welcome Home

Welcome Home

11-07-2019

RECENSIONE

Il mostro di St. Pauli

Il mostro di St. Pauli

11-07-2019

Domino

Domino

11-07-2019

RECENSIONE

Powidoki - Il ritratto negato

Powidoki - Il ritratto negato

11-07-2019

G.A.I.A.

G.A.I.A.

10-07-2019

Spider-Man - Far From Home

Spider-Man - Far From Home

10-07-2019

RECENSIONE