Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione] Elle di Paul Verhoeven

6/10 su 824 voti. Titolo originale: Elle, uscita: 25-05-2016. Budget: $9,804,690. Regista: Paul Verhoeven.

[recensione] Elle di Paul Verhoeven

di Alessandro Gamma

Il controverso regista olandese torna sulle scene con un rape & revenge velato di solo apparente leggerezza, con una Isabelle Huppert mai così ambigua

Elle di Paul Verhoeven inizia con un sorriso: un gattone grigio con gli occhi spalancati guarda fuori campo in direzione delle grida di un uomo e una donna in apparente gioia orgiastica. Subito dopo appare però quello che non si vedeva, che rivela un avvenimento molto più nefasto: una donna di mezza età, Michéle (Isabelle Huppert), sta venendo violentata da un aggressore mascherato sul pavimento del suo appartamento. Una volta che l’uomo si è precipitato fuori dalla porta, Michéle rimane semplicemente lì, a guardare il soffitto, e non è chiaro se sia traumatizzata o intrigata dall’accaduto. Così va il resto del film, una visione tipicamente sovversiva su un familiare dramma familiare da un maestro dello stravolgimento dei generi. Per la sua prima produzione in lingua francese – e suo primo lungometraggio in un decennio – il 77enne regista olandese realizza il lavoro più ‘contenuto’ di sempre, una dark comedy sugli impulsi sessuali e su altre passioni più vicina nella forma a Fiore di Carne del 1973 che a qualsiasi alta cosa abbia fatto dopo.

elle-poster-paul-verhoevenDi fronte alla sfida di mettere in scena una commedia spensierata sullo stupro, la Huppert impregna Michéle di un’ambiguità formidabile. Game designer maniaca del lavoro il cui padre serial killer è in carcere da anni, trascorre le sue giornate ad abbaiare contro i membri del suo staff, impegnandosi in una relazione con Patrick (Christian Berkel), il marito della sua migliore amica (Anne Consigny) e discutendo col giovane figlio (Jonas Bloquet), che si trova bloccato in un matrimonio senza futuro e non riesce a rimettersi in sesto. Il più grande ostacolo per Michele è rappresentato dalla esigente madre (Judith Magre), una diva che trascorre le sue giornate a letto con un uomo molto più giovane e agitandosi per le richieste di appello del marito omicida.

Con tutti questi nevrotici elementi in gioco, Michéle si ritrova al centro di un mondo trabboccante di ego che si scontrano e false digressioni. Adattata dall’omonimo romanzo di Philippe Djian, la sceneggiatura – co-scritta da Verhoeven e David Birke – pone molta enfasi sulla feroce personalità della protagonista workaholic come impatto della terribile home invasion sperimenta in apertura. Invece di dare l’allarme, tiene inizialmente l’incidente per se stessa, suggerendo così l’inquietante possibilità che il terribile momento abbia in qualche modo iniettato nuova energia nella sua vita. Verhoeven svela lentamente l’impatto fisico dello stupro su Michéle, mettendo in primo piano i suoi iniziali tentativi di bloccarlo. Immersa in una vasca da bagno piena di schiuma bianca, si accorge improvvisamente che una chiazza di sangue è emersa in superficie, ma la dirada; di notte, dorme però con un martello. Più tardi, una volta che ha trascorso altro tempo rimbalzando tra le varie ipersuscettibili persone che abitano il suo frenetico mondo, si ritrova a fantasticare sull’evento, che però è andato in modo diverso – e quando l’apparente aggressore comincia a scambiare messaggi con lei al cellulare e a entrare in casa sua quando lei è via, Elle dà alla sua protagonista la possibilità di concepire dopo il rape una forma di revenge. Alla fine otterrà la classica vendetta – ma non nel modo in cui ci si potrebbe aspettare.

elle huppertStuzzicando costantemente i piagnucolosi problemi della classe borghese della società francese, Verhoeven prende a prestito una pagina dal manuale di Michael Haneke, con il direttore della fotografia Stéphane Fontaine che illumina gli interni accentuando i noiosi ambienti dei sontuosi locali dove si svolge la maggior parte dell’azione. Dalla sua stanca relazione con Patrick al dolore che si accumula nei confronti di suo figlio, la vita di Michele è una sequenza di circostanze insoddisfacenti. Il contorto mistero del suo nuovo ammiratore le fornisce allora un’inaspettata occasione di fuga.

Elle non riesce a mantenere sempre un equilibrio intelligente tra la malizia e i confronti drammatici che lo rendono un’opera così accattivante e non convenzionale. Il suo odioso ensamble cresce fiacco e ridondante col passare dei minuti. I conflitti tra i personaggi coinvolti suonano spesso superficiali. Fortunatamente, la svolta feroce della Huppert e l’intento ben focalizzato rimangono al centro dell’accattivante storia, capace di offrire più di un twist affascinante. Dopo novanta minuti, l’identità del violentatore viene rivelata, garantendo a Verhoeven altri 40 minuti per lasciare che Michéle capisca come voglia agire a riguardo. L’atto finale è la risposta intellettuale a Cinquanta Sfumature di Grigio, un’ambiziosa dichiarazione circa la capacità di guarire le ferite psicologiche con il sesso violento.

Per Paul Verhoeven, un ritorno su questo terreno dà la misura di come la sua carriera abbia seguito qualunque fosse la direzione che consentisse il miglior sbocco alla sua feroce curiosità. Che si tratti di un atto antimperialista come in Starship Troopers, della storia d’amore nazista di Black Book oppure della distorta presa di posizione femminista di Elle, il regista raramente ha fallito quando ha deciso di prendere del materiale ‘comune’ e trasformarlo in un sagace trattato sui confini del politically correct. Nel caso di Elle, Verhoeven ha realizzato un racconto provocatorio sull’antidoto definitivo per la paura, che sta tutto nella capacità di trasformarla in qualcos’altro.

Di seguito il trailer ufficiale di Elle, che al momento non ha ancora una data di uscita italiana:

Horror & Thriller

Esclusivo | Abbiamo visto i primi 20′ di Glass + incontro carriera con M. Night Shyamalan ricco di aneddoti

di
Alessandro Gamma

Al Festival di Sitges il regista ci ha parlato della sua ultima fatica, ma anche ripensato ad Unbreakable, Split e il Sesto Senso, parlando delle sue paure e del fondamentale bisogno di libertà espressiva a ogni costo

Leggi
Horror & Thriller

Mike Flanagan: “In ogni episodio di Hill House ho nascosto fantasmi in bella vista, ma c’è un motivo”

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista dell'adattamento per il piccolo schermo del celebre romanzo horror di Shirley Jackson ha rivelato di aver imbottito la serie originale di Netflix di Easter Egg, anche dei suoi precedenti film, spiegandone la ragione

Leggi
Horror & Thriller

Recensione Sitges 51 | Galveston di Mélanie Laurent

di
Sabrina Crivelli

Elle Fanning e Ben Foster sono i protagonisti assai poco adatti di un crime drama dai toni cupi e dal ritmo estenuante, che adatta un romanzo di Nic Pizzolatto

Leggi
Horror & Thriller

Recensione Sitges 51 | Under the Silver Lake di David Robert Mitchell

di
Sabrina Crivelli

Il regista di 'It Follows' torna dietro alla mdp un noir moderno ambizioso ma pasticciato e sovraccarico di elementi, in cui Andrew Garfield non brilla nei panni dell'inadeguato protagonista

Leggi
Horror & Thriller

Recensione Sitges 51 | Zombie contro Zombie di Shinichiro Ueda

di
William Maga

Il regista giapponese si fa beffe dell'industria cinematografica realizzando un film sui non morti irriverente che racconta con ironia problemi e gioie di una produzione low budget, infilandoci anche un clamoroso piano sequenza di quasi 40 minuti

Leggi
Horror & Thriller

Nel trailer di Destroyer, Nicole Kidman è una detective violenta e pronta a tutto

di
Redazione Il Cineocchio

L'attrice australiana completamente trasformata nell'aspetto per il cupo thriller poliziesco diretto da Karyn Kusama

Leggi
Horror & Thriller

John Krasinski su A Quiet Place – Un Posto Tranquillo: “Ero io il mostro del film!”

di
Redazione Il Cineocchio

L'attore e regista dell'horror silenzioso ha rivelato di aver interpretato anche una delle spaventose creature sul set

Leggi
Horror & Thriller

Esclusivo | John Carpenter: “Amo Venezia e Torino; lo script del remake di Fuga da New York mi è piaciuto”

di
Redazione Il Cineocchio

Durante la tappa del tour europeo della sua band, abbiamo incontrato faccia a faccia il maestro dell'horror, che ci ha dato qualche aggiornamento in merito a un paio di progetti molto chiacchierati

Leggi
Horror & Thriller

Il full trailer di Death House con Kane Hodder regala scorci di Inferno

di
Redazione Il Cineocchio

Dopo mesi di rinvii, il film diretto da B Harrison Smith che raggruppa alcune delle più grandi icone dell'horror della storia è pronto a uscire

Leggi
Horror & Thriller

Recensione Sitges 51 | 7 sconosciuti a El Royale di Drew Goddard

di
Sabrina Crivelli

Il regista dell'arguto 'Quella Casa nel Bosco' torna dietro alla mdp per un thriller alla Tarantino dal sapore 60s, che gioca con gli stereotipi ma finisce per essere troppo derivativo

Leggi
Horror & Thriller

Recensione Sitges 51 | Halloween di David Gordon Green

di
William Maga

Dopo 40 anni, la paranoica Jamie Lee Curtis affronta la sua implacabile nemesi Michael Myers in uno scontro finale che soddisfa a metà

Leggi
Horror & Thriller

Nel trailer di The Possession of Hannah Grace una autopsia si trasforma in incubo

di
Redazione Il Cineocchio

Shay Mitchell e Stana Katic sono le protagoniste dell'horror demoniaco diretto da Diederik Van Rooijen

Leggi
Horror & Thriller

Steven Moffat e Mark Gatiss preparano la miniserie su Dracula di Bram Stoker per Netflix e BBC One

di
Redazione Il Cineocchio

I due autori britannici sono pronti a mettere le mani su un altro icononico personaggio dopo Sherlock Holmes e Doctor Who

Leggi
Horror & Thriller

Gareth Evans: “Vi spiego il significato di Apostolo; il finale originale era più nichilista”

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista gallese ha parlato dell'horror folk che ha diretto per Netflix, facendo un po' di luce sull'isola e sul personaggio interpretato da Dan Stevens

Leggi
Horror & Thriller

Recensione (serie completa) | Hill House di Mike Flanagan

di
Raffaele Picchio

Il regista reinventa il celebre libro di Shirley Jackson trovando nella serialità la dimensione più consona per raccontare un melodramma horror complesso e sanamente inquietante, utilizzando in modo intelligente tutti i cliché del genere senza strizzare l'occhio a insopportabili revival o grotteschi deliri kitsch

Leggi
Nessuno come noi

Nessuno come noi

T. originale: Nessuno come noi

Data di uscita: 18-10-2018

Voto medio: 0 su 0 voti
Le ereditiere

Le ereditiere

T. originale: Las herederas

Data di uscita: 18-10-2018

Voto medio: 8 su 2 voti
Searching

Searching

T. originale: Searching

Data di uscita: 18-10-2018

Voto medio: 7 su 248 voti
Il verdetto

Il verdetto

T. originale: The Children Act

Data di uscita: 18-10-2018

Voto medio: 7 su 71 voti
Piccoli Brividi 2 - I fantasmi di Halloween

Piccoli Brividi 2 - I fantasmi di Halloween

T. originale: Goosebumps 2: Haunted Halloween

Data di uscita: 18-10-2018

Voto medio: 4 su 3 voti
Pupazzi senza gloria

Pupazzi senza gloria

T. originale: The Happytime Murders

Data di uscita: 18-10-2018

Voto medio: 5 su 52 voti
Soldado

Soldado

T. originale: Sicario: Day of the Soldado

Data di uscita: 18-10-2018

Voto medio: 6 su 529 voti

RECENSIONE

Il saluto - La storia che nessuno ha mai raccontato

Il saluto - La storia che nessuno ha mai raccontato

T. originale: Salute

Data di uscita: 16-10-2018

Voto medio: 5 su 3 voti
Ville Neuve

Ville Neuve

T. originale: Ville Neuve

Data di uscita: 15-10-2018

Voto medio: 0 su 0 voti
Mirai

Mirai

T. originale: 未来のミライ

Data di uscita: 15-10-2018

Voto medio: 7 su 6 voti

RECENSIONE

L'apparizione

L'apparizione

T. originale: L'Apparition

Data di uscita: 11-10-2018

Voto medio: 6 su 30 voti
Il complicato mondo di Nathalie

Il complicato mondo di Nathalie

T. originale: Jalouse

Data di uscita: 11-10-2018

Voto medio: 6 su 73 voti
Johnny English colpisce ancora

Johnny English colpisce ancora

T. originale: Johnny English Strikes Again

Data di uscita: 11-10-2018

Voto medio: 6 su 131 voti
Zanna Bianca

Zanna Bianca

T. originale: Croc-Blanc

Data di uscita: 11-10-2018

Voto medio: 7 su 23 voti
Quasi Nemici - L'importante è avere ragione

Quasi Nemici - L'importante è avere ragione

T. originale: Le Brio

Data di uscita: 11-10-2018

Voto medio: 7 su 281 voti
A-X-L - Un'amicizia extraordinaria

A-X-L - Un'amicizia extraordinaria

T. originale: A.X.L.

Data di uscita: 11-10-2018

Voto medio: 4 su 21 voti
The Predator

The Predator

T. originale: The Predator

Data di uscita: 11-10-2018

Voto medio: 5 su 566 voti

RECENSIONE

A Star Is Born

A Star Is Born

T. originale: A Star Is Born

Data di uscita: 11-10-2018

Voto medio: 7 su 580 voti
Il banchiere anarchico

Il banchiere anarchico

T. originale: The Anarchist Banker

Data di uscita: 10-10-2018

Voto medio: 0 su 0 voti
Non è vero ma ci credo

Non è vero ma ci credo

T. originale: Non è vero ma ci credo

Data di uscita: 04-10-2018

Voto medio: 0 su 0 voti
Un nemico che ti vuole bene

Un nemico che ti vuole bene

T. originale: Un nemico che ti vuole bene

Data di uscita: 04-10-2018

Voto medio: 5 su 2 voti
Papa Francesco - Un uomo di parola

Papa Francesco - Un uomo di parola

T. originale: Pope Francis: A Man of His Word

Data di uscita: 04-10-2018

Voto medio: 7 su 11 voti
Smallfoot: Il mio amico delle nevi

Smallfoot: Il mio amico delle nevi

T. originale: Smallfoot

Data di uscita: 04-10-2018

Voto medio: 6 su 84 voti
The Domestics

The Domestics

T. originale: The Domestics

Data di uscita: 04-10-2018

Voto medio: 6 su 51 voti

RECENSIONE

Opera senza autore

Opera senza autore

T. originale: Werk ohne Autor

Data di uscita: 04-10-2018

Voto medio: 8 su 14 voti
L'albero dei frutti selvatici

L'albero dei frutti selvatici

T. originale: Ahlat Ağacı

Data di uscita: 04-10-2018

Voto medio: 7 su 10 voti
The Wife - Vivere nell'ombra

The Wife - Vivere nell'ombra

T. originale: The Wife

Data di uscita: 04-10-2018

Voto medio: 7 su 26 voti
Venom

Venom

T. originale: Venom

Data di uscita: 04-10-2018

Voto medio: 6 su 1164 voti

RECENSIONE

Titolo Data Regista

Ghost Stories - (Limited Edition) (Blu-Ray+Booklet)

07/09

Jeremy Dyson, Andy Nyman

L'Isola Dei Cani (Blu-Ray)

13/09

Wes Anderson

The Strangers - Prey At Night (Blu-Ray)

13/09

Johannes Roberts

Ready Player One (Blu-Ray)

13/09

Steven Spielberg

La Truffa Dei Logan (Blu-Ray)

13/09

Steven Soderbergh

Manhunt (Blu-Ray)

20/09

John Woo

The Carpenter'S House (Dvd)

21/09

Brace Beltempo

Creepy Tales Of Pizza And Gore (Dvd)

21/09

Lorenzo Fassina

Mad In Italy (Dvd)

21/09

Paolo Fazzini

Milza Man (Dvd)

21/09

Vincenzo Campisi, Antonio Vezzari, Arturo Volpes