Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione] Elle di Paul Verhoeven

6/10 su 920 voti. Titolo originale: Elle, uscita: 25-05-2016. Budget: $9,804,690. Regista: Paul Verhoeven.

[recensione] Elle di Paul Verhoeven

11/11/2016 di Alessandro Gamma

Il controverso regista olandese torna sulle scene con un rape & revenge velato di solo apparente leggerezza, con una Isabelle Huppert mai così ambigua

Elle di Paul Verhoeven inizia con un sorriso: un gattone grigio con gli occhi spalancati guarda fuori campo in direzione delle grida di un uomo e una donna in apparente gioia orgiastica. Subito dopo appare però quello che non si vedeva, che rivela un avvenimento molto più nefasto: una donna di mezza età, Michéle (Isabelle Huppert), sta venendo violentata da un aggressore mascherato sul pavimento del suo appartamento. Una volta che l’uomo si è precipitato fuori dalla porta, Michéle rimane semplicemente lì, a guardare il soffitto, e non è chiaro se sia traumatizzata o intrigata dall’accaduto. Così va il resto del film, una visione tipicamente sovversiva su un familiare dramma familiare da un maestro dello stravolgimento dei generi. Per la sua prima produzione in lingua francese – e suo primo lungometraggio in un decennio – il 77enne regista olandese realizza il lavoro più ‘contenuto’ di sempre, una dark comedy sugli impulsi sessuali e su altre passioni più vicina nella forma a Fiore di Carne del 1973 che a qualsiasi alta cosa abbia fatto dopo.

elle-poster-paul-verhoevenDi fronte alla sfida di mettere in scena una commedia spensierata sullo stupro, la Huppert impregna Michéle di un’ambiguità formidabile. Game designer maniaca del lavoro il cui padre serial killer è in carcere da anni, trascorre le sue giornate ad abbaiare contro i membri del suo staff, impegnandosi in una relazione con Patrick (Christian Berkel), il marito della sua migliore amica (Anne Consigny) e discutendo col giovane figlio (Jonas Bloquet), che si trova bloccato in un matrimonio senza futuro e non riesce a rimettersi in sesto. Il più grande ostacolo per Michele è rappresentato dalla esigente madre (Judith Magre), una diva che trascorre le sue giornate a letto con un uomo molto più giovane e agitandosi per le richieste di appello del marito omicida.

Con tutti questi nevrotici elementi in gioco, Michéle si ritrova al centro di un mondo trabboccante di ego che si scontrano e false digressioni. Adattata dall’omonimo romanzo di Philippe Djian, la sceneggiatura – co-scritta da Verhoeven e David Birke – pone molta enfasi sulla feroce personalità della protagonista workaholic come impatto della terribile home invasion sperimenta in apertura. Invece di dare l’allarme, tiene inizialmente l’incidente per se stessa, suggerendo così l’inquietante possibilità che il terribile momento abbia in qualche modo iniettato nuova energia nella sua vita. Verhoeven svela lentamente l’impatto fisico dello stupro su Michéle, mettendo in primo piano i suoi iniziali tentativi di bloccarlo. Immersa in una vasca da bagno piena di schiuma bianca, si accorge improvvisamente che una chiazza di sangue è emersa in superficie, ma la dirada; di notte, dorme però con un martello. Più tardi, una volta che ha trascorso altro tempo rimbalzando tra le varie ipersuscettibili persone che abitano il suo frenetico mondo, si ritrova a fantasticare sull’evento, che però è andato in modo diverso – e quando l’apparente aggressore comincia a scambiare messaggi con lei al cellulare e a entrare in casa sua quando lei è via, Elle dà alla sua protagonista la possibilità di concepire dopo il rape una forma di revenge. Alla fine otterrà la classica vendetta – ma non nel modo in cui ci si potrebbe aspettare.

elle huppertStuzzicando costantemente i piagnucolosi problemi della classe borghese della società francese, Verhoeven prende a prestito una pagina dal manuale di Michael Haneke, con il direttore della fotografia Stéphane Fontaine che illumina gli interni accentuando i noiosi ambienti dei sontuosi locali dove si svolge la maggior parte dell’azione. Dalla sua stanca relazione con Patrick al dolore che si accumula nei confronti di suo figlio, la vita di Michele è una sequenza di circostanze insoddisfacenti. Il contorto mistero del suo nuovo ammiratore le fornisce allora un’inaspettata occasione di fuga.

Elle non riesce a mantenere sempre un equilibrio intelligente tra la malizia e i confronti drammatici che lo rendono un’opera così accattivante e non convenzionale. Il suo odioso ensamble cresce fiacco e ridondante col passare dei minuti. I conflitti tra i personaggi coinvolti suonano spesso superficiali. Fortunatamente, la svolta feroce della Huppert e l’intento ben focalizzato rimangono al centro dell’accattivante storia, capace di offrire più di un twist affascinante. Dopo novanta minuti, l’identità del violentatore viene rivelata, garantendo a Verhoeven altri 40 minuti per lasciare che Michéle capisca come voglia agire a riguardo. L’atto finale è la risposta intellettuale a Cinquanta Sfumature di Grigio, un’ambiziosa dichiarazione circa la capacità di guarire le ferite psicologiche con il sesso violento.

Per Paul Verhoeven, un ritorno su questo terreno dà la misura di come la sua carriera abbia seguito qualunque fosse la direzione che consentisse il miglior sbocco alla sua feroce curiosità. Che si tratti di un atto antimperialista come in Starship Troopers, della storia d’amore nazista di Black Book oppure della distorta presa di posizione femminista di Elle, il regista raramente ha fallito quando ha deciso di prendere del materiale ‘comune’ e trasformarlo in un sagace trattato sui confini del politically correct. Nel caso di Elle, Verhoeven ha realizzato un racconto provocatorio sull’antidoto definitivo per la paura, che sta tutto nella capacità di trasformarla in qualcos’altro.

Di seguito il trailer ufficiale di Elle, che al momento non ha ancora una data di uscita italiana:

Isabelle Huppert
Anne Consigny
Christian Berkel
Virginie Efira
Laurent Lafitte
Jonas Bloquet
Charles Berling
Lucas Prisor
Judith Magre
Alice Isaaz
Vimala Pons
Raphaël Lenglet
Arthur Mazet
Jina Djemba
Hugo Conzelmann
Anne Loiret
Stéphane Bak
Jean-Noël Martin
David Léotard
Nicolas Beaucaire
Loïc Legendre
Olivia Gotanègre
Zohar Wexler
Eric Savin
Florent Peiffer
Nicolas Ullmann
Raphaël Kahn
Caroline Breton
Laurent Orry
Fleur Geffrier
Marie Berto
Dominique Plaideau
Lahouassa Elise
Oury Milshtein
Jean Douchet
Jean-Yves Freyburger
Vincent Launay-Franceschini
Hugues Martel
picnic ad hanging rock film serie blu-ray
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Picnic ad Hanging Rock, il film e la miniserie TV

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni italiane del primo adattamento del romanzo di Joan Lindsay diretto nel 1975 per il cinema da Peter Weir e della trasposizione del 2018 per la TV con Natalie Dormer

Leggi
Horror & Thriller

Il trailer di Starfish immerge Virginia Gardner nell’orrore cosmico della fine del mondo

di Redazione Il Cineocchio

Il regista A.T. White torna dietro alla mdp dopo 6 anni per un fanta-horror imbevuto di misteri, mostri ed elaborazione del lutto

Leggi
auguri per la tua morte killer maschera
Horror & Thriller

Christopher Landon su Auguri per la tua Morte: “Pensai a una maschera diversa per il killer”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista dello slasher del 2017 ha rivelato l'iniziale 'ballottaggio', spiegando perché poi ha optato per il bebè

Leggi
The Field Guide to Evil film
Horror & Thriller

Trailer per The Field Guide to Evil: 8 storie del folclore dark per 8 registi horror

di Redazione Il Cineocchio

Tra i nomi coinvolti ci sono Veronika Franz e Severin Fiala, Peter Strickland, Agnieszka Smoczynska e Can Evrenol

Leggi
octavia spencer ma film 2019 horror
Horror & Thriller

Nel trailer di Ma, Octavia Spencer organizza feste a base di musica, alcol e omicidi

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Juliette Lewis e Luke Evans nell'horror 'sbucato dal nulla' diretto da Tate Taylor e prodotto dalla Blumhouse

Leggi
glenn close attrazione fatale film
Horror & Thriller

Glenn Close su Attrazione Fatale: “Ho in mente il remake; approccio diverso ad Alex”

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice ha rivelato il suo progetto, che mirerebbe a raccontare in modo completamente differente il ben più problematico e sfaccettato personaggio da lei interpretato nel 1987

Leggi
Horror & Thriller

Nick Antosca sulla serie TV di Chucky: “Storia nuova, ma nel canone della saga de La Bambola Assassina”

di Redazione Il Cineocchio

Lo showrunner ha svelato qualche dettaglio sulla versione televisiva dello storico franchise horror, parlando del tono che verrà adottato e del coinvolgimento di alcuni volti noti

Leggi
allucinazione perversa 1990
Horror & Thriller

Jeff Buhler sul remake di Allucinazione Perversa: “Ho cambiato il colpo di scena”

di Redazione Il Cineocchio

Lo sceneggiatore ha parlato dell'approccio adottato da lui e dal regista David M. Rosenthalal nei confronti del classico del 1990, teso a mantenerne lo spirito originale

Leggi
zombi cina censura
Horror & Thriller

Dossier | Perché la Cina vieta i film con gli zombi (e altri mostri) al cinema

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di capire come mai nel popoloso paese asiatico non possono essere distribuiti nelle sale i titoli coi non morti o con altre creature tipiche del folclore horror occidentale

Leggi
pingu la cosa thingu
Horror & Thriller

Pingu incontra La Cosa per il corto Thingu, quando la claymation si fa horror

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono le mani di Lee Hardcastle dietro l'improbabile mash-up tra le vicende del simpatico pinguino e le atmosfere tese del film di John Carpenter

Leggi
Pet Graveyard film 2019
Horror & Thriller

Nel trailer di Pet Graveyard, la Morte miete vittime aiutata da un gatto ‘ritornato’

di Redazione Il Cineocchio

La regista Rebecca J. Matthews esordisce dietro alla mdp con un mockbuster che prova a sfruttare il clamore mediatico suscitato dal nuovo adattamento di Pet Sematary

Leggi
La Llorona - Le lacrime del male film
Horror & Thriller

Nel full trailer di La Llorona – Le lacrime del male, la ‘donna che piange’ cerca bambini da portar via

di Redazione Il Cineocchio

Il film di debutto del regista Michael Chaves - prodotto da James Wan - intende lanciare una nuova icona horror, con la quale dovrà vedersela Linda Cardellini

Leggi
the hole in the ground film 2019
Horror & Thriller

The Hole in the Ground | La recensione del film di Lee Cronin

di Sabrina Crivelli

Il regista debutta con un horror angosciante ma irrisolto, sospeso tra le atmosfere di Babadook, Goodnight Mommy e The Tommyknockers

Leggi
Gabriele Lavia in Zeder (1983) film
Horror & Thriller

Tra le pieghe del tempo | Pupi Avati nel 1984 su Zeder: “La paura di Dario Argento è standard; non guardate da soli il mio film!”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore raccontava come i suoi film mirassero a colpire in modo diverso gli spettatori rispetto al più 'classico' collega, suggerendo comunque di approcciarsi con cautela alla sua ultima fatica

Leggi
NOS4A2 zachary quinto amc serie
Horror & Thriller

Primo teaser per NOS4A2, serie horror AMC con Zachary Quinto

di Redazione Il Cineocchio

L'attore è un vampiro che si nutre della vitalità dei ragazzini nell'adattamento per la TV del best seller di Joe Hill

Leggi
The Front Runner - Il vizio del potere

The Front Runner - Il vizio del potere

T. originale: The Front Runner

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 5 su 42 voti
Parlami di te

Parlami di te

T. originale: Un Homme Pressé

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 7 su 41 voti
Un uomo tranquillo

Un uomo tranquillo

T. originale: Cold Pursuit

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 5 su 41 voti

RECENSIONE

Copia originale

Copia originale

T. originale: Can You Ever Forgive Me?

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 7 su 133 voti
Quello che veramente importa

Quello che veramente importa

T. originale: The Healer

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 6 su 99 voti
The Lego Movie 2: Una nuova avventura

The Lego Movie 2: Una nuova avventura

T. originale: The Lego Movie 2: The Second Part

Data di uscita: 21-02-2019

Voto medio: 6 su 103 voti
Westwood. Punk, Icona, Attivista

Westwood. Punk, Icona, Attivista

T. originale: Westwood: Punk, Icon, Activist

Data di uscita: 20-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Ex-Otago - Siamo come Genova

Ex-Otago - Siamo come Genova

T. originale: Ex-Otago. Siamo come Genova

Data di uscita: 18-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Mamma + Mamma

Mamma + Mamma

T. originale: Mamma + Mamma

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Un'avventura

Un'avventura

T. originale: Un'avventura

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 1 voti
La paranza dei bambini

La paranza dei bambini

T. originale: La paranza dei bambini

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 10 voti
Rex - Un Cucciolo a Palazzo

Rex - Un Cucciolo a Palazzo

T. originale: The Queen's Corgi

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 8 su 3 voti
Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

T. originale: Touch Me Not

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Un valzer tra gli scaffali

Un valzer tra gli scaffali

T. originale: In den Gängen

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 28 voti
La vita in un attimo

La vita in un attimo

T. originale: Life Itself

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 65 voti
Holmes & Watson

Holmes & Watson

T. originale: Holmes & Watson

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 4 su 55 voti
Alita - Angelo della battaglia

Alita - Angelo della battaglia

T. originale: Alita: Battle Angel

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 427 voti

RECENSIONE

Crucifixion - Il male è stato invocato

Crucifixion - Il male è stato invocato

T. originale: The Crucifixion

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 5 su 154 voti

RECENSIONE